Articoli

Tra i banchi scolastici anche Seganov, Lucarelli e Corsetti

, ,

L’Argos Volley diviene sempre più faro inamovibile per le scuole del comprensorio e prosegue instancabilmente nella propria attività di punta, ossia l’avvicinamento dei più giovani alla pratica sportiva. Gli impegni della SuperLega non fermano il lavoro extrasportivo dei campioni della Biosì Indexa Sora, sempre pronti a vestire la maglia del sociale e dell’educativo. Martedì scorso è stata la volta del palleggiatore Georgie Seganov, dello schiacciatore Marco Lucarelli e del libero Marco Corsetti che hanno incontrato, in un doppio appuntamento, gli allievi dell’Istituto Comprensivo Sora 2, polo distaccato di Carnello, frequentato dai giovanissimi della primaria e secondaria di primo grado. La visita, guidata da coach Maurizio Colucci e dai suoi atleti, ha avuto inizio proprio con i più piccoli, quelli delle elementari, per poi proseguire con i ragazzini delle medie, coinvolti nel progetto “Oasi dei sapori volley cup”, alla sua quarta edizione. Il torneo interscolastico si trova attualmente alla prima fase, quella interna agli istituti, dove le classi si confrontano con i loro pari età: al termine delle partite, le migliori potranno accedere al secondo step e incontrare le squadre/classi di altri istituti sul parquet del PalaGlobo “Luca Polsinelli” fino al termine della competizione con le ambite finali che costituiranno la terza e ultima parte del torneo. Fittissimo il dialogo che si è instaurato tra gli studenti e i giocatori della serie A che hanno potuto spiegare quali sono i fattori determinanti per lo stile di vita di un professionista, cosa mangia, quanto dorme, come si allena; la parte di appuntamento che più entusiasma tutti resta però la dimostrazione e poi la pratica dei fondamentali. Con i più grandi delle medie, il trio di atleti ha addirittura dato vita ad una simpaticissima partitella, disputata all’insegna del sano agonismo e dello spirito di squadra.

“L’istituto comprensivo promuove da anni l’educazione alla salute anche attraverso la conoscenza delle discipline sportive – spiega la docente Antonella De Geronimo – che mettono in gioco capacità importanti, sia nella relazione sociale (spirito di collaborazione, partecipazione attiva), sia nella strutturazione di personalità equilibrate (competizione sana, rispetto di sé e del gruppo). La scuola di Carnello, che rimane vicina al palazzetto Luca Polsinelli, ha accolto con entusiasmo i pallavolisti, attesi con ansia da giorni dai ragazzi. Un appuntamento irrinunciabile con i veri campioni di capacità, i quali sono stati semplicemente fantastici, nella loro umiltà, a rendersi utili ad un’attività indispensabile per i giovani d’oggi e che l’Argos promuove con incredibile professionalità”.

La piacevole visita si è dunque conclusa con autografi, foto e la promessa, dei ragazzi, di continuare a sostenere i loro beniamini in quest’ultima parte del campionato: d’altronde, la scuola, è stata sempre presente agli incontri della Biosì Indexa e la voce dei fan resta una delle spinte emozionali più grandi per continuare a dare sempre il massimo e scendere sul campo quei valori di cui gli stessi atleti si fanno portatori.

Cristina Lucarelli – Biosì Indexa Sora

Miskevich, Tiozzo e Lucarelli tornano nelle palestre scolastiche.

, ,

A Sora la serie A targata Biosì Indexa non è attiva solo sui campi della SuperLega ma anche tra le palestre scolastiche dove, con fervente passione, staff e atleti si impegnano nella promozione dello sport e dei valori affini. Sulla base di ciò, nella mattinata dello scorso martedì, coach Maurizio Colucci, accompagnato dall’opposto Radzivon Miskevich e dagli schiacciatori Nicola Tiozzo e Marco Lucarelli, ha incontrato i bambini dell’istituto primario “Santa Giovanna Antida” del comune volsco.

I piccoli delle classi dalla prima alla quinta elementare, divisi in due gruppi, sono stati protagonisti di due ore educative intense ma allo stesso tempo divertenti e piacevoli durante le quali hanno potuto socializzare con i campioni di casa Argos Volley. Gli studenti hanno approfittato, dunque, per dialogare con i loro beniamini ed esprimere una serie di curiosità e tante domande, complice la tenera età che fomenta il desiderio di apprendere cose nuove e cimentarsi nella pratica ludico-sportiva. I quesiti posti sono stati molteplici e i giocatori si sono resi molto disponibili anche nello spiegare l’importanza di una sana alimentazione per una crescita corretta e uno sviluppo fisico migliore, raccontando la loro dieta e altresì sottolineando la rilevanza dell’esercizio motorio. Dopo la chiacchierata iniziale si è però venuti al dunque con la pratica dei fondamentali della pallavolo, previa dimostrazione. Gli alunni si sono subito entusiasmati, prestandosi con grande disinvoltura e cercando di apprendere i gesti il più possibile.
Nel corso dell’appuntamento presso il plesso sorano, sono stati condotti in palestra anche i più piccini della scuola d’infanzia, anche loro teneramente coinvolti nella conoscenza con i professionisti della Biosì Indexa e nei giochi più semplici con la palla. Tantissima soddisfazione espressa dal corpo docente, al loro terzo anno di compartecipazione all’ambizioso progetto educativo-sociale dell’Argos Volley; ad esprimere con parole quanto condiviso da insegnanti e dirigenti scolastici, la professoressa di educazione motoria Emiliana Pistilli:

“I nostri piccoli scolari sono sempre molto contenti di fare questo tipo di esperienza, per loro nuova, da cui vengono sicuramente affascinati. Ogni volta che, negli anni, l’Argos ha varcato la soglia del nostro edificio abbiamo vissuto sempre delle ore estremamente proficue sotto il punto di vista educativo, sociale, ma anche ludico. Questo tipo di incontri, assolutamente positivi, fan si che i bambini più grandi possano iniziare a scegliere l’attività sportiva più consona alle loro esigenze e ai loro gusti e certamente li indirizza verso una crescita dell’individuo migliore, votata non solo al miglioramento fisico e personale, ma anche al momento di gruppo, dove è importante la socializzazione e la collaborazione con il compagno, dove esistono cooperazione e coesione. In questo il volley, come sport di squadra, per eccellenza direi, è un’ottima dimostrazione di quanto questi valori siano fondamentali tanto per il gioco, quanto nella vita quotidiana. Un ringraziamento ulteriore e sentito va alla grande disponibilità di questa società, dallo staff agli atleti, che sanno come adeguarsi anche alle esigenze strutturali e di orari delle scuole del nostro comprensorio”.

L’appuntamento è poi terminato con un dolcissimo “assalto” della piccola platea ai giocatori, per una carezza, un’ultima parola, un sorriso e un arrivederci al più presto.

Cristina Lucarelli – Biosì Indexa Sora

Rosso, Santucci e Corsetti in visita all’Istituto scolastico “Gioberti” di Sora

, ,

Le attività Argos Volley continuano a brulicare anche nel periodo pre-natalizio, soprattutto quelle legate alla scuola e al sociale. Nella mattinata di mercoledì difatti, coach Colucci è andato a far visita ai ragazzi del Liceo “Simoncelli”, nello specifico i frequentanti degli indirizzi linguistico e scienze umane del polo distaccato “V. Gioberti” di Sora, accompagnato come al solito da tre degli atleti della Biosì Indexa Sora. A scendere nella palestra di via Spinelli il capitano schiacciatore Mattia Rosso, il suo vice, il libero Marco Santucci e il secondo libero Marco Corsetti. I tre professionisti hanno intrattenuto una platea molto numerosa, costituita dai giovani che frequentano il biennio dell’istituto superiore, con storie di vita vera e sport praticato ai massimi livelli auspicabili. Il bagaglio di una carriera, l’esperienza della SuperLega di Rosso e Santucci, nonché la volontà di mettersi alla prova e il brio con cui affronta questa prova difficilissima il giovane Corsetti, hanno dato vita a un dialogo molto soddisfacente per entrambe le parti in gioco. Le curiosità maggiori si sono focalizzate proprio attorno a ciò che ha spinto i tre ad avvicinarsi allo sport, nello specifico al volley, e come tutto ciò si traduca nella loro quotidianità, dalle sedute di allenamento, alle trasferte, passando per il momento clou dello scontro in campo.
Ai ragazzi è stato anche illustrato il progetto che li coinvolge da molto vicino, ossia il torneo “Oasi dei Sapori Volley Cup” che a breve li vedrà protagonisti attivi a rete, prima all’interno del proprio plesso e poi nella fase successiva presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli”, dove a seguirli e guidarli nella giusta direzione ci saranno proprio loro, i pallavolisti dell’A1.
A tutto ciò è, come di consueto, seguita la pratica: palleggio, bagher e schiacciata i fondamentali in cui gli entusiasti studenti si sono cimentati prima di salutare i loro beniamini. Piena soddisfazione per il corpo docente che ha assistito all’incontro e che ha apprezzato il lavoro encomiabile della società volsca per il proprio territorio, in particolare proprio questo rivolto agli adulti del futuro.

“Questi appuntamenti con i nostri ragazzi sono di estrema utilità, in quanto instillano in loro i valori puliti e sani dello sport – spiega la professoressa Concettina Marchione, insegnante di scienze motorie e sportive. Non solo però training mentale, ma anche fisico per i nostri scolari, che devono appunto imparare a muoversi, a fare attività motoria e capire che lo sport è fondamentale per un corretto sviluppo psico-fisico e va associato a uno stile di vita equilibrato. Il fatto poi, di avere a disposizione professionisti che hanno trasformato una passione in lavoro, non può che aiutarli a comprendere tutti questi fattori attraverso le loro testimonianze e a spingerli a emularli positivamente. Il vedere con i propri occhi che persone più adulte di loro abbiano fatto, in questo caso del volley, la fonte del loro sostentamento nonché del loro benessere corporeo, è stimolante più di qualsiasi lezione in cui manca la praticità dell’evento stesso. Sora è fortunata ad avere una realtà come l’Argos Volley, una società di massimo livello che non solo è motivo di orgoglio per la nostra popolazione, ma che da sempre si prodiga affinché tutti possano trarne beneficio, soprattutto i più giovani”.

Cristina Lucarelli – Biosì Indexa Sora

Binomio Argos Volley – Scuole, gli atleti della Biosì Indexa in visita all’istituto “G. Rosati”

, ,

Prosegue con enorme successo l’attività dell’Argos Volley all’interno delle scuole del comprensorio: protagonisti, stavolta, gli alunni delle prima e seconda media dell’Istituto Comprensivo I Sora, plesso “Giuseppe Rosati”. Con l’impegno che connota tutti i progetti sociali ed educativi della società volsca, ben cinque atleti della SuperLega hanno varcato le porte della palestra sorana per mettersi a disposizione della piccola ma tanto curiosa platea studentesca. Dalla Biosì Indexa Sora, accompagnati da coach Maurizio Colucci, il centrale Matteo Sperandio, gli schiacciatori Nicola Tiozzo, Marco Lucarelli e Pierpaolo Mauti e il palleggiatore Federico Marrazzo hanno animato una mattinata all’insegna della pratica motoria e delle sane abitudini di vita, condite dall’immancabile divertimento che questi momenti generano sempre. I ragazzini sono stati, come ogniqualvolta prendono vita tali incontri, molto attivi e partecipi nel colloquiare con i loro beniamini, ponendo una serie di domande intelligenti e dalle quali trapelava la stessa fame di conoscenza di questo mondo della pallavolo professionistica: come sono strutturati gli allenamenti, la dieta tipo di un atleta, come i giocatori hanno iniziato il loro percorso e si sono avvicinati e appassionati al volley. A tutto ciò è seguito il momento ludico-pratico, durante cui i giovanissimi hanno chiesto anche consigli più tecnici riguardo gli stessi fondamentali che stavano mettendo in pratica con gli uomini Biosì.

A fare il punto della giornata un ex alunno della Rosati, ora in forza nel club bianconero, il giovane martello Pierpaolo Mauti:

“E’ stato davvero emozionante tornare nella mia scuola di un tempo, essere riconosciuto dai professori. Ancor più bello è stato cimentarmi nelle vesti di mister e allenare questi ragazzi, nei quali rivedo un po’ il mio “vecchio me stesso” e che saranno il futuro del nostro sport e magari anche di altre discipline. Io stesso mi sono avvicinato alla pallavolo in maniera strana, direi. Frequentavo la Rosati, ma mia zia, da sempre molto amica del presidente Enrico Vicini, mi portò nell’allora Globo. Li, infatti, mi consigliarono, vista la mia altezza, di intraprendere questo cammino che poi, fortunatamente, si è rivelato quello giusto. E così, la mia scelta di iscrivermi alle giovanili Globo è stata sicuramente vincente. E pensare che, perlomeno inizialmente, non nutrivo particolare simpatia per questo sport, ma grazie alla competenza e alla bravura, dal campo umano a quello tecnico, del nostro staff, mi sono appassionato talmente tanto da farne un lavoro e ad oggi non potrei vivere senza il volley. Spero che lo stesso possa accadere per questi giovanissimi”.

La piacevole mattinata ha trovato dunque degna conclusione con tante foto, selfie con gli alunni, autografi, risate e l’invito da parte degli atleti SuperLega a non mancare presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli” a tifare per loro.

Cristina Lucarelli – Biosì Indexa Sora

L’Argos Volley visita il “Baronio”

,

Doppio appuntamento nello stesso complesso scolastico per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che continua la sua opera di promozione dello sport e di uno stile di vita corretto, tra le giovani leve della Media Valle del Liri.

L’iniziativa, da tre anni puntello inossidabile delle attività Argos Volley e progetto punta della società volsca, ha toccato davvero una varietà di istituti della zona e stavolta sono stati gli studenti dell’IS Cesare Baronio di Sora i protagonisti degli incontri.

Due infatti, le volte che lo staff societario ha fatto visita al plesso, coach Maurizio Colucci responsabile del programma, è stato accompagnato dai suoi atleti Romolo Mariano, Daniel Bacca, Pierlorenzo Buzzelli e Federico Marrazzo per incontrare le classi del biennio. I giocatori si sono dunque piacevolmente prestati a un divertente colloquio con i loro alunni d’eccezione dapprima presentandosi alla giovane platea raccontando per sommi capi chi fossero, e poi soddisfacendo le molteplici curiosità dei ragazzi interessati alla routine di un atleta professionista, di un ragazzo che come loro è partito da una passione e con tenacia e determinazione ne ha fatto il proprio lavoro.
Spazio all’interesse dei giovani, che avevano il desiderio di conoscere tanti particolari componenti che compongono il puzzle di vita dei loro interlocutori: “cosa mangia uno sportivo? Quante ore di sonno sono adeguate per svolgere l’attività fisica ai loro livelli? Quante volte ci si allena a settimana? Come ci si allena?” sono solo una parte dei quesiti a cui Marrazzo e soci hanno dato risposta.
Il momento successivo però è stato sicuramente il più atteso, ovvero quello della dimostrazione della pratica dei fondamentali per passare poi all’insegnamento degli stessi organizzando gli alunni in gruppi. I ragazzi, avidi di conoscenza, hanno cercato di trarre il più possibile dai loro beniamini soprattutto in virtù del torneo che stanno svolgendo e che si appresta a entrare nel vivo, ossia l’Oasi dei Sapori Volley Cup, organizzato proprio dalla società Argos Volley, la stessa che tra pochi giorni aprirà le porte del PalaGlobo ai partecipanti per l’attesa seconda fase.

Ad essere soddisfatti e felici delle ore in compagnia dei giocatori della serie A non solo gli studenti ma anche il corpo docente che esprime la propria gratitudine alla società di patron Giannetti attraverso le parole dell’insegnante Pierluigi Ceccarelli:

“L’attività dell’Argos Volley all’interno della scuola è lodevole. Avvicinare i più giovani allo sport mostrandogli che una disciplina sportiva come la pallavolo non è solo sacrificio ma anche divertimento e appagamento, è la chiave di volta per far comprendere tanti valori universali soprattutto a una generazione spesso annebbiata da troppa tv, troppo internet e pochi rapporti umani.
Lo sport d’altronde è anche questo, e il volley è un perfetto mix in quanto sport di gruppo, di socializzazione e benessere fisico, con un allenamento completo. Gli atleti sono riusciti a esporre i benefici della pratica sportiva e di una sana alimentazione coinvolgendo gli scolari senza mai annoiarli.
Spero che questo progetto continui a entrare negli istituti di Sora e dintorni per molto tempo perché solo così avremo indietro i frutti di una semina che va avanti da anni”.

Anche gli uomini di coach Colucci sono compiaciuti dopo l’incontro, come spiega Romolo Mariano:

“Sono molto contento quando vedo il coinvolgimento dei ragazzi, quando è palese il loro interesse per un mondo nuovo e quando si applicano con serietà nell’imparare qualcosa come hanno fatto quando gli abbiamo spiegato i fondamentali della pallavolo. Poter essere testimoni di come il nostro amato sport si sia trasformato da hobby a lavoro è gratificante per noi e un incentivo per chi ci ascolta ad applicarsi nelle proprie passioni che, con un po’ di sacrificio, possono dare indietro frutti inaspettati”.

Sperandio, Bacca e Hoogendoorn tra i banchi della scuola elementare “Selva”

,

Torna ancora una volta tra i banchi di classe la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora di cui oramai è nota e apprezzata l’attività che sta svolgendo tra le scuole del comprensorio sorano dove la società di patron Giannetti si fa portavoce di messaggi importanti per gli uomini e le donne del domani: acquisire uno stile di vita sano fondato sull’indissolubile binomio corretta alimentazione – pratica sportiva.

Tanta è la passione con la quale mister Colucci, responsabile dell’iniziativa, porta aventi il progetto, ma tanta è anche la soddisfazione che torna indietro ogni qual volta il team targato Globo varchi l’ingresso di un plesso scolastico.

Ennesimo esempio lo si è avuto lo scorso venerdì quando Sperandio, Bacca e Hoogendoorn hanno fatto visita ai piccoli dell’istituto secondo comprensivo di Sora, scuole elementari “Selva”. Il centrale, il martello e l’ultimo arrivato, l’opposto olandese, sono stati fautori di una mattinata “fuori dal comune” per i piccoli allievi che non vedevano l’ora di conversare con i loro idoli.
Letteralmente tempestati di domande, i tre giocatori hanno potuto far conoscere il loro mondo, quello del professionismo, spiegando che il talento da solo non basta a far il campione ma che in ricetta va messa anche una dose di dedizione, una di sacrificio e due di generosità con i compagni, perché la pallavolo è una disciplina di squadra dove bisogna sempre tendere una mano al collega e far gruppo se si vuol vincere la partita.

Dopo i quesiti di rito si è dunque passati al momento della pratica: i bambini si sono divertiti tantissimo a cimentarsi con i fondamentali di bagher, palleggio e della schiacciata, facendosi spiegare per bene ogni gesto tecnico e cercando di emulare il meglio possibile quanto visto.

L’insegnante Antonietta Conte esprime con parole quanto i piccoli hanno espresso con i loro sorrisi:

“L’incontro di quest’oggi è stato molto più che positivo. Non ho mai visto i miei ragazzi così contenti di un’esperienza, si sono divertiti moltissimo, hanno chiesto informazioni circa i corsi di minivolley ed erano molto curiosi di sapere cosa mangiavano questi “giganti” della Globo per essere così alti e in forma. Questo è sicuramente il genere di promozione che fa bene alle giovani leve e che regala un momento di gioia impartendo però una grossa lezione ai piccoli i quali si lasciano conquistare dallo sport e dai valori che esso trasmette”.

Dello stesso avviso il ragazzone giunto dall’Olanda, Sjoerd Hoogendoorn:

“Sono stato molto bene in compagnia dei bambini e non mi aspettavo tutto questo entusiasmo che sicuramente ha contagiato anche noi. E’ sempre bello insegnare qualcosa, farlo con amore e vedere dall’altra parte un riscontro e un interesse genuino per quello che tu stai dicendo e mostrando. Spero di esser riuscito, assieme ai miei compagni, a lasciare un ricordo positivo ai ragazzini”.

La mattina all’insegna dello sport si è poi conclusa con una sana merenda a tema, offerta da patron Giannetti, ovvero frutta biologica consumata da atleti e studenti che si sono salutati a suon di autografi e fotografie.

Fabroni e Hoogendoorn tra i banchi della “Ruggeri”

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora continua a farsi promotrice del benessere psico-fisico proprio laddove si iniziano a impartire le primissime lezioni di vita, sabato scorso infatti mister Colucci e i suoi atleti hanno incontrato i piccoli studenti della scuola primaria “Ruggeri” di Sora, facente parte del secondo istituto comprensivo. Ed è proprio tra i banchi che inizia la formazione, non solo quella culturale ma anche caratteriale e fisica. Lo sanno bene in società Argos Volley per cui è questa la fascia d’età sulla quale iniziare a lavorare bene, a far conoscere e comprendere quanto una corretta alimentazione, abbinata a uno sport di gruppo come lo è il volley, possa contribuire in modo determinante a crescere in maniera giusta, senza mai mettere da parte anche l’atmosfera giocosa e gioiosa di una disciplina di squadra.

A spiegare tali concetti e molto altro ancora, il capitano della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, il palleggiatore Marco Fabroni e l’opposto Sjoerd Hoogendoorn, accolti con un entusiasmo incredibile dai bambini del plesso.
Davvero tantissimi i quesiti dei piccini, da quelli che strappano un sorriso come la curiosità relativa ad altezza dei giocatori, taglie, numeri di scarpe, fino a domande molto più complesse riguardanti allenamenti, tecniche di gioco, ruoli degli atleti, alimentazione da seguire, a quale età è possibile iniziare a giocare a pallavolo. Fabroni e Hoogendoorn non si sono certo risparmiati, raccontando al piccolo pubblico le loro esperienze e spiegando che già dai 5 anni è possibile seguire i corsi di minivolley targati Globo per poi magari continuare nel settore giovanile e, perché no, arrivare nel mondo del professionismo.

Al lungo e divertente dibattito è seguito poi l’attesissimo momento della pratica: gli scolari si sono quindi attentamente disposti in fila e cimentati nei fondamentali di palleggio, bagher e schiacciata.
La prima a esprimere tutta la soddisfazione derivante dall’incontro è l’insegnante Daniela Izzi:

“E’ stato molto interessante approfondire la conoscenza di una realtà come quella della pallavolo professionistica e di come questo sport sia vicino a noi, di quante possibilità possa dare ai giovanissimi che, divertendosi, possono fare del sano esercizio. Disponibilissimi i campioni che quest’oggi ci hanno fatto visita e che sono stati letteralmente sommersi dalle richieste dei nostri alunni. Mi ha fatto un enorme piacere vedere i piccoli così stimolati e motivati. Un incontro sicuramente più che positivo per tutti”.

Capitan Fabroni è uscito dalle mura scolastiche con il sorriso sulle labbra e la soddisfazione di essere riuscito nel suo compito di uomo, padre ed esempio per gli adulti di domani, oltre che di giocatore:

“E’ stata un’esperienza bellissima questa con le scuole elementari. Mi ha sorpreso vedere una partecipazione così intensa e appassionata e sono felice di aver dato modo ai piccoli di sentire appagate le loro richieste. Con mio figlio Andrea a casa, ho una certa dimestichezza nel rapportarmi con i bimbi, per cui tutti si sono sentiti molto a loro agio così come anche io lo sono stato. Lo ammetto, mi sono divertito tantissimo con tutti i bambini!”.

Mariano, Rosso e Santucci in visita alla “D. Alighieri” di Isola del Liri

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora continua il proprio tour nelle scuole del circondario guidata da Coach Colucci che, assieme ai suoi atleti della Serie A, si pone l’obiettivo di promuovere la bellezza della pallavolo e delle regole sportive associate a una sana e corretta alimentazione.

Il tour ha fatto visita all’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” di Isola del Liri che ha aperto le porte al coordinatore del progetto, coach Colucci, e ai testimonial Romolo Mariano, Mattia Rosso e Marco Santucci.

L’incontro nella palestra dell’istituto è iniziato con una breve presentazione della Società Sportiva Argos Volley e del campionato maggiore che disputa, ossia quello nazionale di Serie A2. Molta attenzione invece è stata dedicata alla descrizione delle varie attività giovanili a disposizione di tutti i ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni presso il Palazzetto dello Sport “Luca Polsinelli”.

Finalmente a parlare sono gli atleti che riescono a calamitare l’attenzione di tutti gli alunni attraverso le loro storie di sport, amicizia, gare, dure prove e belle soddisfazioni. A questo punto la curiosità è tanta e quindi partono le domande alle quali i giocatori sono contenti di rispondere.

Il momento più atteso però resta sempre quello ludico e gli studenti sono felicissimi di avere per un giorno dei “professori speciali”. Così gli atleti della Globo seguendo le istruzioni di coach Colucci, si sono esercitati assieme ai tanti bambini che con disciplinata felicità hanno reso ancora più bella e allegra la giornata di sport e salute.

Per il libero Marco Santucci questo è il secondo anno che si reca in visita in questo Istituto Comprensivo:

“Penso che questo genere di incontri possa aiutare i ragazzi ad avvicinarsi allo sport e a scegliere di praticarne uno, magari anche attraverso la nostra esperienza essendo la testimonianza che, anche lo sport, può diventare un vero e proprio lavoro. Io e i miei compagni abbiamo quindi un compito molto importante in quanto i ragazzi si potrebbero servire di noi e delle nostre storie per fare una scelta nel loro percorso di vita che possa essere un semplice hobby o una vera e propria professione nella quale cercheranno di arrivare il più in alto possibile.
Alcuni di loro li ho visti molto interessati e presi dall’incontro come anche dalle nostre parole tanto quasi da prenderci come modello di vita sportiva e, in alcuni casi, anche molto propensi all’avvicinarsi alla pallavolo.”

Una mattinata diversa dunque, quella vissuta dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” di Isola del Liri che grazie alla dedizione del Dirigente Scolastico, signora Anna Zeppieri e della professoressa Anna Grazia Bengasi, hanno avuto l’opportunità di incontrare da vicino i loro beniamini della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

Sperandio, Marrazzo e Lucarelli tornano a scuola.

Con l’avvicinarsi del fischio d’inizio del nuovo campionato di Serie A2 e dei campionati giovanili, la società Argos Volley (www.argosvolley.it) riprende il proprio cammino promozionale nelle scuole del territorio.

Lo scorso martedì il coordinatore del progetto, Coach Maurizio Colucci, assieme ad alcuni dei suoi ragazzi della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, hanno dato inizio al tour che vedrà i campioni di corso Volsci entrare negli istituti scolastici di Sora e dintorni per parlare di sport e sana alimentazione agli alunni, ma anche per giocare con loro a pallavolo. Testimonial di questa prima giornata sono stati Marco Lucarelli, Federico Marrazzo e Matteo Sperandio che assieme al loro mister hanno fatto visita ai bimbi della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Evan Gorga di Broccostella.

Gli alunni sono stati divisi in tre gruppi per permettere a ognuno di loro di stare a stretto contatto con gli atleti della Globo e per far si che tutte le loro curiosità venissero soddisfatte.

L’incontro è stato aperto dalle parole di Coach Colucci attraverso le quali si è cercato di far conoscere la realtà dell’Argos Volley e tutte le attività che è possibile svolgere presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli”, ma anche quelle che la società svolgerà all’interno dell’istituto.
La palla poi è passata agli atleti che hanno raccontato alla piccola platea la loro storia di vita e di pallavolo mettendosi poi a disposizione per le domande dei più curiosi.
Non poteva di certo mancare il tanto atteso momento della pratica durante il quale tutti i bambini hanno avuto la possibilità di giocare con i propri beniamini e imparare da loro qualche fondamentale della pallavolo.
Prima di congedarsi per tornare a sudare in palestra, gli atleti della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora si sono divertita e prestati a fare foto e a firmare autografi.

Gli occhi dei piccoli alunni erano colmi di ammirazione e stima nei confronti dei ragazzi e a notarlo è stata anche la loro docente, la signora Patrizia Martucci responsabile del progetto all’interno dell’Istituto Comprensivo Evan Gorga di Broccostella.

“Credo che avviare gli alunni della scuola primaria a uno sport di squadra sia molto utile per una crescita alla corresponsabilità – afferma soddisfatta l’insegnate -, e dunque l’incontro di oggi è sicuramente positivo in tale senso.
Incontrare ragazzi che stanno realizzando il loro sogno di giocare a un così alto livello non può che essere un incentivo per i piccoli della scuola. Ho visto tutti i miei alunni molto entusiasti e pieni di voglia di fare, mettersi in gioco e misurarsi con delle attività per lo più di squadra caratterizzate anche da un sano spirito di competizione.
Credo che ci sarà una buona risposta anche per i corsi pomeridiani di pallavolo che proprio per i nostri alunni si terranno nella palestra della loro scuola, un buono stimolo a rimanere nel luogo dove trascorrono già gran parte della loro giornata. Spero quindi in un riscontro positivo e chissà che magari attraverso questi corsi i ragazzi non riescano a dar vita, passo dopo passo, anche a una squadra d’istituto”.

Anche il palleggiatore Federico Marrazzo, trovatosi a vivere una situazione a lui nuova, ha dichiarato:

“Credo che un’esperienza come quella di oggi sia molto stimolante per dei bambini di quest’età al fine di indirizzarli verso lo sport di squadra e in particolare verso la pallavolo. Sicuramente l’attività che abbiamo svolto insieme oggi li ha fatti divertire e penso abbia lasciato loro qualcosa di buono. A dire la verità ci siamo divertiti anche noi nel vedere questi ragazzini pieni di entusiasmo, e poi ci hanno permesso di tornare un po’ indietro con la mente fino ai nostri inizi, ed il bello di questo sport è anche questo”.

Insomma, un vero e proprio pomeriggio all’insegna della pallavolo per gli alunni della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Evan Gorga di Broccostella, e chissà che non sia solo l’inizio per qualcuno di loro.