Articoli

Sora-Lube, le voci dei protagonisti

, ,

Terminata 0-3 la sfida del PalaCoccia, tra la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Cucina Lube Civitanova, sono gli stessi protagonisti del parquet a dare lettura della gara.
Tre set sono bastati ai cucinieri per tornare nelle Marche con l’intera posta in palio, ma i bianconeri sono stati artefici di una buona prestazione e di una resistenza protratta quanto più possibile.

L’opposto di casa Bermudez commenta così a fine match:

“Credo che abbiamo disputato una bella partita, nonostante la sconfitta. Alla fine loro sono riusciti a vincere battendo molto bene. Abbiamo fatto un paio di errori in ricezione alla fine, e loro hanno bottino pieno. Penso però che stiamo giocando bene e, lavorando altrettanto bene in palestra, possiamo fare grandi cose. La sfida del prossimo venerdì sarà la più importante. Sora e Siena si rincorrono, quindi abbiamo l’obbligo di vincere per stare tranquilli nel proseguo del campionato”.

Coach Barbiero spiega:

“Oggi non ci abbiamo provato abbastanza. Diciamo che il nostro livello di prestazione è stato buono ma non ha avuto mai i picchi che avrebbero potuto concederci di vincere un set, avvicinarci o andare ai vantaggi, quindi sicuramente una partita discreta, però non si è mai accesa la scintilla del nostro gioco, merito anche della loro squadra, che non devo neanche descrivere, però ho visto i miei giocatori distesi, positivi.
Per noi questo finale di campionato è importante così come le prossime battaglie, e questi picchi che sono mancati oggi mi auguro di vederli prossimamente. Ora ci prepariamo lavorando bene in palestra e chiarendo ciò che non è venuto. Con tanta pazienza cerchiamo di trovare soluzioni, studiando gli incontri poi i protagonisti in campo, i giocatori, diranno la loro, ma credo non sia importante solo il match con Siena ma tutti, perché venerdì non verrà definitivamente stabilito chi retrocede e chi no. Sarà uno scontro diretto importantissimo, ma ci sono altre sei gare da giocare, e le nostre energie non devono terminare questo weekend. Poi dobbiamo continuare a lottare”.

Per i campioni del Civitanova fa il punto Sokolov:

“E’ una vittoria importante per la nostra testa perché è sempre bene andare a giocare le finali con un risultato positivo sulle spalle. Ora la classifica non la sto guardando tanto, ma siamo in crescita, stiamo spingendo tanto anche in sala pesi e pensiamo alla coppa. Forse non è stata una bellissima performance ma era importante fare risultato. Fino alla fine ci siamo impegnati dando tutto, Sora non ha mollato niente, ha battuto e murato veramente bene, giocando con efficienza anche in difesa. Siamo stati bravi, però, a tenerli sotto pressione”.

A lui si accoda Cester:

“Adesso siamo con la testa alle Final Four, quindi questa settimana dobbiamo lavorare molto pensando a fare bene contro Trento. Sora ha un bel ritmo di gioco, ha dei giocatori che sanno mettere in difficoltà l’avversario e, in alcuni momenti, non siamo stati lucidi abbastanza nel rispondere. Era comunque importante prendere 3 punti e lo abbiamo fatto”.

Chiude mister De Giorgi:

“Vittoria importante per il campionato. Siamo costretti tra Champions, Coppa Italia e Campionato, a cambiare continuamente la nostra prospettiva. Oggi i tre punti erano importanti per continuare sempre attaccati a questa classifica, corta in alto, e cercare di migliorare alcuni aspetti di gioco riguardo la qualità, anche con questa formazione, senza Juantorena. Noi abbiamo preparato la partita aspettandoci quello che Sora fa sempre, lottare e giocare su tutti i palloni, quindi è chiaro che, se permetti ad una squadra di entrare in fiducia, poi diventa pericolosa, e noi abbiamo cercato di evitarlo”.

Cristina Lucarelli – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Al PalaCoccia, una Lube da bottino pieno

, ,

Al PalaCoccia di Veroli bottino pieno in tre set per la Cucine Lube Civitanova contro una Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che, nonostante la testa e la qualità messa in campo, non è riuscita a entrare completamente nel match.
Ha infastidito in battuta i suoi avversari, ha tenuto i set in equilibrio fino a oltre ogni loro metà, ma poi ha subìto l’alto livello di gioco che i ragazzi di Fefè De Giorgi riescono a esprimere su tutta la rete. Così l’MVP Leal e i suoi compagni hanno spaccato e chiuso ogni game del settimo turno del girone di ritorno della SuperLega Credem Banca.

“Sicuramente non abbiamo fatto la nostra miglior partita – commenta coach Mario Barbiero -. Avevamo davanti un avversario completo e compatto che non ci ha permesso di entrare nel match, però comunque la nostra qualità si è vista durante il match. Potevamo fare di più, ma non mi sento di criticare i ragazzi perché sono stati con la testa in campo, hanno ragionato in tutte le situazioni e quindi, credo vada bene così. Non abbiamo vinto neanche un set e per noi anche quelli sono importanti, ma adesso pensiamo alla prossima gara”.

“Volevamo portare a casa 3 punti prima di affrontare la Coppa Italia – spiega invece mister Ferdinando De Giorgi – e ci siamo riusciti. Credo che siamo stati abbastanza continui ed era importante cercare di non far galvanizzare Sora che è una squadra che, quando incomincia a giocare, è capace di grandi cose”.

Allo starting player coach Mario Barbiero si affida alla regia del polacco Kedzierski in diagonale con Petkovic, alla coppia di centrali Caneschi e Di Martino, ai posti 4 Fey e Joao Rafael, e al libero Federico Bonami in ricezione e Mauti in difesa.
Mister Fefè De Giorgi schiera propone invece la diagonale Bruno-Sokolov, Diamantini al centro assieme a Simon, la banda Kovar in coppia con Leal, e Balaso libero.

In avvio di gara, Lube subito alla conduzione 3-5 aiutata dai 3 errori locali. Kedzierski di seconda intenzione guadagna il cambio palla e poi va in battuta, nel frattempo sulla rete la prima linea sorana non lascia passare nulla con Joao Rafael a murare Sokolov e Caneschi imperioso su Leal per il sorpasso del 6-5. L’ace di Leal riporta i sui avanti di un break, ma dopo il time out discrezionale di coach Barbiero, la Globo aggancia nuovamente al 12-12 e, con il suo palleggiatore a segno dai nove metri e lo schiacciatore brasiliano a bloccare le intenzioni di Sokolov, è avanti 17-15. A spaccare il set in favore dei cucinieri, è il turno al servizio di Bruno che con 4 turni consecutivi guidati sulla rete da Simon, segna un gap incolmabile di 5 lunghezze al 18-22. Petkovic prova a interrompere la striscia positiva e a invertire la rotta, ma oramai il game è nel segno del centrale cubano che lo archivia 20-25.

Il secondo set si apre come il precedente, con il 3-5 rimesso in parità al 7-7 dall’ace di capitan Petkovic. L’altro servizio vincente di Fey mette Sora alla guida con il +2 tenuto stretto anche da Caneschi al 14-12. Lube al break point della nuova parità, 14-14, e poi, dopo la breve interruzione di Fey, al parziale positivo di 4-0 guadagnato a muro, per il vantaggio del 15-18. Di Bruno la battuta fortunosa che aiutata dal nastro fa salire il vantaggio al +4 del 16-20 e che Sora non riuscirà più a colmare per il 21-25 archiviato dal prepotente lungo linea di Sokolov.

È un copione scritto ed entrambi i sestetti lo rispettano, Civitanova nel terzo set con Cester in campo al posto di Diamantini, scappa 1-4 e la Globo rincorre benissimo per la parità del 7-7 stabilita dall’ace di Fey. Riparte subito la corsa Lube che dopo il break point di vantaggio si infrange nel primo tempo di Di Martino e la prima intenzione di Kupono Fey che valgono il 12-12. Questa volta è il turno dai nove metri di Kovar a rompere l’equilibrio con il +4 del 13-17 che in parte ha avuto una risposta da Petkovic in attacco e Marrazzo all’ace per il 16-18. Leal riporta i suoi sul +4 e Simon lo conferma al 17-21. È Sokolov a regalare ai suoi 5 palle match, Fey e Petkovic ne annullano 3 ma non bastano a Sora per tenere ancora la contesa aperta. 22-25 e 3-0 per Civitanova al PalaCoccia.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Kedzierski 2, Petkovic 18, Caneschi 1, Di Martino 2, De Barros Ferreira 6, Fey 8, Bonami (L), Marrazzo 1, Esposito n.e., Rawiak n.e., Nielsen n.e., Mauti (L). I All. Barbiero; II All. Colucci. B/V 5; B/P 13; muri: 4.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Bruno 3, Sokolov 14, Kovar 5, Leal 15, Diamantini 4, Balaso (L), D’Hulst, Simon 10, Cester 2, Massari n.e., Juantorena n.e., Sander n.e., Cantagalli, Marchisio (L) n.e.. I All.Ferdinando De Giorgio; II All. Marco Camperi. B/V 4; B/P 17; muri: 8.

PARZIALI: 20-25 (‘24); 21-25 (‘24); 22-25 (‘29).

ARBITRI: Umberto Zanussi, Gianluca Cappello.
TERZO ARBITRO: Mancini.
ADDETTO AL VIDEO CHECK: Arienzo.
SEGNAPUNTI: Tanzilli.

MVP: Yoandy Leal.

SPETTATORI: 878.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora