Real Caffè, Realmente Buono!

, ,

Ha ufficialmente inizio per la BioSì Indexa Sora un nuovo viaggio nell’energico mondo del marketing: martedì, nei locali frusinati della Real Caffè Moka Sir’s è stato presentato un nuovo e importante accordo commerciale che accompagnerà il primo anno di SuperLega del club sorano. La storica torrefazione ha pubblicamente associato il proprio prestigio e il proprio brand alla società di patron Giannetti per una partnership che entrambi gli attori in causa valutano fruttuosa e futuribile.

A spiegare ai presenti della sala di Via Selci 47 la realtà del nuovo sponsor è l’amministratore delegato Real Caffè Moka Sir’s, Neils Migliorini:

“Quella della Real Caffè è una realtà che nasce a Frosinone mentre, la nostra azienda Moka Sir’s, con sede a Pavia, inizia la sua storia nel lontano 1954. Real Caffè è un marchio storico di questa provincia, da sempre vicino alle realtà sportive e che, per quest’anno, ha deciso di fare un salto nel mondo della pallavolo, uno sport emergente che sta acquistando sensibilità col passare degli anni merito del suo essere pulito e giovane. E’ uno sport ancora in crescendo in Italia, ma credo che la massima serie Italiana sia la prima a livello mondiale, con giocatori di un certo calibro. L’idea di affiancare quindi, i nostri marchi a questo sport ci ha solleticato molto, spingendoci ad aprire una parentesi distaccata da quella del mondo del calcio. Vogliamo dare spazio e contributo a questa squadra, abbiamo trovato feeling con gli altri sponsor, e un buon rapporto con la società stessa e la direzione, ragion per cui vogliamo dare il nostro piccolo supporto a una squadra che milita in un campionato di tutto rispetto. Voglio fare i migliori auguri a tutto lo staff che, in fondo, è quello che fa il lavoro più grande di tutti. La speranza poi, è quella di ottenere buoni risultati in campionato, come merita”.

Prosegue, dunque, il consigliere delegato Paolo Reali, che dice:

“Real Caffè Moka Sir’s è sempre stata una società attenta allo sport. Negli anni ci siamo occupati di basket, calcio, motociclismo, boxe, e infatti le nostre sponsorizzazioni spesso recitavano “Cuore sportivo”, ed è un qualcosa che vorremmo poi replicare all’interno del PalaGlobo. Con il patron Giannetti ci siamo conosciuti e studiati qualche anno fa, e oggi che i tempi sono maturi sono contento di aiutare una realtà così importante, tanto imprenditoriale quanto sportiva. L’augurio è quello di raggiungere traguardi importanti perché sarebbero più che meritati, tanto da parte degli atleti quanto da parte della famiglia del Patron Giannetti che, da anni, investe nella pallavolo. Finalmente saranno nell’Olimpo del Volley e noi ne siamo veramente felici. Vi faccio un sincero in bocca al lupo con la speranza di poter gioire insieme delle vostre vittorie”.

Presente anche il patron Argos Ivan Giannetti, che spiega come è nato il sinergico accordo:

“Questa partnership è nata all’inizio con Gino, poi abbiamo avuto un incontro un paio di mesi fa durante il quale abbiamo illustrato le nostre idee e tutte le attività sportive che la Biosì Indexa Sora può offrire a questa azienda, disputando il miglior campionato del mondo ed affrontando campioni olimpici, mondiali ed europei. Per quanto riguarda la Globo, società che noi rappresentiamo come famiglia, abbiamo già avuto modo di vedere le schede tecniche dell’azienda e ci siamo messi all’opera per poter divulgare al massimo questo nuovo articolo che potrebbe essere interessante anche per noi. Siamo molto contenti per quanto riguarda la società, che abbiamo visto essere anche nazionale, togliendo quel pizzico di campanilismo che non fa male. Cercheremo di far bene noi per quanto riguarda l’ambito sportivo per portare alto anche il valore della Real Caffè”.

Dichiarazione di estremo orgoglio anche per il General Manager Biosì Indexa Sora, Adi Lami:

“Oggi le aziende vincenti nell’imprenditoria associano il proprio nome ad una società che rappresenta il territorio nel massimo campionato italiano. Ovviamente per noi sarà un anno, a livello agonistico, tutto da scoprire. Andremo a confrontarci con realtà che partecipano da anni a questo campionato, solide e ben organizzate. Quindi, il binomio che entra a far parte della famiglia Argos è importante per il territorio, ma ovviamente noi dobbiamo ampliare quel cono visivo fino a portarlo a livello nazionale. Il nostro obiettivo è quello di essere presente nella provincia in maniera fisica e poi di allargarci, piano piano, a tutta la regione ed a tutto il Paese anche per via mediatica. Abbiamo già fatto alcune presenze quale quella di Isola del Liri, dove abbiamo portato le quattro squadre del Nonno Gino. Dovremo approcciarci ad un campionato difficile ma sicuramente come squadra daremo il massimo in ogni partita sia per presentare al meglio l’Argos Volley che per far ben figurare il nome di tutte quelle aziende che associano il proprio brand alla nostra società”. Conclude con un excursus sulla competizione alle porte il coach Bruno Bagnoli: “Il nostro sarà un campionato tanto difficile quanto entusiasmante. Il fatto di poter incontrare tutti i giocatori più forti del mondo rappresenta per noi uno stimolo ad allenarci duramente, giorno dopo giorno e con la massima intensità. E’ chiaro che il nostro obiettivo quest’anno è quello di prendere coscienza di quelle che sono le nostre avversarie e fare passi in avanti sia dal punto di vista della squadra che dal punto di vista societario, per avvicinarci alle realtà che in questo momento stanno primeggiano in Europa e nel mondo, società italiane che si sono strutturate col passare del tempo, con impegno e dedizione. Stiamo aspettando un ragazzo molto interessante che sta facendo bene con la propria nazionale durante le qualificazioni per il prossimo campionato europeo e poi vedremo se sarà il caso di integrare ulteriormente. Sicuramente abbiamo posto le basi per i prossimi due campionati perchè parecchi giocatori sono giovani e tutti potranno essere confermati il prossimo anno, quindi chi si comporterà bene sarà il benvenuto anche in futuro, a dimostrazione del fatto che abbiamo tra le mani un terreno fertile e siamo pronti a seminare da una parte e raccogliere dall’altra”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *