Guadagnati a Mondovì i primi tre punti della stagione

,

Vittoria all’esordio in campionato per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che in trasferta sul non semplice campo della VBC Mondovì guadagna i primi tre punti della stagione imponendosi per 3-1.

Il match non era dei più agevoli, in casa di una matricola con in circolo ancora l’adrenalina delle belle vittorie che l’hanno portata in cadetteria ma soprattutto assetata della Serie che mancava nella cittadina da trent’anni. Sora però ha fatto il suo gioco tenendo sempre la testa in campo anche nei maggiori momenti di difficoltà, mostrando le sue qualità non calando mai di concentrazione e di livello.

Il Pala Manera di Mondovì dunque ha visto un buon principio dei propri beniamini che nonostante il risultato hanno fatto appassionare il pubblico mostrando buone cose, ma anche una bella Sora coesa e compatta alla vittoria finale.

Al primo fischio d’inizio della stagione del signor Prati coadiuvato dal signor Marotta, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.
Coach Barisciani risponde con Cortellazzi al palleggio in diagonale con De Luca, Parusso e capitan Longo in posto 3, Manassero e Bertoli a schiacciare e Thei libero.

Sora apre la gara con un break positivo di 6-0 guidato dall’insidioso servizio di Mariano e finalizzato dai muri granitici di Fabroni e Rosso che hanno bloccato sul nascere tutte le intenzioni degli schiacciatori avversari. Interrompe il gioco la guida tecnica locale ma al rientro in campo la Globo continua a picchiare duro per il 6-13 chiuso dall’ace di Hoogendoorn. Sale in cattedra Rosso prima per il 7-16 e poi per autografare con tocco d’intelligenza e astuzia il 9-19. Il set oramai mostra una sola conclusione possibile e Mariano lavora bene per l’11-22 e il 13-23. Capitan Fabroni mura Bertoli per il punto che vale ben 11 set ball ma Hoogendoorn archivia subito la pratica sul 14-25.

1-0 in fatto di conteggio set in favore di Sora, e Mondovì torna in campo con nuove energie e intenzioni. Ritrovano il loro opposto i padroni di casa che mantengono la prima parte del secondo game in perfetto equilibrio e con Manassero fanno suonare la sirena del technical time out in vantaggio 12-10. Il muro di Hoogendoorn pareggia i conti 14-14, e poi il suo attacco mancino apre la serie positiva che fa segnare sul tabellone il primo sorpasso sorano del set, 15-18. Si riportano sotto i piemontesi 18-19 ma Rosso ottiene il cambio palla che manda Giglioli al servizio dove resterà per tre fruttuosi turni che ristabiliscono la distanza del 18-23. Un paio di errori sorani sembrano riaprire il game sul 21-23 ma dopo il time out discrezionale richiesto da coach Soli, Sperandio mette a terra la veloce del 21-24 e l’ace di capitan Fabroni fa il resto per il 21-25 e il vantaggio di 2-0.

Ancora con il piede sull’acceleratore la VBC in avvio del terzo parziale per il 5-2 firmato da De Luca. I padroni di casa fanno suonare la sirena dello stop obbligatorio mantenendo strette le tre lunghezze di vantaggio che però al rientro in campo con il muro di Rosso ai danni di Parusso e l’ace di Giglioli, si annullano. 12-12 e gioco che prosegue palla su palla con l’equilibrio a farla da padrone. 20-20 con l’ace di Mariano e 22-22 con Rosso che gioca d’astuzia sulle mani del muro. Il set va ai vantaggi e Mondovì con Bertoli ha la prima opportunità di chiuderlo sul 26-25 ma Cortellazzi batte out. 27-27 con Longo e Mariano, e una invasione a rete della prima linea sorana da una nuova opportunità set ai padroni di casa che questa volta a muro non se la fanno sfuggire per il 29-27 che riapre il match.

Coach Barisciani sostituisce l’opposto De Luca con Ghibaudo per un quarto game che sia apre con un 3-3. La doppia di Cortellazzi manda Fabroni al servizio che, con un ace e l’aiuto del muro vincente di Sperandio sull’opposto avversario, porta i suoi in vantaggio per 3-7. Il +4 si trasforma nel +5 del 7-12 dopo l’attacco e la battuta vincente di Hoogendoorn. Accorcia le distanze la VBC 10-13 ma la Globo mette a segno ancora un mini break vincente che si traduce nel +7 del 10-17 con un grande Rosso prima a punire Ghibaudo a muro e poi a menare il rigore offerto dalla ricezione lunga sulla battuta di Giglioli. Prova a resistere il sestetto di mister Barisciani ma la furia degli avversari è più incisiva con Fabroni e Rosso ancora a segno dai nove metri e tutte le bocche da fuoco in grande spolvero sulla rete per il 16-25 che archivia il set e il match per 1-3.

VBC MONDOVI’ – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 1-3

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 7, Hoogendoorn 18, Rosso 18, Mariano 13, Sperandio 4, Giglioli 10, Santucci (L), Marrazzo n.e., Buzzelli, Bacca n.e., Lucarelli n.e., Festi 1. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 10, B/P 15, muri 14.

VBC MONDOVI’: Cortellazzi 1, De Luca 8, Parusso 12, Longo 8, Manassero 9, Bertoli 10, Thei (L), Menardo, Peirano n.e., Ghobaudo 3, Peluffo n.e., Fabiano, Perla n.e.. I All. Mauro Barisciani; II All. Flavio Rocca. B/V 4, B/P 16, muri 14.

ARBITRI: Prati Davide, Marotta Michele.

PARZIALI: 14-25; 21-25; 29-27; 16-25.

Campionato al via in trasferta a Mondovì.

,

Comincia a posizionarsi ai blocchi di partenza la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che tra pochissimi giorni farà il suo esordio nel 71° Campionato Nazionale di Serie A2 sul campo del VBC Mondovì.

Domenica alle ore 18,00 il Pala Manera ospiterà i ragazzi di corso Volsci e lo farà dopo un’attesa durata trent’anni. Il club cuneese infatti è neopromosso nella serie e con questo grande e storico risultato regala all’intero Piemonte lo spettacolo di un torneo nazionale che mancava.

L’Argos Volley invece disputerà per il settimo anno consecutivo questo campionato e ha deciso di farlo mantenendo l’ossatura della squadra della scorsa stagione contando però su punte di diamante diverse.

Rivoluziona ma non troppo il suo roster 2015/2016 e dunque a portare avanti il lavoro dei riconfermati coach Fabio Soli e Maurizio Colucci ci sono il palleggiatore Marco Fabroni sulle quali mani e testa Sora punta per il secondo anno; il libero Marco Santucci che per la quinta stagione sarà l’uomo della seconda linea; il centrale Matteo Sperandio e lo schiacciatore Daniel Bacca alla seconda maglia volsca.

A dare valore aggiunto invece l’opposto olandese Sjoerd Hoogendoorn, attaccante mancino classe ’91 tutto da scoprire, e lo schiacciatore Mattia Rosso che arriva a Sora in un momento fondamentale della sua carriera, quello che lo consacra uno dei migliori schiacciatori-ricettori italiani del momento, e lo fa dopo cinque intense stagioni tra le fila di Padova dove ha vissuto le più importanti esperienze professionali della sua vita.

Lo staff tecnico volsco punta molto anche sullo schiacciatore bergamasco Romolo Mariano ex Caffè Aiello Corigliano e su Pierlorenzo Buzzelli, già a Sora nella stagione 2011/2012 quando il vertice societario vide in lui della futuribilità e non si sbagliò. Sempre dall’altro club laziale arriva Roberto Festi, giovane centrale scuola Trento che ha chiuso l’ultima classifica di rendimento del ruolo testa a testa con Sperandio. Al centro della rete c’è anche Emiliano Giglioli, esperto posto 3 ligure che si appresta a vivere la sua sesta stagione in Serie A2 con numeri da primo della classe e nel pieno della sua maturità tecnica e professionale. A coadiuvare la regia del “Fabro”, il palleggiatore romano classe ’94 Federico Marrazzo.

Nel roster spazio anche a due atleti cresciuti nel settore giovanile dell’Argos Volley, gli schiacciatori Marco Lucarelli, che nella serie A2 ha debuttato lo scorso anno, e Pierpaolo Mauti che dopo l’esperienza con la BCC NEP Castellana Grotte è tornato a casa.

Lo staff tecnico guidato dal coach Nazionale Fabio Soli coadiuvato dall’assistant Maurizio Colucci, è supportato dai preparatori atletici Andrea Pozzi e Giacomo Paone, dal General Manager Adi Lami e dal Team Manager Alessandro Tiberia.

Si è aspettato tanto per questo inizio di campionato e la prima gara è già qui.
Sarà una trasferta lunga per gli atleti di Patron Giannetti ma solo una di un’intensa serie che tutto il mondo pallavolistico si appresta a vivere.

VII Memorial Nonno Gino, le voci dei protagonisti

,

Anche la VII edizione del Memorial Nonno Gino è giunta al termine.
Al PalaGlobo “Luca Polsinelli” si è vissuta una giornata intensa di emozioni e allo stesso tempo qualche piacevolissima anticipazione su quello che sarà il prossimo campionato di serie A2 che avrà inizio proprio la prossima domenica con Sora che andrà in trasferta a Mondovì.

“L’idea di giocare questo Memorial – spiega il patron Gino Giannetti -, nasce dal desiderio della nostra famiglia di continuare a far vivere il ricordo del nostro amato nonno Gino. Abbiamo scelto di farlo attraverso un evento interessante e importante che continueremo a volere ogni anno. Ognuna di queste sette manifestazioni è stata sempre una vera e propria battaglia, complice anche il fatto che si gioca nell’ultima domenica pre-campionato con squadre abbastanza pronte e collaudate. La più bella però è sempre l’ultima. Ho visto dei ragazzi motivati che hanno portato in campo un bel gioco. Ovviamente possiamo e dobbiamo migliorare, e tenere sempre a mente che dall’altra parte della rete c’è sempre un avversario.
A fine giornata sono molto soddisfatto, di come è andato l’evento, delle società che abbiamo invitato a partecipare e soprattutto della nostra squadra.”

A chiudere la kermesse ovviamente le premiazioni e i ringraziamenti doverosi ai tre arbitri che hanno diretto le gare, i signori Frederick Moratti, Giuseppe Di Blasi, e Vincenzo Carcione.

Il riconoscimento più importante è stato consegnato dal Presidente dell’Argos Volley, Enrico Vicini, al signor Vittorio Giannetti figlio di Nonno Gino.

I protagonisti assoluti di questa giornata però sono stati loro, gli atleti in campo.
Lo schiacciatore Romolo Mariano è stato premiato come MVP della manifestazione, a consegnare il premio il general Manger Adi Lami che contestualmente ha consegnato anche la targa come miglior realizzatore del VII Memorial Nonno Gino ad Andrea Argenta.

“Siamo stati bravi in tutto il match con Tuscania e in parte in quello con il Club Italia a imporre il nostro gioco – commenta lo schiacciatore Romolo Mariano -, e questa è un’arma molto importante per chi vuole vincere.
Siano riusciti a uscire dalle situazioni più scomode facendo gruppo e portando in campo tanta determinazione. Nonostante nella seconda partita abbiamo perso per 2-1 anche i ragazzi subentrati hanno dato il massimo e questo è importante perché la stagione è lunga e abbiamo bisogno di tutti. Dedico la vittoria al gruppo e al nostro impegno”.

Diversa la disamina del top score Andrea Argenta:

“Il nostro obiettivo non era quello di vincere la competizione avendo di fronte squadre con molti minuti nelle gambe. Per noi è stato un ottimo banco di prova ma soprattutto un ottimo allenamento in quanto in questo periodo con due infortunati in squadra allenarsi bene è difficile. Nonostante questo però abbiano dato in campo più di quanto non credessimo. Sono contenti del lavoro di tutti. Le aspettative in campionato sono quelle di toglierci più soddisfazioni possibili e poter dare fastidio a quante più squadre che magari lottano per arrivare ai play-off”.

“La mia squadra che sta ancora cercando la sua stabilità e i giusti meccanismi – dice coach Totire. Sora è sicuramente una delle compagini più attrezzate del campionato e so che, dato il rooster che ha a disposizione, farà di tutto per fare il salto di qualità e di categoria. Tuscania invece è una società giovane con un buon rooster che può migliorare e sicuramente farà un bel campionato. La caratteristica principale della mia rosa è la gioventù che può essere sia un punto di forza che il tallone d’Achille. Alle volte ci perdiamo nei momenti importanti del set ma credo che questi errori, a questa età è giusto che vengano commessi. Il loro entusiasmo mi è piaciuto molto, spero lo mantengano in campionato”.

Sora vince la VII Edizione del Memorial Nonno Gino

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora si aggiudica la VII edizione del Memorial Nonno Gino battendo le rivali del triangolare e facendo pregustare uno sfizioso e saporito antipasto pre-campionato.
Le squadre ospiti al PalaGlobo “Luca Polsinelli” per l’evento oramai diventato apripista del campionato di Serie A2 sorano, la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania e il Club Italia Roma, applaudono la rivale padrona di casa che ha saputo tener testa a entrambe e accumulare punti per la classifica finale che l’ha decretata vincitrice.

Dopo i tre set mattutini che hanno visto la Globo imporsi 3-0 sul Tuscania, con il punteggio di 2-1 si è chiuso l’incontro tra i ragazzi di coach Tofoli e il Club Italia disputato nel primo pomeriggio. Nell’ultimo match in programma invece, vittoria dei giovani atleti di mister Totire che hanno dato filo da torcere all’altra Globo che coach Soli ha mandato in campo dando spazio a tutti gli atleti della rosa.

Al fischio d’inizio della terza gara, la guida tecnica sorana schiera il suo sestetto tipo con Fabroni in cabiana di regia opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.
Coach Totire risponde con Zoppellari al palleggio in diagonale con Argenta, Galassi e Di Martino in posto 3, Zonca e Margutti a schiacciare e Piccinelli libero.

La cronaca dell’ultimo match del Memorial vede la Globo partire aggressiva con un 7-3 che porta la firma di Giglioli dai nove metri. Qualche errore di troppo tra le fila sorane aiuta il punteggio a rimettersi in equilibrio 10-9 ma i padroni di casa aprono nuovamente il gas per il +3 del 14-11. L’ace di Argenta pareggia i conti 14-14 ma sale in cattedra Hoogendoorn per il nuovo vantaggio sorano del 19-16. I ragazzi del Club Italia tengono il colpo fino al 20-18 quando coach Soli fa entrare Buzzelli in battuta a destabilizzare la ricezione avversaria per il 23-18. A regalare cinque set ball al PalaGlobo è Mariano con il muro ai danni di Argenta, poi ci pensa Hoogendoor con un ace a dichiararne la fine sul 25-19.

Nel secondo game coach Soli mischia le carte e manda in campo Marrazzo opposto a Buzzelli, Festi e Sperandio al centro, Bacca e Mariano in posto 4. Sono i ragazzi di coach Totire a portarsi avanti 3-7 ma i sorani rincorrono bene per l’aggancio del 10-11. Si gioca palla su palla ma a condurre è sempre il sestetto romano. Santucci e compagni non riescono a inanellare un break positivo e l’ace di Zonca porta a +3 il vantaggio ospite sul 18-21. Resta solo il tempo per l’attacco dal centro di Festi e il muro di Mariano prima che Zonca vada ancora a segno dai nove metri e che Argenta archivi il secondo set per 20-25.
1-1 in fatto di conteggio set e mister Soli manda in campo Lucarelli al posto di Mariano confermando per il resto il sestetto in campo. Stesso copione del game precedente con Zoppellari e compagni subito avanti 2-5 con Galassi al servizio. Al technical time out il Club Italia fa suonare la sirena con 5 punti di vantaggio su Sora che al rientro in campo prova a ridurre il gap con il muro a uno di Sperandio e l’ace di Bacca. Argenta e compagni non concedono nulla e con il loro ordine in campo dettano regole anche sulla rete per il 13-20. La gara scivola via con lo stesso andamento fino al 17-25 finale.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – CLUB ITALIA ROMA 1-2

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni, Hoogendoorn 5, Rosso 1, Mariano 9, Sperandio 6, Giglioli 1, Santucci (L), Marrazzo, Buzzelli 6, Bacca 6, Lucarelli 1, Festi 2. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 10, B/P 6, muri 5.

CLUB ITALIA ROMA: Tofoli , Zoppellari 1, Margutti 3, Zonca 11, Osak, Argenta 11, Gaia n.e., Di Martino 11, Galassi 9, Caneschi 1, Piccinelli (L), Marta (L). I All. Michele Totire; II All. Simone Roscini. B/V 7, B/P 16, muri 9.

ARBITRI: Frederick Moratti, Giuseppe Di Blasi.

PARZIALI: 25-19; 20-25; 17-25.

Sora si aggiudica la prima gara del Memorial

,

Prove di campionato nella prima gara del Memorial Nonno Gino, sia per le forze in campo che per l’orario mattutino il quale per tutta la regular season vedrà impegnate ogni giornata a turno le squadre partecipanti al 71° torneo Nazionale.

A scende sul rettangolo da gioco del PalaGlobo “Luca Polsinelli” alle ore 11,30 sono la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania, mentre sugli spalti tra seconde colazioni e aperitivi, un nutrito pubblico appartenente a entrambe le tifoserie che si è fatto sentire.
Le compagini in campo in un’ora e 10 minuti hanno giocato i tre set fissi previsti dal regolamento del triangolare e con i punteggi di 25-20, 25-20, 25-21, Sora va subito a collocarsi al primo posto della classifica grazie ai 14 punti totali di Hoogendoorn, gli 11 di Mariano e gli 8 muri di squadra.

“Abbiamo affrontato la gara con determinazione – dice soddisfatto Coach Fabio Soli -, trovando la giusta chiave di lettura pur essendo questo un match in cui l’orario non è il solito e dunque fuori dalla nostra zona di confort. Ci eravamo prefissati un paio di punti da rispettare e ci siamo riusciti soprattutto tenendo la situazione in mano fino alla fine. Il rischio era quello di calare di livello e andare in difficoltà ma siamo riusciti a evitarlo lavorando con determinazione e serenità, qualità che ci hanno portato a concludere la gara con un risultato netto a nostro favore”.

“I miei ragazzi non stanno giocando molto bene – dichiara Coach Paolo Tofoli al termine del match -, commettiamo troppi errori e questo ci toglie sicurezza in campo e alle volte ci manda via di testa. Dobbiamo lavorarci molto, rimboccarci le maniche per arrivare all’inizio del campionato limitando gli errori”.

Al fischio d’inizio del signor Giuseppe Di Blasi coadiuvato da Vincenzo Carcione, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.
Coach Tofoli risponde con Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Pieri libero.

Si apre in equilibrio il primo set del Memorial con l’ace di Monopoli che tiene i suoi attaccati al punteggio fino al 9-8 quando Hoogendoorn sale in cattedra e fa suonare la sirena dello stop obbligatorio sul vantaggio del +3 del 12-9.
Con l’ottima intesa tra l’opposto olandese e il regista Fabroni, l’allungo sorano arriva al +4 del 16-12, e con la pipe di Rosso e due prepotenti attacchi di Mariano è 19-14. Il muro di Sperandio ai danni di Mrdak fa segnare sul tabellone il 22-17 e coach Tofoli richiama i suoi per indicare la strategia migliore per restare attaccati al set. Rosicchiano punti importanti Calonico e compagni riportandosi sotto 22-20, ma capitan Fabroni picchia duro dai nove metri per l’ace che vale ben 4 palle set e per l’altro mezzo punto chiuso da Sperandio con il rigore che si traduce nel 25-20 e l’1-0 in fatto di conteggio set.

Per il secondo game Tuscania torna in campo più fallosa per il 9-5 mentre Sora mostra un gioco vincente che la porta al technical time out con 6 lunghezze di vantaggio accumulate per il 12-6. Con Esposito al servizio gli ospiti accorciano le distanze 13-10, ma dai nove metri opposti Mariano lo emula per l’ace che vale il 17-10. Ancora battute vincenti, questa volta però partite dalle mani di Fabroni che portano il game sul 21-12 e costringono mister Tofoli a interrompere il gioco. 23-16 con Sperandio e Hoogendoorn, dall’altra parte della rete Shavrak e Ottaviani fanno il possibile per accorciare le distanze ma Giglioli dichiara chiuso anche il secondo set in favore della sua Globo Banca Popolare del Frusinate Sora per 25-20.

Coach Tofoli da un attimo di respiro a Shavrak mandando in campo per il terzo e ultimo game Mazzon. La Globo invece con lo stesso sestetto spinge subito sull’acceleratore e con Hoogendoorn in battuta e Mariano e Giglioli sulla rete è 7-3. Rosso mostra la sua mano pesante fino al 12-8 del technical time out quando mister Soli lo fa riposare per dare spazio a Bacca. Si prosegue con lo stesso andamento fino al 23-19 con Sperandio a dettare regole a muro e Hoogendoorn da posto 2. Richiede l’ultimo time out discrezionale a sua disposizione la guida tecnica della tuscia, ma Fabroni e Giglioli non danno neanche il tempo agli avversari di tirare su la testa che il set e il match è chiuso 25-21 e 3-0 in fatto di conteggio set.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA 3-0

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 6, Hoogendoorn 14, Rosso 9, Mariano 11, Sperandio 6, Giglioli 8, Santucci (L), Marrazzo n.e., Buzzelli n.e, Bacca, Lucarelli n.e., Festi n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 4, B/P 11, muri 8.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli 4, Mrdak 11, Ottaviani 3, Shavrak 5, Colonico 4, Esposito 6, Pieri (L), Vitangeli , Anselmi n.e., Mazzon, Guglielmana n.e., Hueller n.e., Straino (L). I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 6, B/P 10, muri 1.

ARBITRI: Giuseppe Di Blasi, Vincenzo Carcione.

PARZIALI: 25-20; 25-20; 25-21.

Serie A e Settore Giovanile, il connubio perfetto.

,

Serie A e settore giovanile, il connubio perfetto.

Ogni squadra di Serie A che si rispetti ha dietro di se un settore giovanile ben strutturato. E’ questo il caso della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che si prepara a disputare il campionato di Serie A2 ma che anche per questa stagione 2015/2016, ha allestito un settore giovanile ben articolato guidato da uno staff esperto e qualificato.

Al tomone della divisione maschile un grande ritorno, quello di Vittorio Giacchetti allenatore qualificato e di livello già parte integrante dello staff tecnico dell’Argos Volley negli anni passati. Sarà lui la guida tecnica dei Campioni Provinciali, nonché finalisti Regionali ormai diventati Under 14, con la speranza di centrare in questa stagione l’obiettivo mancato per un soffio lo scorso anno.
Ai suoi ordini ci saranno anche l’Under 15 e l’Under 17 pronte a prender parte ai campionati provinciali di riferimento e a tenere testa alle compagini avversarie con il sogno nel cassetto di seguire un giorno le orme dei giovani Marco Lucarelli e Pierpaolo Mauti, sorani doc diventati a tutti gli affetti giocatori della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora grazie appunto alla crescita sviluppata nel vivaio dell’Argos Volley sotto la guida di coach Maurizio Colucci.

Molto spazio sarà dedicato anche al settore femminile che si allenerà seguendo le
indicazioni dell’attento allievo allenatore, new entry nello staff tecnico sorano, Salvatore Pica. L’Under 13, l’Under 14 e l’Under 16 infatti, si presenteranno ai nastri di partenza con una rosa quasi del tutto nuova, mentre per le veterane dell’ex Under 18 ci sarà la possibilità di prendere parte al campionato di terza divisione.

La società Argos Volley però non dimentica di certo i più piccoli. Per i bimbi dai 5 agli 11 anni infatti si svolgeranno sempre presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli” i corsi di minivolley guidati da coach Vittorio Giacchetti coadiuvato dai campioni della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che durante questi momenti ludico-didattici
propedeutici alla pallavolo, li aiuteranno ad approcciarsi allo sport. Insomma, il giusto modo per avvicinare i più piccoli al mondo della pallavolo e dello sport attraverso il divertimento.

Affinché tutto vada per il verso giusto però c’è bisogno di qualcuno pronto a coadiuvare, regolare e garantire le varie attività, e tutto questo è nelle mani dei due dirigenti Roberto Conte e Samuel Bottini che si propongono come obiettivo la crescita dei più giovani puntando a raggiungerla attraverso la cura di ogni minimo dettaglio.

Per maggiori informazioni circa i corsi, gli orari e come partecipare, é possibile rivolgersi direttamente alla segreteria del PalaGlobo “Luca Polsinelli” oppure contattare i seguenti numeri telefonici 340.2422824 – 349.4648813 – 339.8015169.

Domenica la VII Edizione del Memorial Nonno Gino

,

L’agriturismo Oasi dei Sapori presenta la VII Edizione del Memorial Nonno Gino ospitando domenica 18 ottobre presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli”, la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania e il Club Italia Roma per il triangolare oramai diventato l’apripista del campionato di Serie A2 sorano.

A sfidarsi saranno tre delle quattro laziali iscritte al torneo cadetto e lo faranno a partire dalle ore 11,30 quando in campo scenderanno per affrontarsi Sora vs Tuscania. Alle ore 16,30 spazio al Club Italia chiamato prima a giocarsela contro i ragazzi di coach Tofoli e successivamente, alle ore 18,00, con i padroni di casa.

Il Memorial Nonno Gino è oramai arrivato alla sua settima edizione e le motivazioni che spingono la famiglia Giannetti assieme all’Argos Volley a organizzare questo evento ogni anno sempre più atteso dal pubblico, sono molteplici a partire sicuramente da quelle affettive legate all’amato e stimato Nonno Gino per arrivare alla vera pallavolo, quella che fa venire l’appetito mangiando.

“Negli anni, – racconta il Patron Gino Giannetti -, abbiamo voluto manifestare tutto l’affetto per nostro nonno creando e intitolando un momento tutto dedicato a lui, momento che negli anni si è evoluto fino a diventare lo show-evento sportivo che vi proporremo la prossima domenica.
A offrire la kermesse ancora una volta sarà l’agriturismo Oasi dei Sapori, padre anche del progetto a più ampio spettro sul nostro territorio “Oasi dei Sapori Volley Cup”, torneo provinciale interscolastico che coinvolge tante scuole dell’interland”.

Ogni anno c’è sempre tantissima attesa da parte del pubblico verso questo evento che è l’apripista del campionato, per dirla restando in tema Oasi dei Sapori, ne è l’antipasto, la prima uscita casalinga della squadra che rispecchia più verosimilmente quello che poi sarà il torneo della Lega Pallavolo Serie A che inizierà di li a pochi giorni.

Lavoro di rifinitura dunque per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora alla vigilia del VII Memorial Nonno Gino come anche per lo staff dell’Argos Volley che non sta lasciando nulla al caso per assicurare tanta ospitalità e spettacolarità a tutte le persone che questa domenica di grande pallavolo andranno a godersela al PalaGlobo “Luca Polsinelli”.

L’albo d’oro del Memorial Nonno Gino ha visto trionfare la squadra organizzatrice solamente nella prima edizione, quella del 14 settembre 2008 quando l’allora Globo Pallavolo Sora si apprestava a disputare il campionato di Serie B1 che poi la incoronò regina del torneo e la fece volare nel campionato nazionale.
Prima di debuttare in Serie A2, Sora si è messa in mostra nella II edizione del Memorial nel quale, il 19 settembre 2009 ad alzare la coppa al cielo è stata la formazione dell’Andreoli Latina. Stesso copione e dunque stessa prima posizione per la III edizione disputata ad ottobre del 2010 al Palazzetto dello Sport di Frosinone dove a battere tutte le avversarie è stata ancora una volta Latina.
Il primo “Nonno Gino” disputato al PalaGlobo invece, quello della IV edizione del 30 settembre 2012, ha visto l’Altotevere San Giustino portarsi a casa il primo premio.
Alla V kermesse a tornare sul gradino più alto del podio è l’Andreoli Latina il 13 ottobre 2013. Lo scorso ottobre 2014 purtroppo la VI edizione del Memorial è stata a malincuore rinviata a causa di problemi tecnici mentre per il VII Memorial Nonno Gino, la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora vi da appuntamento a domenica presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli” dove a partire dalle ore 11,30 tornerà in scena il grande volley di Serie A.

Globo vs Globo

,

Per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è arrivato il momento dell’esordio casalingo. Sabato infatti le porte del PalaGlobo “Luca Polsinelli” si apriranno ai primi avversari della stagione invitati dall’Argos Volley per una amichevole di categoria.
A inaugurare i giochi saranno gli uomini della Globo Scarabeo Civita Castellana di coach Spanakis e l’appuntamento con il fischio di inizio è fissato per le ore 17,15.

La società del presidente Maria Luisa Agostinelli è arrivata in Serie A2 solo pochi mesi fa dopo la storica vittoria del campionato di B1 che ha promosso tutto il movimento viterbese in Cadetteria. La Junior Volley Civita Castellana nata nel 2006, in appena otto anni di vita sportiva ha conquistato ben sei promozioni che l’hanno portata dalle divisioni provinciali alla Lega Nazionale.
Come Sora anche Civita Castellana ha nelle gambe pochi set, ha affrontando nel triangolare di Spoleto i padroni di casa che militano in serie B1 e l’Emma Villas Siena neopromossa compagna di campionato.

In questa gare coach Spanakis ha schierato la sua formazione tipo con in regia Adriano Paolucci, che torna a Sora ma da avversario dopo due intense stagioni in maglia Sir Perugia, opposto al brasiliano Da Silva Costa arrivato in squadra dieci giorni fa a causa di ritardi burocratici e direttamente dal Sada Cruzeiro di Belo Horizonte della Superliga verdeoro. E’ il primo straniero nella storia del club rossoblù, come per Da Silva Costa la Globo Scarabeo rappresenta l’esordio nel volley italiano. Al centro della rete confermato Giancarlo Rau, uno dei protagonisti della vittoriosa scorsa stagione, che accoglie gli arrivi di Paolo Alborghetti ex Tuscania e quindi ex compagno dei sorani Buzzelli e Festi, e Michael Menicali dalla Caffè Aiello Corigliano come Romolo Mariano. A schiacciare ci hanno pensato il riconfermato classe ’92 Michele Marinelli e Leonardo Puliti lo scorso anno in forza al Molfetta (A1). Il libero è Andrea Cesarini esperto atleta al nono anno di Lega volley.

A disposizione della guida tecnica viterbese il giovane palleggiatore trevigiano Sebastiano Marsili; gli schiacciatori riconfermati Davide De Mattei e Simone Testalepre, assieme a Catalin Julian Tataru dall’Olimpia Sant’Antioco (B1) e Mauro Sacripanti dal Volley Segrate Milano (B2); e il centrale Giulio Santilli ex Città di Castello (B2).

Nel frattempo Fabroni e compagni continuano la preparazione atletica sotto la guida dei coach Colucci e Pozzi, supportati dal preparatore Giacomo Paone e dal massaggiatore Luigi Duro.

In planning anche un allenamento congiunto con la Sir Safety Perugia il prossimo martedì 6 ottobre alle ore 16,30 presso il Pala Evangelisti.
Il team di coach Castellani non è al completo con alcuni tra i suoi uomini migliori impegnati con le rispettive Nazionali in vista degli Europei, ma sarà comunque un’amichevole di lusso per gli atleti della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora in trasferta su un dei campi più importanti della SuperLega.

Sora vs Aversa, a vincere è il ricordo di Guido Celani.

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è scasa in campo per la sua prima volta nella stagione. Dall’altra parte della rete, per un’amichevole di tutto rispetto, la Mobilya Volleyball Aversa del Direttore Sportivo Alberico Vitullo.

Il gioco ha entusiasmato il numeroso pubblico presente ma a vincere è stato il ricordo di Guido Celani, allenatore della provincia frusinate venuto a mancare un anno fa a causa di un attacco cardiaco.

Gli “Amici del Cuore”, associazione nata in memoria di coach Guido al fine di raccogliere fondi utili all’acquisto di defibrillatori, hanno organizzato “Pallavolando”,
una giornata di festa nella cittadina di Alatri che si è aperta con una tappa di Minivolley “Dietro le Mura”, è proseguita con la donazione di due defibrillatori all’Istituto Comprensivo “E. Danti” e al Liceo Statale “L. Pietrobono” di Alatri, e si è conclusa con un gran finale, quello dell’incontro tra la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Mobilya Volleyball Aversa presso il PalaSport di Alatri in via Madonna della Sanità. Molte le autorità locali presenti tra le quali la Presidentessa Fipav Frosinone Luciana Mantua, il vice Presidente della BCC – Banca Credito Cooperativo di Fiuggi e l’Amministrazione del Comune di Alatri nelle persone del Sindaco Giuseppe Morini e il signor Carlo Fantini Delegato alla Cultura.

“I ragazzi in campo li ho visti molto bene e sono riusciti a metterci tutto il lavoro fatto in questo mese – dichiara Coach Maurizio Colucci al termine della gara. Hanno rispettato le indicazioni date e questo è importante. C’è ancora tanto lavoro ma nel complesso sono soddisfatto. Mi dispiace un po’ per Buzzelli che non è riuscito a esprimersi come avrebbe voluto ma la ripresa dall’infortunio è evidentemente notevole e quindi tutto arriverà”.

“Questo è il momento in cui si sviluppa il lavoro fatto in palestra per questo le due formazioni non erano al top – dice invece il DS Alberico Vitullo. Noi avevamo due assenze molto importanti come del resto Sora, giocatori importanti che faranno la differenza nel campionato. E’ stato sicuramente un buon allenamento per tutti, mentre per me una grande emozione rincontrare le persone con le quali ho vissuto emozioni uniche e momenti bellissimi. Per la mia squadra è stato sicuramente stimolante sfidare una compagine di categoria superiore, un buon banco di prova e una buona tappa di avvicinamento al nostro campionato che avrà inizio tra due settimane”.

Al fischio d’inizio del signor Alessandro Noce coadiuvato da Marco De Orchi, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Buzzelli, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Bacca e Mariani, e Santucci libero.
Coach Bosco risponde con Di Tommaso al palleggio in diagonale con Santangelo, Cittadino e Giacobelli in posto 3, Di Santi e Magnani a schiacciare e Battista libero.

Sora si aggiudica il primo set con il punteggio di 25-18 maturato dopo un avvio di gara equilibrato con Bacca in grande spolvero sulla rete e Sperandio a muro. Al technical time out Fabroni e compagni hanno accumulato un vantaggio di 3 lunghezze, 12-9, che diventano cinque sul 19-14 dopo il muro di Sperandio ai danni di Santangelo e la pipe di Mariano. Coach Bosco inserisce Gradi su Di Santi e con Cittadino che lavora bene a muro, gli avversari della Globo si riportano sotto 20-17. Ancora pericolosa la formazione sorana che vola sul 24-17 con un mini break positivo di 4-0 che neanche il doppio cambio della diagonale sannita con l’ingresso di Colarusso e Fasulo, riesce a interrompere. Dopo l’ace di Sperandio che vale il set ball, il lungo linea di Fasulo vorrebbe far rientrare i suoi nel set ma la battuta out di Magnani dichiara chiuso il parziale sul 25-18.

Pareggia i conti nel secondo game la Mobilya Aversa con un 21-25 che mette in mostra le ambizioni stagionali della compagine del DS Vitullo. Partono subito forte Di Tommaso e compagni con un 6-9 prontamente recuperato dal sestetto di coach Colucci per la parità del 10-10. Aversa scappa e Sora insegue bene per la nuova parità del 16-16. Coach Bosco concede campo al centrale Fabi che in battuta spiazza la ricezione avversaria tanto da regalare ai suoi il vantaggio del 16-20. Un colpo spettacolare di seconda intenzione di Fabroni fa segnare sul tabellone il 21-23 ma il muro granitico di Giacobelli rimette la contesa in parità chiudendo il secondo game sul 21-25.

Il gioco si fa duro nel terzo set con il livello che sale insieme alla sete agonistica di entrambe le squadre. Cambio di opposto tra le fila sannita con Fasulo al posto di Santangelo per un sestetto che nella prima parte del game viaggia con un passo di vantaggio. 10-12 allo stop obbligatorio ma subito dopo Mariano pareggia i conti 13-13. Due ace di Di Santi riportano avanti gli uomini in casacca blu ma lavora bene a muro ora la Globo con Sperandio e Fabroni che inchioda sulla rete il suo ex compagno di squadra Cittadino per il 19-19. 21-21 e Di Tommaso dai nove metri preme sull’acceleratore per il 21-23 che Giacobelli trasforma nel 23-25.

La Mobilya conduce per 2 set a 1 e Sora torna in campo con un nuovo assetto, coach Colucci propone la diagonale Marrazzo-Bacca, gli schiacciatori Lucarelli-Mariano, i centrali Festi-Giglioli e sempre Santucci libero. 5-3 per questa neo formazione che con Bacca e l’ace di Giglioli allunga 10-6. Dopo il time out discrezionale richiesto da mister Bosco, Di Tommaso e compagni lavorano bene per il nuovo aggancio del 14-13 mantenendo l’equilibrio fino al 20-19. 21-21 e Mariano a muro fa mettere la testa avanti ai suoi, 23-21. Bacca e Fasulo per il 24-23, ma è uno sprezzante Marrazzo a chiudere set e match con un colpo di seconda intenzione che senza paura segna il 25-23 e il 2-2 in fatto di conteggio set.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – MOBILYA VOLLEYBALL AVERSA 2-2

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 5, Buzzelli 4, Rosso n.e., Mariano 16, Sperandio 6, Giglioli 7, Santucci (L), Marrazzo 1, Bacca 14, Lucarelli 2, Festi 4. Coach Maurizio Colucci. B/V 2, B/P 18, muri 12.

MOBILYA VOLLEYBALL AVERSA: Di Tommaso 4, Colarusso, Santangelo 6, Fasulo 4, Di Santi 10, Libraro n.e., Magnani 8, Gradi, Giacobelli 15, Fabi 2, Cittadino 6, Battista (L), Lombardi (L), De Caria (L) n.e.. Coach Pasquale Bosco. B/V 4, B/P 15, muri 9.

ARBITRI: Alessandro Noce, Marco De Orchi.

Domenica in campo con Aversa per gli “Amici del Cuore”

,

Conto alla rovescio in casa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora per la prima amichevole della nuova squadra di patron Giannetti.

L’occasione è quella offerta dagli “Amici del Cuore”, associazione nata in memoria di Guido Celani, allenatore della provincia frusinate venuto a mancare un anno fa a causa di un attacco cardiaco.
Come gran finale della manifestazione “Pallavolando”, gli organizzatori hanno invitato la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Mobilya Volleyball Aversa a ricordare coach Guido con la pallavolo che a lui piaceva tanto seguire. Per cui, domenica alle ore 17,30 presso il PalaSport di Alatri in via Madonna della Sanità, Fabroni e compagni sfideranno per la loro prima uscita stagionale, il club del Presidente Di Meo e del Direttore Sportivo Alberico Vitullo.

A mettere le x sul calendario sono sicuramente i tifosi e gli appassionati ma per il roster dei coach Soli e Colucci questo sarà di certo un ottimo allenamento congiunto contro una squadra di cui se ne conoscono direttamente molti dei valori in campo.
Tra le sue fila infatti oltre a quello del Ds, molti sono i nomi di giocatori passati per Sora prima di arrivare nel club normanno per disputare il campionato di Serie B1. L’ex di annata è il centrale Marco Cittadino che ha salutato la Globo pochi mesi fa dopo due intense stagioni. Poi ci sono anche Enrico Libraro, bomber volsco dal 2009 al 2012; Cesare Gradi che ha schiacciato al PalaGlobo due stagioni fa; e tanti altri buoni atleti che hanno calcato il rettangolo da gioco di via Ruscitto da validi avversari.

La festa domenica però non sarà rivolta a queste due squadre in campo, ma sarà vissuta da tutti i partecipanti in onore e in ricordo di un grande uomo e allenatore che purtroppo ha lasciato tutti molto presto. E proprio in memoria di Guido Celani che ad Alatri si è costituita l’associazione “Amici del Cuore” che ha il fine ultimo di raccogliere fondi utili all’acquisto di defibrillatori. Il primo passo importante, segno tangibile della volontà e della caparbietà delle persone che operano in memoria di Guido, verrà mosso proprio domenica quando saranno consegnati due defibrillatori a due istituti scolastici della cittadina, l’Istituto Comprensivo “E. Danti” e il Liceo Statale “L. Pietrobono”.
Giornata di festa dunque quella di domenica ad Alatri che si aprirà con una tappa di Minivolley “Dietro le Mura” alla quale oltre alle società della provincia potranno partecipare anche tutti i bimbi che vorranno, e si chiuderà con un gran finale quello dell’incontro tra la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Mobilya Volleyball Aversa.

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora non poteva di certo mancare questo appuntamento importantissimo ma soprattutto non poteva non ricordare l’amico Guido Celani. Ed è per questo che invita tutti a “Pallavolando” dando appuntamento a domenica alle ore 17,30 presso il PalaSport di Alatri in via Madonna della Sanità per commemorare nel miglior modo possibile l’amato coach Guido Celani.