Girone d’andata chiuso con un’altra vittoria piena

, ,

Si chiude con un’altra meritata vittoria il girone di andata della prima fase del Campionato di Serie C – girone B1, per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che archivia 0-3 il match, secondo derby consecutivo, contro il Caschera Volley Pallianus.

I ragazzi di coach Martini sono entrati sul rettangolo da gioco del Palazzetto dello Sport con le idee chiare, portare a casa risultato e tre punti classifica. Dal fischio d’inizio del signor Tommaso Diana hanno lavorato in tal senso, mordendo il match, dettandone il ritmo, conducendolo e costringendo Paliano a rincorrere.
Sora è stata brava nonostante la defezione dell’ultimo minuto del palleggiatore Panarello, e con il suo gioco fluido è riuscita a chiuderla in fretta.
Così, al giro di boa della prima fase, la Globo Banca Popolare del Frusinate è seconda della classe a un solo punto dalla prima Intent Zagarolo che ieri in casa ha battuto 3-1 l’USD Montmartre. Continua in salita invece, il percorso del Caschera Volley Pallianus che ora dovrà puntare tutto sul girone di ritorno per non salutare il campionato al termine della prima fase.

“Sono soddisfatto della prova – commenta a caldo coach Fabio Martini -, i ragazzi hanno risposto bene riuscendo a mettere in pratica ciò che ci eravamo detti e non era banale perché anche questa gara era un derby. Paliano ci ha tenuto testa finché ha potuto perché purtroppo non ha potuto contare su alcuni elementi importanti persi a causa della situazione che da tempo stiamo vivendo. Noi abbiamo fatto il nostro con una buona qualità e voglio fare i complimenti a Cocco che chiamato in causa all’ultimo minuto si è fatto trovare pronto e si è comportato bene”.

Allo starting playes piani rivoluzionati per coach Martini data la defezione dell’ultimo momento del palleggiatore Panarello, così schiera Cocco in cabina di regia opposto a Magnante, Vona e Caschera al centro della rete, Corsetti e Vizzaccaro in posto 4, Iafrate libero nella fase di difesa e Quadrini in quella di ricezione.
La guida tecnica avversaria, mister Prosperini, si propone con Damizia al palleggio opposto a Paris, Alessi e Caporilli in posto 3, Alessandri e D’Ambrosio i martelli, Fiorini libero nella fase di difesa e Proietto in quella di ricezione.

Primi scambi di rodaggio e poi Sora a mettere il naso avanti per prima per il 5-7 che con un turno al servizio di capitan Corsetti finalizzato da due muri consecutivi di Cocco ai danni di D’Ambrosio, si trasforma nel vantaggio del 9-15. Richiama i suoi ragazzi la guida tecnica locale, ma al rientri in campo subiscono ancora un break di 4-0 con Vizzaccaro all’ace per il 12-21. La mattanza al servizio continua con Caschera che regala ai suoi ben 11 set ball, ma ne basterà uno solo al suo capitano per chiuderla in parallela 13-25.

L’orgoglio del Caschera Volley viene fuori nei primi 3 punti del secondo game, ma la Globo si riorganizza e pareggia subito 3-3 e poi accelera 4-7 con Vizzaccaro a muro su Paris. Technical time out per coach Prosperini, i suoi però non riescono ad andare oltre il cambio palla mentre gli avversari continuano a concedersi break point per il +8 dell’11-19. Si prosegue punto a punto con Caschera e Corsetti da un lato e Paris e Alessandri dall’altro, fino al 17-23 quando Vona decide che è ora di archiviare anche il secondo set 17-25.

Paliano torna in campo con Tinto in banda ma la musica non cambia, 3-7 dopo l’ace di Vona e il block di Caschera ai danni proprio di Tinto. Al 7-12 Sora mantiene stretta il suo vantaggio lavorando bene ancora a muro con Corsetti a bloccare la strada ad Alessandri, e in attacco con Magnante. Altri due mini parziali positivi fanno salire il suo vantaggio sul +7 del 12-19 e un punto a punto tra errori e belle giocate accompagna il set agli scambi finali. Paliano non vuole mollare e ci prova a tenere viva la contesa con Paris a segno dai tre e dai nove metri, ma poi è costretta a capitolare sul 21-25.

CASCHERA PALLIANUS VOLLEY – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 0-3

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Cocco 2, Magnante 14, Caschera 8, Vona 8, Corsetti 5, Vizzaccaro 9, Iafrate (L), Quadrini (L), Rogacien, Izzo n.e.. I All. Martini. B/V 3; B/P 12; muri: 10.

CASCHERA PALLIANUS VOLLEY: Damizia 1, Paris (K) 15, Alessi, Caporilli, Alessandri 7, D’Ambrosio 3, Fiorini (L), Proietto (L), Bertucci n.e., Cristofari, Tinto 3. I All. Prosperini Roberta. B/V 2; B/P 13; muri: 2.

PARZIALI: 13-25 (‘19); 17-25 (‘25); 21-25 (‘20).

I ARBITRO: Tommaso Diana.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Domenica a Paliano per l’ultima giornata di andata

, ,

Ultima giornata del girone di andata per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora nella prima fase del Campionato di Serie C – girone B1. L’appuntamento per i ragazzi di coach Martini, è per domenica alle ore 16:30 presso il Palazzetto dello Sport di Paliano, con il Caschera Volley.

Alla quinta giornata Sora si presenta con un bagaglio di 3 vittorie che le hanno fruttato 8 punti classifica nella quale occupa il secondo posto preceduta dall’Intent Volley Zagarolo a quota 9 e seguita dal Volley4Us Anagni a 7. In questo trio di testa, nel prossimo turno, solo la Globo andrà in trasferta: i romani ospiteranno sabato Montmartre, mentre gli altri frusinati attenderanno, sempre sabato pomeriggio, l’arrivo del Serapo Volley Gaeta.

Secondo derby consecutivo dunque per i volsci dopo la bellissima vittoria su Anagni che l’ha vista trionfare in cinque lunghi e tirati set: vinto il primo 25-19, Corsetti e compagni si sono visti sfuggire di mano il terzo e il quarto ai vantaggi, ma di gran carattere hanno recuperato lo svantaggio e vinto il tie break 15-8.

Anche Paliano nell’ultima giornata disputata è dovuta arrivare al quinto set per conquistare il suo primo punto in classifica: tra le mura amiche contro l’USD Montmartre, dopo aver perso il primo game, si è portata in vantaggio 2-1 non riuscendo però poi a chiudere il quarto e il quinto, portati a casa dagli avversari con il minimo scarto, 23-25 e 13-15.
Attualmente il Caschera Volley si trova in coda alla classifica, nelle prime tre giornate del torneo contro Zagarolo, Anagni e Gaeta, gli incontri sono finiti tutti con parziali di 3-0, solo nella quarta e ultima, ha conquistato il suo unico punto.

Due gli ex di giornata, Marco Corsetti a Paliano – sempre in serie C – dal 2018 al 2020, e lo schiacciatore Andrea Vizzaccaro che ha condiviso quelle fila con il suo attuale capitano nella stagione 2018/2019.
Ed è proprio Andrea Vizzaccaro a dire:

“Questa gara con Paliano, il nostro secondo derby frusinate, per me e sicuramente anche per Marco è molto sentita. Quando per diverso tempo frequenti un ambiente e condividi la quotidianità, le emozioni belle, quelle brutte, il lavoro, la fatica, con un gruppo di persone, tornare è un piacere che assume diverse sfumature.
Rispetto a quello che ci si aspettava a inizio anno, il percorso che Paliano ha fatto fin qui è stato un po’ in salita, la difficoltà forse è venuta un po’ meno nell’ultima giornata nella quale ha fatto vedere cose migliori che le hanno fruttato un punto classifica.
Noi però dobbiamo andare nel suo palazzo con un unico obiettivo, vincere. Per farlo dobbiamo approcciare il match nello stesso modo in cui lo abbiamo fatto contro Anagni, cercando di evitare situazioni che possono pesare sfavorevolmente sull’economia della gara, e impegnandoci a chiuderla più in fretta possibile.
Dobbiamo essere bravi in tutti i fondamentali: continuare a fare della difesa e del contrattacco il nostro punto di forza, a lavorare sul muro che contro Anagni ci ha dato tante soddisfazioni, e sulla battuta dove possiamo e dobbiamo ancora migliorare, inoltre c’è anche da limitare le invasioni che nell’ultima gara sono stata troppe.
La squadra la vedo motivata, molto positiva, la vittoria del derby con Anagni ha fatto davvero tanto morale e accresciuto la consapevolezza dei mezzi sia nei singoli che nel gruppo.
Anche perché alla vigilia della quinta giornata, quando del girone manca da affrontare solo Paliano, abbiamo più conoscenza degli avversari, del livello del campionato. Abbiamo più consapevolezza della situazione, quella che ci fa dire che Anagni e Zagarolo sono a un livello più alto delle altre.
Il girone di ritorno sarà sicuramente più tosto rispetto a quello di andata, i punti peseranno molto di più soprattutto quelli in palio nella trasferta che dovremo fare ad Anagni e quelli della partita casalinga con Zagarolo, club che attualmente insieme a noi si stanno giocano la qualificazione alla seconda fase del campionato. Queste saranno gare delicate, ma in ogni caso non bisognerà assolutamente perdere punti con nessuna delle altre”.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Sora batte la capolista e vince il derby

, ,

Scontro acceso al PalaGlobo “Luca Polsinelli” tra la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e il Volley4Us Anagni, nel derby valevole per la quarta giornata del girone di andata del Campionato di Serie C – girone B1.
Cinque set lunghi e tirati che al doppio fischio del signor De Santis, arrivato dopo due ore di gioco, hanno visto esultare i padroni di casa mentre gli ospiti sono rimasti con l’amaro in bocca per aver potuto assaporare solamente la fetta più piccola della torta in palio.

I ragazzi di coach Martini hanno giocato al massimo, hanno sfruttato al meglio tutte le sensazioni positive trasformandole in opportunità: dopo aver vinto il primo set 25-19, hanno visto sfuggire di mano il terzo e il quarto ai vantaggi, ma di gran carattere
hanno recuperato lo svantaggio e vinto il tie break 15-8.
Diversamente dalle altre gare, sono entrati subito nel match combattendo alla pari con un avversario di spessore, si sono concessi pochissimi errori dando valore a ogni fondamentale partendo da quello del muro con ben 15 realizzazioni, passando per la battuta con 4 ace, e in quello della ricezione con il 63% di positività.
Così sono riusciti ad aggredire il match e a farlo proprio, un match che ha fatto vedere le potenzialità del gruppo squadra come mai fino ad ora.

“Sono soddisfatto – dichiara al termine coach Fabio Martini. Avevo chiesto ai miei ragazzi di approcciare al match iniziando carichi, mettendo subito pressione in battuta e in attacco, e così hanno fatto. In avvio di gara siamo andati subito avanti e probabilmente i nostri avversari si sono trovati un po’ impreparati a questo ritmo, poi sono venuti fuori anche loro e la gara è diventata equilibrata con le due squadre più o meno dello stesso valore”.

L’opposto anagnino Stefano Zorri invece dice:

“Meritatamente Sora porta a casa i 2 punti, per noi uno solamente che però fuori casa fa classifica. E’ la nostra prima trasferta, giocare soprattutto in questo palazzetto non è facile quindi siamo comunque soddisfatti”.

Allo starting playes coach Martini torna a schierare il suo sestetto tipo formato dalla diagonale Panarello opposto a Magnante, Vona e Caschera al centro della rete, Corsetti e Vizzaccaro in posto 4, Iafrate libero nella fase di difesa e Quadrini in quella di ricezione.
La guida tecnica anagnina, mister Di Mauro, si propone con Martini al palleggio opposto a Zorri, Quarmi e Fantini in posto 3, Casalese e Costantini i martelli, D’Onorio libero.

Entra subito nel match Sora dettando il ritmo che la porta sul 4-1 e al 9-4 con Caschera al servizio e Vona allo slash. Ci provano gli anagnini ma la loro rincorsa arranca, non trovano il break, così con l’ace di Panarello, i muri di Vona e gli attacchi di Corsetti e Vizzaccaro, è 18-11. Richiama i suoi coach Di Mauro, ma alla ripresa il gioco è sempre bianconero con il punto a punto che si infrange per gli ospiti sul 25-19 che segna la vittoria del primo set ai padroni di casa.

A fare per prima la voce grossa è nuovamente la Globo per il 4-2, ma i giochi del Volley4Us si aprono nel segno dei posti 4 che da prima e seconda linea trascinano i loro all’aggancio e al sorpasso del 6-8. Caschera a muro e Panarello di seconda intenzione si riprendono la conduzione del 9-8, qui si apre il punto a punto che durerà per tutta la parte centrale del secondo set. È Anagni a concedersi il lusso del doppio passo al 15-17 e a lavorare ancora bene per il 17-20 e 18-22. Coach Martini richiama i suoi che seguono i consigli: Caschera a segno per il cambio palla che manda Magnante al servizio, e poi ancora con due muri consecutivi ai danni di Costantini per l’aggancio e il sorpasso che vale il set ball. Costantini annulla la possibilità avversaria portando i giochi ai vantaggi e consegnando la battuta nelle mani di Martini che non la molla fino al 24-26 che pareggia i conti in fatto di set.

1-1 e tutto da rigiocare con Casalese e compagni che tornano in campo pensando di poter continuare da dove avevano interrotto, e l’1-4 li incoraggia, ma Sora li fa ricredere prima con i muri di Vona e Magnante per il 5-4 e poi lo show personale dell’opposto volsco che segna l’allungo del 10-6. Si gioca palla su palla fino al 13-9 quando gli ospiti inanellano il break che riporta la parità. Il livello sale e i giochi si infiammano, gli scambi concitati accompagno il set fino alla fine facendolo procedere 2 punti per parte. Sora velocizza, Anagni tiene il ritmo, e di nuovo ai vantaggi. I nervi più saldi sono quelli del Volley4Us che chiude 26-28.

L’avvio di game propone sempre lo stesso copione, la Globo avanti 4-1, Anagni rincorre 4-3 e Sora scappa ancora 7-4. Con la testa in campo i ragazzi di coach Martini si tengono stretto il +3 di vantaggio che al 16-12 aumenta di una lunghezza con un buon lavoro nella fase offensiva ma anche nella correlazione muro-difesa. Non molla il piede dall’acceleratore, gioca di fino con Vizzaccaro al mani-out e di potenza con Magnante all’ace per il 20-15. E ancora giù fino al 24-16 con una bella regia di Panarello e un altrettanto lavoro dei liberi in seconda linea. Gli ospiti annullano tre possibilità set ai padroni di casa, ma Magnante e compagni sentono già l’adrenalina del tie breack. 25-19 e testa al quinto set.

Eccola la prima bella dei volsci, che se la giocano con il 5-2 che costringe mister Di Mauro al tempo tecnico discrezionale. Gas a martello e 8-4 al cambio di campo autografato da Magnante, e con Corsetti e Caschera sugli scudi è 10-6. Per la seconda volta la guida tecnica ospite ferma i giochi e ordina il cambio di Casalese con Cecilia che prende il suo posto, e di Quarmi per Ferri. Nel frattempo è 12-6 e la Globo continua filare dritta verso il suo obiettivo, vincere il derby, e lo fa al 15-8.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – VOLLEY4US ANAGNI 3-2

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Panarello 2, Magnante 28, Caschera 10, Vona 16, Corsetti 8, Vizzaccaro 7, Iafrate (L), Quadrini (L), Cocco 1, Rogacien, Izzo n.e., Mazza n.e., Costantini. I All. Martini. B/V 4; B/P 13; muri: 15.

VOLLEY4US ANAGNI: Martini D. (K) 5, Zorri 10, Quarmi, Fantini 12, Casalese 19, Costantini 13, D’Onorio (L), Capuano n.e., Ferri 2, Gattabuia, Cecilia 2, Trento n.e., Cacchi (L) n.e.. I All. Franco Di Mauro. B/V 2; B/P 18; muri: 7.

PARZIALI: 25-19 (‘23); 24-26 (‘28); 26-28 (‘32); 25-19 (‘23); 15-8 (‘16).

I ARBITRO: Alessandro De Santis.
SEGNAPUNTI: Pontone Eliana.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

L’asticella si alza, arriva la capolista Anagni

, ,

Quarta giornata del girone di andata per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora nel Campionato di Serie C – girone B1 -, e seconda gara consecutiva tra le mura amiche del PalaGlobo “Luca Polsinelli”.
Sabato alle ore 16, in diretta Facebook sulla pagina ufficiale dell’Argos Volley, gli occhi saranno tutti puntati sul derby Sora vs Volley4Us Anagni.

Il centrale bianconero Stefano Vona però, che di derby nella sua carriere ne ha giocati tanti, sottolinea che questo ha un sapore diverso rispetto a tutti gli altri vissuti:

“È un derby meno sentito in quanto ridimensionato da tutte le limitazioni che ha comportato e che comporta la pandemia. Siamo fortunati a giocarlo, ma attualmente, come nel resto della nostra quotidianità, è tutto un po’ diverso.
Detto questo, siamo carichi. Diverso si, ma è sempre una gara ufficiale con in palio 3 importantissimi punti classifica, per questo ai miei compagni dirò di giocare al massimo e di concentrarsi sugli aspetti e sulle sensazioni positive che si hanno nel disputare una partita difficile e stimolante come un derby”.

Il Volley4Us Anagni, dopo le vittorie di 3-0 su Paliano e il 3-1 di sabato scorso al Zagarolo, guida la classifica con un bottino di 6 punti, tanti quanti quelli di Sora conquistati con il doppio 3-0 sul Serapo Volley Gaeta e l’USD Montmartre. La differenza sta però nella gare disputate con gli anagnini che ne hanno una in meno in quanto alla prima di campionato, dopo il ritiro della Top Volley Cisterna e in attesa del ripescaggio della Montmartre, sono rimasti fermi un turno.

È un bel roster quello allenato da coach Franco Di Mauro, fatto di giocatori esperti della serie, atleti navigati e dalle ottime capacità tecnico-tattiche.

“Anagni è sicuramente la squadra più forte del girone – spiega ancora il centrale volsco -. 6/7 dei titolari conoscono benissimo la serie C dopo diversi anni di militanza nel campionato, ma anche il resto del roster è composto da ottimi elementi.
Con tutti loro mi legano ottimi rapporti di amicizia e, dopo diversi anni passati in squadra insieme, non vedevo l’ora di poterli affrontare guardandoli con la faccia fatta a scacchi dalla rete. Non so se sabato potrà avverarsi questo mio desiderio di averli come avversari, ancora non ho completamente recuperato dopo il brutto infortunio alla caviglia, ma farò il possibile per esserci per il la mia squadra”.

Il match dunque, sarà avvincente. Per la Globo è tempo di alzare l’asticella: dopo aver rotto il ghiaccio con Gaeta, aver capito cosa significa lottare in campo a Zagarolo, e aver preso più coscienza dei propri mezzi contro Montmartre, è tempo di dimostrare la crescita, di dimostrare che con la palla ha tante cose da dire.

“Fondamentale sarà l’avvio di gara – riprende Vona -, dobbiamo partire bene per tenerla in equilibrio sperando di approfittare al massimo delle opportunità che il nostro avversario ci concederà. Fondamentale sarà il servizio e la capacità di ridurre al minimo gli errori”.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Il PalaGlobo non concede repliche, Sora vince ancora 3-0

, ,

Al PalaGlobo “Luca Polsinelli” la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora non concede nulla a nessuno. Questa volta ad andare via a mani vuote è la USD Montmartre che dopo un netto 3-0 dai parziali 25-22; 25-19; 25-20, senza concessione di replica, applaude l’avversario e prova a prenderne atto.

Alla vigilia della gara si erano già messe sul piatto della bilancia tutte le difficoltà che entrambe le squadre avrebbero incontrato, vuoi per l’infermeria piena di Sora o per le varie problematiche legate al ripescaggio dei romani, ma la concentrazione, il giusto approccio mentale, la determinazione che ci ha messo il gruppo di coach Martini, ha scongiurato ogni insidia.

Giandomenico Panarello lo aveva detto “Montmartre è una squadra temibile ma abbordabile anche considerando la nostra situazione infermeria”, e così è stato. Chi è stato chiamato a supplire alle importanti assenze ha risposto “presente”, come anche il resto della rosa a disposizione.

“Sono più soddisfatto del risultato che del gioco in campo – commenta a caldo coach Fabio Martini -, perché comunque abbiamo trovato un avversario capace di metterci in difficoltà soprattutto nella fase difensiva rendendoci difficile fare punto. Non siamo stati bravi a sfruttare le loro debolezze anche se per noi è un momento delicato con diversi giocatori fuori per infortunio e di conseguenza ogni settimana ci troviamo a dover mischiare le carte in tavola. Merito al fatto che comunque tutti i ragazzi non hanno mai mollato e hanno portato il risultato a casa”.

Allo starting playes coach Martini schiera Panarello in cabina di regia opposto a Magnante, Costantini e Caschera al centro della rete, Corsetti e Vizzaccaro in posto 4, e Iafrate libero nella fase di difesa e Quadrini in quella di ricezione. La guida tecnica Candiloro gioca la sua prima trasferta con Bruselles al palleggio opposto a Loiaconi, Simonetti e Rocchi in posto 3, Negro e Pizzioli i martelli, Esposito libero.

Gli ospiti vogliono aggredire subito il match ma i padroni di casa con Magnante sugli scudi e Caschera a muro si mettono alla conduzione con il 7-5. Sul 10-7 un turno positivo al servizio di Bruselles rimette i giochi in equilibrio, 10-10, e così se ne andrà, punto a punto, per tutto il set fino al 18-20 tra tanti errori da entrambe le parti. Dopo il time out discrezionale di coach Martini, Vizzaccaro riporta il servizio nella sua metà campo e Magnante sulla rete fa il resto per il nuovo vantaggio del 21-20. Anche la guida tecnica romana richiama i suoi ragazzi sfruttando entrambi le sue possibilità, sul 21-20 e 23-21, ma la Globo fila dritta verso il suo obiettivo che archivia 25-22.

Montmartre torna in campo con un parziale di 0-5 guidato da Rocchi al servizio e finalizzato dall’astuzia del suo palleggiatore che trova la parte debole avversaria. Corsetti e compagni ci rimettono subito la testa e ricuciono lo strappo fino al 4-6 con l’ace di Costantini, ma sono i due muri consecutivi di Caschera, prima sull’opposto e poi sull’attaccante di posto 4, a riportare la parità. Continua a macinare la Globo e stavolta a dire la sua dai nove metri è Panarello, lui destabilizza la ricezione avversaria e Costantini ne approfitta per finalizzare di prima intenzione. È 13-10 e il game prosegue un punto per parte fino al 17-14 quando l’incaricato al servizio è il capitano e i suoi compagni lo lasceranno lì per 6 turni, fino al 23-14. Nel frattempo coach Martini cambia la sua diagonale e Cocco e Pittiglio lavorano bene nell’economia della squadra per il 25-19 chiuso da Vizzaccaro, e il 2-0 che vale un buon punto match.

Fiducia a Pittiglio in avvio di terzo set mentre mister Candiloro cambia la sua regia con l’ingresso di Caschera. Il primo allungo è sempre degli ospiti che salgono sul 4-8. Coach Martini ricompone la diagonale inserendo Cocco e con Caschera all’ace e Vizzaccaro in attacco è tutto in equilibrio 8-9. Ancora un break positivo per Sora che con un 4-0 passa in vantaggio 12-10, ma rincorrono ancora i romani per il 12-13. Un doppio passo per parte fino al 17-17 quando i volsci innescano la marcia giusta e filano dritti alla chiusura del 25-20 e alla vittoria per 3-0.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – USD MONTMARTRE 3-0

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Panarello 1, Magnante 9, Costantini 3, Caschera 6, Corsetti 10, Vizzaccaro 11, Iafrate (L), Quadrini (L), Cocco 4, Pittiglio 4, Rogacien n.e., Mazza n.e.. I All. Martini. B/V 3; B/P 12; muri: 6.

USD MONTMARTRE: Bruselles 3, Loiaconi 9, Simonetti 4, Rocchi 2 (K), Negro 1, Pizzioli 11, Esposito (L), Caschera 1, Gentili, Corsetti 3. I All. Giuseppe Candiloro; II All. Simona Stella. B/V 2; B/P 8; muri: 4.

PARZIALI: 25-22 (‘24); 25-19 (‘26); 25-20 (‘26).

I ARBITRO: Marco D’Orazio di Anzio – C.T. di Latina.
SEGNAPUNTI: Pontone Eliana.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Panarello: “Montmartre squadra temibile ma abbordabile”

, ,

Due turni casalinghi attendono la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che, sia sabato 27 febbraio che quello successivo, il 6 marzo, disputerà le proprie gare di cartello tra le mura amiche del PalaGlobo “Luca Polsinelli”.
Per la terza giornata del campionato di Serie C – girone B1 – ad arrivare a Sora sarà il team della USD Montmartre, mentre per la quarta è atteso il Volley4Us Anagni.

I romani della Montmartre sono stati integrati nel torneo a giochi già iniziati: a poche ore dal fischio d’inizio della prima giornata infatti, la società Top Volley Cisterna si è ritirata e la USD ha preso il suo posto. Così, alla seconda di cartello in programma lo scorso sabato, era già in campo, nella sua palestra dell’Oratorio San Paolo, contro la Serapo Volley Gaeta. Nonostante l’organico allestito per una serie D, categoria nella quale avrebbe dovuto militare prima del ripescaggio, ma soprattutto l’assenza di allenamento in quanto il protocollo federale per i campionati al di sotto della serie C prevede lo stop, è riuscita a portare gli ospiti al tie break e a vincerlo. Sotto di un set si è portata avanti di due, ha mollato poi il quarto solo ai vantaggi, e si è portata a casa la fetta più grande della posta in palio sul 18-16 del quinto.

Coach Fabio Martini però, continua a ribadire che è necessario e indispensabile guardare nella propria metà campo:

“Dobbiamo affrontare ogni squadra e ogni partita con la massima concentrazione. Non ci faremo di certo condizionare dal fatto che Montmartre è una società ripescata da una categoria inferiore, perché queste partite se non vissute con il giusto approccio mentale e con la giusta determinazione, possono presentare grandi insidie, prendendo poi dei risvolti che spesso non rispecchiano i valori in campo.
Dobbiamo essere concentrati su noi stessi e sulle nostre prestazioni, e quello che noi e i nostri avversari riusciremo a esprimere in campo determinerà la differenza tra vittoria e sconfitta”.

Suona la carica coach Martini, i suoi giovani atleti hanno bisogno di lui in questo momento difficile. In una settimana i bianconeri hanno perso tre atleti e un quarto è a mezzo servizio. La prima defezione è stata quella del centrale Stefano Vona che ancora ne avrà per giorni, alla quale è succeduta immediatamente dopo quella di capitan Marco Corsetti che, seppur a mezzo servizio, sabato scorso a Zagarolo nel terzo set è voluto a tutti i costi scendere in campo con i suoi ragazzi. Proprio sul campo dell’Intent, Sora ha perso anche l’altro centrale, Alfredo Izzo che, riscendendo in maniera scomposta da muro, è atterrato in malo modo sulla sua caviglia sinistra. A bloccarsi c’è stata anche la schiena di Rogacien che non gli ha permesso di stare in campo sabato scorso.

“Non stiamo attraversando un ottimo periodo – dice il palleggiatore Giandomenico Panarello -, in modo particolare con la fortuna che non è sicuramente dalla nostra.
La nota positiva è che, chi è stato chiamato a supplire la grande mancanza al centro, lo ha fatto allenandosi molto bene. In generale, a parte i tre atleti out e l’altro a mezzo servizio, tutti gli altri sono abbastanza in forma e stanno dando grande continuità agli allenamenti.

Abbiamo tanta voglia di rifarci e siamo carichi soprattutto dopo il colloquio con il nostro coach che ha trovato le parole giuste per analizzare la gara di Zagarolo ma soprattutto ha fatto si che la sconfitta non ci buttasse giù. Anche sul lato emotivo sa lavorare molto bene e questo ci aiuta tantissimo.

Montmartre avrà sicuramente avuto difficoltà ad allenarsi negli ultimi mesi in quanto non era autorizzata dal protocollo federale a farlo. È stata ripescata a campionato iniziato, dopo la prima giornata, e sappiamo anche che un’altra difficoltà l’ha avuta nel costruire la rosa in quanto, aveva degli atleti buoni per la serie C, ma quando ha formalizzato l’iscrizione alla D, li ha lasciti partire verso altre società che gli avrebbero garantito un livello più alto.
Allo stato attuale, da quanto è emerso dalla sola partita che ha disputato, si è visto un palleggiatore bravo nell’apertura del gioco, e in fase offensiva un ottimo martello e opposto. È una squadra temibile ma abbordabile anche considerando la nostra situazione infermeria.

In questi giorni in palestra stiamo lavorando come sempre, sia sulla testa, per farci trovare emotivamente pronti, per non subire l’avversario ma bensì per imporre il nostro gioco. Stiamo cercando di migliorare la tecnica individuale di tutti e tatticamente cerchiamo di preparare la partita sempre sulla base degli scout del nostro DS Frasca e della lettura dell’avversario che ci offre il coach. Questo ci sta dando un’ottima mano a livello di squadra, mentre a me personalmente sta piacendo e mi sto legando sempre di più, alla nuova visione della pallavolo che mi sta offrendo il coach. Reputo Fabio Martini un tecnico della pallavolo, nel senso che insegna una pallavolo scientifica, fondata sui numeri che ti portano al risultato.

Sarà una gara difficile per via delle importantissime assenze che si fanno sentire sia tecnicamente che per l’esperienza e il modo di stare in campo. Ciò nonostante cercheremo di fare il massimo per guadagnare bottino pieno”.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

In formazione rimaneggiata, il campo di Zagarolo è davvero impegnativo per Sora

, ,

Davvero impegnativo il campo dell’Intent Volley Zagarolo per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che, sotto di 2 set riesce a riaprire il match ma non a portarlo alla bella. 3-1 per i padroni di casa che con un totale di 6 punti classifica ne scrivono il proprio nome al primo posto.

I volsci si presentano alla loro prima trasferta stagionale, valevole per la seconda giornata del campionato di Serie C, in formazione rimaneggiata data l’assenza del centrale Stefano Vona, rimasto a casa a causa di un risentimento muscolare, con il capitano Corsetti a mezzo servizio, e la situazione aggravata a metà del terzo set, dall’infortunio alla caviglia sinistra dell’altro centrale, Alfredo Izzo.

Al Pallone Piero Arrigo di Zagarolo il signor San Marco alle ore 18 ha dato il fischio d’inizio a quello che già alla vigilia si preannunciava un bello scontro.
Le aspettative non sono state tradite, in campo la battaglia è stata sempre viva e a tratti senza esclusione di colpi soprattutto nel terzo set quando Sora si è sciolta, è diventata meno fallosa, ha ritrovato le sue certezze e creduto nelle sue possibilità sotto la spinta di capitan Corsetti che, pervaso dall’agonismo, ha chiesto al suo coach di poter entrare in campo a svolgere a pieno il suo ruolo di capitano.
La fluidità del gioco di Petri e compagni, l’amalgama di squadra oliata da anni e anni di esperienza di gioco insieme e nella serie, la sicurezza e la padronanza del campo e di tutte le situazioni che possono svilupparsi, questa è stata la grande difficoltà che i ragazzi di coach Martini hanno dovuto affrontare. E infatti al termine del match analizza così la guida tecnica sorana:

“Purtroppo siamo partiti molto contratti e fallosi e dall’altra parte della rete c’era una squadra che ci ha messo in difficoltà fin dall’inizio con gioco a braccio sciolto, qualità nella ricezione e una buona distribuzione. Piano piano noi abbiamo fatto qualche aggiustamento e ritrovato qualche certezza, soprattutto con l’ingresso in campo del capitano tenuto inizialmente precauzionalmente a riposo. L’agonismo e la voglia di poter dare una mano ai compagni ha avuto la meglio su di lui, mi ha chiesto di poter entrare e così ci siamo giocate tutte le carte. Onore a Corsetti che, seppur non ha potuto giocare al 100%, ha dato quel surplus di qualità di cui la squadra aveva bisogno. Così al terzo set è iniziata la nostra partita. Il gioco si è fatto più equilibrato, è venuto fuori l’agonismo di tutti, soprattutto nei momenti più intensi del match. Nonostante questo però, abbiamo subito una squadra che oggi ci è stata superiore. L’amaro in bocca resta perché non ce la siamo potuta giocare al meglio delle nostre possibilità, ma sono davvero orgoglioso di questa squadra che oggi non si è data per vinta mai, neanche quando si è infortunato Izzo e la situazione poteva essere davvero destabilizzante, invece tutti i ragazzi hanno combattuto fino all’ultimo punto. Quindi portiamo a casa questa grandissima positività: la consapevolezza che la squadra ha un gran carattere e una sua identità. Lunedì torneremo in palestra a lavorare su tutti gli spunti offerti dal match di oggi, sia individualmente che di squadra”.

Allo starting playes coach Martini schiera Panarello in cabina di regia opposto a Magnante, Izzo e Caschera al centro della rete, Rogacen e Vizzaccaro in posto 4, e Iafrate libero. La guida tecnica Roberto Lettieri se la gioca in casa Rossi al palleggio opposto a Petri, Findo Eden e Findo Adan in posto 3, Madaro e Rapuano Francesco i martelli, Valenti libero.

Apertura apparentemente equilibrata con Sora che però è subito costretta a inseguire dopo il break point autografato da Petri al servizio e in attacco da seconda linea per il 9-5. Richiama i suoi coach Martini che al rientro in campo si riportano subito sotto 10-9. Rossi si affida ai suoi centrali che trovano il varco giusto per il +5 del 17-12. Magnante toglie le castagne dal fuoco e con Costantini all’ace e Caschera a muro, la Globo pareggia i conti 17-16. Questa volta è mister Lettieri a fermare il gioco e alla ripresa l’Intent mette in cassaforte un doppio passo che le assicura la vittoria del set 25-21 dopo che i volsci non sono riusciti ad andare oltre il cambio palla.

Zagarolo continua a tenere il piede sull’acceleratore per il primo allungo del secondo set, dell’8-3. L’opposto bianconero interrompe la striscia positiva avversaria e poi va a segno dai nove per il 10-7 ma i ragazzi di Lettieri sono più bravi a tenersi la battuta solcando un divario ampio, quello del +8 del 18-10. Il capitano scalpitava in panchina, il coach gli ha dato campo e i suoi compagni punti utili a ridurre il gap fino al 19-15. L’intensità del match sale e i padroni di casa alzano ancora l’asticella per filare dritti al 25-16.

Cambia la musica e il trend nel terzo game, con un punto a punto che poi vede per la prima volta la Globo passare in vantaggio 5-8. La cavalcata continua con un buon servizio e una proficua finalizzazione che fa salire il tabellone sul 9-13. La metà campo locale impegna energie nuove con gli ingressi di Sabbi, Baldini e Petrilli per rispettivamente Rossi, Petri e Findo ma il corso del gioco non cambia almeno fino a quando Izzo, scendendo da muro, si infortuna e dopo un breve sospensione, i suoi compagni ripartono un po’ contratti. Ne approfitta subito Zagarolo con la sua esperienza, le battute sono tutte indirizzate su Vizzaccaro così da toglierlo dall’attacco e il referto segna il 16-16. Il capitano volsco suona la carica, sia a parole che con i fatti, i suoi lo seguono bene e dopo aver tenuto botta fino al 20-20 tornano a condurre 21-23. Il gioco in sicurezza della Intent non dà frutti ma due errori al servizio degli ospiti lo porta comunque ai vantaggi. È sempre Sora ad avere la possibilità chiusura e con Magnate non se la fa scappare sul 25-27.

Dopo aver riaperto il match la Globo continua a starci dentro fino al 7-8 del quarto game, quando Rossi inanella un interminabile turno al servizio che terminerà solo al 14-8. Coach Martini ordina il doppio cambio e il neo entrato Cocco trova l’ace del 14-11. Si prosegue palla su palla con i padroni di casa carichi e decisi alla volata finale. Gli ospiti provano a opporsi ma non trovano nulla oltre il cambio palla. Sale ancora l’Intent, fino al 23-15 e al 25-16 che decreta la fine del quarto set e del match.

INTENT VOLLEY ZAGAROLO – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-1

INTENT VOLLEY ZAGAROLO: Rossi 4, Petri 17, Findo E. 16, Findo A. 5, Rapuano G. (K) 11, Madaro, Valentini (L), Dal Vecchio, Petrilli, Quaranta (L) n.e., Rapuano F. 9, Sabbi 2, Baldini. I All. Lettieri; II All. Pancaldi B/V 8; B/P 19; muri: 10.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Panarello, Magnante 12, Izzo 1, Caschera 6, Corsetti 10, Vizzaccaro 12, Iafrate (L), Cocco 1, Pittiglio, Rogacien 1, Costantini 1, Quadrini (L). I All. Martini. B/V 4; B/P 20; muri: 4.

PARZIALI: 25-21 (‘23); 25-16 (‘21); 25-27 (‘38); 25-17 (‘26).

I ARBITRO: San Marco Amedo.
SEGNAPUNTI: Lettieri Chiara Gioia.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Sabato a Zagarolo il primo banco di prova

, ,

Seconda giornata di campionato per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e prima trasferta stagionale. Sabato alle ore 19 l’appuntamento con il fischio d’inizio è al Pallone Piero Arrigo di Zagarolo dove l’Intent Volley di coach Lattieri lancerà il guanto di sfida.
È già scontro al vertice, e anche se il percorso è appena iniziato e la strada è lunga, comunque si gioca per la conduzione della classifica.
I bianconeri di coach Martini arrivano dalla vittoria piena casalinga contro la Serapo Volley Gaeta, come anche Zagarolo che lo scorso sabato ha intascato tutto il bottino in palio tra le mura amiche del Caschera Pallianus Volley.

“La trasferta a Zagarolo sarà il primo piccolo banco di prova – spiega la guida tecnica volsca Fabio Martini -. Anche se solo alla seconda giornata, e con la dovuta calma, potremmo definirlo uno scontro al vertice. Una gara in cui entrambi i sestetti sono consapevoli di sfidarsi con un avversario che ha già messo in banca tutti i punti finora a disposizione, e che vuole lasciare il suo nome al primo posto della classifica.
Mi aspetto che, dopo aver rotto il ghiaccio con la prima di campionato, ci sia in campo un incremento qualitativo per quanto riguarda il gioco di squadra come anche le prestazioni individuali.
Zagarolo ha un buon organico con alle spalle un lavoro più costante rispetto a quello di Gaeta, ha avuto il modo e il tempo di oliare e collaudare i suoi meccanismi che faranno si che le difficoltà che incontreremo saranno maggiori rispetto alla scorsa partita. Altro elemento al quale ci dovremo adattare sarà il fattore campo che sicuramente avrà la sua influenza nonostante l’assenza di pubblico.
Nel complesso mi aspetto una partita equilibrata”.

Novità di questi ultimi giorni il ritiro dal Campionato di Serie C della società Top Volley Cisterna e l’integrazione nel girone B1 della Usd Montmartre che sarà dunque una nuova sfidante per il team del presidente Vicini.

“Per noi non cambia molto – continua il coach -, affrontiamo ogni squadra e ogni partita con la massima concentrazione. Non ci faremo di certo condizionare dal fatto che Montmartre è una società ripescata da una categoria inferiore, perché queste partite se non vissute con il giusto approccio mentale e con la giusta determinazione, possono presentare grandi insidie, prendendo poi dei risvolti che spesso non rispecchiano i valori in campo.
Un punto interrogativo rimane di certo sulla loro preparazione atletica in quanto i campionati di serie D erano sospesi per cui non credo si siano potuti allenare con regolarità. Essere ripescati a campionato iniziato credo non gli faccia avere molte ore di allenamento nelle gambe e nella testa. Anche per quanto riguarda la rosa a disposizione, potrebbero aver incontrato difficoltà in quanto si erano attrezzati per fare altro.
Però, queste considerazioni a parte, per noi non cambia niente: dobbiamo essere concentrati su noi stessi e sulle nostre prestazioni, e quello che noi e i nostri avversari riusciremo a esprimere in campo determinerà la differenza tra vittoria e sconfitta. Affronteremo partita dopo partita concentrandoci sul lavoro settimanale che stiamo facendo”.

Nel frattempo in casa sorana si tracciano le prime impressioni e mister Martini ce ne rende partecipe:

“La difficoltà principale era rompere il ghiaccio e farlo nel vero senso della parola, e i ragazzi sono riusciti a farlo in tempi brevi nonostante la partenza contratta. Siamo riusciti subito a prendere le certezze di cui avevamo bisogno e di questo sono contento perché è stato sicuramente l’inizio migliore. I dati più importanti emersi dal match con Gaeta riguardano i punti totali realizzati, con Sora capace di mettere a segno quasi la totalità di quelli a referto e ne sono contento perché vuol dire che la squadra ha una identità e capacità di guadagnarsi i punti in partita. Quindi possiamo dire che, chi più chi meno, gli atleti hanno imboccato la strada giusta per entrare nella condizione mentale agonistica”.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

Il ghiaccio è rotto, Sora subito da tre punti

, ,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora apre ufficialmente il suo nuovo ciclo con una vittoria piena. È durata tre set la Prima giornata del girone B1 del Campionato di Serie C che da cartello prevede lo scontro al PalaGlobo “Luca Polsinelli” tra i padroni di casa e la Serapo Volley Gaeta.

La “fame di campo” dei ragazzi di coach Fabio Martini era tanta, e in parte è stata appagata da questo primo buonissimo risultato, un 3-0 con parziali di 25-13, 25-11, 25-10, con capitan Corsetti miglior realizzatore con 16 punti totali di cui 2 ace e 3 muri.
Dall’altra parte della rete un sestetto voglioso ma purtroppo rimaneggiato cause le assenze di alcuni atleti, che ha provato a starci dentro ma che non è riuscito a reggere il ritmo e a contrastare i padroni di casa con gli scontri in campo che sono stati due, data la sfida nella sfida, quella di padre – Maurizio Panarello coach di Gaeta -, vs figlio – Giandomenico Panarello palleggiatore di Sora.

Si è aperto ufficialmente così il nuovo ciclo dell’Argos Volley, in un clima surreale da vivere, tra protocolli, regole e distanze da rispettare, nel silenzio di un PalaGlobo abituato a ben altri cori ma comunque rotto dal tantissimo affetto manifestato dai tifosi che hanno potuto seguire la gara in diretta streaming sulla pagina Facebook.

Partenza prevedibilmente contratta, ma Corsetti e compagni hanno subito trovato la concentrazione, hanno tolto il freno a mano e hanno dimostrato in campo la crescita sviluppata in cinque mesi di allenamenti. Ancor più bravi sono stati a mantenerla alta e a trovare la motivazione per raggiungere un risultato positivo alla prima occasione.
Di emozione ce n’era tantissima, ma non l’ha fatta da padrona, è stata ben tenuta a bada, tanto che coach Martini commenta così al termine della gara:

“La squadra è partita un po’ contratta ma poi si è sciolta facendo vedere il suo valore, non completamente ecco perché mi aspetto una crescita sempre costante man mano che il campionato va avanti. La cosa importa era rompere il ghiaccio e conquistare i tre punti, lo abbiamo fatto e mi aspetto che la seconda di campionato sarà più facile emotivamente da affrontare, poi magari tecnicamente no, ma sbloccare la parte emotiva era fondamentale farlo oggi”.

Allo starting playes coach Martini schiera Panarello in cabina di regia opposto a Magnante, Izzo e Vona al centro della rete, capitan Corsetti e Vizzaccaro in posto 4, e Iafrate libero. La guida tecnica ospite, mister Panarello è invece costretto nella scelta di Galiano palleggiatore opposto a Stamegna, Simeone centrale, De Simone, Stabile Graziano i martelli.

Dopo qualche timido scambio conoscitivo, Sora inanella il primo break point dal parziale di 6-0 con Corsetti al servizio per un 8-3 che porta la firma in attacco di Vizzaccaro. Stamegna interrompe la serie positiva avversaria ma Vona la riapre da posto 3 e l’allunga fino al 13-4 da zona 1, con un turno in battuta che destabilizza la ricezione avversaria. A cacciare le castagne dal fuoco Galiano chiama sempre il suo opposto ma, nonostante i 4 punti rosicchiati il divario appare incolmabile ancora di più quando Panarello serve a turno tutta la sua prima linea d’attacco per il 20-9 chiuso da Corsetti a muro su Simeone. Dopo il doppio cambio ordinato da coach Martini, con Cocco e Pittiglio in campo al posto di Panarello e Magnante, e l’ace di Corsetti, Vizzaccaro chiude il primo set sul 25-13.

L’ace di Vizzaccaro apre il secondo game e quello di Magnante lo porta sul 7-3. Allunga ancora la Globo fino all’11-4 quando la Serapo prova a rientrare non riuscendo però ad andare oltre il punto a punto che la tiene sempre al -5 del 14-9. Izzo la sblocca e il suo capitano fa il resto per il nuovo allungo del 18-9. Mister Panarello richiama i suoi per dare indicazioni ma al rientro in campo la musica non cambia con la diagonale Pittiglio-Cocco di nuovo in gioco, e Vizzaccaro e Corsetti a martellare per il 25-11.

Avanti per 2 set a 0, Corsetti e compagni continuano a viaggiare forte per la loro strada con l’11-3 che costringe coach Panarello al time out. Nella metà campo sorana il libero Quadrini al posto di Iafrate e sul 15-6 spazio anche a Costantini su Vizzaccaro che esordisce con un ace. Un gioco lento accompagna gli ultimi scampoli di gara che hanno visto anche l’esordio del giovane Mazza oggi in rosa data la defezione di Caschera. Vona mura un ormai stremato Stramagna per il 23-10, Vizzaccaro in diagonale conquista il match ball ed è 25-10 e 3-0 per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – SERAPO VOLLEY GAETA 3-0

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Panarello 2, Magnante 9, Izzo 2, Vona 11, Corsetti 16, Vizzaccaro 11, Iafrate (L), Cocco, Pittiglio, Rogacien n.e., Costantini 1, Mazza, Quadrini (L). I All. Martini. B/V 8; B/P 6; muri: 7.

SERAPO VOLLEY GAETA: Galiano, Stamegna 7, Simeone 1, De Simone, Stabile 10, Graziano 3. I All. Panarello. B/V 0; B/P 6; muri: 4.

PARZIALI: 25-13 (‘221); 25-11 (‘20); 25-10 (‘20).

I ARBITRO: Tommaso Diana.
SEGNAPUNTI: Eliana Pontone.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora

L’attesa sale ma è quasi finita, sabato si torna in campo

, ,

L’attesa sale, ma è quasi finita. E mai prima d’ora, come questa volta, i protagonisti scalpitano. Sabato alle ore 16 la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora tornerà alle competizioni agonistiche ufficiali e lo farà ospitando al PalaGlobo “Luca Polsinelli” la Serapo Volley Gaeta.

La “fame di campo” dei ragazzi di coach Fabio Martini è tanta, soprattutto dopo un periodo di preparazione così lungo. Solitamente il percorso atletico che accompagna il gruppo squadra all’inizio di un campionato dura circa 8 settimane, ma questa volta, tra l’incertezza Covid e gli slittamenti che ha comportato, di mesi ne sono passati ben 5 dall’inizio dei lavori.

“Finalmente è arrivato il momento di provare sul campo tutto il lavoro fatto in palestra in questi mesi – spiega la guida tecnica Martini -, con i ragazzi che sono pronti e carichi.
Siamo degli agonisti e per questo abbiamo bisogno di gare, di scendere in campo per misurarci con il nostro avversario. Non poterlo fare per un anno non è stato semplice né per i giocatori né per lo staff tecnico e dirigenziale. Ancor più difficile è stato l’affrontare questi ultimi 5 mesi durante i quali sono saltati più volte gli schemi, le procedure tecniche, tutti quei programmi più o meno consolidati e standard che ogni inizio stagione vivevamo. Abbiamo dovuto riprogrammare il tutto diverse volte senza però sapere quando e se sarebbe iniziato il campionato. Non è stato semplice e la problematica principale è stata quella di riuscire a mantenere alta la concentrazione con l’obiettivo che continuava a sfuggire perché non c’era una data. Per questo non è stato semplice per nessuno, atleti, staff tecnico e dirigenziale, trovare le motivazioni giuste per andare in palestra, nonostante la passione per questo sport e la tranquillità data dalla società che ci ha messo nelle migliori condizioni possibili per poterlo fare”.

Così Corsetti e compagni sono pronti e supervogliosi di entrare in campo, di misurarsi, di testare sulla loro pelle il progresso tecnico e tattico della squadra da quando lavora insieme.

“Il girone nel quale siamo stati inseriti non è semplice – continua a spiegare il coach -: ci troveremo ad affrontare due derby, con Anagni e Paliano, situazione sempre un po’ particolare nella quale nessuno ci sta a perdere o a lasciare un solo punto; poi incontreremo due società della provincia di Latina, Gaeta e Cisterna, entrambe con una forte tradizione pallavolistica e attrezzate per fare un buon campionato; e poi c’è Zagarolo, anche questo club di lunga tradizione tra campionati di serie B e C. Non sarà semplice, ma noi siamo all’altezza di questo girone per giocarcela con tutti”.

E sabato si comincia. Partenza casalinga con la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora a ospitare alle ore 16 al PalaGlobo “Luca Polsinelli”, la Serapo Volley Gaeta.

“Il primo match, dopo tutto questo tempo di assenza e astinenza, nonostante l’ardente voglia di gioco sarà sicuramente contratto. Contro il nostro primo avversario, Gaeta, mi aspetto una partita nella quale la tensione e l’emozione la faranno da padrone, almeno per un periodo di tempo, poi sicuramente i valori usciranno fuori e sarà una bella partita proprio perché tutti abbiamo una grandissima voglia di pallavolo.
Ai ragazzi, prima di scendere in campo, consiglierò di divertirsi, di ripassare mentalmente e di mettere in pratica tutto quello su cui abbiamo lavorato e quello per cui ci siamo allenati in questi mesi, oltre sicuramente al fatto di vendere cara la pelle. Il gruppo si è subito evoluto, sia singolarmente che a livello squadra, è molto affiatato, quindi credo che, nonostante tutti i condizionamenti di cui abbiamo parlato, i ragazzi riusciranno a seguire i miei consigli”.

Carla De Caris – Responsabile Uff. Stampa Globo Banca Popolare del Frusinate Sora