Articoli

Sabato e Domenica scontri diretti di alta classifica al PalaIavarone

, ,

Ultimo week end di gare ufficiali del 2021, a chiudere le sfide dell’anno solare la decima giornata che, nel Campionato di Serie C – girone A, vedrà la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora impegnata contro Isola Sacra Volley Asd, mentre in quello di Serie D – girone D, la femminile se la vedrà con l’Unione Sportiva Dilettantistica Sales.

Il PalaIavarone di Piedimonte San Germano aprirà le sue porte sia sabato, per la gara dei ragazzi di coach Fabio Marini in programma alle ore 16, che domenica per le quote rosa di mister Salvatore Pica che scenderanno in campo alle ore 16:30.

Sabato per i bianconeri è il giorno della sfida più importante di tutto il girone d’andata, il giorno dello scontro diretto tra prima e seconda della classe distanziate da un solo punto, quello che potrebbe essere determinante per l’elezione della regina d’inverno, anche se al giro di boa mancherebbe poi ancora una partita in programma l’8 gennaio sempre tra team di alta classifica.

“Prima contro seconda, una battaglia a tutti gli effetti – dice il palleggiatore Nicolò Rossi. Isola Sacra è una squadra ben organizzata che ha in Skoreiko la punta di diamante, ma noi siamo pronti ad affrontarla ad armi pari.
La sconfitta di sabato scorso contro la Saet brucia tantissimo, e la voglia di rivalsa è la motivazione in più che metteremo in campo in questo scontro diretto.
Quei personaggi in campo contro Saet non eravamo noi. Una giornata storta da parte di tutti nella quale non siamo riusciti a esprimere il nostro gioco. Gli avversari sono stati molto bravi ad annullare i nostri punti di forza e a mettere in evidenza i loro, tanto da rendere meritata la vittoria finale.
L’analisi su quanto accaduto, l’amaro rimasto in bocca, e la consapevolezza di quanto di meglio possiamo e dobbiamo dare, ci farà arrivare a sabato con una mentalità aggressiva che sono certo, ci farà approcciare al match nel modo più giusto e più importante, indispensabile in un appuntamento del genere.
Faremo il possibile per esprimere il nostro gioco e obbligare Isola Sacra a questo, solo così potremo far emergere il nostro valore e fare il possibile per chiudere il 2021 in bellezza riprendendoci il primo posto della classe ora lontano di una sola lunghezza”.

Dello stesso parere anche coach Fabio Martini:

“Abbiamo dedicato all’analisi della gara di sabato scorso il tempo che meritava, ma da lunedì subito testa all’incontro con Isola Sacra. È un bene che il calendario ci metta subito alla prova offrendoci un altro scontro diretto con un altro avversario duro che ci darà filo da torcere, in quanto permetterà di dimostrare soprattutto a noi stessi che contro Saet è stato un incidente di percorso”.

Di tutti i punti messi a disposizione dalle nove giornate disputate finora, Isola Sacra ne ha lasciati indietro 4, uno a Sempione e ad AfroGiro nei tie break vinti, e due ad Appio in quello perso tra le mura amiche. La Globo invece ne ha lasciti 5, 2 a Cerveteri alla prima trasferta di campionato e 3 sabato scorso a Saet.

Diverso quanto scritto finora dalle ragazze di coach Salvatore Pica che tra alti e bassi sostano al momento sulla quinta posizione di una classifica a più ampio respiro e non raccolta in un fazzoletto di punti come la maschile. Uguale invece è l’intensità dello scontro con l’Unione Sportiva Dilett. Sales, un osso duro, seconda della classe che può vantare di avere vinto tutte le partite disputate finora seppur 3 di queste al tie break.

Una chiusura di anno solare bella intensa, che potrà dare risposte, soddisfazioni e sicuramente tanti stimoli per il proseguo.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Sora al suo primo vero stop, a fermarla la Saet

, ,

A “Le Cupole” la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora trova il suo primo vero stop. A intimarlo è l’Asd Nfa Saet che nella nona giornata del girone d’andata del Campionato di serie C – girone A, tra le sue mura amiche, può dire di aver battuto la capolista 3-0 e interrotto la sua striscia positiva di sei vittorie nette consecutive da 3 punti.

Nella palestra romana la Globo arriva troppo tesa, non approccia il match nel modo giusto al quale ci aveva abituato e, soffrendo la pressione offensiva, non riesce a trovare alcun ritmo di gioco e dunque a far emergere le sue potenzialità.
Di questo è molto rammaricato coach Fabio Martini che comunque, assieme allo staff tecnico, vive il momento per quello che è, una giornata no che ci può stare, attutita dal vantaggio in fatto di punti classifica accumulati in precedenza, che oggi la rendono seconda a un solo punto da Isola Sacra, team che affronterà sabato prossimo al PalaIavarone.

“Complimenti a Saet – dice la guida tecnica Fabio Martini -, perché ci è stata superiore in ogni fondamentale, la differenza l’ha fatta la loro precisione e la loro concretezza in attacco. Noi siamo incappati in una giornata no, sapevamo che la partita sarebbe stata tra le più complicate del girone d’andata contro una squadra completa e con buonissime individualità. Mi dispiace perché purtroppo non abbiamo espresso il nostro miglior gioco proprio nel giorno in cui, finora, ce ne sarebbe stato più bisogno. Questo ci farà riflettere e sarà grande spunto di analisi e di lavoro in settimana.
Saet ci ha messo molto in difficoltà, ci ha messo molta pressione in battuta e in attacco, e noi non siamo stati bravi a tenere il passo.
È l’approccio a essere stato sbagliato, non siamo riusciti a trasformare la tensione nervosa in prestazione di gioco, e questo ha fatto si che per tutto il corso della gara non abbiamo mai preso un ritmo, abbiamo sempre rincorso e con una percentuale di errore più alta rispetto alla nostra solita”.

Allo starting playes i padroni di casa guidati da mister Desideri, scendono in campo con la diagonale Sciarra-Nero, i martelli De Luca e Vitanza, Socali e Longo in posto 3, e Barioffi libero.
Coach Martini risponde affidando la gestione della regia a Rossi opposto a Magnante, Martini e Caschera al centro della rete, capitan Corsetti e Rogacien in posto 4, Izzo libero nella fase di ricezione e Iafrate in quella di difesa.

Sora si presenta subito imperiosa a muro con Martini e Caschera a chiudere tre block che valgono il 4-7, ma Saet risponde con le bocche da fuoco Nero e De Luca per l’aggancio del 7-7. Si prosegue un punto per parte fino all’11-11 quando a mettersi un passo avanti sono i padroni di casa. Sora rincorre fino al 16-15 ma i romani decidono di accelerare e con break point importanti per il momento delicato e conclusivo del set, salgono sul +5 del 23-18, gap che la Globo non riesce a ridurre per un 25-20 che mette i ragazzi di coach Desideri avanti 1-0 nel match.

Saet torna in campo carica e Sora con la voglia di riscatto e l’andamento della prima parte del secondo game lo palesa chiaramente con il 6-3 viene ribaltato nel 7-8 grazie a un buon turno al servizio di Magnante. Il palleggiatore Sciarra risponde con la stessa moneta e con 4 battute insidiose rimette i suoi avanti 12-8. Il muro a uno di Corsetti su De Luca suona la carica ma purtroppo il sestetto volsco diventa falloso e i romani ne approfittano per prendere il largo fino al 18-12 autografato da due ace consecutivi di Nero. La Globo non riesce ad andare oltre il cambio palla, coach Martini prova a cambiare le carte con i ragazzi che subentrano che cercano di dare il loro contributo per recuperare la situazione. L’ace di Cocco che vale il 22-19 sembra dire “ci siamo” e invece anche questo finale non cambia, 25-21 per Saet che si porta sul 2-0.

Terzo set con lo stesso copione del primo, 2-5 avanti Sora, i padroni di casa agganciano 6-5, ospiti di nuovo in vantaggio 7-9 con i muri di Martini e poi Cocco a uno ai danni di De Luca, e nuovo break con Sciarra al servizio che vale il 10-9. Il tabellone sale un punto per parte fino al 18-16, doppio passo per parte per il 21-19 e Nero che si carica i suoi in spalla per chiuderla 25-20 e 3-0.

ASD NFA SAET – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-0

ASD NFA SAET: Sciarra (K) 1, Nero 12, De Luca 22, Vitanza 6, Longo 7, Socal 7, Barioffi (L), Iacovone, Epifanio, Buttari, Fontanesi n.e., Minghiglioni (L) n.e., Vecchi, Rossi n.e.. I All. Alberto Desideri; II All. Cappelli Niccolò. B/V 2; B/P 11; Muri 5.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Rossi 2, Magnante 11, Martini 9, Caschera 1, Corsetti (K) 10, Rogacien 6, Izzo (L), Iafrate (L), Cocco 2, Pittiglio n.e., Vona 1, Mauti, Quadrini. I All. Martini. B/V 2; B/P 9; Muri 10.

PARZIALI: 25-20 (‘27); 25-21 (‘25); 25-20 (‘29).

I ARBITRO: Marra Giulia Antonia.
II ARBITRO: Albanesi Alessia.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Pronti per lo sprint finale del girone d’andata

, ,

Manca poco al giro di boa e per entrambi i sestetti della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora sarà uno sprint ricco di scontri diretti.
Un incandescente finale di girone d’andata che dirà la verità sui valori in campo nel torneo di serie C e D.

Nel turno infrasettimanale del prossimo mercoledì 15 dicembre alle ore 21, le quote rosa Argos Volley saranno ospiti del Casalandia Dream Team e, al pallone Aurelio Santoro a Roma, si contenderanno il terzo posto della classe della Serie D – girone D, quello che attualmente entrambe occupano con 15 punti pari merito.
Sabato 18 dicembre invece, al PalaIavarone, capitan Pantano e compagne, attenderanno l’arrivo dell’Unione Sportiva Dilettantistica Sales, seconde in classifica a quota 18. Per l’ultima d’andata saranno invece ospiti del fanalino di coda Svevo Volley.

Più impegnativo il percorso dei ragazzi di coach Fabio Martini che apriranno il trittico domani in casa dell’Asd Nfa Saet, quinta della classe a 5 punti di distanza dalla prima Sora a quota 22, per poi, il 18 dicembre alle ore 16, affrontare in casa l’Isola Sacra Volley Asd, seconda con un bottino di 20 punti. A chiudere la serie, il match del 9 gennaio contro i quarti della classe, il N.e.r. Appio Roma, che si disputerà al pallone San Giuda Taddeo di largo Tacchi Venturi.

Questo il programma che porterà i sestetti al giro di boa ma, come si dice nello sport e non solo, procediamo per gradi, un passo alla volta.

“Sabato ci aspetta una partita davvero impegnativa – spiega il capitano Marco Corsetti -. Affronteremo una squadra che fino a questo momento ha dimostrato di poter essere tra le migliori formazioni del girone, così come ci si aspettava dai pronostici.
Ci troveremo di fronte un sestetto esperto, con una panchina molto lunga che spesso viene chiamata in causa e fornisce ottime prestazioni. Tra l’altro sono reduci da una sconfitta fuori casa con Volley Life che certamente non li soddisfa, per questo motivo vorranno rifarsi in una partita così importante davanti al loro pubblico.
Dal canto nostro stiamo lavorando bene in palestra, curando i minimi dettagli, con le motivazioni e la cattiveria agonistica che metteremo in campo che non saranno certamente minori rispetto a quelle di Saet.
Siamo carichi e consapevoli dell’importanza di questa partita e delle prossime due. Le affronteremo tutte come fossero finali”.

“Saet ci darà molto filo da torcere – conferma coach Fabio Martini -, con la difficoltà aggiuntiva di disputarla in casa loro. Ce la giocheremo a viso aperto e i due punti in più che abbiamo in classifica, ci aiuteranno a gestire ancora meglio la pressione della gara in quanto scontri diretti del genere, sotto questo punto di vista, è sempre meglio giocarli da capolista e non da inseguitrice.
Saet è una squadra molto ben organizzata con una rosa ampia tutta utilizzata. Nelle ultime partite infatti c’è stato l’impiego di tutti i giocatori a disposizione e per questo poter fare una analisi dei loro sistemi di gioco è stato laborioso. Però siamo pronti e determinati, e non vediamo l’ora di giocare e confrontarci con le nostre dirette concorrenti. Ci teniamo a fare bene e a difendere il nostro primo posto non solo in questa gara ma in tutte e tre quelle che ci attendono, per cercare di chiudere il girone d’andata in testa alla classe.
Da domani il livello del campionato sale e quindi dobbiamo farci trovare pronti, ma sono sicuro che i ragazzi saranno concentrati e centrati sull’obbiettivo, e sul nostro modo migliore di giocare.
Sarà una bella partita nella quale incontreremo delle difficoltà e dovremo essere bravi a trovare soluzioni per superarle, e a cercare di metterci nella migliore condizione possibile per poter esprimere il nostro gioco. Sono sicuro che se riusciamo a dettare il nostro ritmo, il risultato potrebbe essere pieno.
La curiosità di questa nona giornata è che le prime sei squadre in classifica si scontreranno tutte tra di loro per un week end da tre scontri diretti di alta classifica la quale inevitabilmente subirà un riassestamento”.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Sora continua a vincere, anche Tuscania liquidata in 3 set

, ,

Al PalaIavarone di Piedimonte San Germano la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora tiene stretta la sua imbattibilità casalinga continuando a dare il ben servito agli ospiti e a macinare punti classifica.
Questa volta è toccato all’Etruria Volley Tuscania provare a combattere contro la corazzata di coach Martini, però in campo non è riuscita neanche a prendersi un momento per respirare, per organizzare le idee, per provare a fare il suo gioco.
La Globo ha aggredito subito il match dell’ottava giornata del campionato di Serie C – girone A, e lo ha fatto suo in 3 set, chiudendolo in un’ora con 10 muri, 6 dei quali autografati da Angelo Maria Martini, e 6 ace, 2 di Corsetti e 2 di Rossi.

“Sono contento del risultato – dice coach Fabio Martini -, ma un po’ meno della prestazione, anche se il principale pericolo in gare come questa è proprio quello di non dare il 100% a livello mentale. Abbiamo sicuramente vinto in una maniera convincente mantenendo il nostro livello di gioco, e questo è un ulteriore passo verso le prossime tre importanti sfide che ci attendono. Ci tenevo a questo risultato perché, unito a tutti i precedenti, mentalmente ci porta nella condizione migliore per affrontare gli scontri diretti.
Ora subito testa a Saet, che affronteremo sabato in casa loro dove ci darà filo da torcere. Lavoreremo per preparare al meglio questa gara che vogliamo giocarci a viso aperto”.

Allo starting playes coach Martini schiera il sestetto gestito in cabina di regia da Rossi opposto a Magnante, Martini e Caschera al centro della rete, capitan Corsetti e Mauti in posto 4, Izzo libero nella fase di ricezione e Iafrate in quella di difesa.
La guida tecnica ospite, mister Perez Moreno, risponde con Cipolloni al palleggio opposto a Borzacconi, Pieri e Quaglia martelli, Mugnaini e Sandu in posto 3, Mellini libero.

In avvio di Sora subito al break che la mette avanti 4-1 e, dopo qualche scambio, un altro la porta al +5 del 12-7. Tuscania prova a rosicchiare lunghezze con il suo opposto, ma al 15-12 Rossi da un filino di gas in più ai suoi per il 19-12 e 21-14 quando poi chiude la saracinesca e a muro ottiene i 3 punti mancanti per il 25-14.

Gli ospiti trovano la reazione e per la prima volta nel match vanno avanti 3-5. I muri di Martini segnano la parità del 9-9 e gli attacchi di Magnante il +5 del 15-10. Rientra ancora Tuscania e rimette tutto in equilibrio, ma Corsetti all’ace fa partire lo sprint del 19-15, Magnante e Martini fanno il resto per il 25-20.

I ragazzi di Perez non mollano, tengono botta fino all’8-6, ma la Globo alza la sua asticella e in un attimo è 14-8 e 17-10. Ci sarà per gli ospiti solo il tempo di altri 4 punti, intervallati da due parziali positivi che mettono la parola fine sul set 25-14, e il match 3-0.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – ETRURIA VOLLEY TUSCANIA 3-0

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Rossi 3, Magnante 14, Martini 9, Caschera 8, Corsetti (K) 8, Mauti 4, Izzo (L), Iafrate (L), Cocco, Pittiglio, Rogacien 3, Quadrini 1. I All. Martini. B/V 6; B/P 11; Muri 10.

ETRURIA VOLLEY TUSCANIA: Cipolloni (K) 1, Borzacconi 10, Pieri, Quaglia 6, Mugnaini, Sandu 3, Mellini (L) , Pierantozzi, Baglioni (L), Ranalli 1.
I All. Perez Moreno Victor A.; II All. Sansolini Alessandro. B/V 4; B/P 9; Muri 2.

PARZIALI: 25-14 (‘20); 25-20 (‘225); 25-14 (‘22).

I ARBITRO: Alessandro De Santis.
II ARBITRO: Giorgia Reale.
SEGNAPUNTI: Molle Adriana.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Domani Serie C e D impegnate nell’ottava di campionato

, ,

Il week end dell’ottava giornata di campionato è già qui, con il doppio appuntamento casalingo che impegnerà la prima squadra maschile e quella femminile della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, tra le mura amiche del PalaIavarone di Piedimonte San Germano.

Domani alle ore 16 il fischio d’inizio è per la Serie C, con i ragazzi di coach Fabio Martini che ospiteranno e affronteranno l’Etruria Volley Tuscania.
Alle quote rosa di mister Salvatore Pica invece, attorno alle ore 18:30, toccherà vedersela con il Grottaferrata Volley.

Una bella settimana quella appena trascorsa in casa Argos Volley e Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, una settimana da primi della classe in solitaria per la Serie C e con un bell’aggancio alla parte alta della classifica per la serie D dopo la vittoria dello scontro diretto con Paliano.
Risultati molto soddisfacenti finora, quelli ottenuti da entrambi i sestetti che ogni sabato in campo muovono passi importanti verso gli obbiettivi fissati. Ma ancora la strada è lunga, e quindi testa alla prossima.

L’Etruria Volley Tuscania proprio nello scorso turno ha guadagnato il suo primo punto della stagione, portando tra le sue mura amiche il Volley Life al tie break poi perso. Il team della Tuscia, guidato da coach Perez Moreno, con nessuno degli avversari affrontati finora è riuscito a dire la sua.

“Affrontiamo questa gara per la prima volta da primi in classifica – dice coach Fabio Martini -, e per questo ci teniamo a confermare quanto di buono stiamo facendo. Anche perché vogliamo arrivare alle ultime tre gare del girone d’andata, che sono quelle con le rivali della parte alta della classifica e che dunque la definiranno al giro di boa, con una vittoria. Giochiamo in casa quindi faremo valere il fattore campo, i ragazzi si stanno allenando bene e questo mi rende molto fiducioso.

Soffermandosi a guardare superficialmente il fatto che possa essere un match tra testa e coda della classe, potrebbe sembrare una pratica semplice, ma l’esperienza ci ha sempre dimostrato che ogni gara nasconde le proprie insidie. Per questo ogni partita per essere vinta va giocata. Gli avversari arriveranno con una forte motivazione, noi dovremo essere bravi a trovare le nostre, che sicuramente saranno diverse da quelle di Etruria, ma sono sicuro che i ragazzi sapranno trovarle e interpretarle.
Occorrerà essere bravi a dettare il ritmo del gioco, non pensare alle posizioni in classifica, ma entrare in campo e avere un atteggiamento di chi si gioca una partita dove i punti in palio contano tantissimo e quindi non può permettersi cali. Con l’atteggiamento giusto, quello concentrato, motivato, e senza lasciare nulla alla superficialità, possiamo e dobbiamo fare bene.
Chiederò ai miei ragazzi di convincere anche questa volta, di fare bottino pieno senza complicarsi la vita in alcun modo”.

Sul versante femminile invece, il Grottaferrata Volley, che si troveranno difronte Pantano e compagne, ha 9 punti in classifica, 4 meno di Sora, guadagnati nelle due gare vinte da 3 con Frascati e Svevo, e quelle nelle quali sono riuscite a strappare 1 punto a Roma 7, Sales e Colli Albani.
Un bel turno anche questo per le ragazze di coach Pica che dovranno cercare di chiuderlo in tre set, contro un avversario che ha il vizietto del quinto e di rosicchiare lunghezze. Un avversario fastidioso tra le sue mura amiche ma che sempre dice la sua anche in trasferta.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Vittoria piena nel derby e primo posto solitario della classifica

, ,

L’appuntamento al Palazzetto dello Sport di Paliano per il derby frusinate, la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora lo trasforma nel trampolino di lancio verso la testa della classifica che ora detiene in solitaria. Lo 0-3 inflitto al Caschera Pallianus Volley nell’incontro valido per la settima giornata del Campionato di Serie C – girone D, aggiunge un’altra importantissima tacca alla striscia positiva dei ragazzi di coach Martini che con un gran livello tecnico e mentale di buona pallavolo, intascano bottino pieno.

Si ci aspettava grande intensità da questa gara che alzava il livello del gioco sorano rispetto agli incontri precedenti, e così è stato. Paliano si è confermata ottima avversaria da battere, ma Sora è stata più brava nei momenti decisivi quali la chiusura dei set, mostrandosi mentalmente e tecnicamente più forte.

La guida tecnica locale si è presentata in campo modificando la sua formazione tipo, spostando Paris nel ruolo di schiacciatore e Corsetti Luca – fratello del sorano Marco – nel ruolo di opposto. L’effetto sorpresa dello scambio di ruolo non ha impensierito i ragazzi di coach Martini che hanno fatto serenamente il loro dovere rispettando tutte le indicazioni che lo staff tecnico aveva dato loro.

“E’ stato un vero derby – analizza coach Fabio Martini -, una partita molto più complicata di quello che, magari guardando il risultato, si può immaginare. Una gara nella quale a tratti la componente nervosa è stata più accentuata che in altre, situazioni nelle quali non riuscivamo a fare bene per via della sensazione di non avere il controllo di quel singolo momento. Con i ragazzi avevamo messo in conto situazioni del genere, ma ci eravamo detti di trovare soluzioni e non giustificazioni, e questo hanno fatto. Quindi complimenti a loro, sono molto contento e soddisfatto di come abbiamo giocato, probabilmente la miglior gara disputata finora a livello attentivo e tattico. Abbiamo avuto buoni numeri in cambio palla e in contrattacco, la partita l’avevamo preparata nei minimi dettagli e i ragazzi sono stati bravi a mettere in pratica tutto quello che avevamo studiato e preparato in settimana. Come ripeto sempre, una squadra deve condividere obiettivi, e noi stiamo condividendo quello di fare bene, di crescere, e di ottenere quanto più possibile da ogni singola partita e ci stiamo riuscendo. Ci godiamo questo temporaneo primo posto in classifica, però con la testa già alla prossima contro Tuscania. La strada è quella giusta e i risultati lo dimostrano, i ragazzi stanno sposando il progetto, hanno formato un bel gruppo e quindi tutto mi fa pensare che ci toglieremo delle grandi soddisfazioni, però come sempre ripeto, nulla ci verrà regalato e ogni cosa ce la dovremo conquistare con il sudore e il sacrificio. Vedo negli occhi dei ragazzi la voglia di costruire qualcosa di importante, vedo come si allenano e il risultato del nostro gioco in partita è lo specchio dei nostri allenamenti. Complimenti a tutti, non solo i ragazzi perché le gare si vincono anche con l’impegno di un’ottima società, dello staff tecnico e dirigenziale”.

Allo starting playes i padroni di casa guidati da mister Prosperini, scendono in campo con la diagonale D’Angeli-Corsetti, i martelli Alessandri e Paris, Tomasso ed Evangelista in posto 3, e Proietto libero.
Coach Martini schiera i suoi uomini nella formazione tipo, quella che vede la gestione della regia di Rossi opposto a Magnante, Martini e Caschera al centro della rete, capitan Corsetti e Mauti in posto 4, Izzo libero nella fase di ricezione e Iafrate in quella di difesa.

Avvio di match equilibrato con il cambio palla che accompagna il set fino all’11-9 quando a sbloccare la situazione è Sora con un break dal parziale di 8-0 che la mette al sicuro. Caschera può sfoderare tutti i suoi colpi al servizio grazie alla saracinesca che chiude Martini a muro bloccando per ben 4 volte le intenzioni di Evangelista e Alessandri per l’11-17. Dopo il time out discrezionale di coach Prosperini, Paliano prova a ridurre il gap e pare esserci riuscito al 20-21. Ma la determinazione dei bianconeri è talmente forte da non avere rivali nello sprint finale guidato da Magnante per il 22-25 che li mette davanti nel conteggio set.

Nel secondo game la Globo continua a spinge, sale subito sul 4-7 con il +3 di vantaggio che tiene stretto fino alla metà del gioco. È sul 13-16 infatti che apre un filo di gas in più per il +6 del 14-20 e il +7 del 15-22. I padroni di casa cercano di restare aggrappati al set ricucendo fino al 21-23, ma Sora in questo frangente delicato e decisivo, si mostra mentalmente più forte chiudendola ancora 22-25.

Il copione si ripete nel terzo set con il 3-7 che diventa 9-11. Il bellissimo gesto sportivo di prima intenzione di Martini consegna la battuta nelle mani di Magnate che quando entra in serie diventa davvero pericolo. Il turno dell’opposto infatti è lungo 5 punti 2 dei quali messi a segno direttamente dai nove metri per il 9-17. Con altri due mini break positivi a firma di Mauti e Corsetti, intervallati da un muro di Rossi ai danni di Paris, Sora condanna Paliano a un irrecuperabile 12-23. Caschera dal centro della rete fa partire la festa del 15-25 e dello 0-3 che lancia la Globo in testa solitaria della classifica.

CASCHERA PALLIANUS VOLLEY – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 0-3

CASCHERA PALLIANUS VOLLEY: D’Angeli (K) 4, Paris 12, Alessandri 9, Corsetti 2, Tomasso 11, Evangelista 2, Proietto (L), Cecilia n.e., Caporilli n.e., Ciuffarella n.e., Damizia n.e.,Tinto. I All. Roberta Prosperini; II All. Cristiano Damizia. B/V 2; B/P 12; Muri 4.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Rossi 5, Magnante 15, Martini 11, Caschera 4, Corsetti (K) 7, Mauti 4, Izzo (L), Iafrate (L), Cocco, Pittiglio n.e., Rogacien, Vona, Quadrini. I All. Martini. B/V 3; B/P 8; Muri 11.

PARZIALI: 22-25 (‘28); 22-25 (‘29); 15-25 (‘25).

I ARBITRO: Massimiliano Sisti.
II ARBITRO: Giuseppe Viri.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Domani doppio derby in casa del Pallianus Volley

, ,

Doppio derby domani al Palazzetto dello Sport di Paliano per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora. Alle ore 16 in campo contro il Caschera Pallianus Volley la serie D femminile di coach Salvatore Pica, e a seguire, alle 18 circa, la serie C maschile guidata da Fabio Martini.

Si prospetta un pomeriggio intenso, pieno di agonismo tra due società amiche, in competizione solamente quando si trovano divise dagli scacchi della rete.
Entrambi i match saranno sicuramente un bel tributo alla pallavolo, combattuti da sestetti ben attrezzati per le categorie nelle quali militano.

In serie D, le femminili sono pari merito a quota 10 punti, sesta e settima della classe con identici risultati, 3 gare vinte e 3 perse di cui una al tie break. Paliano è andata a segno da 3 con Frascati in casa, Svevo e Seven Volley in trasferta, mentre 1 punto lo ha rosicchiato a Roma 7 tra le sue mura amiche. Sora invece ha incassato bottino pieno con Roma 7, Seven Volley e Broccostella, mentre 1 lunghezza se l’è guadagnata contro Frascati.

Tra le serie C invece, un po’ di distanza c’è. Sora è prima in classifica a quota 16 punti mentre Paliano è sesta con 11. Delle sei gare disputate finora, i bianconeri di coach Martini hanno lasciato indietro solamente 2 punti a Cerveteri, vincendo nettamente con AfroGiro, Volley Life, SCK, Sempione-Roma 7, e Montmartre. Pallianus invece in tre gare ha intascato punteggio pieno, quelle con Montmartre, Volley Life, e SCK, ha perso al quinto set con Appio e Cerveteri, ed è uscita senza punti dal match con Afrogiro.
Nel suo roster, guidato da Roberta Prosperini, qualche volto noto all’ambiente sorano come il palleggiatore Francesco D’Angeli e Marco Tomasso in maglia bianconera più di qualche anno fa.

“Sarà una gara molto complicata – dice coach Fabio Martini -, perché Paliano è una buona squadra con degli attaccanti di livello come anche il palleggiatore.
Con il sestetto guidato da coach Prosperini facciamo sicuramente un bel passo in avanti rispetto al livello tecnico affrontato finora.
Come sempre stiamo preparando in ogni dettaglio tecnico, e spero di avere tutti i ragazzi al 100% della forma fisica e mentale perché ci sarà bisogno di tutti.
Ritengo questa una partita fondamentale per noi in quanto, al di là delle normali difficoltà tecniche che si possono incontrare in una gara del genere, è un derby, e come tale è un match a sé. Il derby crea sempre una sorta di motivazione aggiuntiva, di adrenalina aggiuntiva per entrambe le squadre, e quindi il fattore emotivo sarà fondamentale. Dovremo essere bravi a gestirlo, a rimanere freddi e concentrati sul nostro gioco, e lucidi sulle cose che dobbiamo fare.
Sarà un match che non scivolerà via velocemente con l’aggravante di giocarlo fuori casa, quindi avrà tutte le complicazioni del caso, però sono fiduciosi perché ci stiamo allenando bene, il nostro sistema e livello di gioco sta crescendo, per questo sono sicuro faremo una bella gara.
Di contro Paliano ovviamente venderà cara la pelle e noi non vediamo l’ora di scendere in campo, affrontarli, confermare quanto di buono abbiamo fatto nelle ultime settimane e sicuramente prendere quanti più punti possibili da questa partita”.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Anche Montmartre paga dazio, Sora vince 3-0

, ,

Corre senza fermate il treno Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, anche la pratica USD Montmartre è archiviata con un netto 3-0.
Al palazzetto dello Sport Mauro Iavarone di Piedimonte San Germano i romani hanno pagato dazio consegnando, al momento dei saluti, altri tre preziosissimi punti classifica ai sorani.

La partita è stata più complicata delle precedenti, più equilibrata, contro un avversario che ha giocato palla su palla facendo sudare molto Corsetti e compagni che hanno dovuto metterci tanto del loro perché Montmartre non ha regalato nulla. Gli ospiti si sono presentati in campo molto agguerriti, amalgamati e soprattutto infaticabili in difesa dove hanno fatto davvero un bel lavoro.
La Globo non è stata da meno, anzi, ha dovuto essere di più per portare il risultato a casa, e lo ha fatto con tutta la sua rosa. Coach Martini infatti, in diversi momenti del match, ha chiamato in causa altri atleti oltre gli otto soliti titolari, che si sono fatti trovare prontissimi riuscendo a cambiare in meglio l’andamento del gioco.

“Come ci aspettavamo, la gara non è stata affatto semplice – dice coach Martini. Devo fare i complimenti al nostro avversario, ha difeso davvero tantissimo e ha venduto cara la pelle rendendoci la vita molto difficile. Bravi i miei ragazzi a diventare più cinici e concreti nei momenti giusti, quelli più pericolosi, come nel secondo set ce pareva scivolarci via e invece con l’atteggiamento giusto hanno recuperato il gap e vinto. Hanno ottimizzato tutto quello che si poteva, tutti quanti, e soprattutto chi è subentrato dalla panchina dando un grande apporto con dei cambi di marcia.
Sono molto contento perché oggi è stata la conferma che abbiamo 13 giocatori intercambiabili, il che vuol dire che quando si presenteranno situazioni tali per cui il gioco funzionano meno, abbiamo altre soluzioni da poter adottare”.

Allo starting playes coach Martini schiera il sestetto gestito in cabina di regia da Rossi opposto a Magnante, Martini e Caschera al centro della rete, capitan Corsetti e Rogacien in posto 4, Izzo libero nella fase di ricezione e Iafrate in quella di difesa.
La guida tecnica ospite, mister Cataldi, risponde con Brusselles al palleggio opposto a Fameli, Vignali e Pizzoli martelli, Corsetti e Sebastiani in posto 3, De Angelis libero.

Sora parte con il piede sull’acceleratore e per l’8-4 che costringe la guida tecnica ospite al time out, l’offensiva è partita dalla battuta con il turno positivo di Rossi, l’ace di Martini e l’altro di Corsetti. Rincorre bene Montmartre e da qui, dall’8-8, le squadre cominciano a tenersi per il cravattino concedendosi break point alternati fino al 24-24 che rimanda la contesa ai vantaggi. Ci pensano l’attacco di Magnante, la battuta vincente di Rogacien e il mani out di Corsetti, a mettere il primo set a referto 29-27.

Stesso copione in avvio del secondo, con il 9-5 ricucito fino al 12-10 e poi agganciato e superato con il 12-15 figlio di qualche errore di troppo che i bianconeri continuano a commettere per il massimo vantaggio avversario del +5 del 14-19. Il servizio torna nelle mani dei locali che innescano un Magnante show, l’opposto va segno direttamente dai nove metri e da seconda linea, saltano tutti gli schemi di Brusselles e compagni che in 8 turni si ritrovano storditi da un 22-19. Restano comunque in gioco, ricostruiscono per il recupero che suk 24-23 sembra quasi riuscirgli, ma Vona, subentrato in corsa a Cachera, con una veloce annienta il loro obiettivo e segna il 2-0 per i suoi.

A dettare per prima le regole è sempre la Globo con Rossi all’ace, Vona a muro e Magnante in attacco per il 7-3. Pare recuperare bene anche stavolta il sestetto di coach Cataldi che ricuce fino al 12-11, ma i bianconeri non gli danno neanche il tempo dell’illusione. Cominciano a correre inarrestabili per la loro strada ed è 21-15. Montmartre non molla è sempre con la testa in gara e rosicchia 4 lunghezze. Corsetti mura a uno l’opposto Fameli, e per il servizio coach Martini manda Quadrini. La sua prima battuta viene trasformata in punto dall’attacco del capitano, la seconda che vale il set ball, da Magnate, e poi ci pensa lui, Mattia Quadrini a chiudere set e match con l’ace che fa partire la festa.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – USD MONTMARTRE 3-0

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Rossi 7, Magnante 17, Martini 4, Caschera 6, Corsetti (K) 12, Rogacien 4, Izzo (L), Iafrate (L), Cocco, Pittiglio n.e., Vona 6, Mauti, Quadrini 1. I All. Martini. B/V 7; B/P 9; Muri 7.

USD MONTMARTRE: Brusselles 4, Fameli 14, Vignali 6, Pizzoli Federico 7, Corsetti 4, Sebastiani 4, De Angelis (L), Caschera, Negro 1, Di Iacovo, Pizzoli Francesco, Rocchi , Simonetti, Esposito (L) n.e..
I All. Luca Cataldi; II All. Simona Stella. B/V 5; B/P 9; Muri 4.

PARZIALI: 29-27 (‘33); 25-23 (‘29); 25-19 (‘26).

I ARBITRO: San Marco Amedeo.
II ARBITRO: Moretti Claudio.
SEGNAPUNTI: Molle Adriana.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Domani serie C e D in campo contro Montmartre e Frascati

, ,

Staff e atleti pronti in casa Argos Volley per il nuovo week end di gare, il sesto dall’inizio dei campionati, che vedrà la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora di serie C maschile affrontare l’USD Montmartre, mentre la D femminile se la vedrà con il Volley Club Frascati.
Entrambi i match si disputeranno sabato presso il Palazzetto dello Sport Mauro Iavarone di Piedimonte San Germano a partire dalle ore 16, con i ragazzi di coach Fabio Martini a scendere in campo per primi seguiti, attorno alle ore 18:30 circa, dalle quote rosa di mister Salvatore Pica.
Due impegni da non sottovalutare per entrambi i team che comunque vivono un buon momento.

Capitan Pantano e compagne hanno ancora addosso l’adrenalina della vittoria del derby giocato domenica scorsa a Broccostella e vinto 1-3, preceduto dall’altro incontro vittorioso sempre da 3 punti secchi guadagnati contro il Seven Volley di Roma Centro.
Nove lunghezze nel bottino classifica della Globo femminile che la piazzano al quarto posto parimerito con la BCC Colli Albani, 6 in più dell’avversario di giornata, il Volley Club Frascati, che in cinque turni ha esultato solo in casa del fanalino di coda Svevo Volley.
Ancora è presto per poter parlare con certezza dei valori delle squadre, e a dimostrarlo è anche la classifica bella compatta, senza spaccature importanti: la capolista a punteggio pieno Albano-Albalonga, ne ha vinte 5 su 5 di cui una proprio contro Sora, a seguire a quota 12 Sales e Dream Team, a 10 Roma7, a 9 la Globo e Colli Albani, a 8 Grottaferrata, a 7 Paliano, 4 Broccostella, 3 Frascati, 1 Seven Volley, e chiude a 0 Svevo Volley.

Sempre a punti invece capitan Corsetti e compagni con un tesoretto da 13 che la piazza al vertice della classifica in compagnia della RIM Cerveteri che domenica, almeno sulla carta, ha un turno agevole con l’Etruria Volley Tuscania ancora a quota 0.
Interessanti le quattro posizioni successive della classe perché saranno quelle che offriranno i match al pepe di giornata: Saet e Isola Sacra seconde a quota 12 affronteranno rispettivamente Afrogiro e Appio Roma, terze entrambe a 10, con la classifica che potrebbe spaccarsi o capovolgersi.

L’avversario di giornata della Globo invece, ha finora ceduto il passo a Paliano, alla Saet, e all’Appio, vincendo 3-0 in casa con Tuscania e 3-2 con Afrogiro proprio lo scorso sabato, per un totale di 5 punti classifica che per ora la collocano all’ottavo posto.

All’appuntamento i ragazzi di coach Fabio Martini si presentano dopo la bella vittoria in casa del Sempione arrivata al termine di una gara non semplice nella quale Sora ha avuto filo da torcere e spesso ha dovuto rincorrere, ma è stata bravissima a chiuderla al quarto set. Infatti, aveva commentato così la guida tecnica:

“Tre punti in una partita nella quale non eravamo particolarmente in giornata, su un campo non facile, la dicono lunga sul valore della nostra squadra”.

Su Montmartre invece, coach Martini dice:

“è una nostra “vecchia” conoscenza in quanto abbiamo avuto modo di incontrarla già lo scorso anno e, nonostante avesse allestito un roster per la serie D, torneo al quale doveva partecipare ma poi per varie vicissitudini è stata invitata dalla federazione a partecipare a quello di serie C, si è rivelata squadra ago della bilancia. Tra le sue mura amiche è stata una squadra complicata per tutti da affrontare, agguerrita e gran lavoratrice in difesa, un gruppo ben amalgamata che giocava insieme da anni. Insomma, un avversario che i punti te li fa sudare, quando l’affronti devi metterci tanto del tuo perché non regalano nulla.
Quest’anno hanno avuto un inizio di campionato un po’ altalenante, hanno fatto degli innesti con l’arrivo di un nuovo opposto, uno schiacciatore e un centrale. Hanno buone individualità, molto entusiasmo e certamente venderanno cara la pelle.
Sul nostro fronte il morale è alto anche a seguito delle buone vittorie che abbiamo incanalato. In questo match credo che l’ago della bilancia sarà la nostra fase cambio palla, se riusciremo ad avere le percentuali sulle quali abbiamo viaggiato nelle ultime partite, porteremo a casa i 3 punti. Ci stiamo lavorando molto in settimana, e se giocheremo come ci stiamo allenando, raggiungeremo il nostro obiettivo di giornata nonostante Montmartre non ci regalerà niente in una partita più complicata delle precedenti. Speriamo che i ragazzi siano mentalmente pronti ad affrontare una gara più equilibrata rispetto alle ultime giocate, e nella quale il livello di concentrazione dovrà essere più alto”.

Il Palazzetto dello Sport Mauro Iavarone di Piedimonte San Germano è aperto per chiunque volesse seguire le gare dal vivo, fino a un numero massimo di 250 persone: domani alle ore 16 la sfida di serie C maschile tra la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e l’USD Montmartre, a seguire, alle ore 18:30 circa quella della serie D femminile con il Volley Club Frascati.

Carla De Caris – Resp. Ufficio Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Vittoria a Sempione che vale il primo posto della classe

, ,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è andata a Roma, in casa del Sempione Volley Young Roma7, con un unico obiettivo, fare bottino pieno, e così è stato.
I ragazzi di coach Fabio Martini hanno vinto 1-3 continuando il loro percorso nel Campionato di Serie C da veri protagonisti, andando a prendersi la vetta della classifica che, almeno per questa settimana, condivideranno la RIM Cerveteri pari merito a quota 13.

Non è stata semplice questa quinta giornata, i giovani avversari padroni di casa non hanno regalato nulla anzi, hanno dato filo da torcere a Corsetti e compagni che spesso si sono trovati a rincorrere e sul 2-0 hanno subito la riapertura del match, bravissimi poi a metterlo a referto sul 22-25 del quarto.

“Tre punti in una partita nella quale non eravamo particolarmente in giornata, su un campo non facile come questo, la dicono lunga sul valore della nostra squadra”.

Così commenta a caldo un soddisfatto coach Fabio Martini, e poi continua:

“Avevo chiesto ai ragazzi di approcciare la gara nella giusta maniera perché su un campo non facile e contro un avversario che mio parere immeritatamente ha solo 1 punto in classifica. Siamo entrati in campo bene, il sestetto ha seguito le indicazioni date e il primo set è scivolato via abbastanza agevolmente.
Nel secondo Sempione ci ha preso un po’ le misure e noi non siamo riusciti a concederci un allungo significativo con il punto a punto che ci ha accompagnati fino al 22-24 quando un paio di disattenzioni da parte nostra, che potevano costarci care, hanno rimandato tutto ai vantaggi durante i quali siamo stati bravi con il cambio palla e con il muro-difesa per il contrattacco che ci ha portato al vantaggio di 2-0. All’inizio del terzo c’è stato un piccolo calo, ho cercato di cambiare un pochino il gioco con un doppio cambio ma ci siamo intestarditi su alcune dinamiche e Sempione è stato bravo a prendere il largo, abbiamo recuperato qualche lunghezza ma oramai il set era compromesso. Ho chiesto ai ragazzi di rientrare in campo per dare il colpo di grazia al match e all’inizio ci stavamo riuscendo andando avanti di 5 lunghezze poi però azzerate dalla gestione degli errori che ci ha portati al 20 pari. Qui siamo stati bravi a tirare per la nostra strada guadagnando 3 punti d’oro nel loro palazzo dove, dopo Appio tante altre squadre lasceranno punti”.

Allo starting playes i padroni di casa guidati da mister Puccinelli, scendono in campo con la diagonale La Veglia-Mirowski, i martelli Cirundi-Landi, Morgante-De Amicis in posto 3, e De Bella libero.
Coach Martini schiera i suoi uomini nella formazione tipo, quella che vede la gestione della regia di Rossi opposto a Magnante, Martini e Caschera al centro della rete, capitan Corsetti e Rogacien in posto 4, Izzo libero nella fase di ricezione e Iafrate in quella di difesa.

Apparente equilibrio in avvio di match che fino al 9-9 non ha fatto pendere la bilancia da nessuna parte. È il capitano bianconero a suonare la prima campana con l’attacco vincente che poi lo manda al servizio dove resterà per 9 lunghi turni finalizzati da un suo ace e da ben 4 muri, tre dei quali chiusi da Caschera. Il tabellone segna il 9-18, uno strappo fortissimo dal gap difficilmente ricucibile, e infatti i padroni di casa mestamente vanno al cambio di campo 16-25.

Per il secondo game Sempione torna in campo con lo sguardo di chi ha capito come funziona mostrando di aver preso bene le misure alla Globo con il 16-13 che sembra invertire la rotta del gioco. Con due mini break positivi Sora ristabilisce il suo dominio, prima con Rossi al servizio per la parità del 16-16, e poi con il capitano Corsetti che rilancia i suoi 17-20. La veloce di Martini regala due set ball ai volsci, ma i romani la portano ai vantaggi. Tutte le possibilità di chiusura sono sorane ma i romani sono bravi ad annullare, sul 29-30 però nulla hanno potuto contro la furia di Martini dal centro della rete.

Avanti 2 set a 0 la Globo si intestardisce troppo e, complice anche un po’ di rilassamento, non trova il varco per uscire dal tunnel nel quale La Veglia con la sua battuta li ha fatti entrare. Sette turni dai nove metri del palleggiatore locale si traducono nel primo significativo vantaggio dei padroni di casa, 19-10. Sora ricostruisce palla su palla, rosicchia 5 lunghezze, ma dopo l’ace e la pipe di Cirulli riesce solo nel cambio palla e non nel parziale positivo che le serve. Così Sempione, con il 25-20, riapre il match.

La Globo torna in campo con la giusta concentrazione di chi sa che è l’ultima possibilità per fare bottino pieno e non la vuole sprecare. Si mette subito due passi avanti e strada facendo amplia il suo margine. Sul 16-18 però c’è un pericoloso rientro dei romani che con De Amicis all’ace mettono la freccia 20-18. Corsetti e compagni concedono a Sempione l’ultimo respiro, quello del 22-23 e poi affondano il 22-25 che gli fa raggiungere l’obiettivo fissato, tre punti pieni per la classifica.

SEMPIONE VOLLEY YOUNG ROMA 7 – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 1-3

SEMPIONE VOLLEY YOUNG ROMA 7: Cirulli 18, De Amicis 9, Di Bella (L), Giacobetti 7, La Veglia 4, Landi (K) 1, Leardini , Cacucci n.e., Longhi (L) n.e., Mirowski 21, Morgante 9, Parisi n.e., Scaletta n.e..
I All. Puccinelli. B/V 10; B/P 19; Muri 8.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Rossi 4, Magnante 14, Martini 7, Caschera 9, Corsetti (K) 11, Rogacien 10, Izzo (L), Iafrate (L), Cocco, Pittiglio 2, Quadrini. I All. Martini. B/V 6; B/P 14; Muri 13.

PARZIALI: 16-25 (‘21); 29-31 (‘38); 25-20 (‘28); 22-25 (‘27).

I ARBITRO: Messa Francesco Saverio.
II ARBITRO: Avino Daniele.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora