Articoli

Su gara 2 entrambi i coach non hanno dubbi, sarà una battaglia

, ,

Dopo aver messo a segno il primo colpo nella Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai, la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è pronta ad affrontare nuovamente la Maury’s Italiana assicurazione Tuscania tra le mura ospiti del Palazzetto dello Sport di Montefiascone.

Domenica alle ore 18,00 i due club laziali scenderanno nella “Bolgia” per gara 2 e se da un lato Fabroni e compagni faranno l’impossibile per incrementare il vantaggio e quindi portare la serie sul 2-0, i ragazzi di coach Tofoli venderanno cara la pelle per rimettere in discussione il turno che vale il pass per la Finale al meglio delle cinque gare.

“Questa gara ha rispecchiato pienamente quelli che sono i play off – dice coach Fabio Soli -, ogni set è una partita a se e l’importante è mettere a terra l’ultima palla.
I miei ragazzi mercoledì sono stati incredibili soprattutto dopo quello che è stato il terzo set perché partite così spesso vengono abbandonate al proprio corso e chiuse in quattro set. Abbiamo fatto un vero e proprio miracolo in un match che ha dimostrato per l’ennesima volta che il ranking di fine campionato non conta niente. Gli atleti scesi in campo hanno mostrato la loro spavalderia e hanno vinto una partita importantissima, quindi non posso che ringraziarli per aver provato per l’ennesima volta di essere un grande gruppo con un grande carattere.
Gara 2 sarà ancora più complicata con Tuscania che ha mostrato il suo valore mettendoci in difficoltà e con il campo che è stato ostico per molte squadre compresa la nostra nella settima giornata del girone di ritorno della regular season. In gara 1 anno giocato un’ottima pallavolo e hanno avuto coraggio, tenendo bene in alcune situazioni nelle quali abbiamo provato ad aggredire.
In questi giorni abbiamo riposato un po’ e fatto tesoro di tutte le dinamiche vissute mercoledì, ci siamo anche preparati alla battaglia con lo stesso gioco di oggi ma con molta più tenacia e pazienza”.

“Gara 1 é stata lunga e combattuta, giocata palla su palla e la differenza è stata minima – spiega il coach della Tuscia, Paolo Tofoli. Sora è stata brava a portarsi subito sull’1-0 nella serie ora sta a noi pareggiare i conti. Dal canto nostro abbiamo sbagliato troppe battute mercoledì e quindi sicuramente dovremo lavorare sul fondamentale molto di più di quanto non abbiamo già fatto, ma soprattutto, mentre i nostri avversari sono stati molto più bravi nei momenti in cui c’è bisogno di un guizzo del singolo, e ci ha pensato Rosso (32 punti totali messi a referto).
Nel prossimo match quello che dobbiamo fare è essere più spregiudicati e tenaci, caratteristiche che appartengono alla squadra di Soli e che sicuramente fanno la differenza. Domenica ci aspetta un’altra battaglia ma noi ce la metteremo tutta per portarla a casa e pareggiare i conti”.

Anche uno degli atleti protagonisti del match la pensa allo stresso modo:

La gara è stata difficilissima, tanto che sul 2-1 per loro stavamo per mollare – spiega lo schiacciatore ed ex in campo Pierlorenzo Buzzelli. Fortunatamente però, ne siamo usciti fuori al meglio, riprendendo anche un tie break che sul 6-8 sembrava ormai andato. Abbiamo viaggiato punto a punto e in queste situazioni a fare la differenza è il singolo, e Rosso per noi ha fatto la differenza.
Abbiamo vinto gara 1, ma adesso ci aspetta un match ancora più complicato. In campionato sul campo di Tuscania abbiamo perso 3-0 e conosciamo bene quanto l’ambiente con il suo calore sia ostico, per cui andremo lì con molta grinta e adrenalina sperando di allungare la serie.
Dopo i cinque set di mercoledì abbiamo avuto bisogno di riposare e riprendere le forze, ma da venerdì siamo tornati in palestra per limare quelli che sono stati i nostri errori studiando al meglio la partita per non commetterli nuovamente”.

Sora fa sua gara 1

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora mette a segno il primo colpo nella Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai. Battendo per 3-2 la Maury’s Italiana assicurazione Tuscania tra le mura amiche del PalaGlobo “Luca Polsinelli” si porta avanti nella serie che si concluderà al meglio delle cinque gare e che si giocherà ogni tre giorni.

Match avvincente quello di gara 1 con Tuscania che si conferma formazione di valore e agguerrita al punto giusto da impensierire Sora la quale però ha lottato senza paura e ha vinto con la forza del talento di squadra un match che nel terzo set sembrava già scritto.
Con la quadratura del sestetto della Tuscia da una parte del campo e con l’ottimo carattere di squadra dall’altro, a guadagnarci è lo spettacolo della pallavolo che sotto i riflettori di un PalaGlobo sold out ha mandato letteralmente in visibilio tutto il pubblico attento e caloroso per due ore e mezza.

La novità di questo nuovo atto di post season, più per Tuscania che per Sora che ha già avuto modo di sperimentarlo nella Finale di Coppa Italia, è il Video Check, che con il suo occhio tecnologico a partire da questo mercoledì e fino alla finalissima, sarà presente anche sui campi di Serie A2. E oggi, al suo esordio al PalaGlobo “Luca Polsinelli”, ben dodici sono state le chiamate fatte mettere a referto dall’Addetto al Video Check, signor Gurgone.

Al fischio d’inizio del signor Zingaro Marco Riccardo coadiuvato dalla signora Fretta Elisa, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Bacca, e Santucci libero.
Coach Tofoli risponde con Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Bonami libero.

La battuta di Monopoli apre il match e l’attacco di Shavrak il punto a punto che accompagnerà il set fino all’8-9. A concedersi il primo tentativo di fuga è Tuscania che fa suonare la sirena dello stop obbligatorio sul 10-12 ma al rientro in campo con un mini break positivo dal parziale di 3-0 autografato da Hoogendoorn a segno dai nove metri e dalla seconda linea, Sora ribalta la situazione passando in vantaggio 15-14. Dopo il time out discrezionale richiesto da coach Tofoli, Fabroni e compagni continuano a spingere sull’acceleratore per il 17-15 e 19-16. Rincorrono bene i ragazzi della Tuscia per il 19-18 ma la Globo ristabilisce nuovamente le distanze con Rosso per il +3 del 21-18. Interrompe il gioco coach Tofoli e dopo la pipe di Shavrak e il diagonale di Ottaviani, lo fa anche mister Soli. Il tabellone sembra sorridere ai padroni di casa sul 23-21 ma Mrdak ottiene il cambio palla che manda Calonico al servizio dove autografa l’ace che vale il set ball. Prontamente Bacca annulla portando il game ai vantaggi ma dopo l’errore al servizio Shavrak porta i suoi avanti un set a zero archiviando il parziale 24-26.

Continua a picchiare duro Tuscania anche nel secondo game che si avvia con il 2-0 di Rosso e Giglioli ma viene rimesso subito in parità da Esposito e poi invertito di rotta dagli errori locali che fanno segnare il 5-9. Coach Soli manda in campo Mariano al posto di Bacca, e dopo l’attacco del suo opposto e l’ace di Sperandio, il gap da recuperare scende a -2 dell’8-10 e resterà così fino al 12-14 autografato ancora da Sperandio questa volta a murare con una mano il pari ruolo Esposito. Cambia ancora le sue pedine la guida tecnica sorana inserendo Buzzelli in posto 2 e dando così un po’ di respiro a Hoogendoorn. Sono due mini break targati Sora a caratterizzare la parte centrale di questo set che con Rosso all’ace si porta sul 15-16 e poi, con tre muri consecutivi di Mariano e Giglioli ai danni Mrdak, sul 18-17. L’ago della bilancia sembra non pendere da nessuna delle due parti fino al 22-21 quando Rosso regala al PalaGlobo due attacchi vincenti consecutivi che si traducono in tre palle set. Il sestetto di coach Tofoli non mostra alcun segno di cedimento con Ottaviani che annulla due delle tre possibilità, ma è ancora lui il finalizzatore chiave del game, Mattia Rosso che da posto due chiudendo il 25-23 rimette la contesa in parità.

1-1 e Globo che torna in campo confermando Mariano per Bacca e Buzzelli per Hoogendoorn. La Maury’s continua a esprimersi su alti livelli mentre la Globo diventa fallosa e concede troppo terreno all’avversario che ne approfitta allungando subito il passo 3-7. Nonostante i muri di Sperandio e i tocchi d’esperienza di seconda intenzione di capitan Fabroni, dopo lo stop obbligatorio gli ospiti sono ancora avanti di 4 lunghezze, 9-13. Cambio in regia per coach Soli e al centro con Festi al posto di Sperandio e intanto Tuscania fa salire a +8 il suo vantaggio, 11-19. Buzzelli ottiene il cambio palla e i muri di Giglioli a bloccare sulla rete le intenzioni di Ottaviani e Mrdak rosicchiano distanze importanti purtroppo non seguiti da altri break positivi. E così, dopo uno strano punto a punto, gli ospiti fanno proprio il terzo set 19-25.

Stesso copione per l’avvio del quarto parziale con l’1-4 che costringe coach Soli a interrompere il gioco e schiarire le idee ai suoi ragazzi. Al rientro in campo infatti arriva il contro break con Rosso alla pipe e Mariano all’ace per la parità del 4-4. 6-7 e Sora cambia musica con il suo capitano dai nove metri a suonarle di santa ragione alla ricezione avversaria che non riesce a contenerlo per il sorpasso del 10-7. 12-9 allo stop obbligatorio con Mariano a vincere un contrasto a muro con la prima linea avversaria e ancora 15-12 con lo slash dello stesso schiacciatore finalizzato di prima intenzione da Rosso. Un paio di errori locali sembrano rimettere tutto in discussione sul 17-16 ma questa volta è la determinazione dei sorani ad avere la meglio con l’ace di Marrazzo e gli attacchi dell’ex Buzzelli a ristabilire il margine di vantaggio che il sestetto di coach Soli incrementerà fino al +5 del 25-20 finale che porta tutti al tie break dopo uno scoppiettante ed entusiasmate finale di set.

Le squadre continuano ad equivalersi anche nel tie break che Buzzelli porta sull’1-2 e 2-3. Monopoli e Fabroni servono e inventano i loro schemi migliori per il punto a punto che sul 5-6 vede Mariano insaccare il muro di Monopoli con la famosa palla del postino e sul 7-8 Rosso murare Esposito. Con Mariano a murare per due volte consecutive Mrdak, Sora imprime una bellla accelerata per il sorpasso dell’11-10 che riapre l’ennesimo punto a punto interrotto solo dai time out discrezionali richiesti dai coach. Rosso regala ai suoi la prima possibilità match l’opposto della Tuscia porta il quinto set ai vantaggi. Le bocche da fuoco sorane sfoderano colpi eccellenti per il 18-18. Mrdak manda out il servizio e la Globo, dopo due ore e mezza di gioco, decide che è ora di chiudere la pratica gara 1 e con Rosso per il 20-18 è vittoria match per 3-2.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA 3-2

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 3, Hoogendoorn 10, Rosso 32, Mariano 12, Sperandio 9, Giglioli 10, Santucci (L), Marrazzo 1, Bacca 4, Buzzelli 13, Festi, Lucarelli n.e.,Mauti n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 7, B/P 22, muri 14.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli 2, Mrdak 18, Ottaviani 11, Shavrak 17, Colonico 14, Esposito 11, Bonami (L), Vitangeli, Anselmi n.e., Mazzon, Hueller n.e., Pieri (L) n.e., Straino n.e.. I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 5, B/P 14, muri 7.

ARBITRI: Talento Matteo, Gasparro Mariano.
ADDETTO AL VIDEO CHECK: Graziano Gurgone.
SEGNAPUNTI: Azzolina.

PARZIALI: 24-26; 25-23; 19-25; 25-20; 20-18.

CHIAMATE VIDEO CHECK

1° SET:
6-7 (battuta Hoogendoorn)
Video Check richiesto da: Tuscania per verifica fallo al servizio
Decisione arbitrale impossibile da giudicare – azione da ripetere

24-25 (battuta Hoogendoorn)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (25-25)

2° SET:
5-6 (attacco Rosso)
Video Check richiesto da: Tuscania per verifica invasione a rete
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (5-7)

10-13 (attacco Shavrak)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (11-13)

19-19 (battuta Calonico)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (20-19)

3° SET:
3-6 (muro Calonico)
Video Check richiesto da: Tuscania per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (3-7)

14-19 (attacco Shavrak)
Video Check richiesto da: Sora per verifica invasione a rete
Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Tuscania (14-20)

4° SET:
16-13 (4 tocchi)
Video Check richiesto da: Sora per verifica invasione a rete
Decisione arbitrale impossibile da giudicare – azione da ripetere

20-18 (attacco Shavrak)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (21-18)

5° SET:
5-7 (battuta)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (6-7)

17-16 (attacco Esposito)
Video Check richiesto da: Sora per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (17-17)

17-18 (attacco Rosso)
Video Check richiesto da: Sora per verifica invasione a rete
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (17-18)

Mercoledì al PalaGlobo gara 1 Semifinale Play Off

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è pronta a tuffarsi nella Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai, turno che aprirà mercoledì sera alle ore 20,30 al PalaGlobo “Luca Polsinelli” contro la Maury’s Italiana assicurazione Tuscania.

Dopo aver chiuso la serie dei Quarti in due gare e disputando solo sei set contro il Volley Potentino di Potenza Picena, a distanza di una settimana Fabroni e compagni tornano in campo per proseguire il loro cammino in questo settantesimo Campionato Nazionale di serie A2.

Per la quarta partecipazione a una Semifinale Play Off Promozione in sette anni di militanza in Serie A2, dall’altra parte della rete, come nella Semifinale della Del Monte Coppa Italia dello scorso 27 gennaio, la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania vincitrice del suo Quarto (3-2; 1-3) che l’ha vista contrapposta alla Emma Villas Siena.
Vibo Valentia, Sora, Reggio Emilia e Tuscania sono le squadre qualificate direttamente alle Semifinali senza passare per gara 3 grazie alle vittorie rispettivamente su Cantù, Potenza Picena, Civita Castellana e Siena, con gli accoppiamenti che prevedono la Tonno Callipo sfidare la Conad e la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora vs la Maury’s Italiana Assicurazioni.

“Anche quest’anno ci ripresentiamo ai play off – spiega il General Manager Adi Lami -, con il fine di raggiungere un obiettivo importante che cerchiamo da anni, ovviamente Tuscania permettendo. Dopo la bella prova nei quarti contro Potenza Picena ci aspetta un’altra compagine molto solida e che ha dei meccanismi già rodati. Il club viterbese ha avuto la fortuna di non avere defezioni durante l’anno potendo così oliare gli ingranaggi e cercare la quadratura perfetta durante tutta la stagione. Ad oggi si presentano a questa semifinale play off con la volontà di fare il meglio possibile, di esporsi in una vetrina importante sia per gli atleti quanto per la società stessa. Tuscania ha disputato un campionato eccellente portando a casa il terzo posto, arrivando in Semifinale di Coppa Italia e ora tra le prime quattro di questa fase del post season.
Sarà uno step dalle mille insidie e tutto quello che ne verrà fuori sarà merito di un gruppo coeso a cui tutti hanno dato il loro indispensabile apporto, dalle vecchie leve ai nuovi acquisti”.

“I Quarti di Finale Play Off hanno rappresentato una bella rivincita dopo i precedenti della scorsa stagione – sottolinea coach Fabio Soli. Sono molto soddisfatto del gioco espresso dai miei ragazzi e dal fatto di averli visti divertirsi sul parquet, lottare senza paura e con la forza del talento di squadra. Ora ci aspetta una serie di gare molto difficili con Tuscania che ha dimostrato durante la regular season di essere una formazione di valore e agguerrita abbastanza da poter impensierire ogni avversario. Noi ci stiamo preparando con un training non troppo carico per non appesantire le gambe in vista degli incontri che determineranno la finalista per la promozione in Superlega.
Mi aspetto dei match avvincenti dove nessuno mollerà facilmente”.

La novità di questo turno della post season è il Video Check che con il suo occhio, a partire da mercoledì sera, sarà presente anche nella Serie A2 con 12 telecamere sui campi delle semifinaliste.
Il Video Check può essere richiesto due volte per ogni set da ciascun allenatore entro 7 secondi dal termine dell’azione con la richiesta che può essere avanzata solo dalla squadra che ha perso l’azione a seguito della decisione arbitrale.
Se il controllo delle immagini porta a una modifica della decisione arbitrale in favore della squadra che lo ha richiesto, il numero delle “chiamate” a disposizione per la squadra richiedente rimarrà inalterato per quel set; qualora invece venga confermata l’iniziale decisione arbitrale, il numero di chiamate a disposizione della squadra richiedente verrà ridotto di uno. Eventuali richieste di Video Check non avanzate in un set non sono cumulabili nei set successivi.
Ogni squadra può richiedere la verifica tramite Video Check per un solo fallo di gioco: palla dentro o palla fuori, ossia per la posizione del pallone quando tocca il terreno. La richiesta viene effettuata formando una lettera “C” con il pollice e l’indice. Il fallo di servizio, con particolare riferimento alla regola 12.4.3, che prevede: “nel momento in cui colpisce la palla o dello slancio per un servizio al salto, il battitore non deve toccare il terreno di gioco (linea di fondo inclusa) o il suolo all’esterno della zona di servizio”. La richiesta viene effettuata formando una lettera “C” con il pollice e l’indice accompagnata dal gesto della stessa mano che batte sull’altra a simulare l’impatto con la linea di fondo campo.
Il tocco falloso fallo di rete da parte di un giocatore. Può essere richiesta la verifica della sola azione che “chiude il punto”. La richiesta viene effettuata formando una lettera “C” con il pollice e l’indice che toccano l’avambraccio opposto alzato a simulare il tocco di rete.

Sora non torna a sorridere

,

Non torna a sorridere la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che in trasferta sull’insidioso campo della Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania cade sul 3-0.

Nessun timore per i ragazzi di coach Soli nel rettangolo da gioco della “Bolgia” di Montefiascone ma purtroppo ancora vittime dei troppi errori che hanno innestato la marcia in più nella testa, nelle gambe e soprattutto nel risultato avversario.
Svanisce dunque in un colpo solo la possibilità di conquistare punti preziosi utili alla corsa play off, e la vetta della serie dopo lo scivolone di mezzogiorno di Vibo Valentia ammutolito dal 3-0 subito dal Club Italia. Stessa sorte dunque per le prime della classe che mestamente tornano a casa a mani vuote.
La settima giornata del girone di ritorno preannunciava una gara davvero scomoda per Fabroni e compagni e così è stata contro un Tuscania che ha concesso davvero poco spazio, che ha difeso bene e sfruttato al meglio tutte le situazioni favorevoli sia quelle che si è creata che quelle cha ha avuto in regalo.

Al fischio d’inizio del signor Puletti Francesco coadiuvato dal signor Oranelli Alessandro, la guida tecnica locale, mister Tofoli schiera in campo Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Bonami libero. Coach Soli risponde con capitan Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.

La battuta di Shavrak apre il match ed Esposito lo porta sul 3-1. Rosso pareggia subito i conti e, dopo l’ace di Mrdak e il muro a 3 della prima linea sorana ai danni dello stesso opposto è 5-5. Con tre errori degli ospiti la Maury’s Italiana torna avanti 11-8 ma dopo l’attacco out di Ottaviani la Globo inanella un break positivo che le permette di far suonare la sirena dello stop obbligatorio in vantaggio 11-12. Al rientro in campo si apre un punto a punto spezzato dal +2 locale che suggerisce a coach Soli l’interruzione del gioco che però non sortisce l’effetto desiderato. Al rientro in campo infatti Tuscania continua a premere il piede sull’acceleratore salendo sul +4 del 19-15. Dopo il secondo time out discrezionale richiesto dalla guida tecnica sorana è 21-17 ma Hoogendoorn conquista il cambio palla che apre il turno positivo che porta i suoi all’aggancio del 22-21 con Rosso sulla rete. Purtroppo le belle giocate della Globo terminano qui per questo primo set chiuso da Tuscania 25-21 con l’aiuto di qualche errore avversario di troppo.

Il secondo game si apre con un 3-0 bloccato da coach Soli con la chiamata del time out discrezionale, ma Tuscania dilaga con un 7-1 che ammutolisce. Mister Soli manda Bacca in campo al posto di Mariano e Fabroni di seconda intenzione fa segnare sul tabellone il punto numero due. Si gioca palla su palla con Hoogendoorn e Bacca a segno per la Globo per il 12-7 dello stop obbligatorio e poi ancora senza nbessuna inversione di rotta fino al 17-12. L’allenatore ospite chiama il cambio mandando in campo l’ex Buzzelli al posto di Hooghendoorn e, con un turno positivo che finalmente arriva, il set si rimette in discussione 19-16. Buzzelli e Sperandio per il 21-18 che fa chiamare a coach Tofoli il time out discrezionale ma poi però Sora non trova il piglio giusto per l’aggancio con il secondo set che va a chiudersi così, con l’attacco di Mrdak, 25-21.

Sotto di due set Sora torna in campo con Buzzelli titolare che al palazzetto di Montefiascone mette in scena un personalissimo show con 5 punti consecutivi per il 3-5. 6-9 e Mrdak apre il mini break positivo che ridà parità al game 9-9 che con gli errori sorani sale sul 12-10. Recupera subito la Globo con il rigore di Bacca che vale la nuova parità del 13 ma il turno positivo di Monopoli riporta l’ago della bilancia a pendere per Tuscania 18-14. Tutto da rifare per Marrazzo, appena mandato in campo dal suo allenatore, e compagni che fino al 22-18 non riesco ad andare oltre il punto a punto. Buzzelli suona la carica e l’ace di Sperandio riapre set e match 22-21. È ancora lui, l’opposto ex Tuscania a fare il bel tempo in casa Globo che, dopo il suo attacco vincente e il punto diretto dai nove metri, ha la prima possibilità di chiudere il set sul 23-24. Annulla prontamente la Maury’s, e dopo errori e belle giocate da entrambi i lati del campo è 27-27. Il vero problema di questa Sora sono gli errori che commette come che sono poi anche la vera marcia in più di Tuscania alla quale regala il 29-27 e il match per 3-0.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-0

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli 1, Mrdak 20, Ottaviani 7, Shavrak 11, Colonico 4, Esposito 7, Bonami (L), Vitangeli, Anselmi n.e., Mazzon, Hueller n.e., Pieri (L) n.e., Straino n.e.. I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 5, B/P 9, muri 6.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 3, Hoogendoorn 7, Rosso 10, Mariano, Sperandio 9, Giglioli 3, Santucci (L), Marrazzo, Bacca 5, Buzzelli 15, Festi, Lucarelli n.e.,Mauti n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 2, B/P 15, muri 4.

ARBITRI: Puletti Francesco, Oranelli Alessandro.

PARZIALI: 25-21; 25-21; 29-27.

Sora fa la storia: è Finale!

Al PalaGlobo “Luca Polsinelli” gioca e vince la sua prima Semifinale della Del Monte® Coppa Italia Serie A2.
Nella gara secca del torneo a eliminazione diretta batte la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania per 3-1 e centra la tanto ambita Finale della Del Monte® Coppa Italia Serie A2 in programma alle ore 14.00 di domenica 7 febbraio all’interno del più ampio contenitore Del Monte® Volley Land al Mediolanum Forum di Assago.

L’ostacolo da superare era il derby con la quinta forza del campionato arrivata in semifinale mettendo a referto la gara perfetta contro un avversario che lo scorso anno ha disputato questa finale e quella della promozione in SuperLega vincendola, il Volley Potenza Picena, ma Sora stasera si è messa l’ostacolo alle spalle per puntare dritta alla Finale. E c’è, Sora è la protagonista della Finale Del Monte® Coppa Italia Serie A2. I riflettori del Forum di Assago illumineranno Fabroni e compagni i quali però per conoscere l’avversario con il quale si contenderanno la Coppa dovranno aspettare ancora 24 ore. L’altra semifinale infatti, quella tra Vibo Valentia e Siena, si giocherà domani alle ore 20,30.

La cornice di questa magnifica vittoria è stata la più bella che il PalaGlobo avesse mai regalato alla sua squadra, con gli spalti riempiti in ogni ordine di posto e il coro che non è mai sceso.
Le emozioni che hanno fatto battere il cuore sono state quelle amplificate dall’attesa, cresciute assieme al livello del gioco, mantenute vive e accelerate dal capovolgimento di fronte del terzo set ed esplose sul 25-17 del quarto set quando il signor Zingaro ha fischiato la fine dell’incontro e più di qualcuno non le ha contenute quelle emozioni trattenute tante volte concedendosi una lacrima.

L’Argos Volley ringrazia la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania per lo spettacolo offerto in campo, i tifosi della “Bolgia” per quello sugli spalti e la società del Presidente Pieri per l’amicizia che da sempre unisce i due club.

“Sono felicissimo! – commenta coach Soli al termine del match. Per noi era un obiettivo importante mai raggiunto né da me né dai ragazzi e né dalla società. Date le nostre aspettative il rischio era quello di andare fuori giri ma siamo stati bravi a fare la nostra partita. Abbiamo gestito bene i primi due set con un’ottima prestazione ma nel terzo ci siamo incastrati cedendo al nervosismo seppure sapevamo sarebbe stata una partita difficile, e loro sono stati bravi a portarlo a casa prendendosi molti rischi. Nel quarto set siamo tornati ai nostri livelli grazie anche al contributo di tutti, tanto oggi quanto in settimana, anche contro Cantù. I ragazzi sono stati molto pazienti e disponibili e la finale è più che meritata”.
“Sora ha dimostrato di essere una corazzata – dice la guida tecnica di Tuscania, Paolo Tofoli -, ci abbiamo provato ma loro sono stati troppi forti. Non ho nessun rammarico. La nostra era la partita della vita mentre a loro bastava giocare come loro solito. Sono contento del lavoro dei miei ragazzi ma loro hanno giocato meglio meritandosi la finale”.

Al fischio d’inizio del signor Zingaro Marco Riccardo coadiuvato dalla signora Fretta Elisa, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.
Coach Tofoli risponde con Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Mazzon e Shavrak a schiacciare e Bonami libero.

La battuta di Calonico apre il match che subito mostra le sue giocate migliori in entrambi i lati del campo per il 6-5 autografato dall’ace di Hoogendoorn. Il primo doppio passo vincente se lo concede Sora con un incontenibile Mariano che porta i suoi sull’11-6. Sale in cattedra Mattia Rosso che con tre attacchi consecutivi di cui uno da posto due e un ace, fa salire il tabellone sul +6 del 15-9. Le lunghezze di vantaggio locali diventano 7 con il muro di Giglioli ai danni di Calonico sul 18-11 e qualche azione dopo, sul 21-14, coach Tofoli è costretto a richiedere il time out discrezionale per spezzare il gioco sorano e dare indicazioni ai suoi ragazzi. Al rientro in campo con Shavrak al servizio Tuscania rosicchia punti importanti e con un secondo mini break positivo rientra nel set 22-19. Sperandio dal centro guadagna il cambio palla e il block granitico di Mariano a spegnere ogni speranza di Mrdak si traduce nel 24-19 che vale ben 5 palle set. Calonico prova a far resistere i suoi ma poi i compagni di prima linea commettono invasione e la Globo si aggiudica il primo set per 25-20.

Le prime tre azioni vincenti sorane sono sufficienti a capire quale sarà il registro del secondo game che, dopo lo slash di Giglioli su battuta di Mariano e la sua difesa che permette il mani-out a Rosso, con l’ace di Fabroni è sull’8-2. Continua a macinare gioco la Globo e con un’altra serie positiva si ritrova sul 13-5. Dopo qualche disattenzione dei padroni di casa e la voglia di reazione ospite la coperta si accorcia fino al 15-11. Richiama i suoi ragazzi coach Soli e al rientro in campo il gioco prosegue punto a punto fino al 23-19 che fa decidere a mister Tofoli di utilizzare il suo secondo e ultimo time out discrezionale per dire al sestetto che quella che sta per giocarsi è l’ultima possibilità set. Monopoli si affida a Esposito che per due azioni consecutive non lo delude ma poi arriva Rosso a insaccare il muro a tre bianco-blu per il punto che vale il set ball che Romolo Mariano trasforma immediatamente nel 25-21 e nel vantaggio game di 2-0.

La Maury’s Italiana torna in campo con la testa libera come se non fosse in svantaggio e palla su palla comincia a dettare il suo gioco per il primo capovolgimento di fronte del match. 3-7 e la guida tecnica sorana interrompe il gioco ma alla ripresa il suo sestetto non riesce a tenere la battuta nei suoi nove metri così allo stop obbligatorio Tuscania è avanti 7-12. Finalmente la pipe di Mariano apre un mini break positivo chiuso dallo stesso schiacciatore a muro su Mrdak per l’aggancio dell’11-13. 14-17 e i ragazzi della Tuscia sembrano non voler lasciare nulla indietro. I Volsci provano a resistere e ci riescono fino al 19-23 firmato dall’ex Buzzelli al servizio, ma nulla possono neanche gli innesti ordinati da mister Soli contro una galvanizzata prima linea bianco-blu. Mrdak e Calonico chiudono il set 20-25 e riaprono il match 2-1.

L’apparente equilibrio del 3-3 del quarto game è rotto da Rosso che manda al servizio Hoogendoorn dove resterà fino al 10-3 mettendo a segno 2 ace e uno slash con rigore segnato da Giglioli. Nel frattempo il primo arbitro signor Zingaro estrae il cartellino rosso assegnandolo a coach Tofoli per le animate proteste con le quali discute le sue decisioni. A metà parziale il tabellone segna il 13-5. Due serie alternate di parziali da 2-0 portano la contesa sul 17-9 e un punto a punto tra carte mischiate ed errori al servizio al 24-16. Sale l’urlo del PalaGlobo da entrambe le tifoserie ma a festeggiare con il core “ce ne andiamo a Milano” è Sora che chiude set e match con l’attacco di Bacca per il 25-17 e 3-1 finale.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA 3-1

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 4, Hoogendoorn 15, Rosso 17, Mariano 13, Sperandio 13, Giglioli 8, Santucci (L), Marrazzo, Bacca 3, Buzzelli 1, Festi, Lucarelli n.e.,Mauti n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 7, B/P 18, muri 12.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli 2, Mrdak 13, Ottaviani, Shavrak 19, Colonico 7, Esposito 10, Bonami (L), Vitangeli, Anselmi n.e., Mazzon 1, Hueller, Pieri (L) n.e., Straino n.e.. I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 4, B/P 9, muri 5.

ARBITRI: Zingaro Marco Riccardo, Fretta Elisa.

PARZIALI: 25-20; 25-21; 20-25; 25-17.

Mercoledì il knock out tournament di Semifinale

Appuntamento con la storia per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che mercoledì alle ore 20,30 al PalaGlobo “Luca Polsinelli” si gioca la sua quarta e mai centrata possibilità di accedere alla Finale della Del Monte® Coppa Italia Serie A2.

Dopo aver superato per 3-2 tra le mura amiche la Cassa Rurale Cantù nella gara secca valevole per i Quarti di Finale, ora dovrà vedersela sempre a turno unico con la Maurys Italiana Assicurazioni Tuscania che nel suo precedente incontro ha battuto con il risultato di 3-1 Potenza Picena. L’altra Semifinale vede contrapposta la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia alla Emma Villas Siena che però se la contenderanno al PalaValentia giovedì alle ore 20,30. Le vincenti di questi due turni voleranno a Milano per la Finalissima in programma domenica 7 febbraio al Mediolanum Forum di Assago.

La Globo non ha mai partecipato a una Finale, ha sfiorato l’impresa nella stagione 2012/2013 quando Atripalda ha festeggiato il 19-21 del quinto set, ma non ha mai superato il turno di Semifinale pur avendone centrate, oltre quella da disputare, altre tre in sette campionati di Serie A2 vissuti dal 2009 a oggi.
Il traguardo che l’orgoglio sorano può permettersi già di vantare è che, pur essendo la quarta Semifinale è però la prima guadagnata vincendo i Quarti. Le altre infatti l’hanno vista protagonista grazie all’ottimo piazzamento tra le prime quattro posizioni della classifica al termine del girone d’andata.

Ora è arrivato l’appuntamento importante, quello con la storia e con la possibilità di continuare a scriverne delle ottime pagine da far vivere ai presenti e da raccontare ai posteri. È per questo che il Patron dell’Argos Volley, Gino Giannetti, ha voluto far sentire la sua voce:

“Durante la gara dei Quarti, tra alti e bassi, emozioni, brividi, paure e gioia immensa per la vittoria, l’unica nota stonata che ha suscitato in me e anche nella squadra un po’ di delusione è stata il vedere posti vuoti al PalaGlobo.
Non si può ambire a traguardi importanti contando queste grandi assenze perché le vittorie le fanno anche loro, i sostenitori sugli spalti. La storia del settimo uomo in campo è vera. Una squadra supportata da importanti presenze che mettono in piedi un tifo caloroso, ha sicuramente una marcia in più e parte dei risultati che raggiunge e conquista è anche per merito loro.
Guardando quel che è successo lo scorso mercoledì sera, dalla mia parte ossia quella della società Argos Volley, è davvero brutto vedere pubblico, sostenitori, seguaci, curiosi e tutti quelli che seguono in generale la squadra, pretendere giustamente vittorie, conquiste, primi posti in classifica, risultati importanti e poi lasciare i ragazzi soli in un momento unico come quello di una gara secca valevole per la Semifinale di Coppa Italia. Mi dispiace dirlo ma lo scorso mercoledì la squadra non è stata supportata come avrebbe dovuto, sia per l’importanza del match che per quanto stanno cercando di regalare a tutti.
Allo stesso tempo sono certo che questo sia stato solamente un episodio sporadico in considerazione anche dell’altro importante appuntamento calcistico nazionale che cadeva in concomitanza, e spero vivamente che mercoledì il grido del PalaGlobo si senta più forte di quello degli ospiti. Da Tuscania infattiu, data anche la vicinanza, arriveranno centinaia di sostenitori e a me, come anche ai ragazzi, piacerebbe molto che la squadra di casa fossimo noi e non solo perché giochiamo nel nostro palazzo.
Invito dunque tutti a sostenere i grandi e tanto ambiti obiettivi venendo a PalaGlobo, e quando dico tutti intendo sia quelle persone che non hanno mai fatto mancare la loro vicinanza da veri supporters che le autorità tutte, nessuna esclusa, che dovrebbero farlo al di la del piacere anche per dovere verso una importante realtà del loro paese.
Mercoledì sera spegniamo internet e accendiamo le emozioni vere al PalaGlobo! Questo è quello che farebbe bene alla nostra realtà e al nostro territorio! Questo è il sostegno che i nostri ragazzi meritano”!

Martedì 26 gennaio alle ore 11.30 si terrà la conferenza stampa di presentazione della Del Monte® Coppa Italia SuperLega Final Four e Finale A2 e di Del Monte® Volley Land 2016, presso il 39° Piano del Palazzo della Regione a Milano.
E mentre verrà presentato l’evento coach Soli e i suoi ragazzi saranno in palestra a preparare questa importante gara che mette in palio la possibilità di esserci da protagonista, di viverla sotto i riflettori del rettangolo di gioco.
Per provare l’ebbrezza del taraflex e della grandezza del Forum di Assago però, la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora dovrà vedersela con la Maurys Italiana Assicurazioni Tuscania. La squadra di coach Tofoli che ha ben figurato all’esordio nella Coppa Italia eliminando nella “Bolgia” gli esperti della serie di Potenza Picena. Grazie al quarto piazzamento della classifica al giro di boa, ha potuto contare su due fattori importanti, il campo e il tifo, e queste sono state proprio le sue armi in più.

“I presupposti non erano dei migliori, il brutto scivolone casalingo con Mondovì della domenica precedente aleggiava ancora nell’aria, ma gli uomini di coach Tofoli hanno dimostrato carattere, forza e unità d’intenti, gettando in campo quel cuore necessario per vincere certe partite” – così descrive la gara il dirigente bianco-blu, signor Franco Costantini.

Questo è dunque ciò che attende tutti mercoledì sera alle ore 20,30 al PalaGlobo “Luca Polsinelli” dove in campo ci saranno al Globo Banca Popolare del Frusinate Sora contro la Maurys Italiana Assicurazioni Tuscania per la Semifinale del Torneo a eliminazione diretta che mette in palio la Finale della Del Monte® Coppa Italia Serie A2.

I biglietti sono disponibili in prevendita al costo di €10,00 e acquistabili a Sora presso il PalaGlobo; Caffè Novecento in viale San Domenico 6/G; il bar Civico 41 in via Napoli; il Caffè dei Portici in piazza Santa Restituta; la Caffetteria del Corso in corso Volsci; il Bar Gelateria Papà Rossi in piazza Santa Restituta; la Caffetteria del Borgo in via Matteotti; Dolce & Caffè Pasticceria Napoletana in via Vittorio Veneto; al Centro Commerciale La Selva presso il Bar La Piazzetta in via Chiesa Nuova.
Mentre mercoledì sera al botteghino del PalaGlobo saranno acquistabili al prezzo di €14.

Imbattibilita’ e primato dedicati a Matteo

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora si impone 3-0 sulla Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania e oltre a festeggiare la settima vittoria consecutiva può vantare l’imbattibilità e il primato casalingo.

Tuscania era in serie positiva da quattro turni ma Sora ha deciso che vuole fare la capolista e, nonostante l’assenza dell’opposto Hoogendoorn ancora a riposo precauzionale, per restare sul gradino più alto della classe sta puntando tutto sull’ottimo gioco di squadra.

“Quello di oggi è un risultato importante – dichiara coach Soli -, in considerazione del posto in classifica che occupava Tuscania, del gioco che ha espresso e del fatto che penso sia una squadra di tutto rispetto che può ambire ad alte posizioni.
Adesso dobbiamo lavorare con grande serenità e sono sicuro che la vittoria di oggi ci aiuterà molto in questo, complice anche il fatto che abbiamo a disposizione un buon gruppo. Il match é dipeso molto da noi e dalle nostre qualità soprattutto a muro e in battuta. Ci siamo lasciati un po’ andare dopo il secondo set sofferto, ma siamo stati bravi a reagire recuperando tutte le nostre energie e dando il massimo. L’obiettivo adesso è quello di diminuire sempre di più i momenti di leggero calo che comunque fanno parte del gioco”.

“Sora ha dimostrato anche oggi di essere più forte – commenta mister Tofoli -, e noi che abbiamo ancora molta strada da fare per arrivare al loro livello. A bloccarci soprattutto nei momenti più delicati è la paura che ci impedisce di venirne bene fuori. Un applauso a Sora”.

Applausi ed emozioni per le varie iniziative di serata al PalaGlobo “Luca Polsinelli”, con ospiti di eccezione gli alunni della scuola media Rosati di Sora che hanno inaugurato lo “School’s Volley Day”, e l’augurio più sincero al piccolo Matteo che invece di essere sugli spalti assieme a mamma Tania e papà Valerio a tifare per la sua squadra del cuore è in ospedale a combattere la sua battaglia contro la leucemia.

Al fischio d’inizio del signor Vecchione Rosario coadiuvato da Gasparro Mariano, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Buzzelli, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.
Coach Tofoli risponde con Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Bonami libero.

Il match si apre all’insegna di Rosso che di banda, da posto 2 e dai nove metri va a segno per il 5-3. Risponde bene Esposito ma Sora dimostra subito che vuole essere lei la condottiera e con Sperandio a comandare sulla rete bloccando tutte le intenzioni di Ottaviani e l’ace di Buzzelli è 9-6. Un tocco d’astuzia di Rosso fa suonare la sirena dello stop obbligatorio sul 12-9 e belle giocate dei suoi compagni fanno salire il vantaggio locale sul +5 del 16-11 che costringe coach Tofoli a richiedere il time out discrezionale a sua disposizione. Rosicchia lunghezze importanti Tuscania ma la Globo si tiene stretta la distanza di sicurezza fino al 23-20 quando Monopoli & co si fanno prepotentemente sotto fino al 23-22. Blocca tutto mister Soli e al rientro in campo, dopo la battuta a rete di Esposito, il solito Rosso (8 pt/set) archivia il primo set 25-22.

Stesso copione per l’apertura del secondo parziale con il 5-3 firmato a muro da Giglioli su Mrdak. Sull’8-7 arriva il cambio palla che manda capitan Fabroni al servizio aperto con un ace e chiuso dopo 4 fruttuosi turni che si traducono nel 13-7. È il momento di Matteo Sperandio che, ispirato dalle magie del suo regista, fa salire a +9 il vantaggio sorano su un Tuscania rassegnato al volere dell’avversario. 21-11 e coach Tofoli fa riposare il suo palleggiatore costretto in questo parziale a correre inseguendo il lavoro dei suoi compagni. Rosso mura Shavrak e Fabroni ancora dai nove metri non spreca neanche una delle 10 palle match a disposizione della sua squadra chiudendo il secondo set sul 25-14.

La Maury’s Italiana Assicurazioni torna in campo con un piglio diverso che le permette per la prima volta nel match di condurre 1-4, ma Sora non concede oltre e rincorre bene per la parità. Qualche errore di troppo dei locali permette agli ospiti di far suonare la sirena del technical time out in vantaggio 10-12 e poi con Mrdak allungare fino all’11-15. Mister Soli sostituisce Mariano con Bacca e Giglioli con Festi che con il suo ace seguito al block granitico del compagno di reparto su Mrdak, fa segnare sul tabellone del PalaGlobo il 14-15. Azione fotocopia per l’ace di Fabroni e il muro di Rosso ai danni di Shavrak per il 17-16. 19 pari e Tuscania mette il naso avanti 19-21, ma un indiavolato Rosso con tre splendidi attacchi consecutivi manda in delirio il PalaGlobo e in vantaggio i suoi 22-21. Con Mrdak da un lato e Buzzelli dall’altro è 23-23 e in pochi secondi è 25-23 per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che archivia set e match restando saldamente al comando della classifica.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA 3-0

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 5, Buzzelli 9, Rosso 18, Mariano 5, Sperandio 13, Giglioli 4, Santucci (L), Marrazzo, Bacca, Lucarelli n.e., Festi 1. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 7, B/P 10, muri 13.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli 1, Mrdak 12, Ottaviani 3, Shavrak 8, Colonico 4, Esposito 8, Bonami (L), Vitangeli, Anselmi 1, Mazzon, Hueller, Pieri (L) n.e., Straino n.e.. I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 2, B/P 15, muri 5.

ARBITRI: Vecchione Rosario, Gasparro Mariano.

PARZIALI: 25-22; 25-14; 25-23.

Il sabato sera del Pala Globo

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora da il benvenuto a un dicembre davvero ricco di impegni e appuntamenti sportivi, oltre ovviamente quelli con il Santo Natale e con la fine del 2015.
La grande e intensa pallavolo invernale che porterà tutti tra un mese al giro di boa si aprirà sabato sera al PalaGlobo “Luca Polsinelli” dove alle ore 20,30 è in programma la settima giornata del girone d’andata, e proporrà cinque gare in due settimane.
Un bel tour de force che vedrà i ragazzi di coach Soli impegnati tra le mura amiche con Tuscania questo sabato, con Brescia domenica 13 dicembre e con Castellana Grotte a mezzogiorno di domenica 20. In trasferta invece Sora sarà attesa da Siena nel giorno dell’Immacolata Concezione, da Reggio Emilia nel turno infrasettimanale del 16 dicembre per poi tornare a giocare con cadenza settimanale il 27 nel proprio palazzo contro Potenza Picena e il 3 gennaio in Calabria in casa della Tonno Callipo Vibo Valentia.

Ancora volley spettacolo dunque per chi deciderà di passare il suo saturday night sugli spalti del palazzetto di via Ruscitto perché in campo, dall’altra parte della rete, ci sarà la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania di coach Paolo Tofoli.
Già vista in questa stagione nel rettangolo da gioco del PalaGlobo durante il Memorial Nonno Gino nel quale Sora si impose per 3-0, ma erano sicuramente altri tempi nei quali Coach Tofoli diceva che “i suoi ragazzi ancora commettevano tanti errori che toglievano sicurezza in campo”, e mister Soli parlava già di determinazione e serenità utili a concludere al meglio la gara.

Ora il team del presidente Pieri è terzo in classifica grazie a cinque vittorie in sei gare nelle quali ha accumulato 13 punti che la piazzano dietro Vibo Valentia a quota 15 e ovviamente a Sora a 17 lunghezze, ed è un’altra delle squadre che daranno filo da torcere alla capolista.

Come nell’amichevole pre-campionato, coach Tofoli si presenterà al fischio d’inizio dei signori Vecchione e Gasparro, con il suo sestetto tipo con Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Pieri libero. La risposta della guida tecnica sorana invece non ha certezza ma ben tre variabili tutte nel ruolo dell’opposto: tornerà Hoogendoorn, ci sarà Buzzelli, o sposterà di mano Rosso?

Spettacolo assicurato dunque per tutti i tifosi e appassionati che dopo due lunghe settimane potranno finalmente tornare a vivere le emozioni della pallavolo che amano in casa propria. Nelle due trasferte consecutive comunque non hanno fatto mancare il loro calore ai propri beniamini seguendo la squadra prima a Ortona e poi a Civita Castellana, ma tra le mura amiche è tutta un’altra cosa.

“Il giusto aggettivo per definire il cammino della Globo è esaltante – spiega lo schiacciatore Mattia Rosso che nella prossima gara potrebbe varcare la soglia dei 3500 messi a segno nei suoi 350 incontri ufficiali di serie A. Sei vittorie consecutive credo vadano oltre le aspettative di ognuno di noi. Il percorso è stato condotto quasi al massimo delle nostre possibilità, frutto del buon lavoro che io e miei compagni facciamo ogni giorno in palestra sotto delle ottime guide.
I due punti conquistati la scorsa domenica sono forse i più importanti finora guadagnati perché, per come si era messa la gara, il rischio era quello di non portare a casa nulla. Quello che siamo riusciti fare ci ha reso contenti e soddisfatti, e ci ha dato energie e vitalità nuove per affrontare i giorni impegnativi che ci attendo a partire da sabato.
Quando coach Soli mi ha spostato in posto 2 non ho avuto difficoltà in quanto in passato, quando ero più giovane ho giocato fuorimano. È chiaro che mi trovo meglio nel ricoprire il mio ruolo naturale, quello di schiacciatore-ricettore, ma quando la squadra ha bisogno di altro non mi tiro certo indietro, anzi lo faccio molto volentieri.
La partita che ci aspetta sabato sera sarà dello stesso calibro delle altre, ergo ad alto livello di difficoltà perché Tuscania è una squadra dura e rodata con in pancia degli ottimi risultati. Arriverà a Sora senza avere nulla da perdere e sicuramente proverà a farci lo sgambetto. Noi ovviamente ci alleniamo al massimo delle nostre possibilità per preparare una gara tatticamente e tecnicamente impeccabile”.

La gara dell’ex invece sarà quella di Pierlorenzo Buzzelli e Roberto Festi che hanno vestito la maglia del Tuscania nell’anno dell’esordio del club in cadetteria ossia nella scorsa stagione. Dall’altra parte della rete invece un ex Sora arrivato alla Maury’s Italiana Assicurazione da meno di un mese, il libero Federico Bonami, lo scorso anno tra le fila di Potenza Picena.

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora dunque da appuntamento a sabato sera alle ore 20,30 presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli” per l’incontro valido per la settima giornata di campionato nel quale affronterà la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania.

I biglietti sono disponibili in prevendita al costo di €8,00 fino alle ore 12,00 di sabato e acquistabili a Sora presso il PalaGlobo; il Bar Dante in viale San Domenico; il bar Civico 41 in via Napoli; il Caffè dei Portici in piazza Santa Restituta; la Caffetteria del Corso in corso Volsci; il Bar Gelateria Papà Rossi in piazza Santa Restituta; la Caffetteria del Borgo in via Matteotti; Dolce & Caffè Pasticceria Napoletana in via Vittorio Veneto; al Centro Commerciale La Selva presso il Bar La Piazzetta in via Chiesa Nuova.

Sora si aggiudica la prima gara del Memorial

,

Prove di campionato nella prima gara del Memorial Nonno Gino, sia per le forze in campo che per l’orario mattutino il quale per tutta la regular season vedrà impegnate ogni giornata a turno le squadre partecipanti al 71° torneo Nazionale.

A scende sul rettangolo da gioco del PalaGlobo “Luca Polsinelli” alle ore 11,30 sono la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania, mentre sugli spalti tra seconde colazioni e aperitivi, un nutrito pubblico appartenente a entrambe le tifoserie che si è fatto sentire.
Le compagini in campo in un’ora e 10 minuti hanno giocato i tre set fissi previsti dal regolamento del triangolare e con i punteggi di 25-20, 25-20, 25-21, Sora va subito a collocarsi al primo posto della classifica grazie ai 14 punti totali di Hoogendoorn, gli 11 di Mariano e gli 8 muri di squadra.

“Abbiamo affrontato la gara con determinazione – dice soddisfatto Coach Fabio Soli -, trovando la giusta chiave di lettura pur essendo questo un match in cui l’orario non è il solito e dunque fuori dalla nostra zona di confort. Ci eravamo prefissati un paio di punti da rispettare e ci siamo riusciti soprattutto tenendo la situazione in mano fino alla fine. Il rischio era quello di calare di livello e andare in difficoltà ma siamo riusciti a evitarlo lavorando con determinazione e serenità, qualità che ci hanno portato a concludere la gara con un risultato netto a nostro favore”.

“I miei ragazzi non stanno giocando molto bene – dichiara Coach Paolo Tofoli al termine del match -, commettiamo troppi errori e questo ci toglie sicurezza in campo e alle volte ci manda via di testa. Dobbiamo lavorarci molto, rimboccarci le maniche per arrivare all’inizio del campionato limitando gli errori”.

Al fischio d’inizio del signor Giuseppe Di Blasi coadiuvato da Vincenzo Carcione, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.
Coach Tofoli risponde con Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Pieri libero.

Si apre in equilibrio il primo set del Memorial con l’ace di Monopoli che tiene i suoi attaccati al punteggio fino al 9-8 quando Hoogendoorn sale in cattedra e fa suonare la sirena dello stop obbligatorio sul vantaggio del +3 del 12-9.
Con l’ottima intesa tra l’opposto olandese e il regista Fabroni, l’allungo sorano arriva al +4 del 16-12, e con la pipe di Rosso e due prepotenti attacchi di Mariano è 19-14. Il muro di Sperandio ai danni di Mrdak fa segnare sul tabellone il 22-17 e coach Tofoli richiama i suoi per indicare la strategia migliore per restare attaccati al set. Rosicchiano punti importanti Calonico e compagni riportandosi sotto 22-20, ma capitan Fabroni picchia duro dai nove metri per l’ace che vale ben 4 palle set e per l’altro mezzo punto chiuso da Sperandio con il rigore che si traduce nel 25-20 e l’1-0 in fatto di conteggio set.

Per il secondo game Tuscania torna in campo più fallosa per il 9-5 mentre Sora mostra un gioco vincente che la porta al technical time out con 6 lunghezze di vantaggio accumulate per il 12-6. Con Esposito al servizio gli ospiti accorciano le distanze 13-10, ma dai nove metri opposti Mariano lo emula per l’ace che vale il 17-10. Ancora battute vincenti, questa volta però partite dalle mani di Fabroni che portano il game sul 21-12 e costringono mister Tofoli a interrompere il gioco. 23-16 con Sperandio e Hoogendoorn, dall’altra parte della rete Shavrak e Ottaviani fanno il possibile per accorciare le distanze ma Giglioli dichiara chiuso anche il secondo set in favore della sua Globo Banca Popolare del Frusinate Sora per 25-20.

Coach Tofoli da un attimo di respiro a Shavrak mandando in campo per il terzo e ultimo game Mazzon. La Globo invece con lo stesso sestetto spinge subito sull’acceleratore e con Hoogendoorn in battuta e Mariano e Giglioli sulla rete è 7-3. Rosso mostra la sua mano pesante fino al 12-8 del technical time out quando mister Soli lo fa riposare per dare spazio a Bacca. Si prosegue con lo stesso andamento fino al 23-19 con Sperandio a dettare regole a muro e Hoogendoorn da posto 2. Richiede l’ultimo time out discrezionale a sua disposizione la guida tecnica della tuscia, ma Fabroni e Giglioli non danno neanche il tempo agli avversari di tirare su la testa che il set e il match è chiuso 25-21 e 3-0 in fatto di conteggio set.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA 3-0

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 6, Hoogendoorn 14, Rosso 9, Mariano 11, Sperandio 6, Giglioli 8, Santucci (L), Marrazzo n.e., Buzzelli n.e, Bacca, Lucarelli n.e., Festi n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 4, B/P 11, muri 8.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli 4, Mrdak 11, Ottaviani 3, Shavrak 5, Colonico 4, Esposito 6, Pieri (L), Vitangeli , Anselmi n.e., Mazzon, Guglielmana n.e., Hueller n.e., Straino (L). I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 6, B/P 10, muri 1.

ARBITRI: Giuseppe Di Blasi, Vincenzo Carcione.

PARZIALI: 25-20; 25-20; 25-21.

Domenica la VII Edizione del Memorial Nonno Gino

,

L’agriturismo Oasi dei Sapori presenta la VII Edizione del Memorial Nonno Gino ospitando domenica 18 ottobre presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli”, la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania e il Club Italia Roma per il triangolare oramai diventato l’apripista del campionato di Serie A2 sorano.

A sfidarsi saranno tre delle quattro laziali iscritte al torneo cadetto e lo faranno a partire dalle ore 11,30 quando in campo scenderanno per affrontarsi Sora vs Tuscania. Alle ore 16,30 spazio al Club Italia chiamato prima a giocarsela contro i ragazzi di coach Tofoli e successivamente, alle ore 18,00, con i padroni di casa.

Il Memorial Nonno Gino è oramai arrivato alla sua settima edizione e le motivazioni che spingono la famiglia Giannetti assieme all’Argos Volley a organizzare questo evento ogni anno sempre più atteso dal pubblico, sono molteplici a partire sicuramente da quelle affettive legate all’amato e stimato Nonno Gino per arrivare alla vera pallavolo, quella che fa venire l’appetito mangiando.

“Negli anni, – racconta il Patron Gino Giannetti -, abbiamo voluto manifestare tutto l’affetto per nostro nonno creando e intitolando un momento tutto dedicato a lui, momento che negli anni si è evoluto fino a diventare lo show-evento sportivo che vi proporremo la prossima domenica.
A offrire la kermesse ancora una volta sarà l’agriturismo Oasi dei Sapori, padre anche del progetto a più ampio spettro sul nostro territorio “Oasi dei Sapori Volley Cup”, torneo provinciale interscolastico che coinvolge tante scuole dell’interland”.

Ogni anno c’è sempre tantissima attesa da parte del pubblico verso questo evento che è l’apripista del campionato, per dirla restando in tema Oasi dei Sapori, ne è l’antipasto, la prima uscita casalinga della squadra che rispecchia più verosimilmente quello che poi sarà il torneo della Lega Pallavolo Serie A che inizierà di li a pochi giorni.

Lavoro di rifinitura dunque per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora alla vigilia del VII Memorial Nonno Gino come anche per lo staff dell’Argos Volley che non sta lasciando nulla al caso per assicurare tanta ospitalità e spettacolarità a tutte le persone che questa domenica di grande pallavolo andranno a godersela al PalaGlobo “Luca Polsinelli”.

L’albo d’oro del Memorial Nonno Gino ha visto trionfare la squadra organizzatrice solamente nella prima edizione, quella del 14 settembre 2008 quando l’allora Globo Pallavolo Sora si apprestava a disputare il campionato di Serie B1 che poi la incoronò regina del torneo e la fece volare nel campionato nazionale.
Prima di debuttare in Serie A2, Sora si è messa in mostra nella II edizione del Memorial nel quale, il 19 settembre 2009 ad alzare la coppa al cielo è stata la formazione dell’Andreoli Latina. Stesso copione e dunque stessa prima posizione per la III edizione disputata ad ottobre del 2010 al Palazzetto dello Sport di Frosinone dove a battere tutte le avversarie è stata ancora una volta Latina.
Il primo “Nonno Gino” disputato al PalaGlobo invece, quello della IV edizione del 30 settembre 2012, ha visto l’Altotevere San Giustino portarsi a casa il primo premio.
Alla V kermesse a tornare sul gradino più alto del podio è l’Andreoli Latina il 13 ottobre 2013. Lo scorso ottobre 2014 purtroppo la VI edizione del Memorial è stata a malincuore rinviata a causa di problemi tecnici mentre per il VII Memorial Nonno Gino, la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora vi da appuntamento a domenica presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli” dove a partire dalle ore 11,30 tornerà in scena il grande volley di Serie A.