Sabato ospite alla “Notte Bianca dello Sport e della Solidarietà”

, ,

Seconda uscita ufficiale per la BioSì Indexa Sora che il prossimo sabato 3 settembre scenderà in piazza Santa Restituta in occasione del consueto appuntamento annuale della “Notte Bianca dello Sport e della Solidarietà”, come è stata ribattezzata questa sesta edizione della kermesse in virtù del doveroso impegno verso le famiglie vittime del sisma che ha funestato il reatino lo scorso 24 agosto.

Difatti, oltre alla presenza di tante Associazioni e Società sportive che animeranno quella che è divenuta una tradizione della città volsca, saranno allestiti dei punti aperti a iniziative il cui ricavato sarà devoluto per l’acquisto di un prefabbricato da destinare ad Amatrice.

Così come fu lo scorso anno, gli atleti volsci calcheranno il prestigioso palco per presentarsi al caloroso pubblico bianconero, rendendo omaggio alla propria città che, a partire dal 2 ottobre, sarà protagonista di quello che è stato definito – pallavolisticamente parlando – “il campionato più bello al mondo”, ossia la SuperLega.

Dopo il gradito invito dell’amministrazione comunale, a nome dell’Assessore alla cultura Sandro Gemmiti, la squadra volsca è orgogliosa di togliersi il velo durante una delle kermesse più spettacolari che Sora organizzi e, a partire dalle ore 19.30 inizieranno le attività targate Argos Volley.

La società di patron Giannetti, da sempre sensibile e vicina ai giovanissimi, aprirà le danze proprio con gli atleti delle giovanili e relativo staff, per poi proseguire, alle 21.30 circa, con la proiezione di un video che catapulta tutti nell’Olimpo della SuperLega. Il video sarà l’equivalente del Red Carpet per Rosso e compagni che saliranno uno a uno a salutare tutti i presenti supportati dalla presenza e dalla voce del loro speaker ufficiale, Pietro Di Alessandri.

Il momento topico della serata si avvarrà anche delle parole di chi ogni giorno si dedica anima e corpo al proprio club, al proprio gioiello, i Patron Giannetti e il vertice societario che ci tengono in maniera particolare ad abbracciare virtualmente tutti i loro sostenitori, certi di una massiccia presenza all’evento.

E proprio ai fan, lo staff comunicazione della Biosì Indexa Sora proporrà un momento speciale a loro dedicato, nel corso del quale sarà possibile interagire con i propri beniamini, scattarsi foto e intrattenersi piacevolmente con loro, magari togliendosi tante curiosità.

Contemporaneamente alla presentazione del roster, Corso Volsci ospiterà anche alcuni stand societari nei quali sarà possibile reperire qualsiasi tipo di informazione circa tutte le attività targate Argos Volley sia del settore giovanile che della prima squadra, ma anche gustare prodotti biologici BioSì al Bio Street, e prenotare il proprio abbonamento per non perdersi nemmeno una partita di questo primo, storico campionato nella massima serie nazionale. Spazio quindi a Prime e U16 Prime, con tutti i vantaggi che derivano dall’essere un abbonato, ma anche all’opportunità di praticare la pallavolo con la vastità di corsi che la società del Presidente Vicini offre a tutti i ragazzi e bambini che sognano di diventare come i vari Sperandio, Santucci, e Rosso.

Lo spettacolo della Biosì Indexa Sora però non finisce qui. Per essere sempre in prima linea nel corso delle epiche battaglie che attendono l’Argos Volley, c’è solo una cosa da fare… Non aspettare, #Superlegati!

Sabato alle ore 12:00 tutto il mondo Argos Volley in un click

, ,

Cambia look la pagina web dell’Argos Volley per diventare sempre più punto di riferimento per gli appassionati della grande avventura pallavolistica della BioSì Indexa Sora nel campionato di SuperLega e non solo.

Sabato alle ore 12,00 sarà online il nuovo sito ufficiale www.argosvolley.it: parola d’ondine “fruibilità” per un progetto che ha l’obiettivo di rendere argosvolley.it uno strumento sempre più multimediale, interattivo e responsive.

Le news in tempo reale circa tutte le attività dell’Argos Volley; risultati; classifiche; statistiche; rassegna stampa: questi e molto altri i contenuti multimediali che il nuovo sito offrirà, affiancando alla parte testuale e fotografica una corposa sezione video, integrando nella homepage il canale ufficiale YouTube con highlights, interviste, servizi e approfondimenti, e con l’Argos Web Tv.

Il nuovo argosvolley.it sarà interattivo proponendo una navigazione più coinvolgente e consentendo la condivisione della maggior parte dei contenuti sui principali social network. Pochi clic per un’esplorazione a trecentosessanta gradi del mondo Argos Volley con news dinamiche e ipertestuali arricchite con foto e video nate dalla necessità di coniugare belle immagini a dei contenuti, senza dimenticare mai l’obiettivo della funzionalità.

Tutti i contenuti di argosvolley.it saranno fruibili nello stesso identico modo anche su tablet e smartphone. Un sito responsive: cambiano i mezzi di fruizione ma resta immutata grafica, uso e navigabilità.

Il debutto dunque della nuova versione sviluppata dalla web master Laura Di Manno è fissato per sabato mattina alle ore 12,00 quando con un click si potrà scoprire la rinnovata veste grafica e il nuovo format più semplice e intuitivo.

In home page apparirà una grande slide dinamica, mentre nella parte sottostante i contenuti con il riquadro “in primo piano” che richiama subito la notizia principale presentandola in maniera chiara e accattivante rispetto a tutte le altre.

Ampio spazio poi al Settore Giovanile, al torneo interscolastico “Oasi dei Sapori Volley Cup”, e alla Biglietteria Elettronica con accesso diretto liveticket.it per info, prenotazioni e sottoscrizioni degli abbonamenti. Nuova fruibilità anche per la gallery sempre più ricca di foto e immagini che racconteranno tante nuove entusiasmanti storie, e per tutta la parte Social con canali Facebook e Twitter.

Ad amministrare e gestire la nuova pagina web ci sarà lei, Laura Di Manno, giovane ventiquattrenne laureanda all’Accademia di Belle Arti di Frosinone con specializzazione in Media Art, che da anni vive delle sue passioni, la pallavolo e l’arte, e che oggi coniuga in questa attività che soddisfa e gratifica la sua voglia di fare della sua passione il suo lavoro e che rende positiva visibilità alla società Argos Volley creandole un vestito migliore per il web.

“Una grande squadra ha bisogno di un buon sito.  Il palcoscenico della Superlega è giustamente molto esigente e dunque questo lavoro di restyling grafico e cambiamenti dei contenuti e delle modalità di fruizione degli stessi, era divenuta un’esigenza. E dunque un buon sito fruibile e funzionale permette a chi ci guarda dal di  fuori di capire perfettamente chi siamo e che cosa facciamo.

L’utilizzo dei colori bianco e nero poi, quelli della nostra città, credo siano un valore importante soprattutto per trasmettere e far arrivare il messaggio societario”.

 

Parte il count down dunque, sabato alle ore 12,00 tutto il mondo Argos Volley in un click. Entra nel fantastico mondo della pallavolo di Serie A, entra inwww.argosvolley.it

 

Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa BioSì Indexa Sora

Il GM Lami: “orgoglioso degli atleti aggregati”.

, ,

Secondo blocco di lavoro per la BioSì Indexa Sora che questa mattina si è radunata agli ordini dei coach Bagnoli-Colucci e del preparatore Giacomo Paone, per iniziare la seconda settimana di preparazione atletica.

Dopo la pausa di due giorni che ha permesso anche il riposo e la scampagnata di Ferragosto, oggi per il team bianco-nero appuntamento alle ore 9,30 in sala pesi per aprire il nuovo blocco pre-campionato.

 

Anche questo periodo di lavoro vedrà gli atleti a disposizione di coach Bagnoli sostenere sessioni di allenamento divise fra attività tecnica al PalaGlobo e quella fisica in sala pesi, in piscina e sul campo da beach.

 

“La seconda settimana – spiega il primo allenatore sorano – prevede una intensificazione del programma con un aumento dei carichi di allenamento e, da venerdì, l’introduzione dei primi salti in palestra che fino a ora sono stati solo abbozzati dopo gli spostamenti a muro”.

 

E se da un lato coach Bagnoli si ritiene “contento di come si è svolta la prima settimana di allenamento” e di come i ragazzi “si siano mostrati disponibili ad allenarsi con impegno”, dall’altro il General Manager Adi Lami è soddisfatto del gruppo:

 

“Abbiamo appena archiviato una settimana di allenamento per noi storica, quella che segna il nostro ingresso ufficiale in SuperLega. Sono stati giorni proficui: abbiamo iniziato con le visite mediche presso la clinica Santa Teresa a Isola del Liri, seguite da un’analisi atletica presso la Fisioglobal, centro fisioterapico ugualmente situato a  Isola del Liri; terza tappa il PalaGlobo dove i ragazzi hanno ricominciato a toccare palla.

Il gruppo già sta emergendo con un buon feeling tra i ragazzi i quali si trovano molto bene a Sora. Sono davvero contento delle condizioni atletico-fisiche nelle quali si sono presentati tutti gli atleti, indice di un ottimo lavoro personale svolto nel periodo di stop estivo tra un campionato e l’altro. Per le risposte più “tecniche” siamo ugualmente fiduciosi in virtù del feedback dopo questi primi giorni di stimoli: ovviamente, in seguito, i primi test sul campo saranno ancor più rivelatori e determinanti per avere una visione globale del roster e per arrivare al 2 ottobre preparati, carichi e concentrati.

Per ora non posso che essere ottimista e orgoglioso degli atleti aggregati, si stanno allenando con grande zelo e tenacia, mettendo sul terreno da gioco professionalità e dedizione. Per fare bene bisognerà lavorare sodo e la nostra rosa non si tirerà certo indietro”.

 

La preparazione atletica dunque proseguirà sulla riga del precedente blocco, con il volume di attività dedicato al lavoro fisico che prevede nelle mattinate palestra, piscina e beach volley, mentre nel pomeriggio si lavorerà sulla tecnica presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli”.

Per chi volesse assistere a qualche seduta di tecnica e dunque vedere il team BioSì Indexa Sora all’opera, l’orario di allenamento presso il Palazzo di via Ruscitto fino a sabato compreso è quello delle ore 18,00.

Negli stessi giorni e nella stessa location, resterà aperto dalle ore 16,00 alle 19,00 il botteghino per sottoscrive l’abbonamento alla stagione 2016/2017.

Per info e prenotazioni sulle fantastiche possibilità che Prime offre, anche www.liveticket.it.

“Sora ama il Volley” e tu cosa aspetti, #Superlegati.

 

Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa BioSì Indexa Sora

Foto di Mirko Saccucci

Chiuso il primo blocco di preparazione

, ,

La BioSì Indexa Sora ha chiuso il suo primo blocco di preparazione atletica, quello iniziato nella giornata di lunedì e che prevedere riposo in quella di domani e di lunedì.

Il periodo di lavoro ha visto gli atleti a disposizione di coach Bagnoli sostenere sessioni di allenamento divise fra tecnica e attività fisica in sala pesi, in piscina e sul campo da beach, e la guida tecnica è già soddisfatto del suo team e del lavoro che sta svolgendo:

 

“I ragazzi sono stati testati con precisione dal preparatore atletico e visitati accuratamente dallo staff medico per personalizzare al massimo il tipo di allenamento. In generale ci siamo allenati sulla forza cercando di equilibrare i vari distretti e sulla capacità aerobica in piscina, sulla sabbia e in palestra”.

 

Presso la struttura Fisioglobal infatti, centro di fisioterapia riabilitativa da molti anni al fianco della società Argos Volley, gli atleti hanno svolto le misurazioni plicometriche e i test atletici di One leg stability, Two legs CMJ, One leg CMJ, Plycometric jumps, Parkour e Quick Feet.

 

“Gli esami effettuati – spiega ancora il mister – hanno confermato le nostre previsioni sulle condizioni dei ragazzi, il programma è stato centrato bene sulle media della squadra ed abbiamo avuto solo 2 leggeri affaticamenti su distretti a noi ben noti che sono stati subito affrontati con sollecitudine e competenza.

In generale ragazzi si sono presentati in buona forma dimostrando di aver effettuato con scrupolo i “compiti delle vacanze” ed anche dal punto di vista del peso non ci sono state sorprese negative”.

 

Come è suddiviso il lavoro che svolge con il suo staff tecnico e medico?

 

“Giacomo Paone, con la consulenza di Andrea Pozzi, cura la parte fisica, Maurizio Colucci è il Responsabile della parte tecnico-tattica e si avvale, per il supporto tecnologico, della competenza di Stefano Frasca, nostro Scoutman. Il Dottor Elvio Quaglieri è il nostro Responsabile medico e si avvale della collaborazione del Dottor Raffaele Cortina, Ortopedico specialista esperto di sportivi. A tutto ciò si aggiungono l’opera quotidiana del nostro Massaggiatore responsabile Luigi Duro e la collaborazione del Fisioterapista Antonio Ludovici che ci appoggia nella nostra attività presso il suo centro Fisioglobal a Isola del Liri”.

 

 

Martedì mattina alle ore 9,00 tutti di nuovo in palestra. Dopo il riposo di ferragosto come proseguirà l’attività?

 

“La seconda settimana prevede una intensificazione del programma con un aumento dei carichi di allenamento e, da venerdì, l’introduzione dei primi salti in palestra che fino a ora sono stati solo abbozzati dopo gli spostamenti a muro”.

 

Come hanno reagito gli atleti ai primi appuntamenti e impegni in palestra?

 

“Sono contento di come si è svolta la prima settimana di allenamento; il gruppo si sta formando bene e lo sforzo comune di integrare i nuovi, soprattutto gli stranieri che non parlano ancora italiano, sta già dando i suoi frutti e la testimonianza di tutto ciò sono i sorrisi che pervadono l’atmosfera della palestra”.

 

Com’è la loro attitudine al lavoro dopo qualche mese di stop?

 

“Si sono mostrati disponibili ad allenarsi con impegno e da ora in poi tutto questo si tradurrà in una attenzione maniacale a ogni dettaglio per riuscire a dare il meglio facendo il meno errori possibili”.

 

Il secondo blocco di preparazione atletica della nuova rosa bianconera si aprirà dunque martedì mattina alle ore 9,00 e proseguirà fino al sabato sera.

Per chi volesse assistere a qualche seduta di tecnica e dunque vedere il team BioSì Indexa Sora all’opera, l’orario di allenamento presso il PalaGlobo “Luca Polsinelli” fino a sabato compreso è quello delle ore 18,00.

Negli stessi giorni e nella stessa location, resterà aperto dalle ore 16,00 alle 19,00 il botteghino per sottoscrive l’abbonamento alla stagione 2016/2017.

Per info e prenotazioni sulle fantastiche possibilità che Prime offre, anche www.liveticket.it.

“Sora ama il Volley” e tu cosa aspetti, #Superlegati.

 

Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa BioSì Indexa Sora

SuperLega a rischio. Solo il Sindaco può trovare una soluzione al problema “tempo”

, , ,

“Allarme rosso: SuperLega a rischio”. È questa la notizia che da qualche giorno viene divulgata dalla stampa locale e che, rimbalzando tra i social, crea agitazione e preoccupazione tra il popolo bianconero.

Il nocciolo del problema è la “questione PalaGlobo”, quello che rimanda tutti indietro nel tempo a tre mesi fa quando, subito dopo la storica promozione in SuperLega, l’interrogativo era – dove giocherà Sora?
La risposta che la società Argos Volley e tutti i cittadini aspettavano era arrivata dall’unica autorità in grado di potersi assumere tutte le responsabilità del caso, il neo eletto Sindaco Roberto De Donatis il quale, nella sua Sala Consiliare il giorno 14 luglio, in occasione della conferenza stampa della Campagna Abbonamenti della BioSì Indexa Sora disse:

“La sorte ha voluto che fossi io il primo cittadino nel momento in cui la Superlega approda a Sora e posso dirvi con grande senso di responsabilità e infinito orgoglio che, proprio oggi, in giunta delibereremo per far si che vengano eseguite le opere necessarie a garantire lo svolgimento del campionato a Sora sia nella prossima stagione sportiva che in quella 2017/2018. Andremo quindi ad aumentare le tribune e a realizzare altre opere di sistemazione esterna per garantire parcheggi e fruibilità del palazzetto stesso, e poi anche la sala hospitality così da adeguare la struttura alle esigenze della Superlega per il campionato 2016/2017”.

Così si pensò che la “questione PalaGlobo” e dunque la sua omologazione, in deroga per la prima stagione sportiva e con ampliamento definitivo per quella 2017/2018, avesse trovato un lieto fine e invece la problematica si è solo sposta su un altro fronte, quello sollevato dal consigliere Massimiliano Bruni appena due giorni fa:

“Nonostante le difficoltà in cui versano le casse del Comune, dopo un contenzioso lasciato dalla passata amministrazione, sono state individuate le risorse cui attingere per dare il via ai lavori. Il problema sorge sulle tempistiche: ogni ente locale ha dei tempi previsti da regolamento e tali tempi sono quantificabili in circa 90 giorni; ciò significherebbe non essere pronti per l’inizio del campionato. Per ovviare al problema si può però fare come previsto dall’art. 4 della convenzione che la società Argos ha stipulato con la precedente amministrazione e che dà alla proprietà la possibilità di provvedere agli interventi privatamente, anticipando i costi e snellendo i tempi, per poi venire rimborsata dal Comune. Ho così consigliato a Giannetti di provvedere ai lavori di cui ha bisogno e che il comune ammortizzerà in rate, fermo restando quelle che il proprietario della società deve avere per gli interventi di completamento del palazzetto fatti in passato”.

La dichiarazione e il “consiglio personale” al signor Giannetti da parte del consigliere Bruni, hanno fatto impallidire tutti quelli che seguono la vicenda in quanto non si cerca una soluzione al problema, ma se ne decreta il verdetto: Sora non potrà disputare la SuperLega! Né a Sora e né da nessun’altra parte dato che, con la scadenza dei termini per la designazione del campo da gioco, è sfumata già da tempo la possibilità di migrare a Frosinone. L’idea infatti non è stata accolta a braccia aperte dalla dirigenza dell’Argos Volley che tra le altre cose non avrebbe neanche una equipe adeguata alla supervisione dei lavori, contrariamente al Comune che invece ha a disposizione ingegneri e/o altre figure professionali atte un intervento del genere. Le motivazioni legate alla non fattibilità della proposta, le spiega il Presidente della società, Enrico Vicini:

“A precisazione dell’articolo di stampa pubblicato nella giornata di ieri, la Società ci tiene a chiarire che l’anticipazione di spesa, di circa euro 200.000, 00 per lavori di completamento, risale a sei anni fa, senza che ad oggi ancora si abbia alcuna certezza, su modi e tempi di restituzione da parte del Comune di Sora, anche di un solo euro. La nuova prospettata anticipazione, oltre ad essere vaga ed apparire connotata dalle stesse incertezze, avrebbe dovuto essere proposta alla Società, unitamente alla delega sui lavori da effettuarsi, a fine giugno, quando invece sono pervenute solo rassicurazioni sulla fattibilità dell’intervento di adeguamento della struttura a cura e spese del Comune. Suo malgrado, la Società – che su quelle rassicurazioni ha fatto affidamento – non è oggettivamente in grado, su queste basi, di approntare alcunché, a ridosso di ferragosto. Essendo tra l’altro gravata, come è facile intuire, di altri onerosi impegni economici, che la partecipazione ad una Superlega rende non rinviabili. A questo punto, prendiamo atto della posizione del Comune, dovendo ritenere, responsabilmente, a rischio la stessa partecipazione al Campionato di A1”.

Con i se e con i ma non si fa la storia e questa doccia fredda al 6 di agosto sembra voler far saltare la partecipazione al campionato nella massima serie pallavolistica italiana e mandare in fumo i sogni di tante persone che dal 1975 spendono la loro vita per questo sport e questa società che è arrivata a dare un lustro mai avuto prima a tutta la cittadina e non solo.
I danni di un’A1 che potrebbe non disputarsi sono inquantificabili per un territorio che ha creduto in se stesso e nella sua amministrazione investendo nell’acquisto degli abbonamenti, in sponsorizzazioni che hanno legato il nome di piccole, medie e grandi imprese a quello dell’Argos Volley, sperando di godere del grande spettacolo della Serie A nella propria città e investendo in un progetto in cui credono per rilanciare la loro attività; per non parlare poi dei contratti con atleti, staff e molto altro.
Per questo l’Argos Volley, che in questo momento rappresenta tutte queste persone, attende una risposta concreta dall’unica autorità in grado di potersi assumere tutte le responsabilità del caso, il Sindaco Roberto De Donatis. Nel frattempo non aspetterà inerte il suo destino, ma con tutti i suoi collaboratori continuerà a lavorare per vivere e far vivere a tutti quelli che lo vorranno, le grandi emozioni della Serie A.

Sora in Finale, il meglio deve ancora venire

, ,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora batte la Maury’s Italiana Assicurazione Tuscania, vince Gara 3 di Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai e stacca il pass per la Finale.

Il PalaGlobo “Luca Polsinelli” una vittoria così non l’aveva mai vissuta, una gioia così non l’aveva mai provata e una festa così non l’aveva mai fatta. Ma è tutto vero, i ragazzi dei coach Soli e Colucci domenica 1 maggio scenderanno in campo per giocarsi il turno Finale, quello che assegnerà la promozione nella massima serie, la SuperLega.

Sora questa volta si fa trovare pronta all’appuntamento con la storia, gioca la sua pallavolo e mette in campo tutto quello che il suo pubblico, il suo allenatore e la sua società le chiede.

La Finale Promozione è un turno che non ha mai giocato nei sette anni di militanza in Serie A2 e dunque una Semifinale Play Off non l’aveva mai vinta, ma ora, alla quarta partecipazione, con in mano il match ball si è superata regalando alla società Argos Volley quel passo in più che da tempo si aspettava.

Fabroni e compagni hanno messo in campo ciò che mancava per essere simili alla perfezione ed è questo che gli ha permesso di chiudere la serie con solo tre gare e di regalare a tutti quel sogno sfuggito per tre volte in sei campionati.

Una grande prestazione dunque, figlia della grande continuità e della maggiore intensità con il gruppo che quest’anno è davvero l’unione e l’amalgama giusta per fare la differenza.

Al fischio d’inizio del signor Luciani Ubaldo coadiuvato dal signor Turtù Marco, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Bacca, e Santucci libero.
Coach Tofoli risponde con Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Bonami libero.

In avvio di gara Monopoli si affida al suo opposto Mrdak ma la strategia non è per il momento vincente e Sora è subito avanti 4-1. Non tarda ad arrivare il contro break con Ottaviani sugli scudi in attacco e a muro per l’aggancio e sorpasso del 5-7. Giusto il tempo di due azioni per Bacca e Hoogendoorn per rimettere tutto in parità 7-7. Si prosegue punto a punto fino al 10-11 quando con il muro a uno di capitan Fabroni ai danni di Shavrak, i padroni di casa sono di nuovo avanti 13-11. Con Rosso il vantaggio viene mantenuto fino al 17-15 quando Mrdak rimette tutto in parità e coach Soli ferma il gioco. Al rientro in campo dal time out discrezionale la Globo viaggia con una lunghezza di vantaggio grazie all’ace di Hoogendoorn non contenuto in ricezione da Bonami per il 20-19 così è la guida tecnica ospite a richiamare i suoi. Con l’altro ace di Marrazzo il tabellone segna il 22-20 e allora ancora un minuto di sospensione per coach Tofoli. Rosso manda in tilt la difesa avversaria e l’ace di Buzzelli, subentrato nel fondamentale a Giglioli, regala tre set ball al PalaGlobo. Tuscania però non molla e si ripropone insidiosamente con l’ace di Shavrak che vale 24-23 ma poi è lo stesso schiacciatore a mandare in rete la battuta che chiude il set 25-23.

Il secondo game si apre con lo stesso copione del precedente, 4-2 della Globo e la parità del 7-7 con i sestetti che provano a scappare e a rincorrersi. Con il block granitico di Hoogendoorn ai danni di Shavrak e il mani e fuori di Bacca, i ragazzi di coach Soli tornano alla conduzione 10-8. Ferma tutto mister Tofoli e dopo lo stop Calonico spezza il gioco avversario, ma il primo tempo di Giglioli riporta il servizio nella sua metà campo e lo consegna nella mani di Bacca. Turno importantissimo se non fondamentale questo con un mini break positivo che porta la Globo sul +5 del 15-10. L’allenatore ospite da un po’ di respiro a Shavrak sostituendolo con l’Under Mazzon, ma la musica non cambia con il 17-11 firmato dall’astuzia di Rosso e il 19-12 con Hoogendoorn in attacco e l’errore di Mrdak. È il momento di Sperandio che sulla rete blocca tutte le intenzioni delle bocche da fuoco avversarie per il +8 del 21-13. Tofoli cambia le carte in tavola affidando la regia del suo gioco a Hueller e un punto per volta Tuscania riduce il gap fino al 22-18, l’ace di Hoogendoorn però vale ben sei set ball. Mrdak e Hueller di seconda intenzione ne annullano due ma la palla di Bacca, spinta d’intelligenza nelle mani del muro avversario, chiude anche il secondo set in favore della Globo che con il 25-20 è a più della metà dell’opera.

Premono subito sull’accelerato i volsci mentre i ragazzi della Tuscia diventano fallosi per il 5-2 trasformato nel 7-3 dal muro di Bacca ai danni dell’opposto avversario. Grande difficoltà nella metà campo ospite che non riesce né a contenere Sora e né a contrastarla con il tabellone che sale sul 10-4. La Globo mantiene ben stretto il suo vantaggio passando per il 14-9 e 16-12. Prova a non mollare la presa la Maury’s Italiana ma Hoogendorn porta la contesa sul 20-15. La stoccata finale arriva dal centro con Giglioli che fa scrivere a referto il 23-17. Hueller manda out la battuta che vale il match e coach Tofoli chiede il Video Check forse più per parlare con i suoi, e infatti l’occhio elettronico conferma la decisione del giudice di gara per il 24-18. L’attacco di Mrdak chiude la stagione della Maury’s Italiana Assicurazione Tuscania e il tocco di seconda intenzione di capitan Fabroni il match che vale la prima storica Finale Promozione della Globo Banca Popolare del Frusinate Sora.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA 3-0

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 4, Hoogendoorn 13, Rosso 17, Bacca 7, Sperandio 3, Giglioli 3, Santucci (L), Marrazzo, Buzzelli 1, Mariano n.e, Festi, Lucarelli n.e.,Mauti n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 4, B/P 14, muri 7.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli, Mrdak 11, Ottaviani 6, Shavrak 11, Colonico 9, Esposito 4, Bonami (L), Vitangeli, Mazzon, Hueller 1, Pieri (L) n.e., Straino. I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 5, B/P 14, muri 4.

ARBITRI: Luciani Ubaldo, Turtù Marco.
ADDETTO AL VIDEO CHECK: Renzi.
SEGNAPUNTI: Racchi.

PARZIALI: 25-23; 25-20; 25-19.

CHIAMATE VIDEO CHECK

3° SET:
19-15 (attacco Mrdak)
Video Check richiesto da: Tuscania per verifica invasione a rete
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (20-15)

23-18 (battuta Hueller)
Video Check richiesto da: Tuscania per verifica palla in o out
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (24-18).

Gara 3 Semifinale Promozione, Sora al Match ball

, ,

Il PalaGlobo “Luca Polsinelli” è pronto a ospitare Gara 3 di Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai. Mercoledì alle ore 20,30 scenderanno nuovamente in campo la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora e la Maury’s Italiana assicurazione Tuscania per la gara che vale la storia per entrambe. Sora, già sul vantaggio di 2-0, vincendo entrerebbe in Finale, un turno mai giocato nei sette anni di Serie A2, Tuscania invece rimetterebbe tutto in discussione rimandando il verdetto almeno di tre giorni.

La Globo una Semifinale non l’ha mai vinta e ora, alla quarta partecipazione, ha in mano il match ball e dunque è a un passo dal superarsi, la Maury’s Italiana invece alla sua prima presenza nella post season ha già regalato moltissimo a chi crede in lei. L’appetito vien mangiando e seppure la società della Tuscia dichiara di essere andata ben oltre gli obiettivi stagionali, a mollare non ci sta perché vorrebbe ancora di più. Ma dall’altra parte della rete c’è Sora, la squadra che ha messo a tacere anche i più scettici e quella che ha fatto vivere più emozioni, quella dalle indiscutibili qualità atletico-tecniche e umane dei singoli ma soprattutto del gruppo.

Per questo coach Soli elogia i suoi ragazzi e parla di perfezione:

“E’ la seconda volta nel giro di quattro giorni che mi trovo a ringraziare i miei ragazzi. Oggi hanno messo in campo il meglio di gara 1, sempre se sia possibile, e lo hanno fatto con una grande prestazione figlia di maggior continuità e addirittura maggior intensità. Dopo la prima partita ci eravamo detti che le cose da limare erano poche e penso che in questa gara 2 ne abbiamo limate parecchie, ragion per cui il risultato è stato così netto a nostro favore.
Di fronte abbiamo una squadra da rispettare, che gioca senza paura e non ha niente da perdere, ma soprattutto che messa spalle al muro diventa ancora più pericolosa di quello che è. L’ultimo set abbiamo fatto fronte anche a questa situazione e per questo non posso che ringraziare i miei ragazzi comunque dicendogli di tenere i piedi ben piantati a terra su quello che è il nostro gioco perché siamo solo 2-0 e bisogna vincere la terza partita.
La gara di mercoledì sarà la più importante perché ci da la possibilità di raggiungere un grande sogno per la società e per i ragazzi che è quello della finale. Il nostro compito quindi, è di stare concentrati e con i piedi per terra, essere umili e cercare di limare ciò che manca per essere simili alla perfezione che è quello che permetterebbe alla nostra squadra chiudere la serie mercoledì”.

“Sora ha giocato una grandissima partita, è stata molto attenta e precisa in tutti i fondamentali e ci ha massacrato – questa è la sintesi del match di coach Paolo Tofoli. Noi abbiamo giocato molto male ma di contro i nostri avversari hanno messo in campo un’ottima pallavolo che ha mostrato ulteriormente quello che è il loro valore. Sicuramente noi siamo in grado di giocare molto meglio di domenica, ma la Globo in questa gara 2 ha giocato molto forte, ci ha aggredito in battuta ed è quello che temevo di più, ci ha fatto male ed è stata scaltra soprattutto in quei momenti in cui noi eravamo imbambolati. È così che ha reso la sua partita perfetta.
I miei ragazzi sono partiti con il freno a mano tirato ma per vincere queste partite devi osare, altrimenti non si va da nessuna parte. Sicuramente quindi, chiederò ai miei ragazzi di osare in gara 3 per poterla vincere.
Sora ha un valore tecnico più alto di quello di Tuscania in quanto è stata costruita per vincere e conquistare il salto di qualità, mentre il nostro obiettivo era quello di rientrare tra i primi otto. Siamo arrivati terzi alla fine della stagione regolare e ora, in questa semifinale ce la metteremo tutta anche se per cercare di battere Sora dobbiamo dare il 120%”.

Protagonista indiscusso del match del quale è stato anche best scorer con 20 punti totali realizzati, Mattia Rosso:

“Siamo stati molto bravi nel portare a casa gara 2 perché non era affatto facile. Come era prevedibile nei play-off ogni partita ha una componente psicologica e sicuramente la prima in casa per noi è stata un po’ più dura in quanto avevamo l’obbligo del risultato ed eravamo un pochino più tesi. Oggi invece la pressione psicologica si è spostata su di loro e questo fattore ci ha aiutato. Siamo stati bravi, attenti e precisi sin dall’inizio ed è venuto fuori questo 3-0 comunque equilibrato ma bravi noi per aver espugnato questo campo così difficile. Mercoledì Tuscania verrà a Sora senza niente da perdere e giocherà spavalda e spregiudicata come già aveva fatto in gara 1, sta a noi non farci cogliere impreparati e cercare fin da subito di chiudere la serie”.

Una Sora superlativa porta la serie sul 2-0

, ,

La Globo Banca Popolare del Frusinate Sora fa sua anche gara 2 Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai.

Dominando la gara per tutti e tre i set e dunque battendo per 3-0 la Maury’s Italiana assicurazione Tuscania tra le mura ospiti del Palazzetto dello Sport di Montefiascone, Fabroni e compagni allungano la serie che vale la Finale Promozione.

I ragazzi di coach Paolo Tofoli non hanno venduto cara la pelle come in gara 1 risultando meno incisivi non riuscendo a rimettere il turno in discussione o a impensierire la Globo che è stata superlativa in tutti i fondamentali. La superiorità emerge dai dati statistici che testimoniano un attacco micidiale (64%) con in cattedra il best scorer Sjoerd Hoogendoorn (20 punti) e lo schiacciatore Mattia Rosso (17 punti) anche se una grande nota di merito va a Daniel Bacca con l’83% in attacco e il 48% in ricezione. La differenza impressionante riguarda il muro con Sora a firmare ben 13 block e Tuscania solo 2.

Quella giocata nella “Bolgia” però è stata davvero una bella gara dove tutti i presenti hanno dimostrato grandi cose: Tuscania che è una compagine che ha valore e che non mollerà la presa; Sora conferma di avere un grande gruppo con un grande carattere oltre a capacità atletico-tecniche indiscutibili che uniti alla tenacia portano a questi risultati; e poi ci sono state loro, le due tifoserie, tanto calde da essere sicuramente il settimo uomo in campo per entrambi i sestetti.

Al fischio d’inizio del signor Saltalippi Fabrizio coadiuvato dal signor Rolla Massimo, la guida tecnica della Tuscia, Paolo Tofoli, schiera in campo Monopoli al palleggio in diagonale con Mrdak, Calonico ed Esposito in posto 3, Ottaviani e Shavrak a schiacciare e Bonami libero. Coach Fabio Soli risponde con Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Bacca, e Santucci libero.

Con Monopoli al servizio Tuscania apre il match mettendo a segno un mini break positivo di 3-0, e con Mrdak segna sul tabellone luminoso il 4-1. La battuta finalmente torna nella metà campo sorana e nelle mani esperte di capitan Fabroni si trasforma in un turno dal parziale di 5-0. Aggancio e sorpasso dunque guidato sulla rete da Hoogendoorn e spettacolarizzato dal rigore di Rosso servito dalla ricezione lunga di Shavrak per il 4-6 trasformato nel 5-8 da un’azione fotocopia con Bacca allo slash su ricezione alta sulla rete di Bonami. Interrompe il gioco la guida tecnica locale ma al rientro in campo Sora continua a viaggiare con 4 lunghezze di vantaggio che diventano 5 sul 9-14. Esposito lavora bene per il cambio palla che manda al servizio Shavrak e con questa arriva anche la prima chiamata del Video Check che conferma la decisione arbitrale della palla out. Il game prosegue punto a punto con coach Tofoli che prova a dare indicazioni ai suoi ma la Globo picchia duro in battuta per il 17-23. Mazzon subentrato al servizio, aiutato dal nastro, mette a segno un ace con il quale prova a rilanciare la Maury’s ma i suoi compagni non riescono a dare continuità al buon gioco con Hoogendoorn che regala invece a Sora cinque set ball. Ci impiega pochi secondi Mattia Rosso a chiudere il primo set con l’ace che mette a referto il 19-25.

Stesso copione ma a parti inverse in avvio del secondo game con i volsci avanti 0-4 grazie al suo opposto in attacco e il centrale Giglioli a murare le intenzioni di Shavrak, ma diversamente da quanto accaduto nel set precedente, la Globo continua a macinare punti per l’1-8. Al technical time out gli ospiti ci arrivano facendo segnare un vantaggio di 9 lunghezze, quello del 3-12 chiuso dal granitico muro di Sperandio a inchiodare Mrdak. Sora mantiene stretta il suo margine fino all’8-17 quando mister Tofoli sostituisce la sua diagonale con l’opposto Mazzon che sull’imbarazzante 11-21 prende in mano la situazione guadagnando il cambio palla e andando al servizio. Dopo i due ace consecutivi di capitan Fabroni infatti, il posto 2 della Tuscia non fa rimpiangere Mrdak rosicchiando punti importanti per il 16-21. Ci pensa Bacca a ristabilire il trend ospite prima a muro su Shavrak e poi con l’attacco che vale il 16-24. Vitangeli riporta nella sua metà campo il servizio ma Straino subentrato a Ottaviani nel fondamentale la manda in rete per il 17-25.

In vantaggio per due set a zero Sora torna in campo con lo stesso ritmo nelle gambe e nella testa per il nuovo 1-4 realizzato da Rosso in attacco. Protesta il sestetto di Tofoli per questa decisione arbitrale e richiede il Video Check che però sulla chiamata del tocco del muro del signor Saltalippi non può essere richiesto. 1-5 e la guida tecnica locale richiama i suoi ragazzi i quali seguendo le indicazioni rimettono in parità il game 4-5. 7-7 e anche coach Soli ferma il gioco per un minuto dopo il quale la Globo torna alla conduzione 7-9 facendo suonare la sirena dello stop obbligatorio. Sale in cattedra Ottaviani con l’ace del 13-12 ma risponde allo stesso modo l’altro capitano, Fabroni per il nuovo sorpasso del 13-15. 14-17 e secondo time out discrezionale per Tofoli che sa che questo è il momento di riagganciare il punteggio per non rischiare che Sora dilaghi, ma è proprio così. Prima con il 15-19 e poi con il 16-22 tutto autografato da uno stratosferico Hoogendorn best scorer con 20 punti totali di cui 2 ace e 3 muri. L’ultimo grido della Maury’s lo lancia Mrdak che con un attacco e due ace riaccende le speranze sul 20-23 ma poi manda in rete la battuta che vale a Sora 4 match ball. Ci pensa Rosso a chiudere subito 20-25 e a dare appuntamento a mercoledì prossiomo alle ore 20,30 al PalaGlobo “Luca Polsinelli” per gara3.

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA 0-3

GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Fabroni 3, Hoogendoorn 20, Rosso 17, Bacca 6, Sperandio 4, Giglioli 5, Santucci (L), Marrazzo n.e., Buzzelli n.e., Festi n.e., Mariano n.e., Lucarelli n.e.,Mauti n.e.. I All. Fabio Soli; II All. Maurizio Colucci. B/V 6, B/P 9, muri 13.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONE TUSCANIA: Monopoli 1, Mrdak 13, Ottaviani 7, Shavrak 8, Colonico 1, Esposito 4, Bonami (L), Vitangeli 3, Mazzon 3, Hueller n.e., Pieri (L) n.e., Straino. I All. Paolo Tofoli; II All. Fabrizio Grezio. B/V 5, B/P 11, muri 2.

ARBITRI: Saltalippi Fabrizio, Rolla Massimo.
ADDETTO AL VIDEO CHECK: Renzi.
SEGNAPUNTI: Racchi.

PARZIALI: 19-25; 17-25; 20-25.

CHIAMATE VIDEO CHECK
1° SET:
10-14 (Battuta Shavrak) richiesto da Tuscania per verifica in/out.
Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (10-15)

2° SET

3-9 (Attacco Calonico) Video Check richiesto da Tuscania per verifica invasione rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (3-10)

13-21 (Attacco Ottaviani) Video Check richiesto da Sora per verifica invasione rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Tuscania (14-21)

3° SET
1-0 Video Check richiesto da Sora per verifica in/out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Sora (2-0)

16-20 (Battuta Hoogendoorn) richiesto da Tuscania per verifica in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Sora (16-21).

Su gara 2 entrambi i coach non hanno dubbi, sarà una battaglia

, ,

Dopo aver messo a segno il primo colpo nella Semifinale Play Off Promozione Serie A2 UnipolSai, la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora è pronta ad affrontare nuovamente la Maury’s Italiana assicurazione Tuscania tra le mura ospiti del Palazzetto dello Sport di Montefiascone.

Domenica alle ore 18,00 i due club laziali scenderanno nella “Bolgia” per gara 2 e se da un lato Fabroni e compagni faranno l’impossibile per incrementare il vantaggio e quindi portare la serie sul 2-0, i ragazzi di coach Tofoli venderanno cara la pelle per rimettere in discussione il turno che vale il pass per la Finale al meglio delle cinque gare.

“Questa gara ha rispecchiato pienamente quelli che sono i play off – dice coach Fabio Soli -, ogni set è una partita a se e l’importante è mettere a terra l’ultima palla.
I miei ragazzi mercoledì sono stati incredibili soprattutto dopo quello che è stato il terzo set perché partite così spesso vengono abbandonate al proprio corso e chiuse in quattro set. Abbiamo fatto un vero e proprio miracolo in un match che ha dimostrato per l’ennesima volta che il ranking di fine campionato non conta niente. Gli atleti scesi in campo hanno mostrato la loro spavalderia e hanno vinto una partita importantissima, quindi non posso che ringraziarli per aver provato per l’ennesima volta di essere un grande gruppo con un grande carattere.
Gara 2 sarà ancora più complicata con Tuscania che ha mostrato il suo valore mettendoci in difficoltà e con il campo che è stato ostico per molte squadre compresa la nostra nella settima giornata del girone di ritorno della regular season. In gara 1 anno giocato un’ottima pallavolo e hanno avuto coraggio, tenendo bene in alcune situazioni nelle quali abbiamo provato ad aggredire.
In questi giorni abbiamo riposato un po’ e fatto tesoro di tutte le dinamiche vissute mercoledì, ci siamo anche preparati alla battaglia con lo stesso gioco di oggi ma con molta più tenacia e pazienza”.

“Gara 1 é stata lunga e combattuta, giocata palla su palla e la differenza è stata minima – spiega il coach della Tuscia, Paolo Tofoli. Sora è stata brava a portarsi subito sull’1-0 nella serie ora sta a noi pareggiare i conti. Dal canto nostro abbiamo sbagliato troppe battute mercoledì e quindi sicuramente dovremo lavorare sul fondamentale molto di più di quanto non abbiamo già fatto, ma soprattutto, mentre i nostri avversari sono stati molto più bravi nei momenti in cui c’è bisogno di un guizzo del singolo, e ci ha pensato Rosso (32 punti totali messi a referto).
Nel prossimo match quello che dobbiamo fare è essere più spregiudicati e tenaci, caratteristiche che appartengono alla squadra di Soli e che sicuramente fanno la differenza. Domenica ci aspetta un’altra battaglia ma noi ce la metteremo tutta per portarla a casa e pareggiare i conti”.

Anche uno degli atleti protagonisti del match la pensa allo stresso modo:

La gara è stata difficilissima, tanto che sul 2-1 per loro stavamo per mollare – spiega lo schiacciatore ed ex in campo Pierlorenzo Buzzelli. Fortunatamente però, ne siamo usciti fuori al meglio, riprendendo anche un tie break che sul 6-8 sembrava ormai andato. Abbiamo viaggiato punto a punto e in queste situazioni a fare la differenza è il singolo, e Rosso per noi ha fatto la differenza.
Abbiamo vinto gara 1, ma adesso ci aspetta un match ancora più complicato. In campionato sul campo di Tuscania abbiamo perso 3-0 e conosciamo bene quanto l’ambiente con il suo calore sia ostico, per cui andremo lì con molta grinta e adrenalina sperando di allungare la serie.
Dopo i cinque set di mercoledì abbiamo avuto bisogno di riposare e riprendere le forze, ma da venerdì siamo tornati in palestra per limare quelli che sono stati i nostri errori studiando al meglio la partita per non commetterli nuovamente”.