Articoli

Tuscania vs Sora, al PalaMale’ giocati 5 set

, ,

Finisce al tie break in favore dei padroni di casa l’ultimo test pre-season della BioSì Indexa Sora contro la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania che ha visto per la prima volta agli ordini ci coach Bagnoli anche l’opposto Radzivon Miskevich. L’atleta bielorusso si è aggregato ai suoi nuovi compagni solo da poche ore e, nonostante la stanchezza del viaggio e nessuna opportunità di ambientazione, si è presentato con un buon biglietto da visita.

Soddisfatto coach Bruno Bagnoli che al termine della gara dice:

“È stato un allenamento sicuramente interessante perché le due squadre si sono confrontate con ottimo agonismo. Tuscania, rispetto la prima partita che avevamo fatto a Sora, é cresciuta molto. Noi invece abbiamo pagato un pochino la seduta di pesi di ieri e il fatto che il nostro opposto è stato schierato senza nessun tipo di intesa con il palleggiatore e il viaggio in aereo, infatti è atterrato a Roma appena alle 12,30. Sicuramente é stato utile come test: abbiamo visto alcune cose positive come la prestazione straordinaria di Gotsev e, d’altra parte, qualcosa invece da migliorare soprattutto per quanto concerne il cambio palla.”

Nel complesso la gara ha visto un primo set con Sora al comando e Tuscania a inseguire trovando l’aggancio nella parte centrale ma mai il sorpasso per un 19-25 finale. Nel secondo game invece, stesso copione ma a parti inverse con la BioSì Indexa che non trova la reazione neanche nel set successivo il quale si traduce nel vantaggio del 2-1 per i padroni di casa. Rientrano in gara Mattei e compagni portando gli avversari al tie break dopo la netta conduzione del quarto parziale, ma Ottaviani e co non restano a guardare e vanno a prendersi set e match.

Allo starting players coach Bruno Bagnoli schiera Seganov opposto a Miskevich, Mattei e Gotsev al centro della rete, Rosso e Kalinin in posto 4 e Santucci libero.
Mister Montagnani risponde con la diagonale Pinelli-Maciel, i martelli Shavrak e Ottaviani, i centrali Sesto e Calonico, e Marchisio libero.

Il match si apre con il primo punto messo a segno sulla rete da Miskevich e con un 2-6 che costringe coach Montagnani a richiedere il primo time out discrezionale a sua disposizione. Il gioco riprende punto a punto e piano piano Tuscania sembra rosicchiare lunghezze importanti ma nella parte centrale del set è 10-14 con il muro di Kalin ai danni di Maciel e 12-16 con Mattia Rosso. Inanella un break positivo la Maury’s che la riporta sotto nel punteggio 15-16 con Ottaviani in attacco e Sesto a muro, ma Sora ristabilisce subito la distanza di sicurezza sul 17-21. Shavrak suona la sveglia per i suoi con un nuovo cambio palla ma non ottiene la risposta desiderata, così Gotsev dal centro della rete manda tutti al cambio di campo sul 19-25.

Stesso copione ma a parti inverse nel secondo game che vede i padroni di casa avanti 6-2 e 11-5 quando coach Bagnoli ferma il gioco e richiama i suoi alla concentrazione e all’ordine. Al rientro in campo le bocche da fuoco locali fanno esplodere il tifo della “Bolgia” del PalaMalè continuando a far salire vorticosamente il tabellone 14-5 con Calonico e Maciel a dominare sulla rete e Pinelli al servizio. Dopo un punto a punto che fa segnare il 20-9 arriva un break positivo sorano purtroppo però solo dal parziale di 4-0 che ovviamente non riesce a rimettere in discussione il set che molto velocemente arriva al 24-15. C’è solamente il tempo per Kalinin di aggiungere una lunghezza prima che Shavrak chiuda il parziale 25-16.

1-1 in fatto di conteggio set e terzo che riparte con lo stesso ritmo e risultato, 6-2. Miskevich spezza il turno positivo della Maury’s e Gotsev dal centro della rete e poi dai nove metri, rimette tutto in equilibrio. La parità dell’8-8 arriva con il muro del neo entrato Sperandio ai danni del pari ruolo Sesto, e continua fino al 14-13 quando Shavrak detta legge per un mini break di 3-0 che rimette Tuscania al comando 13-17. Ferma tutto la guida tecnica sorana ma al rientro in campo i suoi ragazzi non riescono ad andare oltre il cambio palla così il set scivola via 25-20.

Rientra in gara la BioSì Indexa e lo fa con un 4-6, figlio del block di Mattei su Maciel e dell’ace di Gotsev, e con il 7-12 del technical time out che mette in mostra anche l’ultimo arrivato Miskevich. 5 sono le lunghezze di vantaggio che Seganov e compagni hanno accumulato e che difendono a denti stretti per l’11-16. Si ripropone prepotentemente la Maury’s portandosi a un solo passo, ma il sestetto sorano, tornato in campo con Tiozzo al posto di Rosso, è determinato a non concedere più nulla. Così, con Mattei in attacco e a muro ancora su Maciel, gli ospiti volano sul 16-23 che si trasforma presto nel 21-25 che riapre il match.

Si va al tie break e in equilibrio si arriva al cambio campo 9-8. Shavrak mette la freccia e porta i suoi sul +4 del 12-8 che costringe coach Bagnoli a richiamare i suoi per un consiglio tecnico. 12-10 con Kalinin ma la Maury’s arriva al match ball. Gotsev annulla la prima possibilità ma subito dopo Ottaviani chiude 15-12.

MAURYS ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA – BIOSÌ INDEXA SORA 3-2

MAURYS ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Pinelli 1, Maciel 18, Buzzelli, Ottaviani 14, Calonico 12, Sesto 4, Marchisio (L), Shavrak 18, Mazzon, Bondini, Vitangeli n.e., Pieri (L) n.e., Delle Piaggi. I All. Paolo Montagnani; II All. Alfredo Martilotti. B/V 2; B/P 15; Muro 9.

BIOSÌ INDEXA SORA: Seganov 5, Miskevich 12, Kalinin 10, Rosso 6, Gotsev 20, Mattei 6, Santucci (L), Marrazzo n.e., Sperandio 1, Tiozzo 7, Lucarelli n.e., Corsetti (L) n.e., Mauti n.e.. I All. Bruno Bagnoli; II All. Maurizio Colucci. B/V 3; B/P 14; Muro 12.

PARZIALI: 19-25 (’22); 25-16 (’22); 25-21 (’24); 21-25 (24’); 15-12 (’16).

Domani test pre-season per Sora e per Miskevich

, ,

Ultimo test pre-season per la BioSì Indexa Sora che nel pomeriggio di domani alle ore 18 giocherà il match di ritorno dell’amichevole contro la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania.

Stavolta il parquet che ospiterà la sfida sarà quello del Palamalè di Viterbo, dove il team del presidente Pieri cercherà di ribaltare il risultato dell’andata, quando furono gli uomini di coach Bruno Bagnoli a ben figurare tra le mura casalinghe in un match terminato sul 3 a 1. Dopo 3 set ad appannaggio dei padroni di casa infatti, come di consuetudine negli allenamenti congiunti, si giocò un quarto parziale terminato in favore ospite. I ragazzi sorani e quelli della tuscia non sono certo nuovi alla sfida e si conoscono molto bene sotto rete dopo aver militato entrambe in cadetteria ed essersi incontrate per un biennio.
Alle ore 18 dunque il fischio d’inizio darà vita a uno spettacolo con la “A” maiuscola: da una parte SuperLega e dall’altra Serie A2, ma soprattutto la possibilità per Sora di testare il finalmente arrivato Radzivon Miskevich. L’opposto bielorusso si è aggregato alla sua nuova squadra da poche ore dopo gli impegni con la sua Nazionale per le Qualificazioni Europee, e questa amichevole sarà una delle poche occasioni che avrà di provare il gioco assieme ai compagni prima del debutto in Campionato.
L’occasione è anche quella che servirà alle rispettive guide tecniche come analisi e valutazione dello stato di forma a pochi giorni dallo start in ottica regular season, ma che offrirà al pubblico presente un momento di grande volley, come sempre accaduto ogni qualvolta le due formazioni si siano scontrate sul rettangolo di gioco.
Mentre Sora lo scorso anno agguantò la sospirata promozione, Tuscania terminò la stagione regolare al terzo posto e fu eliminata in semifinale playoff proprio dai bianconeri. Terzo anno di cadetteria questo, per il club del Presidente Pieri che si troverà ad affrontare dei grossi cambiamenti di regular season con il passaggio dal girone unico della serie ai due e consecutivo restyling della rosa.
Dall’altra parte, per coach Montagnani, ci sono i confermati Ottaviani capitano della “Bolgia”, Dmytro Shavrak, alla sua terza stagione in maglia bianco e azzurra, Lorenzo Calonico, Simone Vitangeli e i giovani Riccardo Mazzon e Simone Pieri. Ci sono poi due acclamatissimi ritorni, quelli di Pierlorenzo Buzzelli, fresco di promozione in SuperLega UnipolSai proprio con Sora e dunque l’ex di turno, e il libero Andrea Marchisio, reduce dall’annata a Siena. In regia la scelta è andata sul nuovo volto di Riccardo Pinelli, protagonista di un’ottima stagione a Vibo Valentia e a completare la diagonale l’opposto brasiliano dal braccio caldo Daniel Maciel. Al centro il nome di Sesto vuol significare esperienza e ricostruire quel feeling con Pinelli dimostrato a Matera. A chiudere il roster due nomi che valorizzano il vivaio del Tuscania, il giovanissimo palleggiatore Dellepiaggi, ben distintosi in finali nazionali di categoria e lo schiacciatore Bondini che torna all’ovile dopo una considerevole esperienza in serie B.

Sora vs Tuscania, arrivano i segnali positivi che il coach attendeva

, ,

Positivo su tutti i fronti il primo test-match casalingo della BioSì Indexa Sora.

Positivo sul campo dove a partire dalle ore 18,00, con la faccia fatta a scacchi dalla rete, Sora e la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania si sono affrontate in un allenamento congiunto che ha visto la vittoria dei padroni di casa per 3-0, ma soprattutto ha permesso un’ottima valutazione dello stato di forma di Rosso e compagni al termine della quinta settimana di preparazione.
Positivo sugli spalti dove un nutrito pubblico appartenente a entrambe le tifoserie si è fatto sentire, con i Guerrieri Volsci che hanno fatto le prove di ospitalità e di tifo organizzato.
Applausi anche per il set aggiuntivo che i due coach hanno deciso di far disputare, che ha visto festeggiare i ragazzi di Montagnani sul 23-25 e scendere in campo i sparring partner della BioSì Indexa Sora che hanno infuocato il PalaGlobo “Luca Polsinelli” con un bella e appassionante rimonta.

MVP del match Mattia Rosso premiato dall’amministratore delegato signor Ruben Tribaldos, dell’azienda colombiana di Santa Maria CI LA SAMARIA, il quale sovrintende la filiera di banane biologiche ed equosolidali commercializzate con il marchio BioSí.

“E’ stata una bella partita e i ragazzi hanno risposto molto bene nonostante la formazione con il finto opposto – commenta coach Bagnoli al termine della gara -. Abbiamo attaccato bene il pallone e, nonostante qualche momento di difficoltà, abbiamo saputo reagire da vera squadra e sono molto contento. Anche nel quarto set, quando abbiamo messo in campo i ragazzi, abbiamo fatto una rimonta strepitosa perdendo il set solo per alcuni dettagli. E’ stata una bella partita e sono contento di aver finito così questa quinta settimana di preparazione. Rispetto alla scorsa settimana siamo cresciuti molto in fase offensiva, attaccando molto bene perché il palleggiatore è stato molto bravo, tanto quanto lo sono stati i suoi compagni”.

“Per noi questo era il primo sei per sei della stagione – analizza invece mister Montagnani -, e non solo la prima amichevole. Giunge un po’ in anticipo sulla nostra tabella di marcia ma va bene, tanto dobbiamo cominciare e penso che questa partita ci sia molto utile per studiarci, vedere a che punto siamo e dove e come possiamo realizzare i punti. Ora dobbiamo studiarci e migliorare. Al 28, quando sarà Sora a venire a Tuscania, penso e spero che saremo più pronti”.
Allo starting players coach Bruno Bagnoli schiera Seganov opposto a Tiozzo, Mattei e Gotsev al centro della rete, Rosso e Kalinin in posto 4 e Santucci libero.
Mister Montagnani risponde con la diagonale Pinelli-Maciel, i martelli Shavrak e Ottaviani, i centrali Sesto e Calonico, e Marchisio libero.

Il match è aperto dalla battuta di Ottaviani ma il primo punto dell’era SuperLega è messo a segno da Kalinin. Preme subito sull’acceleratore Sora con il 4-2 firmato da Tiozzo e il 7-4 di Rosso. Quando suona la sirena del technical time out la BioSì Indexa ha già imposto una distanza di +5 lunghezze ma al rientro in campo gli avversari della Tuscia con un contro break si riportano sotto 13-12. Si continua punto a punto fino al 17-16 e poi di nuovo i padroni di casa a scappare e gli ospiti a inseguire per il 21-20. Tiozzo concede ai suoi l’allungo del 23-20, ma il finale del set è tutto targato Mattei che prima beffa il muro di Maciel con una veloce e poi lo inchioda sulla rete bloccando il passaggio alla sua tesa per il 25-21.

Stesso copione per l’avvio del secondo set con Sora a condurre e Tuscania a inseguire. Allo stop obbligatorio Rosso manda tutti a bere sul 12-10 e alla ripresa del gioco Pinelli e compagni pareggiano i conti passando per la prima volta nel set e nel match, in vantaggio 13-14 e poi 16-17. Non tarda ad arrivare la reazione dei ragazzi di coach Bagnoli che con due mini break positivi fanno segnare sul tabellone prima il 20-17 e poi il 23-18. Mazzon e Ottaviani provano a far rientrare la Maury’s nel set ma Sora dal centro finalizza con Gotsev e Mattei per il 25-20.

In vantaggio per 2 set a 0 i volsci, incitati dai Guerrieri, partono subito forte con il 4-1 figlio anche dell’ace di Seganov, l’8-4 dell’altra battuta vincente di Tiozzo e il 10-5 chiuso dal muro granitico di Mattei ai danni di Maciel. Shavrak e Calonico danno un po’ di respiro al referto della Tuscia ma Kalinin ha deciso di non concedere nulla e fa segnare sul tabellone il 14-9. Gotsev e Mattei emulano il loro compagno per il +5 del 17-12 che in poche azioni, con la mattanza dei posti 3, diventa 20-13. Pinelli va al servizio e destabilizza un pochino la ricezione avversaria riuscendo a rosicchiare due punti che, uniti ai muri di Calonico e all’attacco di Buzzelli, sembrano riaprire il set sul 21-19. Sale in cattedra Gotsev che dal centro della rete e dai nove metri non lascia scampo agli avversari regalando al PalaGlobo 4 match ball. Ci pensa Mattia Rosso a mettere tutti più o meno d’accordo chiudendo il set 25-21 e la gara per 3-0 prima di essere proclamato MVP dell’incontro.

Per dovere di cronaca il quarto game ha visto festeggiare i ragazzi di Montagnani 23-25 e scendere in campo i sparring partner della BioSì Indexa Sora che hanno infuocato il PalaGlobo con un bella e appassionante rimonta.

BIOSÌ INDEXA SORA – MAURYS ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 3-0

BIOSÌ INDEXA SORA: Seganov 3, Tiozzo 16, Kalinin 10, Rosso 14, Gotsev 10, Mattei 10, Santucci (L), Marrazzo 1, Sperandio 4, Lucarelli 6, Corsetti (L), Mauti. I All. Bruno Bagnoli; II All. Maurizio Colucci. B/V 7; B/P 19; Muro 13.

MAURYS ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Pinelli 5, Maciel 12, Buzzelli 4, Ottaviani 4, Calonico 11, Sesto 2, Marchisio (L), Shavrak 6, Mazzon 6, Bondini 2, Vitangeli 2, Pieri (L), Delle Piaggi. I All. Paolo Montagnani; II All. Alfredo Martilotti. B/V 9; B/P 10; Muro 5.

ARBITRI: Alessandro Noce, Frederik Moratti.

PARZIALI: 25-21 (’26); 25-20 (’25); 25-21 (’25); 23-25 (’25).

Domani al PalaGlobo Sora vs Tuscania

, ,

Esordio casalingo per la BioSì Indexa Sora, domenica le porte del PalaGlobo “Luca Polsinelli” si apriranno ai primi avversari della stagione invitati dall’Argos Volley per una amichevole di sicuro interesse umano e sportivo.

A inaugurare i giochi saranno gli uomini della Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania di coach Montagnani e l’appuntamento con il fischio di inizio è fissato per le ore 18,00.

La formazione viterbese sarà il secondo banco di prova stagionale per gli atleti guidati dai coach Bruno Bagnoli e Maurizio Colucci dopo l’allenamento congiunto con la Sigma Aversa dello scorso mercoledì, ottima occasione per valutare lo stato di forma della squadra al termine della sua quinta settimana di preparazione.

SuperLega da una parte e Serie A2 dall’altra, per assicurare non solo un test di forma per entrambe le compagini, ma soprattutto un grande spettacolo di pallavolo come tradizione ha voluto ogni qualvolta i due club si siano incontrati sotto rete.

Grande debutto casalingo dunque per l’allenamento congiunto con un roster che nello scorso anno era “compagno di campionato” e che ha ben figurato durante tutta la competizione.

Terzo anno in Serie A2 per la società del Presidente Pieri e rosa ridisegnata con attenzione per interpretare al meglio la difficile formula del nuovo campionato della serie a due gironi.

“Per consolidarci è stata una precisa esigenza fare una scelta tecnica di provata esperienza – spiega il Direttore Sportivo Alessandro Cappelli -, e coach Montagnani ci offre ampie garanzie per un lavoro di attenzione e qualità.
In accordo con la nuova guida tecnica abbiamo confermato Ottaviani, Shavrak, Calonico, Vitangeli e i giovani Mazzon e Pieri, potenziando il posto 4 con il ritorno in bianco blu di Buzzelli. Abbiamo cercato di dare continuità in regia con un nome di alto livello, capace di gestire la squadra e la scelta di Pinelli ci conforta; per completare la diagonale il brasiliano Maciel ci offre quel mix di potenza, esuberanza ed esperienza, unito a una grinta da trascinatore come pochi. C’è il ritorno di Marchisio nel ruolo di libero dopo che ha ben figurato tra le nostre fila due stagioni fa. Al centro il nome di Sesto vuol significare esperienza e ricostruire quel feeling con Pinelli dimostrato a Matera. A chiudere il roster due nomi che valorizzano il vivaio del Tuscania: il giovanissimo palleggiatore Dellepiaggi ben distintosi in finali nazionali di categoria e lo schiacciatore Bondini che torna in bianco blu dopo una considerevole esperienza in serie B”.

Sora in Finale, il meglio deve ancora venire

, ,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora batte la Maury’s Italiana Assicurazione Tuscania, vince Gara 3 di Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai e stacca il pass per la Finale.

Il PalaGlobo “Luca Polsinelli” una vittoria così non l’aveva mai vissuta, una gioia così non l’aveva mai provata e una festa così non l’aveva mai fatta. Ma è tutto vero, i ragazzi dei coach Soli e Colucci domenica 1 maggio scenderanno in campo per giocarsi il turno Finale, quello che assegnerà la promozione nella massima serie, la SuperLega.

Sora questa volta si fa trovare pronta all’appuntamento con la storia, gioca la sua pallavolo e mette in campo tutto quello che il suo pubblico, il suo allenatore e la sua società le chiede.

La Finale Promozione è un turno che non ha mai giocato nei sette anni di militanza in Serie A2 e dunque una Semifinale Play Off non l’aveva mai vinta, ma ora, alla quarta partecipazione, con in mano il match ball si è superata regalando alla società Argos Volley quel passo in più che da tempo si aspettava.

Fabroni e compagni hanno messo in campo ciò che mancava per essere simili alla perfezione ed è questo che gli ha permesso di chiudere la serie con solo tre gare e di regalare a tutti quel sogno sfuggito per tre volte in sei campionati.

Una grande prestazione dunque, figlia della grande continuità e della maggiore intensità con il gruppo che quest’anno è davvero l’unione e l’amalgama giusta per fare la differenza.

Al fischio d’inizio del signor Luciani Ubaldo coadiuvato dal signor Turtù Marco, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Bacca, e Santucci libero.
Coach Tofoli risponde con Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Bonami libero.

In avvio di gara Monopoli si affida al suo opposto Mrdak ma la strategia non è per il momento vincente e Sora è subito avanti 4-1. Non tarda ad arrivare il contro break con Ottaviani sugli scudi in attacco e a muro per l’aggancio e sorpasso del 5-7. Giusto il tempo di due azioni per Bacca e Hoogendoorn per rimettere tutto in parità 7-7. Si prosegue punto a punto fino al 10-11 quando con il muro a uno di capitan Fabroni ai danni di Shavrak, i padroni di casa sono di nuovo avanti 13-11. Con Rosso il vantaggio viene mantenuto fino al 17-15 quando Mrdak rimette tutto in parità e coach Soli ferma il gioco. Al rientro in campo dal time out discrezionale la Globo viaggia con una lunghezza di vantaggio grazie all’ace di Hoogendoorn non contenuto in ricezione da Bonami per il 20-19 così è la guida tecnica ospite a richiamare i suoi. Con l’altro ace di Marrazzo il tabellone segna il 22-20 e allora ancora un minuto di sospensione per coach Tofoli. Rosso manda in tilt la difesa avversaria e l’ace di Buzzelli, subentrato nel fondamentale a Giglioli, regala tre set ball al PalaGlobo. Tuscania però non molla e si ripropone insidiosamente con l’ace di Shavrak che vale 24-23 ma poi è lo stesso schiacciatore a mandare in rete la battuta che chiude il set 25-23.

Il secondo game si apre con lo stesso copione del precedente, 4-2 della Globo e la parità del 7-7 con i sestetti che provano a scappare e a rincorrersi. Con il block granitico di Hoogendoorn ai danni di Shavrak e il mani e fuori di Bacca, i ragazzi di coach Soli tornano alla conduzione 10-8. Ferma tutto mister Tofoli e dopo lo stop Calonico spezza il gioco avversario, ma il primo tempo di Giglioli riporta il servizio nella sua metà campo e lo consegna nella mani di Bacca. Turno importantissimo se non fondamentale questo con un mini break positivo che porta la Globo sul +5 del 15-10. L’allenatore ospite da un po’ di respiro a Shavrak sostituendolo con l’Under Mazzon, ma la musica non cambia con il 17-11 firmato dall’astuzia di Rosso e il 19-12 con Hoogendoorn in attacco e l’errore di Mrdak. È il momento di Sperandio che sulla rete blocca tutte le intenzioni delle bocche da fuoco avversarie per il +8 del 21-13. Tofoli cambia le carte in tavola affidando la regia del suo gioco a Hueller e un punto per volta Tuscania riduce il gap fino al 22-18, l’ace di Hoogendoorn però vale ben sei set ball. Mrdak e Hueller di seconda intenzione ne annullano due ma la palla di Bacca, spinta d’intelligenza nelle mani del muro avversario, chiude anche il secondo set in favore della Globo che con il 25-20 è a più della metà dell’opera.

Premono subito sull’accelerato i volsci mentre i ragazzi della Tuscia diventano fallosi per il 5-2 trasformato nel 7-3 dal muro di Bacca ai danni dell’opposto avversario. Grande difficoltà nella metà campo ospite che non riesce né a contenere Sora e né a contrastarla con il tabellone che sale sul 10-4. La Globo mantiene ben stretto il suo vantaggio passando per il 14-9 e 16-12. Prova a non mollare la presa la Maury’s Italiana ma Hoogendorn porta la contesa sul 20-15. La stoccata finale arriva dal centro con Giglioli che fa scrivere a referto il 23-17. Hueller manda out la battuta che vale il match e coach Tofoli chiede il Video Check forse più per parlare con i suoi, e infatti l’occhio elettronico conferma la decisione del giudice di gara per il 24-18. L’attacco di Mrdak chiude la stagione della Maury’s Italiana Assicurazione Tuscania e il tocco di seconda intenzione di capitan Fabroni il match che vale la prima storica Finale Promozione della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA 3-0

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 4, Hoogendoorn 13, Rosso 17, Bacca 7, Sperandio 3, Giglioli 3, Santucci (L), Marrazzo, Buzzelli 1, Mariano n.e, Festi, Lucarelli n.e.,Mauti n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 4, B/P 14, muri 7.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli, Mrdak 11, Ottaviani 6, Shavrak 11, Colonico 9, Esposito 4, Bonami (L), Vitangeli, Mazzon, Hueller 1, Pieri (L) n.e., Straino. I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 5, B/P 14, muri 4.

ARBITRI: Luciani Ubaldo, Turtù Marco.
ADDETTO AL VIDEO CHECK: Renzi.
SEGNAPUNTI: Racchi.

PARZIALI: 25-23; 25-20; 25-19.

CHIAMATE VIDEO CHECK

3° SET:
19-15 (attacco Mrdak)
Video Check richiesto da: Tuscania per verifica invasione a rete
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (20-15)

23-18 (battuta Hueller)
Video Check richiesto da: Tuscania per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (24-18).

Una Sora superlativa porta la serie sul 2-0

, ,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora fa sua anche gara 2 Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai.

Dominando la gara per tutti e tre i set e dunque battendo per 3-0 la Maury’s Italiana assicurazione Tuscania tra le mura ospiti del Palazzetto dello Sport di Montefiascone, Fabroni e compagni allungano la serie che vale la Finale Promozione.

I ragazzi di coach Paolo Tofoli non hanno venduto cara la pelle come in gara 1 risultando meno incisivi non riuscendo a rimettere il turno in discussione o a impensierire la Globo che è stata superlativa in tutti i fondamentali. La superiorità emerge dai dati statistici che testimoniano un attacco micidiale (64%) con in cattedra il best scorer Sjoerd Hoogendoorn (20 punti) e lo schiacciatore Mattia Rosso (17 punti) anche se una grande nota di merito va a Daniel Bacca con l’83% in attacco e il 48% in ricezione. La differenza impressionante riguarda il muro con Sora a firmare ben 13 block e Tuscania solo 2.

Quella giocata nella “Bolgia” però è stata davvero una bella gara dove tutti i presenti hanno dimostrato grandi cose: Tuscania che è una compagine che ha valore e che non mollerà la presa; Sora conferma di avere un grande gruppo con un grande carattere oltre a capacità atletico-tecniche indiscutibili che uniti alla tenacia portano a questi risultati; e poi ci sono state loro, le due tifoserie, tanto calde da essere sicuramente il settimo uomo in campo per entrambi i sestetti.

Al fischio d’inizio del signor Saltalippi Fabrizio coadiuvato dal signor Rolla Massimo, la guida tecnica della Tuscia, Paolo Tofoli, schiera in campo Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Bonami libero. Coach Fabio Soli risponde con Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Bacca, e Santucci libero.

Con Monopoli al servizio Tuscania apre il match mettendo a segno un mini break positivo di 3-0, e con Mrdak segna sul tabellone luminoso il 4-1. La battuta finalmente torna nella metà campo sorana e nelle mani esperte di capitan Fabroni si trasforma in un turno dal parziale di 5-0. Aggancio e sorpasso dunque guidato sulla rete da Hoogendoorn e spettacolarizzato dal rigore di Rosso servito dalla ricezione lunga di Shavrak per il 4-6 trasformato nel 5-8 da un’azione fotocopia con Bacca allo slash su ricezione alta sulla rete di Bonami. Interrompe il gioco la guida tecnica locale ma al rientro in campo Sora continua a viaggiare con 4 lunghezze di vantaggio che diventano 5 sul 9-14. Esposito lavora bene per il cambio palla che manda al servizio Shavrak e con questa arriva anche la prima chiamata del Video Check che conferma la decisione arbitrale della palla out. Il game prosegue punto a punto con coach Tofoli che prova a dare indicazioni ai suoi ma la Globo picchia duro in battuta per il 17-23. Mazzon subentrato al servizio, aiutato dal nastro, mette a segno un ace con il quale prova a rilanciare la Maury’s ma i suoi compagni non riescono a dare continuità al buon gioco con Hoogendoorn che regala invece a Sora cinque set ball. Ci impiega pochi secondi Mattia Rosso a chiudere il primo set con l’ace che mette a referto il 19-25.

Stesso copione ma a parti inverse in avvio del secondo game con i volsci avanti 0-4 grazie al suo opposto in attacco e il centrale Giglioli a murare le intenzioni di Shavrak, ma diversamente da quanto accaduto nel set precedente, la Globo continua a macinare punti per l’1-8. Al technical time out gli ospiti ci arrivano facendo segnare un vantaggio di 9 lunghezze, quello del 3-12 chiuso dal granitico muro di Sperandio a inchiodare Mrdak. Sora mantiene stretta il suo margine fino all’8-17 quando mister Tofoli sostituisce la sua diagonale con l’opposto Mazzon che sull’imbarazzante 11-21 prende in mano la situazione guadagnando il cambio palla e andando al servizio. Dopo i due ace consecutivi di capitan Fabroni infatti, il posto 2 della Tuscia non fa rimpiangere Mrdak rosicchiando punti importanti per il 16-21. Ci pensa Bacca a ristabilire il trend ospite prima a muro su Shavrak e poi con l’attacco che vale il 16-24. Vitangeli riporta nella sua metà campo il servizio ma Straino subentrato a Ottaviani nel fondamentale la manda in rete per il 17-25.

In vantaggio per due set a zero Sora torna in campo con lo stesso ritmo nelle gambe e nella testa per il nuovo 1-4 realizzato da Rosso in attacco. Protesta il sestetto di Tofoli per questa decisione arbitrale e richiede il Video Check che però sulla chiamata del tocco del muro del signor Saltalippi non può essere richiesto. 1-5 e la guida tecnica locale richiama i suoi ragazzi i quali seguendo le indicazioni rimettono in parità il game 4-5. 7-7 e anche coach Soli ferma il gioco per un minuto dopo il quale la Globo torna alla conduzione 7-9 facendo suonare la sirena dello stop obbligatorio. Sale in cattedra Ottaviani con l’ace del 13-12 ma risponde allo stesso modo l’altro capitano, Fabroni per il nuovo sorpasso del 13-15. 14-17 e secondo time out discrezionale per Tofoli che sa che questo è il momento di riagganciare il punteggio per non rischiare che Sora dilaghi, ma è proprio così. Prima con il 15-19 e poi con il 16-22 tutto autografato da uno stratosferico Hoogendorn best scorer con 20 punti totali di cui 2 ace e 3 muri. L’ultimo grido della Maury’s lo lancia Mrdak che con un attacco e due ace riaccende le speranze sul 20-23 ma poi manda in rete la battuta che vale a Sora 4 match ball. Ci pensa Rosso a chiudere subito 20-25 e a dare appuntamento a mercoledì prossiomo alle ore 20,30 al PalaGlobo “Luca Polsinelli” per gara3.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA 0-3

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 3, Hoogendoorn 20, Rosso 17, Bacca 6, Sperandio 4, Giglioli 5, Santucci (L), Marrazzo n.e., Buzzelli n.e., Festi n.e., Mariano n.e., Lucarelli n.e.,Mauti n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 6, B/P 9, muri 13.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli 1, Mrdak 13, Ottaviani 7, Shavrak 8, Colonico 1, Esposito 4, Bonami (L), Vitangeli 3, Mazzon 3, Hueller n.e., Pieri (L) n.e., Straino. I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 5, B/P 11, muri 2.

ARBITRI: Saltalippi Fabrizio, Rolla Massimo.
ADDETTO AL VIDEO CHECK: Renzi.
SEGNAPUNTI: Racchi.

PARZIALI: 19-25; 17-25; 20-25.

CHIAMATE VIDEO CHECK
1° SET:
10-14 (Battuta Shavrak) richiesto da Tuscania per verifica in/out.
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (10-15)

2° SET

3-9 (Attacco Calonico) Video Check richiesto da Tuscania per verifica invasione rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (3-10)

13-21 (Attacco Ottaviani) Video Check richiesto da Sora per verifica invasione rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (14-21)

3° SET
1-0 Video Check richiesto da Sora per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Sora (2-0)

16-20 (Battuta Hoogendoorn) richiesto da Tuscania per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (16-21).

Su gara 2 entrambi i coach non hanno dubbi, sarà una battaglia

, ,

Dopo aver messo a segno il primo colpo nella Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai, la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è pronta ad affrontare nuovamente la Maury’s Italiana assicurazione Tuscania tra le mura ospiti del Palazzetto dello Sport di Montefiascone.

Domenica alle ore 18,00 i due club laziali scenderanno nella “Bolgia” per gara 2 e se da un lato Fabroni e compagni faranno l’impossibile per incrementare il vantaggio e quindi portare la serie sul 2-0, i ragazzi di coach Tofoli venderanno cara la pelle per rimettere in discussione il turno che vale il pass per la Finale al meglio delle cinque gare.

“Questa gara ha rispecchiato pienamente quelli che sono i play off – dice coach Fabio Soli -, ogni set è una partita a se e l’importante è mettere a terra l’ultima palla.
I miei ragazzi mercoledì sono stati incredibili soprattutto dopo quello che è stato il terzo set perché partite così spesso vengono abbandonate al proprio corso e chiuse in quattro set. Abbiamo fatto un vero e proprio miracolo in un match che ha dimostrato per l’ennesima volta che il ranking di fine campionato non conta niente. Gli atleti scesi in campo hanno mostrato la loro spavalderia e hanno vinto una partita importantissima, quindi non posso che ringraziarli per aver provato per l’ennesima volta di essere un grande gruppo con un grande carattere.
Gara 2 sarà ancora più complicata con Tuscania che ha mostrato il suo valore mettendoci in difficoltà e con il campo che è stato ostico per molte squadre compresa la nostra nella settima giornata del girone di ritorno della regular season. In gara 1 anno giocato un’ottima pallavolo e hanno avuto coraggio, tenendo bene in alcune situazioni nelle quali abbiamo provato ad aggredire.
In questi giorni abbiamo riposato un po’ e fatto tesoro di tutte le dinamiche vissute mercoledì, ci siamo anche preparati alla battaglia con lo stesso gioco di oggi ma con molta più tenacia e pazienza”.

“Gara 1 é stata lunga e combattuta, giocata palla su palla e la differenza è stata minima – spiega il coach della Tuscia, Paolo Tofoli. Sora è stata brava a portarsi subito sull’1-0 nella serie ora sta a noi pareggiare i conti. Dal canto nostro abbiamo sbagliato troppe battute mercoledì e quindi sicuramente dovremo lavorare sul fondamentale molto di più di quanto non abbiamo già fatto, ma soprattutto, mentre i nostri avversari sono stati molto più bravi nei momenti in cui c’è bisogno di un guizzo del singolo, e ci ha pensato Rosso (32 punti totali messi a referto).
Nel prossimo match quello che dobbiamo fare è essere più spregiudicati e tenaci, caratteristiche che appartengono alla squadra di Soli e che sicuramente fanno la differenza. Domenica ci aspetta un’altra battaglia ma noi ce la metteremo tutta per portarla a casa e pareggiare i conti”.

Anche uno degli atleti protagonisti del match la pensa allo stresso modo:

La gara è stata difficilissima, tanto che sul 2-1 per loro stavamo per mollare – spiega lo schiacciatore ed ex in campo Pierlorenzo Buzzelli. Fortunatamente però, ne siamo usciti fuori al meglio, riprendendo anche un tie break che sul 6-8 sembrava ormai andato. Abbiamo viaggiato punto a punto e in queste situazioni a fare la differenza è il singolo, e Rosso per noi ha fatto la differenza.
Abbiamo vinto gara 1, ma adesso ci aspetta un match ancora più complicato. In campionato sul campo di Tuscania abbiamo perso 3-0 e conosciamo bene quanto l’ambiente con il suo calore sia ostico, per cui andremo lì con molta grinta e adrenalina sperando di allungare la serie.
Dopo i cinque set di mercoledì abbiamo avuto bisogno di riposare e riprendere le forze, ma da venerdì siamo tornati in palestra per limare quelli che sono stati i nostri errori studiando al meglio la partita per non commetterli nuovamente”.

Sora fa sua gara 1

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora mette a segno il primo colpo nella Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai. Battendo per 3-2 la Maury’s Italiana assicurazione Tuscania tra le mura amiche del PalaGlobo “Luca Polsinelli” si porta avanti nella serie che si concluderà al meglio delle cinque gare e che si giocherà ogni tre giorni.

Match avvincente quello di gara 1 con Tuscania che si conferma formazione di valore e agguerrita al punto giusto da impensierire Sora la quale però ha lottato senza paura e ha vinto con la forza del talento di squadra un match che nel terzo set sembrava già scritto.
Con la quadratura del sestetto della Tuscia da una parte del campo e con l’ottimo carattere di squadra dall’altro, a guadagnarci è lo spettacolo della pallavolo che sotto i riflettori di un PalaGlobo sold out ha mandato letteralmente in visibilio tutto il pubblico attento e caloroso per due ore e mezza.

La novità di questo nuovo atto di post season, più per Tuscania che per Sora che ha già avuto modo di sperimentarlo nella Finale di Coppa Italia, è il Video Check, che con il suo occhio tecnologico a partire da questo mercoledì e fino alla finalissima, sarà presente anche sui campi di Serie A2. E oggi, al suo esordio al PalaGlobo “Luca Polsinelli”, ben dodici sono state le chiamate fatte mettere a referto dall’Addetto al Video Check, signor Gurgone.

Al fischio d’inizio del signor Zingaro Marco Riccardo coadiuvato dalla signora Fretta Elisa, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Bacca, e Santucci libero.
Coach Tofoli risponde con Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Bonami libero.

La battuta di Monopoli apre il match e l’attacco di Shavrak il punto a punto che accompagnerà il set fino all’8-9. A concedersi il primo tentativo di fuga è Tuscania che fa suonare la sirena dello stop obbligatorio sul 10-12 ma al rientro in campo con un mini break positivo dal parziale di 3-0 autografato da Hoogendoorn a segno dai nove metri e dalla seconda linea, Sora ribalta la situazione passando in vantaggio 15-14. Dopo il time out discrezionale richiesto da coach Tofoli, Fabroni e compagni continuano a spingere sull’acceleratore per il 17-15 e 19-16. Rincorrono bene i ragazzi della Tuscia per il 19-18 ma la Globo ristabilisce nuovamente le distanze con Rosso per il +3 del 21-18. Interrompe il gioco coach Tofoli e dopo la pipe di Shavrak e il diagonale di Ottaviani, lo fa anche mister Soli. Il tabellone sembra sorridere ai padroni di casa sul 23-21 ma Mrdak ottiene il cambio palla che manda Calonico al servizio dove autografa l’ace che vale il set ball. Prontamente Bacca annulla portando il game ai vantaggi ma dopo l’errore al servizio Shavrak porta i suoi avanti un set a zero archiviando il parziale 24-26.

Continua a picchiare duro Tuscania anche nel secondo game che si avvia con il 2-0 di Rosso e Giglioli ma viene rimesso subito in parità da Esposito e poi invertito di rotta dagli errori locali che fanno segnare il 5-9. Coach Soli manda in campo Mariano al posto di Bacca, e dopo l’attacco del suo opposto e l’ace di Sperandio, il gap da recuperare scende a -2 dell’8-10 e resterà così fino al 12-14 autografato ancora da Sperandio questa volta a murare con una mano il pari ruolo Esposito. Cambia ancora le sue pedine la guida tecnica sorana inserendo Buzzelli in posto 2 e dando così un po’ di respiro a Hoogendoorn. Sono due mini break targati Sora a caratterizzare la parte centrale di questo set che con Rosso all’ace si porta sul 15-16 e poi, con tre muri consecutivi di Mariano e Giglioli ai danni Mrdak, sul 18-17. L’ago della bilancia sembra non pendere da nessuna delle due parti fino al 22-21 quando Rosso regala al PalaGlobo due attacchi vincenti consecutivi che si traducono in tre palle set. Il sestetto di coach Tofoli non mostra alcun segno di cedimento con Ottaviani che annulla due delle tre possibilità, ma è ancora lui il finalizzatore chiave del game, Mattia Rosso che da posto due chiudendo il 25-23 rimette la contesa in parità.

1-1 e Globo che torna in campo confermando Mariano per Bacca e Buzzelli per Hoogendoorn. La Maury’s continua a esprimersi su alti livelli mentre la Globo diventa fallosa e concede troppo terreno all’avversario che ne approfitta allungando subito il passo 3-7. Nonostante i muri di Sperandio e i tocchi d’esperienza di seconda intenzione di capitan Fabroni, dopo lo stop obbligatorio gli ospiti sono ancora avanti di 4 lunghezze, 9-13. Cambio in regia per coach Soli e al centro con Festi al posto di Sperandio e intanto Tuscania fa salire a +8 il suo vantaggio, 11-19. Buzzelli ottiene il cambio palla e i muri di Giglioli a bloccare sulla rete le intenzioni di Ottaviani e Mrdak rosicchiano distanze importanti purtroppo non seguiti da altri break positivi. E così, dopo uno strano punto a punto, gli ospiti fanno proprio il terzo set 19-25.

Stesso copione per l’avvio del quarto parziale con l’1-4 che costringe coach Soli a interrompere il gioco e schiarire le idee ai suoi ragazzi. Al rientro in campo infatti arriva il contro break con Rosso alla pipe e Mariano all’ace per la parità del 4-4. 6-7 e Sora cambia musica con il suo capitano dai nove metri a suonarle di santa ragione alla ricezione avversaria che non riesce a contenerlo per il sorpasso del 10-7. 12-9 allo stop obbligatorio con Mariano a vincere un contrasto a muro con la prima linea avversaria e ancora 15-12 con lo slash dello stesso schiacciatore finalizzato di prima intenzione da Rosso. Un paio di errori locali sembrano rimettere tutto in discussione sul 17-16 ma questa volta è la determinazione dei sorani ad avere la meglio con l’ace di Marrazzo e gli attacchi dell’ex Buzzelli a ristabilire il margine di vantaggio che il sestetto di coach Soli incrementerà fino al +5 del 25-20 finale che porta tutti al tie break dopo uno scoppiettante ed entusiasmate finale di set.

Le squadre continuano ad equivalersi anche nel tie break che Buzzelli porta sull’1-2 e 2-3. Monopoli e Fabroni servono e inventano i loro schemi migliori per il punto a punto che sul 5-6 vede Mariano insaccare il muro di Monopoli con la famosa palla del postino e sul 7-8 Rosso murare Esposito. Con Mariano a murare per due volte consecutive Mrdak, Sora imprime una bellla accelerata per il sorpasso dell’11-10 che riapre l’ennesimo punto a punto interrotto solo dai time out discrezionali richiesti dai coach. Rosso regala ai suoi la prima possibilità match l’opposto della Tuscia porta il quinto set ai vantaggi. Le bocche da fuoco sorane sfoderano colpi eccellenti per il 18-18. Mrdak manda out il servizio e la Globo, dopo due ore e mezza di gioco, decide che è ora di chiudere la pratica gara 1 e con Rosso per il 20-18 è vittoria match per 3-2.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA 3-2

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 3, Hoogendoorn 10, Rosso 32, Mariano 12, Sperandio 9, Giglioli 10, Santucci (L), Marrazzo 1, Bacca 4, Buzzelli 13, Festi, Lucarelli n.e.,Mauti n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 7, B/P 22, muri 14.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli 2, Mrdak 18, Ottaviani 11, Shavrak 17, Colonico 14, Esposito 11, Bonami (L), Vitangeli, Anselmi n.e., Mazzon, Hueller n.e., Pieri (L) n.e., Straino n.e.. I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 5, B/P 14, muri 7.

ARBITRI: Talento Matteo, Gasparro Mariano.
ADDETTO AL VIDEO CHECK: Graziano Gurgone.
SEGNAPUNTI: Azzolina.

PARZIALI: 24-26; 25-23; 19-25; 25-20; 20-18.

CHIAMATE VIDEO CHECK

1° SET:
6-7 (battuta Hoogendoorn)
Video Check richiesto da: Tuscania per verifica fallo al servizio
Decisione arbitrale impossibile da giudicare – azione da ripetere

24-25 (battuta Hoogendoorn)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (25-25)

2° SET:
5-6 (attacco Rosso)
Video Check richiesto da: Tuscania per verifica invasione a rete
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (5-7)

10-13 (attacco Shavrak)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (11-13)

19-19 (battuta Calonico)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (20-19)

3° SET:
3-6 (muro Calonico)
Video Check richiesto da: Tuscania per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (3-7)

14-19 (attacco Shavrak)
Video Check richiesto da: Sora per verifica invasione a rete
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Tuscania (14-20)

4° SET:
16-13 (4 tocchi)
Video Check richiesto da: Sora per verifica invasione a rete
Decisione arbitrale impossibile da giudicare – azione da ripetere

20-18 (attacco Shavrak)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (21-18)

5° SET:
5-7 (battuta)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (6-7)

17-16 (attacco Esposito)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (17-17)

17-18 (attacco Rosso)
Video Check richiesto da: Sora per verifica invasione a rete
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (17-18)

Mercoledì al PalaGlobo gara 1 Semifinale Play Off

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è pronta a tuffarsi nella Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai, turno che aprirà mercoledì sera alle ore 20,30 al PalaGlobo “Luca Polsinelli” contro la Maury’s Italiana assicurazione Tuscania.

Dopo aver chiuso la serie dei Quarti in due gare e disputando solo sei set contro il Volley Potentino di Potenza Picena, a distanza di una settimana Fabroni e compagni tornano in campo per proseguire il loro cammino in questo settantesimo Campionato Nazionale di serie A2.

Per la quarta partecipazione a una Semifinale Play Off Promozione in sette anni di militanza in Serie A2, dall’altra parte della rete, come nella Semifinale della Del Monte Coppa Italia dello scorso 27 gennaio, la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania vincitrice del suo Quarto (3-2; 1-3) che l’ha vista contrapposta alla Emma Villas Siena.
Vibo Valentia, Sora, Reggio Emilia e Tuscania sono le squadre qualificate direttamente alle Semifinali senza passare per gara 3 grazie alle vittorie rispettivamente su Cantù, Potenza Picena, Civita Castellana e Siena, con gli accoppiamenti che prevedono la Tonno Callipo sfidare la Conad e la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora vs la Maury’s Italiana Assicurazioni.

“Anche quest’anno ci ripresentiamo ai play off – spiega il General Manager Adi Lami -, con il fine di raggiungere un obiettivo importante che cerchiamo da anni, ovviamente Tuscania permettendo. Dopo la bella prova nei quarti contro Potenza Picena ci aspetta un’altra compagine molto solida e che ha dei meccanismi già rodati. Il club viterbese ha avuto la fortuna di non avere defezioni durante l’anno potendo così oliare gli ingranaggi e cercare la quadratura perfetta durante tutta la stagione. Ad oggi si presentano a questa semifinale play off con la volontà di fare il meglio possibile, di esporsi in una vetrina importante sia per gli atleti quanto per la società stessa. Tuscania ha disputato un campionato eccellente portando a casa il terzo posto, arrivando in Semifinale di Coppa Italia e ora tra le prime quattro di questa fase del post season.
Sarà uno step dalle mille insidie e tutto quello che ne verrà fuori sarà merito di un gruppo coeso a cui tutti hanno dato il loro indispensabile apporto, dalle vecchie leve ai nuovi acquisti”.

“I Quarti di Finale Play Off hanno rappresentato una bella rivincita dopo i precedenti della scorsa stagione – sottolinea coach Fabio Soli. Sono molto soddisfatto del gioco espresso dai miei ragazzi e dal fatto di averli visti divertirsi sul parquet, lottare senza paura e con la forza del talento di squadra. Ora ci aspetta una serie di gare molto difficili con Tuscania che ha dimostrato durante la regular season di essere una formazione di valore e agguerrita abbastanza da poter impensierire ogni avversario. Noi ci stiamo preparando con un training non troppo carico per non appesantire le gambe in vista degli incontri che determineranno la finalista per la promozione in Superlega.
Mi aspetto dei match avvincenti dove nessuno mollerà facilmente”.

La novità di questo turno della post season è il Video Check che con il suo occhio, a partire da mercoledì sera, sarà presente anche nella Serie A2 con 12 telecamere sui campi delle semifinaliste.
Il Video Check può essere richiesto due volte per ogni set da ciascun allenatore entro 7 secondi dal termine dell’azione con la richiesta che può essere avanzata solo dalla squadra che ha perso l’azione a seguito della decisione arbitrale.
Se il controllo delle immagini porta a una modifica della decisione arbitrale in favore della squadra che lo ha richiesto, il numero delle “chiamate” a disposizione per la squadra richiedente rimarrà inalterato per quel set; qualora invece venga confermata l’iniziale decisione arbitrale, il numero di chiamate a disposizione della squadra richiedente verrà ridotto di uno. Eventuali richieste di Video Check non avanzate in un set non sono cumulabili nei set successivi.
Ogni squadra può richiedere la verifica tramite Video Check per un solo fallo di gioco: palla dentro o palla fuori, ossia per la posizione del pallone quando tocca il terreno. La richiesta viene effettuata formando una lettera “C” con il pollice e l’indice. Il fallo di servizio, con particolare riferimento alla regola 12.4.3, che prevede: “nel momento in cui colpisce la palla o dello slancio per un servizio al salto, il battitore non deve toccare il terreno di gioco (linea di fondo inclusa) o il suolo all’esterno della zona di servizio”. La richiesta viene effettuata formando una lettera “C” con il pollice e l’indice accompagnata dal gesto della stessa mano che batte sull’altra a simulare l’impatto con la linea di fondo campo.
Il tocco falloso fallo di rete da parte di un giocatore. Può essere richiesta la verifica della sola azione che “chiude il punto”. La richiesta viene effettuata formando una lettera “C” con il pollice e l’indice che toccano l’avambraccio opposto alzato a simulare il tocco di rete.

Sora non torna a sorridere

,

Non torna a sorridere la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che in trasferta sull’insidioso campo della Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania cade sul 3-0.

Nessun timore per i ragazzi di coach Soli nel rettangolo da gioco della “Bolgia” di Montefiascone ma purtroppo ancora vittime dei troppi errori che hanno innestato la marcia in più nella testa, nelle gambe e soprattutto nel risultato avversario.
Svanisce dunque in un colpo solo la possibilità di conquistare punti preziosi utili alla corsa play off, e la vetta della serie dopo lo scivolone di mezzogiorno di Vibo Valentia ammutolito dal 3-0 subito dal Club Italia. Stessa sorte dunque per le prime della classe che mestamente tornano a casa a mani vuote.
La settima giornata del girone di ritorno preannunciava una gara davvero scomoda per Fabroni e compagni e così è stata contro un Tuscania che ha concesso davvero poco spazio, che ha difeso bene e sfruttato al meglio tutte le situazioni favorevoli sia quelle che si è creata che quelle cha ha avuto in regalo.

Al fischio d’inizio del signor Puletti Francesco coadiuvato dal signor Oranelli Alessandro, la guida tecnica locale, mister Tofoli schiera in campo Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Bonami libero. Coach Soli risponde con capitan Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.

La battuta di Shavrak apre il match ed Esposito lo porta sul 3-1. Rosso pareggia subito i conti e, dopo l’ace di Mrdak e il muro a 3 della prima linea sorana ai danni dello stesso opposto è 5-5. Con tre errori degli ospiti la Maury’s Italiana torna avanti 11-8 ma dopo l’attacco out di Ottaviani la Globo inanella un break positivo che le permette di far suonare la sirena dello stop obbligatorio in vantaggio 11-12. Al rientro in campo si apre un punto a punto spezzato dal +2 locale che suggerisce a coach Soli l’interruzione del gioco che però non sortisce l’effetto desiderato. Al rientro in campo infatti Tuscania continua a premere il piede sull’acceleratore salendo sul +4 del 19-15. Dopo il secondo time out discrezionale richiesto dalla guida tecnica sorana è 21-17 ma Hoogendoorn conquista il cambio palla che apre il turno positivo che porta i suoi all’aggancio del 22-21 con Rosso sulla rete. Purtroppo le belle giocate della Globo terminano qui per questo primo set chiuso da Tuscania 25-21 con l’aiuto di qualche errore avversario di troppo.

Il secondo game si apre con un 3-0 bloccato da coach Soli con la chiamata del time out discrezionale, ma Tuscania dilaga con un 7-1 che ammutolisce. Mister Soli manda Bacca in campo al posto di Mariano e Fabroni di seconda intenzione fa segnare sul tabellone il punto numero due. Si gioca palla su palla con Hoogendoorn e Bacca a segno per la Globo per il 12-7 dello stop obbligatorio e poi ancora senza nbessuna inversione di rotta fino al 17-12. L’allenatore ospite chiama il cambio mandando in campo l’ex Buzzelli al posto di Hooghendoorn e, con un turno positivo che finalmente arriva, il set si rimette in discussione 19-16. Buzzelli e Sperandio per il 21-18 che fa chiamare a coach Tofoli il time out discrezionale ma poi però Sora non trova il piglio giusto per l’aggancio con il secondo set che va a chiudersi così, con l’attacco di Mrdak, 25-21.

Sotto di due set Sora torna in campo con Buzzelli titolare che al palazzetto di Montefiascone mette in scena un personalissimo show con 5 punti consecutivi per il 3-5. 6-9 e Mrdak apre il mini break positivo che ridà parità al game 9-9 che con gli errori sorani sale sul 12-10. Recupera subito la Globo con il rigore di Bacca che vale la nuova parità del 13 ma il turno positivo di Monopoli riporta l’ago della bilancia a pendere per Tuscania 18-14. Tutto da rifare per Marrazzo, appena mandato in campo dal suo allenatore, e compagni che fino al 22-18 non riesco ad andare oltre il punto a punto. Buzzelli suona la carica e l’ace di Sperandio riapre set e match 22-21. È ancora lui, l’opposto ex Tuscania a fare il bel tempo in casa Globo che, dopo il suo attacco vincente e il punto diretto dai nove metri, ha la prima possibilità di chiudere il set sul 23-24. Annulla prontamente la Maury’s, e dopo errori e belle giocate da entrambi i lati del campo è 27-27. Il vero problema di questa Sora sono gli errori che commette come che sono poi anche la vera marcia in più di Tuscania alla quale regala il 29-27 e il match per 3-0.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-0

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli 1, Mrdak 20, Ottaviani 7, Shavrak 11, Colonico 4, Esposito 7, Bonami (L), Vitangeli, Anselmi n.e., Mazzon, Hueller n.e., Pieri (L) n.e., Straino n.e.. I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 5, B/P 9, muri 6.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 3, Hoogendoorn 7, Rosso 10, Mariano, Sperandio 9, Giglioli 3, Santucci (L), Marrazzo, Bacca 5, Buzzelli 15, Festi, Lucarelli n.e.,Mauti n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 2, B/P 15, muri 4.

ARBITRI: Puletti Francesco, Oranelli Alessandro.

PARZIALI: 25-21; 25-21; 29-27.