#CuoreFedePassione, martedì la conferenza stampa di presentazione del “Progetto Sport 2020/21”

, ,

Martedì, 11 agosto alle ore 11:30, verrà sancito il nuovo atto di #CuoreFedePassione.
Presso la Curia Vescovile di Sora, nella sala “San Tommaso D’’Aquino”, si terrà la conferenza stampa di presentazione del “Progetto Sport 2020/2021 #CuoreFedePassione”.
Al tavolo dei relatori, per la Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, il Vescovo Mons. Gerardo Antonazzo e Mons. Domenico Simeone – Direttore dell’Ufficio Diocesano per la Pastorale del tempo libero, turismo, sport e pellegrinaggi, per l’Argos Volley invece il Patron Gino Giannetti, il Presidente Enrico Vicini e Orlando Polsinelli – Responsabile per i progetti con la Diocesi.

In questo preciso periodo storico sanitario ed economico, l’obiettivo da perseguire è quello di scongiurare l’abbandono della pratica motoria di bambini e ragazzi la cui condizione di vita sociale è venuta a cambiare sensibilmente dopo gli ultimi fatti. La strada per raggiungerlo è quella di tendere una mano alle loro famiglie. Il “Progetto Sport 2020/2021 #CuoreFedePassione” farà proprio questo.

Per conoscere tutti i dettagli del nuovo capitolo del progetto che continuerà a essere qualificante dal punto di vista educativo e sportivo e a trasmettere a bambini e ragazzi la voglia di essere protagonisti nello sport e nella vita, l’appuntamento è per martedì 11 agosto alle ore 11:30 presso la Curia Vescovile di Sora, sala “San Tommaso D’Aquino”.

Nei locali che ospiteranno la conferenza stampa, saranno adottate le norme vigenti in fatto di distanziamento interpersonale e corretta prassi igienica.

Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa Argos Volley

L’Head Coach è Fabio Martini

, ,

Prende forma il presente di un futuro tutto da vivere, Fabio Martini è l’allenatore del nuovo campionato di punta dell’Argos Volley, la Serie C maschile.

Il presidente Vicini lo aveva già detto

“stiamo lavorando alacremente alla programmazione della stagione 2020/2021, propedeutica alla futuribilità ossia alla pronta risalita verso campionati nazionali. Apriamo un nuovo ciclo da una categoria regionale da affrontare di gran carattere come trampolino di lancio”.
E dunque questo importante progetto partirà sotto la guida tecnica di coach Fabio Martini.

Nato a Ceprano nel 1976, laureato in Ingegneria Meccanica, l’allenatore di 2° grado/ 3° livello giovanile, può già vantare diverse esperienze e posizionamenti sul podio, sia come capo allenatore di club e C.Q.P., che come Direttore Tecnico del C.Q.T..

“Sono felicissimo – dice coach Martini -, di essere stato scelto per questo importante e prestigioso incarico che denota l’alta considerazione che una società competente come l’Argos Volley, nutre nei miei confronti, e certamente la stima è reciproca. Non ho avuto alcun dubbio nell’abbracciare il progetto del nuovo ciclo perché è fondato su tutto quello in cui ho sempre creduto, i giovani. Scegliere di formare e investire su un roster giovane ma non giovanile, a livello personale sono certo mi riempirà di soddisfazione perché giorno dopo giorno in palestra potrò apprezzare e toccare con mano il progresso del lavoro, a livello societario invece significherà avere forze buone e nuove del territorio per la risalita verso i campionati nazionali che il club intende fare.
Con il nuovo staff dirigenziale mi sono trovato subito bene, in sintonia e armonia su tutte le scelte, immediatamente sono stato messo nella migliore condizione di lavoro tanto che abbiamo già programmato gran parte dell’attività.
Seppur le ambizioni sono tante, non ho ricevuto alcuna pressione per quanto riguarda il risultato, al quale guardiamo e puntiamo concretamente, ma la concentrazione è soprattutto rivolta alla crescita dei ragazzi. Poi, essendo agonisti, scenderemo in campo per vincere perché le partite vanno allenate, preparate, e si fa di tutto per portarle a casa.
Credo nel lavoro che abbiamo già programmato assieme allo staff tecnico e mi aspetto un ottimo campionato che punti alla miglior posizione in classifica possibile”.

Fabio ha già avuto una esperienza nel team Argo Volley nella stagione 2018/2019 quando ha seguito come tecnico il gruppo della Prima Divisione e quello di Under 18, sempre maschile, con il quale ha raggiunto il primo piazzamento nel Campionato Territoriale.

“La mia storia con il club – racconta infatti l’head coach -, è passata già attraverso una collaborazione che a fine stagione regalò a tutto il gruppo belle soddisfazioni e gioie, ma ho piacere di sottolineare in questo contesto che in tutti gli anni di professionismo che Sora ha vissuto, io ne sono stato spettatore e tifoso. Avere nella propria provincia una eccellenza del genere non è una possibilità per tutti, era un gran patrimonio che sono certo torneremo ad avere”.

Curriculum Sportivo
Stagione 2018/2019
– Comitato Territoriale Frosinone – CQT: 1° allenatore Maschile Frosinone 1 e Frosinone 2;
4° posto al Trofeo dei Territori 2019.
– SSD Argos Volley: 2° allenatore Under 18 M e Prima Divisione M;
1° posto Campionato U18 Territoriale.
Stagione 2017/2018
– ASD Volley Ferentino: 1° allenatore Serie D Femminile
2° posto Regular Season – Semifinale Play Off
1° posto Coppa Lazio.
Stagione 2016/2017
– Comitato Territoriale Frosinone – CQT: Direttore Tecnico CQT Maschile – 1° allenatore Maschile Frosinone 1;
4° posto al Trofeo dei Territori 2017.
– ASD Santuliamea Volley: 2° allenatore Serie B2 Femminile e 1° All. Serie D Femminile.
Stagione 2015/2016
– Comitato Provinciale Frosinone – CQP: 1° allenatore CQP Maschile;
5° posto Trofeo delle Province 2016.
– ASD Volley Ceprano: 1° allenatore Prima Divisione Maschile e Prima Divisione Femminile.
Stagione 2014/2015
– Comitato Provinciale Frosinone – CQP: Assistente allenatore CQP Maschile;
2° posto Trofeo delle Province 2015.
– ASD Volley Ceprano: 1° allenatore Prima Divisione Maschile e Prima Divisione Femminile.

Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa Argos Volley

Il nuovo staff Dirigenziale

, ,

I progetti partono dalle persone, ed è in queste che l’Argos Volley crede.
Ripartenza, nuove idee, tante ambizioni in obiettivi rinnovati, stessa forza, stessa passione, programmazione chiara e curata nei minimi dettagli, competenza, professionalità, spirito di gruppo, di iniziativa e di problem solving, queste le caratteristiche societarie che il vertice, formato da Patron Gino Giannetti e la sua famiglia, e dal presidente Enrico Vicini, ha ricercato e ritrovato negli uomini che ha scelto per perseguire il progetto.

E non sono andati tanto lontano Patron e Presidente per cercare lo staff Dirigenziale, hanno saputo guardare bene dentro le mura della propria casa e, adottando il principio della meritocrazia, ovviamente unito alle competenze indispensabili per le diverse figure, la squadra per il vertice del club era già lì, pronta per i nuovi importantissimi incarichi.
Carla De Caris è il nuovo Direttore Generale; Alessandro Tiberia Direttore Esecutivo; Stefano Frasca il Direttore Sportivo; e Valeriano Velocci il Team Manager.

“Si tratta di uomini che nei tanti anni vissuti nella grande famiglia Argos – spiega il presidente Enrico Vicini -, hanno dimostrato di saper far tesoro delle esperienze, di saperle vivere, affrontare, assimilare e trasformare in competenze. Persone che hanno ripagato la fiducia con la stessa moneta, affidabili, propositive, piene di voglia di fare e sempre con la gioia di fare, disponibili, altruisti, ma soprattutto capaci di vivere e condividere problematiche, successi o sconfitte. Aperti al colloquio e pronti ad ascoltare gli altri, incisivi al momento giusto, pronti a guidare o a farsi guidare.
Ed ora il momento giusto è arrivato anche per loro, noi abbiamo scelto loro”.

Ufficio Stampa Argos Volley

Argos Volley, si ritorna alle origini ma con una grande differenza

, ,

Passato, presente, futuro. Storia, vita, progetti concreti che danno luce e creano la storia. Il ciclo esistenziale dell’Argos Volley continua a essere lo stesso, guidato dalla stessa passione, animato dalla stessa forza, e sempre puntato verso obiettivi rinnovati e ambiziosi.

Per la stagione 2020/2021 si ritorna alle origini, alla Serie C. Ci si rimbocca le maniche e si riparte sportivamente con l’obiettivo di una risalita sana e pulita come quella già vissuta qualche lustro fa, con la grande differenza di un bagaglio esperienziale di undici anni di professionismo puro sulle spalle.

“L’Argos Volley – rende noto il presidente Enrico Vicini -, ha già iniziato a lavorare alla programmazione della stagione 2020/2021, propedeutica alla futuribilità ossia alla pronta risalita verso campionati nazionali, non appena l’emergenza sanitaria ed economica comincerà a trovare una qualche stabilità. Per il prossimo futuro dunque, tutte le energie saranno indirizzate:
– al nuovo campionato di punta, quello di Serie C maschile, una categoria regionale da affrontare di gran carattere come trampolino di lancio per un nuovo ingresso nelle competizioni nazionali della Serie B;
– al settore giovanile, allo scopo di permettere a tutti bambini/ragazzi del territorio di continuare a praticare pallavolo attraverso le attività quotidiane di allenamento e la disputa di almeno 11 diversi Campionati Provinciali in 6 diverse categorie;
– all’attività ludica del minivolley, gioco-sport per bambini tra i 5 e i 12 anni utile al conseguimento di nuove abilità motorie e a determinare il comportamento motorio-relazionale.
Un ulteriore e importante punto della programmazione riguarda la maggiore attenzione che intendiamo dedicare al settore femminile per il quale stiamo verificando la possibilità di disputare un campionato di categoria superiore rispetto a quelli ai quali abbiamo preso parte nella stagione precedente.

In questi giorni, in attesa del nuovo protocollo contenete le linee guida per lo svolgimento degli allenamenti per gli sport di squadra, stiamo procedendo con l’ordinaria manutenzione del PalaGlobo “Luca Polsinelli”, opere di tinteggiatura e messa a punto varie, ma soprattutto con le opere di pulizia e disinfezione nelle modalità conformi alle normative vigenti, per renderne tutti i locali più confortevoli e conformi a quanto disposto dall’attuale decreto”.

Questo il presente di un futuro tutto da vivere, che porterà una nuova ondata di sana pallavolo e tante pagine bianche da scrivere.

Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa Argos Volley

#CuoreFedePassione, un impegno che l’Argos vuole continuare a onorare

, ,

#CuoreFedePassione è il protocollo d’intesa sul quale nel 2016 il Vescovo Mons. Gerardo Antonazzo, come rappresentante di un’intera comunità religiosa e spirituale, assieme a patron dell’Argos Volley, Gino Giannetti, ha posto la firma a favore dell’intero territorio.
La società sportiva e la Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo decisero di camminare a braccetto mettendo fede e sport al servizio dei più giovani affinché potessero conoscere e fare propri i valori comuni a entrambi, crescere nel miglior modo possibile diventando gli adulti consapevoli del domani, cittadini coscienziosi, padri di famiglia, lavoratori.
Quel protocollo ha sancito qualcosa di indissolubile che giorno dopo giorno l’Argos e la Diocesi continuano a mostrare camminando l’uno al fianco dell’altro verso obiettivi comuni.
La solidarietà dimostrata negli ultimi giorni dall’ambiente ecclesiastico attraverso il comunicato a firma di Don Domenico Simeone, ne è testimone, ma soprattutto è energia vitale per tutta la società Argos Volley che sentitamente ringrazia e ne fa tesoro.

“Un gesto importantissimo che ci lusinga – commenta Patron Gino Giannetti -, parole piene di grandissimo significato, e non di chi ti tende la mano ma di chi ti cammina a fianco. Di chi ha compreso e ha vissuto attivamente e fattivamente la grandezza dei valori sociali che potevano essere, e assieme abbiamo raggiunto. Di chi immediatamente ha avuto completa percezione delle conseguenze scaturite dalla nostra non facile ma necessaria decisione.
Onorato di aver potuto condividere il percorso fin qui intrapreso assieme a Mons. Antonazzo e a tutta la nostra chiesa locale, e confidando nella certezza che continuerà a essere in divenire, rinnovo il mio impegno e quello di tutta l’Argos Volley verso il nostro territorio, affinché i valori in cui crediamo non vengano meno”.

Proprio questa vicinanza da parte del Vescovo Antonazzo e di tutta la Diocesi, fa capire a pieno che #CuoreFedePassione non è solo un progetto comune portato avanti con dedizione e devozione, ma è tutto quello in cui crede chiunque ne è parte integrante.
#CuoreFedePassione sono e saranno i principi ai quali il club continuerà a ispirarsi per i progetti futuri, con l’attività che porrà le sue basi sugli auspici di Don Domenico Simeone e che dunque sarà ancora e sempre volta a essere qualificante dal punto di vista educativo e sportivo e a trasmettere a bambini e ragazzi la voglia di essere protagonisti nello sport e nella vita.

Durante la finale del torneo “Oasi dei Sapori Volley Cup” del 2018, Mons. Antonazzo spiegò ai ragazzi e alle famiglie presenti che

“La Fede, il Cuore e la Passione, prendono tutta la vita di ogni persona, in particolare dei giovani. Forse la passione e il cuore un po’ di più, ma la sfida è proprio questa, riuscire a far avvicinare allo stesso livello anche la fede. Ed è per questo motivo che la Chiesa si interessa delle persone attraverso lo sport, perchè lo sport è un ambiente educativo che forma la persona”.

Ed è sicuramente per questo, per la reale possibilità di perdere un importantissimo ambiente di aggregazione formativo con conseguente “impoverimento per l’intero nostro territorio” che, come ci racconta Orlando Polsinelli – Responsabile Argos Volley per i progetti con la Diocesi –

“Mons. Antonazzo subito dopo l’uscita del comunicato stampa con il quale la società Argos Volley annunciava la decisione non facile di non iscriversi al campionato di SuperLega, mi ha contattato per conoscere a pieno la situazione. Ne è rimasto molto colpito e dispiaciuto, e ha voluto dimostrarci pubblicamente la sua vicinanza con il comunicato apparso sul sito internet ufficiale della diocesi e rimbalzato velocemente su tanti media locali e non solo, che molto bene ha fatto all’animo e allo spirito dell’intera società.
In questi anni di collaborazione, tanti sono stati i risultati e bei momenti condivisi, l’ultimo proprio pochi giorni prima del lockdown davanti le telecamere di Tv2000, a Sora proprio per parlare del nostro progetto inserito nell’ambito della CEI Sport4Joy che sintetizza così:
“Spesso pensiamo che la gioia sportiva sia collegata solo alla vittoria nella competizione. In questo modo aumentiamo a dismisura l’agonismo dello sport che in realtà è solo funzionale: la vera sfida è con se stessi e la vera gioia è nel vivere questa sfida, accettando il proprio limite, vivendo le relazioni, godendo del divertimento sano.”
Poche righe che racchiudono una grande verità e realtà, alle quali posso solo aggiungere con certezza che questa gioia è viva e pulsante nei cuori di tutto lo staff dell’Argos Volley e che, animati da questa, continueremo a portare avanti il progetto assieme alla nostra chiesa locale”.

Un impegno che l’Argos Volley vuole continuare e ancora più energicamente a onorare con #CuoreFedePassione.

Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa Argos Volley Sora

Comunicato Ufficiale

, ,

La società Argos Volley comunica di aver assunto la decisione, non certo facile, di rinunciare a iscriversi al prossimo campionato di SuperLega.
Ringraziamo di cuore tutti coloro che ci hanno fin qui accompagnato, sotto ogni profilo, in questo entusiasmante avventura. A loro chiediamo di comprendere una scelta che non sarebbe potuta essere diversa in questo particolare momento storico.

Il Comune di Sora incontra le società pallavolistiche della città

, ,

Far ripartire lo sport in sicurezza non sarà semplice, c’è tanto da organizzare minuziosamente prima di accendere i motori, ma sicuramente più attuabile attraverso la collaborazione.
Questo è l’importantissimo fulcro attorno al quale lo scorso martedì è ruotata la riunione tenutasi presso la Sala Consiliare del Comune di Sora, alla presenza dell’Assessore alla Politica della Promozione dello Sport Daniele Tersigni e del Consigliere Alessandro Mosticone, e delle società sportive del volley sorano, l’Argos Volley, l’Olimpia Volley e la Vis Sora Volley.

Tra i numerosi impegni che il Comune di Sora sta prendendo in questo non facile momento di emergenza legata al Covid 19, c’è il sostegno allo sport, e i dirigenti dei club chiamati in causa, hanno messo in campo un grande spirito costruttivo.

“Apprezzabile l’iniziativa intrapresa dall’Assessore Tersigni e dal Consigliere Mosticone – commenta il consulente legale dell’Argos Volley, Mario Cioffi -. La Società Argos è disponibile e favorevole a un progetto di Pallavolo sotto un’unica bandiera, quella della nostra Città, da adottarsi intanto mediante la sottoscrizione immediata di un protocollo, sotto l’egida del Comune di Sora.
Questa è la soluzione auspicabile e probabilmente anche l’unica che permetta di difendere le varie realtà sportive presenti in ambito comunale, che da anni esprimono passione, impegno e sacrifici nel settore. Soprattutto in un momento in cui c’è assoluta penuria di spazi, in ragione del distanziamento sociale e dell’onere di sanificazioni continue, in caso di uso promiscuo delle strutture, che riguarderà i vari comparti, sia scolastico che sportivo”.

Attivare percorsi comuni per affrontare al meglio le problematiche legate alle linee guida circa la modalità di svolgimento degli allenamenti per gli sport di squadra, e intraprendere soluzioni condivise e sostenibili per il rispetto delle misure di sicurezza. Questo il volere del Comune di Sora e delle società pallavolistiche della città. Insomma, anche in questa fase 2, distanti ma uniti, perché, come continua a spiegarci l’avvocato Cioffi,

“Non andrà di certo meglio, almeno per i prossimi mesi, quanto alla situazione economica generale ed alla possibilità, che mancherà, di sponsorizzazioni e “quote iscrizioni” sufficienti a sostenere tutti gli impegni di gestione, agonistici e di campionato. Per questo una organizzazione unica e ottimizzata di strutture e risorse economiche, in uno con l’aiuto e le sollecitazioni che le stesse Istituzioni potranno garantire, renderebbe più agevoli i percorsi futuri. E proprio tra i percorsi futuri, la Argos Volley vedrebbe bene questa nuova base societaria aperta, oltre che alle Associazioni del Volley, anche a tutti coloro che volessero farvi parte, con riferimento sia ad eventuali imprenditori locali che a singoli cittadini, in termini di “azionariato diffuso”. Nota positiva è che il prossimo Campionato di Superlega subirà, per forza di cose, un livellamento verso il basso degli impegni economici, tale che, ove si unissero le forze e vi fosse un certo coinvolgimento, anche di carattere emotivo, non sarebbe poi così difficile affrontarlo con prospettive di ben figurare”.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Kupono Fey raggiunge la sua famiglia nelle isole Hawaii

, ,

Terminato l’isolamento domiciliare, in questo momento di profonda incertezza del futuro nel quale la situazione di emergenza legata al Covid-19 continua a prolungarsi, Kupono Fey raggiunge la sua famiglia nelle isole Hawaii.
Allo schiacciatore che nelle ultime giornate di SuperLega disputate è stato anche capitano della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, la società Argos Volley augura buon rientro negli Stati Uniti, con la speranza di vederlo presto tornare in Italia.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Per Sora termina oggi l’isolamento domiciliare fiduciario

, ,

Termina oggi l’isolamento domiciliare fiduciario della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora iniziato lo scorso lunedì 9 marzo quando, gli atleti e lo staff tecnico, di rientro dalla trasferta di Piacenza, si videro costretti a osservare quanto imposto dall’ordinanza del Presidente della Regione Lazio e della Usl di competenza.

Quattordici giorni sono passati e fortunatamente nessun tipo di sintomatologia si è registrata, e dunque tutte le diciannove persone isolate godono di ottima salute.
Quattordici giorni durante i quali la permanenza domiciliare è stata rispettata con senso civico e compostezza: agli atleti e ai dirigenti è stata monitorata due volte al dì la temperatura corporea; dato un orario stabilito entro il quale dovevano far pervenire le liste della spesa per i beni di prima necessità che la società faceva recapitare a casa; e tenuti quotidianamente in contatto con lo staff medico e tecnico.

Da oggi però a cambiare non sarà molto date le attuali disposizioni in merito che tutti continueranno a osservare scrupolosamente, ma l’aver superato il periodo critico e l’esserne usciti nel miglior modo possibile, fa sicuramente tirare il fiato.

Che non sia stato un periodo semplice per i ragazzi lo si può facilmente immaginare come anche le preoccupazioni del futuro, ma la loro forza è stata quella di trovare sempre una positività per affrontarlo come ci racconta il libero Alessandro Sorgente.

“Oramai è più di un mese che l’Italia sta facendo fronte all’emergenza Coronavirus e nessuno prima avrebbe immaginato la catastrofe che stiamo vivendo.
Con oggi, per tutto il team della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che ha partecipato all’ultima trasferta di Piacenza del 7-8 marzo, è arrivato a termine l’isolamento fiduciario dopo 14 giorni di permanenza domiciliare dettataci dalla Usl essendo rientrati da una zona rossa.
Ora siamo tutti più tranquilli, per il semplice fatto che nessuno fortunatamente è risultato positivo al Covid-19.
È stato un periodo “intenso”, vissuto con l’incertezza del divenire della situazione e totalmente impreparati ad affrontarla.
I primi giorni, personalmente, sono stati i più difficili, tra l’ansia per la salute e l’impossibilità di distrarsi nemmeno per andare a fare la spesa. Affrontare le giornate senza le normali abitudini mi ha destabilizzato e non poco. Sono un tipo a cui piace vivere la squadra, sia in campo che fuori, e non potendo fare niente di tutto ciò ho avuto qualche difficoltà.
Siamo davvero fortunati ad avere dalla nostra la tecnologia, ho passato ore a fare videochiamate con amici o anche di gruppo, é lo svago più comune, quello che mi ha aiutato a non sentirmi solo, a confrontarmi, a ridere e scherzare, oltre a tranquillizzarci a vicenda incentivandoci al senso di responsabilità che in questo momento tutti dobbiamo rispettare.
Piano piano poi ho acquisito una routine, ho iniziato ad allenarmi per non perdere la condizione fisica arrangiandomi con quello che avevo in casa; a vedere serie tv e film; e a guardare video e partite del mio più grande hobby dopo la pallavolo che é il beachvolley.
Ovviamente non è mancato e non mancherà il tempo per studiare e preparare esami futuri, sia per il corso di laurea al quale sono iscritto, Scienze Motorie, sia per il mio desiderio di prendere la patente nautica.
Appuntamento fisso giornaliero è quello con i media per tenermi sempre aggiornato sulla situazione italiana che purtroppo é sempre più buia e incerta, come del resto lo é il nostro campionato. Non so quale decisione si prenderà in merito, a oggi è difficile poter immaginare un proseguo, ci si sta interrogando se ripartire, quando e come farlo. Non é una situazione facile da gestire e sicuramente qualsiasi decisione verrà presa, contrarierà qualcuno.
Personalmente credo che purtroppo non ci sono i presupposti per prevedere e quindi per poter ripartire: troppe le cose da affrontare, far fronte e superare, in primis la salvaguardia della salute di tutti che é imprescindibile, poi ci sono i tanti trasferimenti degli atleti stranieri che sono tornati dalle proprie famiglie e chissà se e quando potranno tornare in Italia, e da non sottovalutare anche il fatto che tutti noi atleti dovremmo rifare una seconda ed adeguata preparazione fisica per poter disputare partite. Tutto questo mi rende pessimista su un possibile proseguimento della stagione e credo, forse sarebbe meglio fermarsi, e riprende a fare quello che a tutti piace in tempi migliori.
In questo momento posso solo sperare di poter giocare assieme a tutti gli italiani, una partita all’unisono, con responsabilità e amore per il prossimo, affinché la pandemia e tutto quello che di brutto e grave ha comportato e comparta, finisca, per tornare a vivere la nostra quotidianità che ci manca tantissimo soprattutto nelle piccole cose che forse, alle volte, abbiamo dato per scontate.
Sono sicuro che ne usciremo, più forti e consapevoli del nostro paese e in memoria di chi purtroppo non ce l’ha fatta”.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo banca Popolare del Frusinate Sora

Gino Giannetti: “Il nostro sport era differente”

, ,

A seguito di quanto apparso negli ultimi giorni sugli organi di informazione pubblica, il Patron Gino Giannetti intende precisare quanto segue:

“Nell’attesa che il tempo sia galantuomo, ci tengo a chiarire che nel corso dell’ultima Consulta di Lega svolta a inizio settimana, le società favorevoli al fermo definitivo del campionato sono risultate nove sulle tredici totali.
Questa maggioranza, per puro senso di unità, ha deciso di non imporsi, ma quello che ora dispiace è vedere un dirigente competente ed esperto, forse immerso in un universo parallelo, impegnarsi affannosamente in interviste futili e fuori luogo.

Parole che, oltre a non essere veritiere, riescono solamente a danneggiare l’intero movimento italiano nonché il grandissimo club che rappresenta, fallendo invece nell’essere quell’esempio che la Pallavolo da sempre rappresenta.

Inoltre, anticipando quanti imputeranno le mie parole alla classifica, dico solo che spero vivamente che il nostro territorio e l’Italia intera possa essere capace di pensare ancora, nei prossimi mesi, al nostro amato sport”.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora