Lo scontro diretto è tutto targato Sora

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora vince lo scontro diretto contro la Cassa Rurale Cantù confermandosi al comando della classe e aggiungendo distanza sulle inseguitrici.

Storie da venerdì 13 quelle successe al PalaGlobo “Luca Polsinelli” dove le due forze in campo hanno battagliato esprimendo la loro miglior pallavolo per un 3-0 finale entusiasmante per i ragazzi di coach Soli.

Le teste di serie, l’una contro l’altra hanno condotto una gara che innegabilmente ha visto primeggiare il sestetto sorano che ha saputo vincere rimanendo concentrata e usando le giuste strategie studiate in allenamento per aggredire l’avversario e colpirlo nei suoi punti critici.

“E’ stata una bellissima vittoria – commenta a caldo coach Soli. I ragazzi si sono preparati al match molto bene durante questi pochi giorni a disposizione e si è visto in partita. Pochissime sbavature e un buon assetto muro difesa ci hanno aiutati a contrastare i loro attaccanti. Abbiamo fatto un buon cambio palla e abbiamo saputo soffrire in quei momenti in cui la partita era un po’ più dura. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi perché oggi hanno dimostrato un bel livello e la costanza giusta per arrivare a risultati importanti. Il nostro obiettivo è riproporre sempre questo gioco e ce lo ripetiamo a ogni incontro. L’obiettivo è quindi, quello di produrre una buona pallavolo e oggi ci siamo riusciti. Questo ci mette davanti a una pallavolo più che buona alla quale ambire con grande costanza come facciamo in tutta la settimana, ma non posso che fare i complimenti ai miei ragazzi”.

Dello stesso parere è mister Della Rosa

“Oggi è scesa in campo una grande Sora che ha mostrato un buon gioco e un bel cambio palla. E’ stato bravissimo Fabroni che quest’anno ha a disposizione buoni attaccanti di palla spinta che per gli avversari è molto difficile da contrastare. Non c’è stata partita perché abbiamo giocato molto in affanno e quindi credo che il risultato sia più che veritiero”.

Quando i signori arbitri Feriozzi Ugo e Brancati Rocco invitano i giocatori a entrare in campo coach Soli schiera capitan Fabroni in cabina di regia opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.
La guida tecnica canturina, Massimo Della Rosa, risponde con Gerosa al palleggio in diagonale con Krolis, Monguzzi e Robbiati in posto 3, Tiozzo e Preti a schiacciare e Butti libero.

Gira subito su alti livelli la palla nel rettangolo da gioco del PalaGlobo con le squadre che si studiano mantenendo il punteggio in equilibrio fino al 10-10. La prima accelerata la danno i ragazzi di coach Soli che dopo aver ottenuto il cambio palla mettono a segno un break positivo di 8-0 che li fa volare su un 18-10 che scrivere molto delle storia del set. Tre dei sei muri vincenti del set vengono messi a segno in questo parziale con Giglioli e Hoogendoorn che non fanno passare nulla oltre la rete. Mister Della Rosa sostituisce Preti con Riva che mette a segno la battuta che vale il 19-13. Cantù continua a forzare il servizio e anche Robbiati trova l’ace del 20-15 ma lo emula subito Giglioli dopo aver riportato la palla nella sua metà campo un imprendibile primo tempo. L’altro block di Rosso ai danni di Tiozzo porta in casa Globo ben otto palle set ma ne servirà solo una alle squadre in campo per archiviare il game sul 25-17.
L’apertura del secondo set è tutta di marca Sorana con un 6-3 figlio del servizio vincente di Sperandio e l’8-4 tutto a firma di Hoogendoorn. Interrompe il gioco la guida tecnica canturina ma al rientro in campo l’andamento del gioco non cambia con la Globo che accumula un vantaggio di +7 con Rosso in attacco e Sperandio a muro a uno su Preti per il 14-7. Spingono molto ora i giocatori in campo e aumentano anche gli errori per un punto a punto che continua a far viaggiare Fabroni e compagni con la stessa distanza di sicurezza fino al 20-13. Sale in cattedra Rosso ma è Hoogendoor a portare i suoi al set ball sul 24-18. Quattro le battute sbagliate in questo frangente di gara con quella di Krolis che segna a referto il 25-19 per il doppio vantaggio set della Globo.

Picchia duro il sestetto locale con Fabroni che di seconda intenzione si guadagna il servizio che poi va a servire amaro al suo avversario per un 7-1 che manda in visibilio tutto il PalaGlobo. Coach Della Rosa richiama a raccolta i suoi ragazzi ma al technical time out è 12-5 con Mariano che mura la seconda intenzione di Gerosa. Continua a fare il suo la Globo, e quando Cantù comincia a dare cenni di ripresa con Preti, mister Soli spezza il loro gioco con un time out tecnico sul 15-11. Reazione d’orgoglio per i canturini che si riportano sotto 17-15 ma un indiavolato Mariano gli toglie di mano il servizio. È il momento di Hoogendoor che in battuta e da seconda linea detta legge per il 23-15. Prova a resistere la Cassa Rurale ma Fabroni sulla rete e Tiozzo al servizio scrivono il destino del big match, 25-18 e 3-0 per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – CASSA RURALE CANTU’ 3-0

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 5, Hoogendoorn 10, Rosso 13, Mariano 10, Sperandio 9, Giglioli 6, Santucci (L), Marrazzo n.e., Buzzelli n.e., Bacca n.e., Lucarelli n.e., Festi n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 4, B/P 18, muri 14.

CASSA RURALE CANTU’: Gerosa 1, Krolis 3, Tiozzo 3, Preti 8, Monguzzi 3, Robbiati 5, Butti (L), Riva 1, Gaggini n.e., Molteni n.e., Rudi (L2) n.e., Mazza n.e.. I All. Massimo Della Rosa; II All. Massimo Redaelli. B/V 3, B/P 15, muri 4.

ARBITRI: Feriozzi Ugo, Brancati Rocco.

PARZIALI: 25-17; 25-19; 25-18.

Giglioli alla conquista dei più piccini

,

Un altro passo verso la conquista del cuore dei più piccini: la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora nella giornata dello scorso mercoledì ha fatto visita al secondo istituto comprensivo, nello specifico al plesso “Giovannone Tuzi” di Carnello.

Doppio appuntamento per mister Colucci e il centrale Emiliano Giglioli che si sono prestati a soddisfare le richieste prima delle classi elementari e poi di quelle medie. Ad aprire l’incontro la presentazione e la promozione della pallavolo come sport completo sotto ogni punto di vista, sia fisico che educativo e di formazione del carattere. Il volley inteso come uno stile di vita sano che unisce in un binomio indissolubile, disciplina e giusta alimentazione, spirito di gruppo, passione, sacrificio, divertimento e soddisfazione.

Molto interessati gli alunni al settore di punta della Globo ossia quello giovanile, che ha inizio attraverso il minivolley per poi proseguire nella varie categorie superiori, e che spalanca le porte a bambini e ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni, sia per il maschile che per il femminile.

Dopo la presentazione del progetto giovanile dell’Argos Volley, la palla è passata a chi la maneggia di mestiere, Emiliano Giglioli – “Giglio” per gli amici – protagonista di ogni tipo di curiosità e domanda. Lo stesso atleta, accompagnato dal responsabile del progetto, coach Maurizio Colucci, ha aperto la parte più piacevole e tanto attesa dai presenti che non solo si sono cimentati nei fondamentali di palleggio, bagher e schiacciata, ma hanno dato vita a una vera e propria sfida a rete.
Consenso e affetto per il beniamino Giglioli e non solo, ma anche e soprattutto attorno alla realtà giovanile della Globo che ha affascinato i ragazzini portandoli a fare tante domande sui corsi e sulla realtà professionistica della società.

“Incontri di questo tipo vengono da noi fatti sempre con enorme piacere per la loro positività – dice l’insegnante Antonella Paniccia. I bambini sono entusiasti e soddisfatti di passare del tempo con un giocatore della serie A e carpirne i segreti, non solo pallavolistici. Molta partecipazione in questo momento utile non solo ad insegnare il rispetto e la cura che si devono al proprio corpo, ma anche per quanto concerne la socializzazione e lo spirito di gruppo”.

Dello stesso avviso il protagonista della giornata, Giglioli che dice:

“Mi sono divertito moltissimo a rapportarmi con i bambini che, dal canto mio, sprono sempre non solo a prestarsi al gioco della pallavolo e a imparare i fondamentali, ma anche a continuare a chiedere tutto ciò che desiderano, dal numero di scarpe che indosso alla mia altezza, dal tipo di alimentazione che seguo a quante ore mi alleno al giorno, a quale sarà la prossima partita e via discorrendo. Il tutto inizia sempre in sordina durante le nostre visite, quasi che fossimo tutti un po’ imbarazzati e ci stessimo studiando a vicenda, per poi finire però nel coinvolgimento collettivo tanto che dirci “ciao” è sempre la parte più difficile. Ci tengo dunque, a salutare il mio oramai amico Giuseppe: è stato molto bello conoscerlo e lasciarsi trasportare dal suo sorriso. Lo aspetto come promesso alla prossima partita per un’altra bella foto assieme”.

Terminata la mattinata, difatti, Giglioli è stato affettuosamente oggetto di richieste di autografi e scatti a cui si è giocosamente prestato regalando un ultimo saluto particolare ai suoi giovanissimi ammiratori.

Sora vs Cantù. Prima contro seconda ed è subito big match

,

Prima contro seconda della classe: è subito big match per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che nell’anticipo di venerdì sera alle ore 20,30 al PalaGlobo “Luca Polsinelli” affronterà la Cassa Rurale Cantù.

Le teste di serie alla quarta giornata si trovano già l’una contro l’altra con la possibilità di segnare un importante vantaggio sulla diretta rivale. Tre gare giocate possono dire poco per quanto lungo è ancora il campionato, ma uno scontro diretto vinto può fare sicuramente la differenza. Per questo sarà battaglia sul parquet del PalaGlobo abituato a ricevere ospiti insidiosi e a far vivere gare dall’alto livello e spirito agonistico.

Sora quelle tre gare le ha vinte tutte e a punteggio pieno, mentre Cantù ne ha lasciato indietro uno proprio la scorsa domenica tra le mura amiche portando la Materdomini.it Castellana Grotte al tie break.

Finale fisso per Fabroni e compagni che con il 3-1 inflitto a Mondovì, Alessano e Club Italia, hanno sempre intascato bottino pieno offrendo uno spettacolo pallavolistico alle volte da brivido freddo e altre da festeggiamento esaltante. Certo è, che i ragazzi dei coach Soli e Colucci stanno lavorando bene e lo dimostrano ogni volta che scendono in campo assieme alle loro qualità atletiche e tecniche.
Dello stesso parere è il General Manager Adi Lami:

“I ragazzi si stanno allenando bene e con grande intensità. Non si risparmiano mai né in allenamento né in partita. La strada che stanno percorrendo sotto la guida dell’ottimo e competente staff tecnico è quella giusta, e secondo me tra un po’ di tempo raggiungeranno quell’amalgama che ogni team ricerca e che può fare la differenza. Merito dunque dell’impegno dei ragazzi ma soprattutto dell’altissima professionalità degli allenatori Soli e Colucci e del preparatore atletico Giacomo Paone che riescono a far emergere le positività di ogni atleta e a lavorare su di esse”.

“Finora abbiamo affrontate buone squadre – commenta coach Fabio Soli -, facendo bene il nostro lavoro e soffrendo anche a tratti, portando comunque sempre a casa il bottino pieno, cosa mai scontata in campi come quello di Mondovì e Alessano dove molti lasceranno punti. Il campionato si sta rivelando pieno di sorprese come me lo aspettavo e quindi molto più duro per tutti i partecipanti.
Venerdì sera per noi si alzerà l’asticella perché Cantù è storicamente una squadra molto ostica e quest’anno si sta rendendo protagonista sin dall’inizio. Quello che mi aspetto è una battaglia: in battuta e in attacco i ragazzi di coach Della Rosa sono di altissimo livello, hanno alcuni punti critici che stiamo studiando e che ovviamente proveremo ad aggredire. Faremo del nostro meglio per arrivare quanto meno alla vittoria e contribuire al nostro obiettivo che è quello di provare a crescere il livello della nostra pallavolo domenica dopo domenica. Questo obiettivo non dobbiamo mai perderlo di vista perché sono convinto che solo attraverso la costanza possono essere raggiunti i risultati. Nelle prime tre giornate lo abbiamo fatto, ci proveremo anche venerdì sera confidando molto anche su un PalaGlobo pieno che è sempre la nostra marcia in più”.

Alle parole di coach Soli fanno eco quelle di capitan Fabroni:

“Abbiamo incontrato tre ottime squadre ma contro Cantù sarà il nostro primo vero banco di prova. Il coefficiente di difficoltà sarà sicuramente il più alto tra le gare disputate finora in quanto è una squadra completa. Per riuscire ad avere il risultato dalla nostra parte dovremo giocare la nostra miglior partita ma non sarà semplice perché l’avversario ha i nostri stessi obiettivi. La chiave del match potrebbe essere quella di lavorare bene in questi pochi giorni che ci separano dal match, e avere il palazzetto pieno con tutti i presenti a lottare con noi”.

Del nuovo volto dei canturini targati 2015/2016 continua a parlarne il GM Lami:

“Il presidente Molteni in estate ha fatto un ottimo lavoro rinforzando il suo roster in punti importanti e giusti, e ora la sua squadra può competere e giocarsela con ognuna delle avversarie. L’opposto Krolis sta confermando le qualità tecniche già espresse nel campionato disputato tra le fila di Matera; i due giovani posto 4, Tiozzo e Preti, manifestano tutta la loro voglia di mettersi in mostra; e la regia è sempre quella di Gerosa, forse il palleggiatore più esperto della categoria. Contro questo roster molto equilibrato apriremo la quarta di cartello nell’anticipo del venerdì sera con una giornata che si preannuncia intensa con gare di grande interesse a livello di classifica e scontro tra i sestetti come la nostra ma anche quella di Potenza Picena vs Vibo Valentia, o quella tra Brescia e Siena posticipata però al 25 novembre”.

Questo dunque il venerdì sera della grande pallavolo di Serie A2 che propone al PalaGlobo “Luca Polsinelli” il big match Globo Banca Popolare del Frusinate Sora vs Cassa Rurale Cantù. L’appuntamento è dunque alle ore 20,30 con l’anticipo valido per la seconda giornata di campionato.

I biglietti sono disponibili in prevendita al costo di €8,00 e acquistabili a Sora presso il PalaGlobo; il Bar Dante in viale San Domenico; il bar Civico 41 in via Napoli; il Caffè dei Portici in piazza Santa Restituta; la Caffetteria del Corso in corso Volsci; il Bar Gelateria Papà Rossi in piazza Santa Restituta; la Caffetteria del Borgo in via Matteotti; Dolce & Caffè Pasticceria Napoletana in via Vittorio Veneto; al Centro Commerciale La Selva presso il Bar La Piazzetta in via Chiesa Nuova.

Trasferta capitolina che vale tre punti.

,

Come promesso la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora non si è fatta trovare impreparata alla prova Club Italia battendo per 3-1 i ragazzi di coach Totire nel loro tempio di piazza Apollodoro a Roma.

Bottino pieno dunque per Fabroni e compagni nella trasferta capitolina che, grazie a tre vittorie su tre gare disputate in questo campionato, continuano a condurre la classifica della Serie A2.

La squadra Federale ha mostrato tutto il talento dei suoi giovanissimi atleti e soprattutto un gran approccio al campionato e alla serie, ma oggi per loro il confronto con la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è stato duro in quanto di fronte hanno trovato un avversario che ha sempre tenuto la testa in campo senza permettergli di esaltarsi fino a trovare lo sprint giusto per un allungo definitivo.

Di questo parla anche coach Soli al termine del match:

“Il risultato finale fa molto piacere perché venire a vincere qui non è semplice. I 3 punti erano il nostro obiettivo anche se secondario a quello di mettere oggi un mattoncino in più sulla qualità della nostra pallavolo. Oggi ci siamo innervositi un po troppo, dobbiamo imparare a mettere tutta l’energia che abbiamo nel gioco senza stare a guardare troppo altrove. I miei complimenti vanno a coach Totire per la sua squadra e per come sta crescendo, sono convito che darà filo da torcere a tutti gli avversari che avrà di fronte”.

Al fischio d’inizio della terza giornata di cartello coach Totire schiera il suo sestetto tipo con Zoppellari al palleggio in diagonale con Argenta, Galassi e Di Martino in posto 3, Zonca e Margutti a schiacciare e Piccinelli libero. La guida tecnica sorana risponde dall’altra parte della rete con Fabroni in cabina di regia opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.

Nelle mani di Zoppellari la battuta d’inizio del match che però finisce in rete. Dopo il 3-3, l’attacco di seconda intenzione di capitan Fabroni porta Sora su un +2 che con Rosso a muro su Di Martino, Hoogendoorn e Giglioli in attacco, diventa +4 sul 7-11. È Mariano, con un attacco mancino a far suonare la sirena del tachnical time out e al rientro in campo dopo gli incisivi diagonali dell’opposto olandese, ancora a il posto 4 sorano ispirato da una alzata all’indietro di Giglioli, fa segnare sul tabellone il 13-19. Va a punto Margutti ma la Globo riporta la battuta nei suoi nove metri con Hoogendoorn a destabilizzare la ricezione avversaria autografando due ace in un turno positivo che porta la contesa al set ball, 14-24. Ancora Margutti ad annullare la prima possibilità set ma poi ci pensa Zonca a chiuderlo attaccando out il pallone che vale il 15-25.

Il Club Italia sotto di 1 set a 0, torna in campo più motiva e decisa a restare attaccata al match così, dopo il mini break positivo di 3-0 con Argenta al servizio a infastidire Mariano, Zonca lo emula per il 6-1 che costringe coach Soli a interrompere il gioco. L’opposto della federazione allunga ancora le distanze, Sora dal centro con Sperandio comincia a rosicchiare qualche punticino ma allo stop obbligatorio i romani sono avanti 12-6. Il game prosegue punto a punto con i giovani del Club Italia che sono carichi ed esaltati al punto giusto infatti sul 19-14 provano a dare un’accelerata definitiva al set per il 21-14. Coach Soli sostituisce Hoogendoorn con Buzzelli mentre Rosso suona la carica ai suoi aprendo una fase positiva che con l’aiuto di Mariano porta il punteggio sul 22-18. Sperandio per il -3 del 23-20 e Rosso ad annullare la prima palla set dei locali che però non falliscono la seconda chiudendo il gioco 25-21.

1-1 in fatto di conteggio set e Sora che non riprende il game da dove lo aveva lasciato ma tornando a imporre il suo gioco per il 2-5 conquistato dal lungo linea di Hoogendoorn e il muro di Sperandio a bloccare Argenta. 5-9 con l’ace di Mariano e 8-13 con il suo muro a bloccare sulla rete le intenzioni dell’opposto della squadra federale. Si riscatta subito il posto 2 di casa lavorando bene per il cambio palla e aiutando i suoi compagni alla rimonta del 13-14. 13-15 e il primo arbitro, signor Guarneri, assegna un cartellino rosso a Giglioli per proteste. Reagiscono subito i ragazzi di coach Soli per il 15-19, ma poi diventano fallosi rimettendosi gli avversari alle calcagna 18-19. Richiama il suo sestetto la guida tecnica sorana e dopo validi consigli, Hoogendoorn sulla rete, Sperandio a muro e Mariano da seconda linea, fanno salire il tabellone su un ottimo 18-23. Questo parziale positivo segna il set che l’opposto sorano chiude a muro punendo Margutti 19-25.

Caparbi i giovani del Club Italia che impavidi tornano nella loro metà campo agguerriti finalizzando un 6-2 che costringe coach Soli a richiedere il time out discrezionale. Mariano ottiene il cambio palla e il suo compagno di posto 2 va a segno dai nove metri. 7-4 ed è ancora lo schiacciatore ex Corigliano a riportare il servizio nelle mani dei suoi aprendo un break positivo di 5-0 con capitan Fabroni a gestire una regia impeccabile e a murare e attaccare come solo un fuori classe come lui sa fare. Così la Globo mette la freccia e sorpassa gli avversari con un +3 che tiene stretto con le unghie e con i denti fino all’11-14 quando le lunghezze aumentano con l’ace di Sperandio e gli attacchi di Hoogendoorn e Mariano. È proprio il centrale a portare Sora al match ball che non tarda ad arrivare per il 17-25 che archivia set e gara sull’1-3.

CLUB ITALIA ROMA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 1-3

CLUB ITALIA ROMA: Zoppellari 1, Argenta 13, Margutti 8, Zonca 9, Di Martino 3, Galassi 6, Piccinelli (L), Tofoli, Osak n.e., Gaia n.e., Caneschi n.e., Marta (L) n.e.. I All. Michele Totire; II All. Simone Roscini. B/V 4, B/P 14, muri 2.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 4, Hoogendoorn 16, Rosso 12, Mariano 16, Sperandio 12, Giglioli 5, Santucci (L), Marrazzo, Buzzelli, Bacca n.e., Lucarelli n.e., Festi n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 5, B/P 20, muri 9.

ARBITRI: Guarneri Roberto, Canessa Maurizio.

PARZIALI: 15-25; 25-21; 19-25; 17-25

Festi e Buzzelli promotori di Volley e Salute

,

Inarrestabile Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che ancora una volta fa conoscere il mondo dello sport e in particolare quello della pallavolo ai giovanissimi del territorio.
Mercoledì 4 novembre si è svolto un altro incontro presso un plesso scolastico, quello della Scuola Media Padre Rodrigo di Rocco a Castelliri facente parte dell’Istituto Comprensivo di Isola del Liri.

A far visita ai giovanissimi alunni coach Maurizio Colucci responsabile del progetto che coinvolgerà tutte le scuole del comprensorio durante l’anno scolastico 2015-2016, accompagnato dallo schiacciatore Pierlorenzo Buzzelli e dal centrale Roberto Festi.
La delegazione sorana è stata accolta con tanto entusiasmo e molta curiosità soprattutto per quanto riguarda la situazione di sportivi professionisti degli atleti, di giocatori di serie A cui ispirarsi per uno stile di vita sano e corretto.

Sbrigate le formalità di rito, quindi le motivazioni dell’incontro e sull’importante progetto “Oasi dei sapori volley cup” torneo interscolastico che coinvolge i ragazzi delle medie e del biennio superiore giunto alla sua terza edizione.
Successivamente gli studenti hanno potuto sfiziarsi sottoponendo quesiti di ogni genere ai loro idoli a partire da domande strettamente attinenti la disciplina sportiva come ad esempio conciliarla con lo studio, fino a richieste sulla la loro vita privata.

La fase più attesa dell’incontro però è sempre quella ludica durante la quale Buzzelli e Festi hanno reso felici i ragazzi giocando con loro e insegnando qualche fondamentale del volley.

“Il progetto scuola al quale partecipiamo è un’iniziativa molto importante – dice lo schiacciatore Buzzelli -, perché permette ai ragazzi di avvicinarsi alla pallavolo e noi siamo orgogliosi di essere i loro beniamini. C’è da dire che il progetto, portato avanti dall’Argos Volley nella persona di mister Colucci, nel corso di questi anni sta decisamente raccogliendo i suoi frutti migliori perché sempre più ragazzi si avvicinano a questo sport e sempre più si iscrivono ai nostri corsi di pallavolo e minivolley. Inoltre penso sia una cosa davvero divertente l’iniziativa dell’ Oasi dei Sapori Volley Cup perché permette ai piccoli atleti di tutte le scuole medie e del biennio superiore di affrontarsi prima per classi e poi tra istituti per stabilire quindi un vincitore in un torneo finale che si terrà nel nostro palazzetto a giugno.
A questo c’è da aggiungere che cerchiamo sempre di capire e dare consigli sulle abitudini alimentari dei piccoli amici che andiamo a trovare, spesso confrontandoci con loro, invogliandoli a una vita più sana dove frutta e verdura siano i presupposti di una buona dieta giornaliera, aldilà del fatto che si sia atleti o meno”.

La mattinata ha lasciato sicuramente un buon ricordo anche al corpo docente e il primo a esprimersi è il professor Tarcisio Teodoro:

“E’ stato molto positivo per i ragazzi quest’incontro. Hanno vissuto un’esperienza decisamente nuova e avere il contatto diretto con i vostri atleti, ragazzi che hanno fatto dello sport una professione, li stimola sicuramente oltre a fargli comprendere delle dinamiche di allenamento e alimentazione che prima ignoravano”.

“E’ stata una sorpresa oggi incontrare gli atleti della Globo, – fa eco l’altra insegnante, signora Vittoria Costantini -. I ragazzi sono stati entusiasti dell’esperienza recependo i vantaggi derivanti dalla pratica sportiva, fondamentale per lo sviluppo psico-fisico. I giocatori sono stati fantastici nel farsi conoscere e nelle spiegazioni, riuscendo a coinvolgere emotivamente tutte le classi”.

Un altro successo intascato per la società di patron Giannetti, un altro motivo per continuare nell’attività promozionale di uno sport bello e completo come la pallavolo.

Sperandio e Giglioli dai piccoli del “Santa Giovanna Antida”

,

Mette a segno un altro importante punto la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora facendo anche questa volta breccia nel cuore dei più piccoli.

Sabato scorso infatti gli atleti di corso Volsci, accompagnati da coach Maurizio Colucci, hanno proseguito il tour promozionale nelle scuole del sorano facendo visita agli alunni della primaria Santa Giovanna Antida.

Protagonisti della giornata i due centrali della Globo, Matteo Sperandio ed Emiliano Giglioli, che hanno intrattenuto le classi delle elementari spiegando con tanta naturalezza e simpatia il mondo della pallavolo e la bellezza di uno sport di squadra, quanto impegno costa ma anche quanta soddisfazione da in cambio. Tanto tra i piccoli è stato anche il successo intorno al settore giovanile e al minivolley, situazioni di punta della realtà Argos Volley, da sempre impegnata nel lavoro con i più giovani.

Domande di ogni genere e curiosità intorno ai due atleti che non hanno lesinato approfondimenti ai loro piccoli ammiratori, i quali non aspettavano altro però che potersi mettere all’opera cimentandosi nel gioco con i loro “nuovi” maestri.
Mister Colucci e i due pallavolisti hanno quindi organizzato le classi affinché il momento ludico didattico potesse svolgersi con divertimento e tanto entusiasmo, lo stesso che ha coinvolto Giglio e Sperandio.

“E’ sempre una bella esperienza poter parlare a dei bambini, soprattutto quelli più piccoli come quelli che siamo andati a trovare oggi – spiega Matteo Sperandio. Credo che sia proprio alla loro età che si costruisce il carattere, che si forma la personalità, per cui l’importanza dello sport diviene basilare. Una disciplina come il volley, per esperienza, è perfetta a tal scopo. L’idea sostanziale e che anima questo sport è il concetto di squadra, qualcosa che i bambini dovrebbero presto imparare e che indiscutibilmente ha un peso positivo sulla formazione dei giovani. Inutile, poi, sottolineare i benefici sia fisici che propriamente legati alla salute che si possono trarre dal praticare sport.
Sono soddisfatto di come i ragazzini abbiano risposto quest’oggi, si vedeva che erano interessati agli argomenti, ci hanno chiesto tante informazioni e si sono cimentati positivamente con gioia negli esercizi che abbiamo fatto insieme. E’ stato un incontro costruttivo sia per i piccoli che per noi, in quanto impariamo a rapportarci come esempi da seguire e supporto per le giovani leve”.

Oltre alla teoria e alla pratica pallavolistica, c’è stato anche un momento di sano ristoro legato al discorso dell’importanza di una corretta alimentazione utile non solo ai fini del rendimento sportivo, ma soprattutto alla stato di salute generale di ogni individuo. Gli alunni del plesso e i loro insegnanti hanno avuto per merenda della frutta fresca esclusivamente di agricoltura biologica offerta dall’azienda Biosì, che è stata molto apprezzata e ha unito gli atleti della serie A, alunni e insegnati in un bel momento conviviale.

Scuola e Volley, di scena l’istituto “G. Baisi”

,

Prosegue con successo il cammino promozionale della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora tra le scuole della Media Valle del Liri.
Lo scorso mercoledì la società di patron Giannetti si è recata a Isola del Liri presso l’Istituto Secondario di primo grado “G. Baisi” dove, ad attendere staff tecnico e atleti della serie A, c’era un nutrito numero di ragazzi curiosi.

Il coordinatore del progetto, coach Maurizio Colucci, è stato accompagnato nel suo viaggio educativo-sportivo dagli schiacciatori Pierlorenzo Buzzelli e Daniel Bacca, e dall’alzatore Federico Marrazzo che sono stati accolti con entusiasmo dalla giovane platea.

L’incontro ha coinvolto gli alunni e gli insegnati in tre intensi momenti. Prima una parte “teorica” in cui è stata spiegata ai più giovani l’importanza di un corretto stile di vita di cui sana alimentazione e sport sono fondamentali per lo sviluppo personale, e durante la quale sono state anche illustrate le attività faro della società Argos Volley e quindi la rilevanza del settore giovanile e del torneo interscolastico “Oasi dei Sapori Volley Cup”, competizione organizzata in collaborazione con l’omonimo agriturismo e giunta alla terza edizione.
In un secondo momento la parola è passata agli stessi giocatori che hanno potuto raccontare le loro esperienze nel mondo del professionismo, la preparazione che hanno portato avanti negli anni, la passione per la pallavolo e le loro stesse vite. I giovani studenti, molto interessati, sono stati parte attiva della discussione chiedendo ogni tipo di informazione e sviscerando le loro curiosità attorno al dorato mondo dello sport.
Non poteva poi mancare un momento ludico-didattico in cui le giovani leve, divise in tre gruppi, si sono divertite con i loro beniamini giocando e soprattutto imparando qualche fondamentale del pallavolo. Tanto affetto e ammirazione per gli atleti della Globo i quali, prima di salutare i nuovi piccoli amici per tornare alla fatica del parquet, si sono prestati a foto e autografi.

Stima anche da parte del corpo docente che, nella persona di Anna Grazia Bengazi, ha dichiarato:

“Sono molto contenta e soddisfatta dell’incontro odierno. E’ stato stimolante per i miei alunni avere un dialogo con chi ha fatto dello sport un lavoro. Da insegnante di educazione fisica sono orgogliosa di aver ascoltato parole che valorizzino la professione sportiva e che la indichino come una strada che non esula dallo studio, anzi, che si può e deve accompagnare ad esso, come dimostrano i vostri stessi atleti laureati o che stanno completando gli studi universitari nonostante giochino in serie A. I piccoli sono stati molto partecipi, esternando la loro necessità di capire, comprendere, come vive un atleta professionista con tutte le problematiche che tale posizione comporta. I giocatori dal loro canto, sono stati gentilissimi ed esaustivi, hanno invogliato sicuramente i miei alunni a conoscere la pallavolo e a mettersi in gioco”.

Un altro passo nella giusta direzione, un incentivo per i più giovani a vivere una realtà in cui se da una parte lo spirito di sacrificio e la passione sono puntelli indispensabili, dall’altra si è ripagati attraverso la gratificazione, la soddisfazione e perché no, il divertimento che solo lo sport può dare.

La vittoria è del PalaGlobo, ispirata dalla magia della regia.

,

Al PalaGlobo “Luca Polsinelli” la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora esordisce nel suo vestito migliore con la vittoria sull’Aurispa Alessano accolta dai quasi mille spettatori con grande soddisfazione.

3-1 è il risultato finale dell’incontro valevole per la seconda giornata di cartello del settantunesimo campionato, la prima in casa Globo che si è fatta trovare prontissima all’accoglienza dell’avversario, a quella del pubblico delle grandi occasioni e soprattutto all’appuntamento con il campo per la vittoria finale.

Avversario di tutto rispetto quello che è venuto in trasferta a Sora risalendo mezza Italia ma i ragazzi di coach Soli hanno saputo tener testa e conquistare tutto il bottino in palio, altri tre punti che piazzano il club di corso Volsci ai piani alti della classifica.

“Si vede che siamo a inizio stagione dato che dobbiamo ancora prendere confidenza col campo e imparare ad approcciarci bene al match – spiega coach Soli al termine del match. Abbiamo iniziato punto a punto e siamo stati bravi a cambiare marcia con la battuta. Purtroppo non siamo stati altrettanto bravi con il cambio palla e nella conclusione del secondo set quando ci siamo un po’ addormentati pagando cara la situazione. Un applauso ai miei ragazzi capaci di riprendere il gioco che ci eravamo riproposti di portare in campo e con delle buone battute come quelle di Fabroni che ha costruito dei break importanti. Sicuramente però siamo stati molto bravi a portare a casa i 3 punti”.

“Ho visto scendere in campo due squadre non molto distanti tra loro – analizza dall’altro lato del campo coach Bramato. La differenza del match infatti, a mio avviso, l’hanno fatta i singoli episodi soprattutto la battuta. Purtroppo in alcuni momenti chiave siamo stati molto imprecisi e loro ne hanno approfittato. Dobbiamo imparare ad essere più cattivi e lucidi mentalmente soprattutto in quei momenti nei quali ci giochiamo il set”.

Al primo fischio d’inizio della stagione del PalaGlobo del signor Prati coadiuvato dal signor Marotta, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero.
Coach Bramato risponde con Pellegrino al palleggio in diagonale con Jeliazkov, Torsello e Piscopo in posto 3, Cernic e Bolla a schiacciare e Bisanti libero.

La gara è aperta da un apparente equilibrio rotto dal mini breack positivo degli ospiti che costringono, sul 4-7, coach Soli a chiamare il time out discrezionale. Al rientro in campo Bolla attacca out la pipe che manda capitan Fabroni al servizio da dove pareggia i conti, 7-7. Ma Alessano preme ancora sull’acceleratore e con l’opposto Jaliazkov in grande spolvero fa suonare la sirena dello stop obbligatorio sul vantaggio dell’8-12. Dopo i consigli del loro allenatore, i ragazzi di corso volsci cominciano a rosicchiare lunghezze e con Rosso da seconda linea e Hoogendoorn sulla rete è parità 15-15. Capitan Fabroni dai nove metri destabilizza la ricezione dell’Aurispa, e dopo due ace porta i suoi sul +5 del 21-16 che molto dice del sestetto sorano in campo. Non trova la reazione necessaria l’Alessano che subisce anche le battute di Mattia Rosso così, dopo un’azione lunga e molto bella, Sora ha a disposizione 7 palle set. Si chiude 25-18 il primo set di un match che si preannuncia intenso e ricco.
Secondo game che si avvia come il primo, con il tabellone che segna gli stessi numeri sul 7-7 dopo un piccolo allungo degli ospiti e il recupero dei padroni di casa. Galleggia ora il punteggio con Sora che è sempre un passo avanti ma comunque non a distanza di sicurezza da una Aurispa che non concede nulla e lotta su tutti i palloni. A guadagnarci è lo spettacolo del PalaGlobo che può rifarsi la bocca con azioni al cardipalmo piene di spettacolarità come la difesa di piede di Hoogendoorn o gli attacchi di Rosso e Mariano. Con l’ace dello schiacciatore sorano numero 9 è 17-15 ma Piscopo ristabilisce la parità, 19-19. L’ace di capitan Fabroni e il suo gioco di prestigio di seconda intenzione si traducono in tre possibilità set del 24-21. Il muro di Piscopo annulla la prima possibilità sorana e poi sale in cattedra Bolla a bloccare sulla rete tutte le intenzione d’attacco avversarie per il 24-24 che porta il game ai vantaggi. Ci pensa l’opposto Jaliszkov a chiudere il set e riaprire il match con il 24-26 che vale 1-1.

Sora torna in campo con Festi al centro al posto di Sperandio e con un ispirato Giglioli che con due ace consecutivi porta i suoi avanti 7-4. Un parziale positivo di 3-0 ristabilisce l’equilibrio sul tabellone e in campo si comincia a giocare palla su palla. La Globo arriva per prima al technical time out 12-11 e subito dopo la difesa lunga di Bolla e l’ace di Cernic concedono il doppio passo di vantaggio agli ospiti, 15-17. Jaliazkov aiuta Sora nell’aggancio del 20-20 ma è il buon gioco di Rosso a riportarla avanti 22-20 e la prepotenza degli attacchi di Hoogendoorn a regalarle il set ball. Alessano annulla la prima possibilità ma Rosso non si fa sfuggire la seconda mettendo a referto il 25-22 che vale il 2-1 in fatto di conteggio set.

Sale il livello del gioco nel quarto parziale che si apre con scambi lunghissimi e gesti atletici che mandano in visibilio tutto il pubblico presente e guidati da capitan Fabroni e la sua magia della regia. 7-6 e Hoogendoorn ottiene il cambio palla che manda il suo palleggiatore al servizio dove resta per 5 fruttuosi turni con punti guadagnati direttamente dai nove metri e sulla rete con i graniti block di Festi e dello stesso opposto a inchiodare Bolla per il 13-6. Si riscatta Bolla riportando il servizio nella sua metà campo con Torsello che non sbaglia per il nuovo aggancio del 14-12. Con Mariano la Globo tiene stretta le sue 3 lunghezze di vantaggio, ma Cernic tiene i suoi attaccati al set e al match 19-18. Un fallo di squadra consegna il servizio direttamente nelle mani di Fabroni che non lo molla più fino alla fine della gara. Con la sua battuta il capitano sorano mette sotto pressione Cernic e con una bocca da fuoco in meno Alessano non riesce a venire fuori dal vortice sorano che festeggia il 25-18 e il 3-1 finale di gara.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – AURISPA ALESSANO 3-1

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 7, Hoogendoorn 23, Rosso 15, Mariano 8, Sperandio 1, Giglioli 7, Santucci (L), Marrazzo, Buzzelli N.E., Bacca n.e., Lucarelli n.e., Festi 4. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 9, B/P 12, muri 10.

AURISPA ALESSANO: Pellegrino 3, Jeliazkov 22, Torsello 5, Piscopo 10, Cernic 12, Bolla 8, Bisanti (L), Mazza, Piazza, Marzo n.e., Muccio n.e., Russo (L). I All. Livio Bramato; II All. Luca Bramato. B/V 4, B/P 13, muri 14.

ARBITRI: Montanari Massimo, Carcione Vincenzo.

PARZIALI: 25-18; 24-26; 25-22; 25-18.

Mariano, Rosso e Santucci in visita alla “D. Alighieri” di Isola del Liri

,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora continua il proprio tour nelle scuole del circondario guidata da Coach Colucci che, assieme ai suoi atleti della Serie A, si pone l’obiettivo di promuovere la bellezza della pallavolo e delle regole sportive associate a una sana e corretta alimentazione.

Il tour ha fatto visita all’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” di Isola del Liri che ha aperto le porte al coordinatore del progetto, coach Colucci, e ai testimonial Romolo Mariano, Mattia Rosso e Marco Santucci.

L’incontro nella palestra dell’istituto è iniziato con una breve presentazione della Società Sportiva Argos Volley e del campionato maggiore che disputa, ossia quello nazionale di Serie A2. Molta attenzione invece è stata dedicata alla descrizione delle varie attività giovanili a disposizione di tutti i ragazzi di età compresa tra i 5 e i 18 anni presso il Palazzetto dello Sport “Luca Polsinelli”.

Finalmente a parlare sono gli atleti che riescono a calamitare l’attenzione di tutti gli alunni attraverso le loro storie di sport, amicizia, gare, dure prove e belle soddisfazioni. A questo punto la curiosità è tanta e quindi partono le domande alle quali i giocatori sono contenti di rispondere.

Il momento più atteso però resta sempre quello ludico e gli studenti sono felicissimi di avere per un giorno dei “professori speciali”. Così gli atleti della Globo seguendo le istruzioni di coach Colucci, si sono esercitati assieme ai tanti bambini che con disciplinata felicità hanno reso ancora più bella e allegra la giornata di sport e salute.

Per il libero Marco Santucci questo è il secondo anno che si reca in visita in questo Istituto Comprensivo:

“Penso che questo genere di incontri possa aiutare i ragazzi ad avvicinarsi allo sport e a scegliere di praticarne uno, magari anche attraverso la nostra esperienza essendo la testimonianza che, anche lo sport, può diventare un vero e proprio lavoro. Io e i miei compagni abbiamo quindi un compito molto importante in quanto i ragazzi si potrebbero servire di noi e delle nostre storie per fare una scelta nel loro percorso di vita che possa essere un semplice hobby o una vera e propria professione nella quale cercheranno di arrivare il più in alto possibile.
Alcuni di loro li ho visti molto interessati e presi dall’incontro come anche dalle nostre parole tanto quasi da prenderci come modello di vita sportiva e, in alcuni casi, anche molto propensi all’avvicinarsi alla pallavolo.”

Una mattinata diversa dunque, quella vissuta dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri” di Isola del Liri che grazie alla dedizione del Dirigente Scolastico, signora Anna Zeppieri e della professoressa Anna Grazia Bengasi, hanno avuto l’opportunità di incontrare da vicino i loro beniamini della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

Per la prima del PalaGlobo arriva Alessano

,

È tutto pronto in casa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora per il debutto casalingo nel settantunesimo campionato di Serie A2 targato 2015-2016.

Domenica alle ore 18,00 le porte del PalaGlobo “Luca Polsinelli” torneranno ad aprirsi ufficialmente per fare posto alla seconda giornata di cartello che coincide con l’esordio stagionale della Globo difronte al suo pubblico, con la squadra dei coach Soli e Colucci che affronteranno la compagine dell’Aurispa Alessano.

Dopo l’ottima prestazione allo startup in Piemonte contro la VBC Mondovì battuta per 3-1, Fabroni e compagni ci tengono a dimostrare in casa propria di che pasta sono fatti e quindi a mostrare le loro attuali capacità qualitative e competitive e i margini di miglioramento e di crescita che si potranno avere man mano che il campionato entrerà nel vivo. Per questo durante la settimana tutto il roster ha lavorato con grinta e determinazione sia in palestra pesi agli ordini dei preparatori Andrea Pozzi e Giacomo Paone, sia sul rettangolo del palasport per perfezionare tecnica e tattica di gioco.

“Abbiamo preparato nei minimi dettagli la partita della scorsa domenica contro Mondovì – dice lo schiacciatore Pierlorenzo Buzzelli -, in quanto sapevamo che giocare in casa di una neopromossa non sarebbe stato facile. Nonostante questo ci siamo avvicinati al match con la giusta caparbietà e siamo stati in grado di portare a casa tre punti importanti.
Guardando anche i risultati delle altre partite ci siamo resi conto che non possiamo permetterci di sottovalutare nessun avversario in quanto già sono state sconfitte Vibo Valentia e Chiusi ossia due squadre che partivano sicuramente da favorite.
Per quanto riguarda il nostro stato di forma stiamo molto bene nonostante qualche lieve fastidio legato alla preparazione atletica. Riusciamo ad allenarci a un ritmo abbastanza elevato, fatto che crea un bell’entusiasmo nel nostro ambiente e sicuramente ci da la carica giusta per approcciare alla prossima gara con la speranza di avere il palazzetto sold-out.
Abbiamo iniziato a studiare il nostro avversario e penso che Alessano abbia fatto un’ottima campagna acquisti avendo rinnovato il proprio roster rispetto alla scorsa stagione. Può contare infatti su giocatori molto forti come Piscopo, Cernic e l’opposto Jeliazkov. Sicuramente sono atleti che nella nostra categoria possono fare la differenza, complici anche le loro altezze, ma noi ci stiamo preparando al meglio per affrontare questa partita”.

Esordio scoppiettante dunque quello del PalaGlobo che oltre al fermento di questi giorni durante i quali tutto lo staff Argos Volley ha lavora alacremente per la grande riapertura stagionale, si fa bello per la prima diretta Lega Volley Channel. Al primo appuntamento casalingo di cartello infatti, la struttura di via Ruscitto oltre ad aprire le sue porte all’Aurispa Alessano e a tutti i tifosi e appassionati locali che dopo mesi potranno tornare a godersi lo spettacolo della grande pallavolo di Serie A, ospiterà anche le telecamere di SportTube che faranno diventare la gara un evento streaming live.

I veri ospiti sorani però sono gli amici dell’Aurispa Alessano alla loro seconda partecipazione nella serie dopo l’esordio dello scorso anno.
Oggi il sestetto dei coach Bramato Livio e Luca al loro primo mandato, è stato rinforzato dal Presidente Venneri e dal DS Claudio Ciardo che ha dichiarato che punta a disputare un campionato di alto livello.
Nuova la diagonale palleggiatore-opposto con Davide Pellegrino, lo scorso anno sulla panchina di Latina (A1), e il bulgaro classe ’92 Jani Nikolaev Jeliazkov direttamente da un biennio nella CMC Ravenna. Grande aiuto nei fondamentali di posto 4 è arrivato a darlo Matej Cernic dopo le esperienze nella serie prima a Corigliano e poi a Matera. Al centro della rete invece accanto al riconfermato Mirko Torsello oramai targato Alessano dal 2012, l’esperto Cosimo Marco Piscopo che è rimasto nella regione Puglia spostandosi da Molfetta ad Alessano. Riconfermato il libero Matteo Bisanti assieme all’altro Matteo, lo schiacciatore Bolla.
A disposizione dei coach Bramato gli altri nuovi arrivi: il martello Luca Marzo dalla Materdomini Castellana Grotte, il palleggiatore Lorenzo Piazza dalla B1 di Sant’Antioco, e il libero Davide Russo che a quattordici anni è il più giovane atleta dell’intera serie, prodotto del vivaio biancoazzurro.
Ma anche e soprattutto i riconfermati: il capitano e schiacciatore Carmelo Mazza ormai alessanese a tutti gli effetti e il centrale Giuseppe Muccio.

Si prospetta dunque una interessante domenica di volley al PalaGlobo “Luca Polsinelli” dove la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora da appuntamento alle ore 18,00 quando scenderà in campo contro l’Aurispa Alessano nell’incontro valido per la seconda giornata di campionato.

I biglietti sono disponibili in prevendita al costo di €8,00 fino alle ore 12,00 di domenica e acquistabili a Sora presso il PalaGlobo; il Bar Dante in viale San Domenico; il bar Civico 41 in via Napoli; il Caffè dei Portici in piazza Santa Restituta; la Caffetteria del Corso in corso Volsci; il Bar Gelateria Papà Rossi in piazza Santa Restituta; la Caffetteria del Borgo in via Matteotti; Dolce & Caffè Pasticceria Napoletana in via Vittorio Veneto; al Centro Commerciale La Selva presso il Bar La Piazzetta in via Chiesa Nuova.