Il Memorial Nonno Gino visto tecnicamente da Coach Bagnoli

, ,

Terzo banco di prova per la BioSì Indexa Sora dell’era Bagnoli che, tra sabato e domenica, sarà impegnata sul campo del PalaGlobo “Luca Polsinelli” in un importante test pre-stagionale.

Il memorial “Nonno Gino” sarà infatti l’occasione più adatta per trarre le somme dopo un percorso di preparazione che sta per accompagnare Rosso e compagni a trovare la loro collocazione nell’Olimpo del volley, in quella SuperLega che il 2 ottobre vedrà contrapposta la formazione bianconera agli iridati del Modena e a campioni come “monsieur magique” Earvin N’Gapeth.

A contendersi però questo week end il premio con Sora tre squadre agguerritissime: Top Volley Latina, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia ed Emma Villas Siena, le prime due pari SuperLega della Biosì Indexa, l’ultima ex compagna di cadetteria nello scorso anno.
A parlarci delle quattro partecipanti al Memorial Nonno Gino è il coach Bruno Bagnoli che, in proposito, ci dice:

“Vibo ha associato tre italiani esperti che conoscono il ritmo della Superlega come Coscione, Barone e Marra, con 3 brasiliani di assoluto spessore fra i qual spicca il nome di Thiago Alves, nazionale per molti anni; a questi si è aggiunto il francese Geiler che penso alla fine sarà una colonna della squadra per completare una formazione ambiziosa con un occhio al presente e uno al futuro.
Siena è la candidata numero uno della serie A2 alla promozione in virtù di un budget eccellente e di una conseguente faraonica campagna acquisti; al di là del numero di stranieri da poter mettere in campo potrebbe competere certamente con le ultime formazioni di Superlega e la presenza dell’ex Fabroni in regia è garanzia di competitività.
Infine Latina che è certamente la favorita del Torneo e la formazione che potrà puntare a un posto nei play off di SupeLega in virtù di una batteria di giocatori, soprattutto italiani, di ottimo livello. Spiccano certamente un campione come Fei, la medaglia d’argento alle Olimpiadi Sottile e il nazionale Maruotti, ma non sono da meno stranieri del calibro di Penchev, Quintana e Klinkemberg.
Affrontando formazioni che hanno fatto campagne acquisti di grande spessore probabilmente ci saranno da superare difficoltà fisiche e tecniche di rilievo, pertanto ci dobbiamo preparare a dare il meglio di noi stessi facendo affidamento sulle nostre migliori doti.
Questi test rappresenteranno il punto di partenza per affrontare la massima categoria con le idee chiare. Essenzialmente crescerà il livello della battuta, soprattutto in salto, e quindi dovremo tarare bene la linea di ricezione e poi troveremo muri fisicamente più forti e organizzati quindi dovremo adattarci a giocare con percentuali d’attacco normali; difficilmente infatti si potrà ripetere il 70% fatto registrare in attacco contro Tuscania.”.

Sora cercherà di fare del suo meglio, provando una serie di scelte tattiche che la guida tecnica locale ha preso in considerazione durante la settimana di allenamento:

“Questa settimana abbiamo dato un assetto alla formazione in ricezione e in attacco simile a quello che utilizzeremo in campionato – spiega il mister; la formula con l’opposto ricevitore ha dato buoni frutti soprattutto nella partita di domenica scorsa contro Tuscania. Adesso però vogliamo provare una formazione idonea per inserire quello che sarà l’opposto di ruolo titolare. Il dato più interessante sarà quello di mettersi a confronto con squadre di SuperLega e quindi allenarsi in maniera specifica per quel livello di gioco.
Oltre a ciò vedremo Yusnaikel Argilagos (fratello dell’ex Sora Alexeis), un opposto cubano che ci sta aiutando negli allenamenti e merita certamente di essere messo alla prova in questo torneo”.

Sora però, può contare su un fattore molto importante e che potrebbe essere determinante ai fini del torneo e del proseguo del percorso di regular season:

“L’entusiasmo che circonda la squadra e la volontà di dimostrare il nostro valore a prescindere dal conto economico dovranno essere la nostra marcia in più – conclude Bagnoli – per affrontare nel migliore dei modi tutte le difficoltà che si potranno presentare”.

Le quattro dell’VIII Memorial Nonno Gino

, ,

Lavoro di rifinitura in palestra per la BioSì Indexa Sora alla vigilia del VIII Memorial Nonno Gino, come anche per lo staff dell’Argos Volley che non sta lasciando nulla al caso per assicurare tanta ospitalità e spettacolarità a tutte le persone che in questo week end di grande pallavolo andranno a godersela al PalaGlobo “Luca Polsinelli”, ma anche e soprattutto per loro, i club che daranno vita alla kermesse.

Top Volley Latina (A1), Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia (A1), Emma Villas Siena (A2) e ovviamente BioSì Indexa Sora, queste le compagini che sabato 17 e domenica 18 settembre si sfideranno al PalaGlobo “Luca Polsinelli” per aggiudicarsi il trofeo dell’VIII Edizione del Memorial Nonno Gino.

A inaugurare i giochi, sabato alle ore 17,00, sarà un classico della pallavolo volsca, BioSì Indexa Sora vs Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.
Nella passata stagione questo match si è disputato per ben otto volte e tutto quello che è successo è storia. Forse non esisteva accoppiamento migliore per aprire col botto il torneo, o forse è un modo per riprendere a vivere la gande pallavolo di Serie A da dove la si era lasciata.
Ad un passo dalla promozione diretta in Superlega UnipolSai, traguardo sfumato in Gara 5 dei Play-Off A2 UnipolSai proprio contro la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora, la Tonno Callipo Calabria Valentia si riaffaccia nel massimo campionato pallavolistico italiano in virtù dell’istanza di ammissione alla Superlega presentata alla Lega Pallavolo Serie A e da quest’ultima accettata. Quello che partirà domenica 2 ottobre, sarà il decimo anno nella massima serie per la società del presidente Pippo Callipo, il primo nella nuova Superlega. Dopo il biennio nella serie cadetta, impreziosito dalle due vittorie consecutive nella Del Monte® Coppa Italia Serie A2, la compagine giallorossa ha puntato sul tecnico argentino Waldo Kantor alla guida di una squadra quasi del tutto rinnovata rispetto alla scorsa stagione. I soli a rimanere sono stati il libero Davide Marra e l’opposto slovacco Peter Michalovic. Il mercato ha portato in dote due graditi ritorni, quelli di Barone e Coscione, e l’arrivo, tra gli altri, della “triade brasiliana”: il centrale Deivid Junior Costa e i martelli Kadu Barreto e Thiago Alves (argento olimpico a Londra 2012 con il Brasile). L’obiettivo della Tonno Callipo è quello di far divertire i propri tifosi e di portare in alto il nome della Calabria.

Al termine di quello che sarà sicuramente un infuocato match, sabato attorno alle ore 19,00, la Top Volley Latina se la vedrà con l’Emma Villas Siena, l’unica formazione della Serie A2 del torneo ma dall’altissimo valore in campo e con in regia un ex Sora, Marco Fabroni.
Alla sua seconda stagione in Serie A2 infatti, e dopo una cavalcata effettuata in tre anni dalle serie minori, la società del Presidente Giammarco Bisogno vuole consolidarsi e al tempo stesso porsi nuovi importanti obiettivi. Nello scorso campionato, al primo anno nella categoria e alla prima stagione giocata nel palazzetto dello sport di Siena, la squadra biancoblu ha centrato i playoff ottenendo anche il risultato di aver registrato il pubblico più numeroso dell’intero campionato. In estate poi, il presidente Bisogno e il direttore sportivo Fabio Mechini hanno dato vita a una rivoluzione che è partita dalla panchina. Il nuovo allenatore è Paolo Tofoli. L’unico giocatore confermato dalla scorsa stagione è lo schiacciatore spagnolo Noda Blanco. Nel ruolo sono arrivati anche il brasiliano Russomanno e Vedovotto ex Vibo Valentia, ed il senese Cesare Gradi (ex Sora). In cabina di regia Fabroni, reduce appunto da una stagione straordinaria a Sora, e Di Tommaso arrivato da Aversa. Il cubano Padura Diaz ritorna in Italia dopo l’esperienza in Qatar e da Vibo Valentia arriva anche Cannistrà: sono loro gli opposti. Dopo otto stagioni in SuperLega scende in Serie A2 il centrale Stefano Patriarca nel ruolo con Menicali e Spadavecchia. I due liberi sono Cesarini, anche lui da Vibo, e Battista.

La Top Volley Latina invece si appresta a disputare una stagione da numeri “tondi”. Sarà infatti il 15mo campionato in massima serie, 20mo compresa l’A2, ma soprattutto il numero 45 dalla sua fondazione. Ma è anche la stagione numero 10 per la nuova società guidata dal presidente Gianrio Falivene, che l’ha vista protagonista in campionato con due semifinali scudetto, e nelle coppe europee due volte finalista. Si presenta ai blocchi di partenza con molte novità. La prima il tecnico Vincenzo Nacci, al suo esordio in Superlega dopo aver guidato per tre stagioni il Venezuela. Riceverà in dote lo staff consolidato negli scorsi anni con il vice Marco Franchi e lo scoutman Maurizio Cibba. Al palleggio ci sarà il fresco medagliato di Rio Daniele Sottile insieme al giovane Matteo Pistolesi. Nel ruolo di opposto brilla la stella di Alessandro Fei che farà da chioccia al giovanissimo montenegrino Bojan Strugar. Al centro si giocano il posto il confermato Andrea Rossi, il rientrante Carmelo Gitto e il cubano Danger Quintana. Il capitano Gabriele Maruotti guida la lista degli schiacciatori ricevitori dove ci sono il belga Kevin Klinkenberg, il bulgaro Rozalin Penchev e la “star” giapponese Yuki Ishikawa che arriverà a Latina al termine del percorso universitario. Il ruolo di libero è stato affidato a Fabio Fanuli.

VIII Edizione del Memorial Nonno Gino e l’ “Isola del Volley”

, ,

Sale l’ansia da SuperLega, soprattutto ora che è già arrivato il momento del Memorial Nonno Gino, il classico apripista del campionato sorano giunto alla sua ottava edizione.

L’agriturismo Oasi dei Sapori e l’Argos Volley infatti, sono lieti di presentare questa nuova edizione che quest’anno avrà la formula del week and e ospiterà quattro valorose squadre.

Top Volley Latina, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, Emma Villas Siena e ovviamente BioSì Indexa Sora, queste le compagini che sabato 17 e domenica 18 settembre si sfideranno al PalaGlobo “Luca Polsinelli” per aggiudicarsi il trofeo dell’VIII Edizione del Memorial Nonno Gino.

A inaugurare i giochi, sabato alle ore 17,00, sarà un classico della pallavolo volsca BioSì Indexa Sora vs Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.
Nella passata stagione questo match si è disputato per ben otto volte e tutto quello che è successo è storia. Forse non esisteva accoppiamento migliore per aprire col botto la kermesse, o forse è un modo per riprendere a vivere la gande pallavolo di Serie A da dove la si era lasciata.

Al termi di quello che sarà sicuramente un infuocato match, attorno alle ore 19,00, la Top Volley Latina se la vedrà con l’Emma Villas Siena, l’unica formazione della Serie A2 del torneo ma dall’altissimo valore in campo e con in regia un ex Sora, Marco Fabroni.

Domenica a partire dalle ore 16,00, sul rettangolo del PalaGlobo le perdenti degli scontri del giorno precedente daranno vita allo scontro per il terzo e quarto posto mentre a seguire, le vincenti lotteranno per alzare al cielo il trofeo del Nonno Gino.

Gli incontri si disputeranno tutti al meglio dei 5 set e l’ingresso per godere dello spettacolo avrà un costo pari a €5 per ogni giornata.

La manifestazione non resterà circoscritta solamente all’ambito sportivo ma quest’anno sarà celebrata anche fuori dalle mura del PalaGlobo in un evento nell’evento dal titolo “L’Isola del Volley”. Con il patrocinio del Comune di Isola del Liri, tutte le squadre partecipanti al Memorial, dopo le gare del sabato ceneranno “sotto” la cascata dove nei pressi del Comune sarà allestito un palco sul quale a partire dalle ore 22,30 gli atleti sfileranno e si presenteranno.

Ogni anno c’è sempre tantissima attesa da parte del pubblico verso questo evento che è l’apripista del campionato, per dirla restando in tema Oasi dei Sapori, ne è l’antipasto, la prima uscita casalinga della squadra che rispecchia più verosimilmente quello che poi sarà il torneo della Lega Pallavolo Serie A che inizierà di li a pochi giorni.
Lavoro di rifinitura dunque alla vigilia del VIII Memorial Nonno Gino per lo staff dell’Argos Volley che sta lavorando alacremente per non lasciare nulla al caso, per assicurare tanta ospitalità e spettacolarità a tutte le persone che questo week end andranno al PalaGlobo “Luca Polsinelli” a godersi la grande pallavolo di Serie A.

SORA AMA IL VOLLEY, aperta la vendita del settore “curva”

, ,

Argos Volley e Liveticket.it hanno aperto le vendite degli abbonamenti per il settore “Curva” con posto unico al costo di €180,00.
Restano così invariati tipologie, costi e modalità di accesso con l’unica differenza che nel settore tribuna è possibile scegliere il posto che si vorrà occupare mentre in curva è unico.
Prime e U16 Prime le due possibilità della campagna abbonamenti SORA AMA IL VOLLEY, entrambe danno diritto ad assistere a tutte le gare della regoular season in programma al PalaGlobo “Luca Polsinelli” a un prezzo partita vantaggioso pari a €13,85 per Prime – per un costo stagionale di 180 € -, ed €5,40 per U16 Prime – per un costo stagionale di 70 € – dedicato ai ragazzi fino ai 16 anni e acquistabile solo in abbinamento con Prime.

A partire dal prossimo lunedì 19 settembre, in vendita anche i biglietti per la gara singola BioSì Indexa Sora vs Diatec Tretino, la prima casalinga di SuperLega, in programma domenica 9 ottobre al PalaGlobo “Luca Polsinelli”. Il settore aperto sarò quello di curva al costo di €25,00 con titolo d’ingresso acquistabile sia al botteghino della struttura di via Ruscitto a Sora che online, www.liveticket.it.

Inoltre, per chi ha sottoscritto il proprio abbonamento entro il 12 settembre, in occasione del Memorial “Nonno Gino” in programma il prossimo week end, potrà ritirare la propria tessera.

Il popolo bianconero si stringe sempre più attorno alla sua squadra deciso a non perdere nemmeno uno degli entusiasmanti match che aspettano la BioSì Indexa Sora nel nuovo campionato di SuperLega oramai alle porte.

Per chi ancora non lo avesse fatto, o per chi ha bisogno di ulteriori informazioni, il botteghino del PalaGlobo “Luca Polsinelli” è a disposizione tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 16.00 alle 19.00, e per chi non avesse possibilità di presentarsi personalmente presso gli uffici Argos Volley, può consultare il sito www.liveticket.it.
Collegandosi al circuito liveticket.it si possono acquistare gli abbonamenti comodamente da casa, con una commissione del 5%, commissione invece non trattenuta nel caso della compravendita diretta presso il botteghino del palazzetto.

Il tuo posto al PalaGlobo ti aspetta! #Superlegati

Continua la preparazione ed entra nel vivo il lavoro del Team Manager Roberto Conte

, ,

Dopo gli ottimi risultati racimolati prima sul parquet di Alatri contro la Sigma Aversa e poi su quello del PalaGlobo “Luca Polsinelli” contro la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania, gli uomini della BioSì Indexa Sora tornano in palestra per prepararsi a un altro intenso weekend di gioco.

Dalle amichevoli pre-campionato infatti sono emersi segnali più che positivi per coach Bagnoli, il quale sabato e domenica avrà ancora modo di testare la sua rosa in un appassionante quadrangolare, l’apripista per eccellenza, il Memorial Nonno Gino. Al contempo però bisogna continuare con gli allenamenti che si fanno sempre più tecnici ora che ci si affaccia alla sesta settimana.

“Siamo all’inizio della sesta settimana di lavoro. Per gli atleti c’è sicuramente un po’ di stanchezza dovuta ai carichi a cui lo staff tecnico li sta sottoponendo; ovvio che sia così in questo periodo dove si sta mettendo la benzina necessaria nel motore per arrivare pronti ai nastri di partenza e in forma fino al termine della stagione. I ragazzi sono consapevoli di ciò e vedo in loro una gran voglia di lavorare e la giusta carica per la stagio SuperLega alle porte”.

A spiegarlo è il nuovo Team Manager della formazione volsca, Roberto Conte, subentrato quest’anno ad Alessandro Tiberia, ora dirigente del Settore Giovanile dell’Argos Volley. Roberto non è certo un volto nuovo della pallavolo targata Giannetti essendosi avvicinato alla società circa nove anni fa, quando l’allora Globo Sora disputava il campionato di B2 presso il pallone tensostatico di via Sferracavallo. È in quell’occasione che Conte conobbe il presidente Enrico Vicini iniziando così una fitta collaborazione con il club volsco. Anni di gavetta, gli incarichi con le giovanili ed ora la prima squadra.

“Mi preme ringraziare la Famiglia Giannetti e l’Argos Volley per l’importante incarico che per questa stagione sarò chiamato a ricoprire – ci tiene a sottolineare Conte. Un grandissimo onore aver ricevuto “una chiamata” così importante in un anno epico come questo con lo storico esordio in massima categoria. Poter rappresentare nei palazzetti più belli e quotati d’Italia la squadra della mia città è per me motivo di responsabilità prima di tutto e di grande orgoglio. Dopo un primo periodo di ambientamento al nuovo ruolo, come penso sia giusto che sia, ora il tutto si va delineando e anche io sono pronto per fare la mia parte in A1 ”.

Ma di cosa si occupa un Team Manager, nello specifico, durante la stagione agonistica?

“Sostanzialmente è la figura di raccordo tra la squadra/staff tecnico e la società. Tanta passione e la capacità di risoluzione delle varie problematiche che quotidianamente si presentano sono alla base di un buon operato. Giusto per citarne alcune, durante la stagione si passa dall’elaborare le varie comunicazioni che riguardano gli appuntamenti settimanali quali allenamenti, eventi extra sportivi e interviste, a fare in modo che chi vada in campo, che sia allenamento o partita ufficiale, riesca a svolgere il proprio lavoro nel modo più professionale e tranquillo possibile, in maniera tale da poter raggiungere il miglior risultato”.

E in questo periodo di ritiro, come cambia il lavoro da svolgere?

“Diciamo che sono entrato quasi totalmente a regime. La preparazione è oramai nel vivo e con sé anche le amichevoli pre-campionato. Nel primo periodo è stato svolto un lavoro dedicato soprattutto all’organizzazione logistica dei ragazzi. La mole di lavoro importante stava fondamentalmente nel far ripartire tutta la macchina. Una macchina che oramai viaggia spedita verso l’esordio stagionale sul tricolore di Modena”.

Vitale, per l’incarico che Roberto Conte ricopre, è il rapporto proprio con la squadra e con il resto dello staff tecnico:

“Fortunatamente ho un buon rapporto con tutti e cerco sempre di essere disponibile per andare incontro alle esigenze della squadra. Con alcuni atleti ci conosciamo da più tempo, avendo tra le altre cose condiviso l’emozionante stagione passata. I nuovi arrivati sono qui da poco più di un mese, ma giorno dopo giorno ci si conosce sempre meglio e sono convinto che riusciremo a creare un bel gruppo coeso. Per quanto concerne lo staff, fatta eccezione per mister Bagnoli al primo anno con noi e che ho avuto il piacere di conoscere di persona negli ultimi mesi ma che di certo non ha bisogno di presentazioni, il resto dei ragazzi sono praticamente degli amici, ci conosciamo da una vita. Sono contento di poter condividere con questo staff tecnico di primissimo livello l’emozionante e magnifico percorso che si avvicina”.

Per chi volesse assistere dal vivo all’operato di Roberto Conte, coach Bagnoli e di tutta la BioSì Indexa Sora, questa settimana l’allenamento tecnico pomeridiano è previsto da martedì a venerdì e aperto al pubblico, con i seguenti orari: martedì e mercoledì 17:30; giovedì 17:45, venerdì 17:00.

Sora vs Tuscania, arrivano i segnali positivi che il coach attendeva

, ,

Positivo su tutti i fronti il primo test-match casalingo della BioSì Indexa Sora.

Positivo sul campo dove a partire dalle ore 18,00, con la faccia fatta a scacchi dalla rete, Sora e la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania si sono affrontate in un allenamento congiunto che ha visto la vittoria dei padroni di casa per 3-0, ma soprattutto ha permesso un’ottima valutazione dello stato di forma di Rosso e compagni al termine della quinta settimana di preparazione.
Positivo sugli spalti dove un nutrito pubblico appartenente a entrambe le tifoserie si è fatto sentire, con i Guerrieri Volsci che hanno fatto le prove di ospitalità e di tifo organizzato.
Applausi anche per il set aggiuntivo che i due coach hanno deciso di far disputare, che ha visto festeggiare i ragazzi di Montagnani sul 23-25 e scendere in campo i sparring partner della BioSì Indexa Sora che hanno infuocato il PalaGlobo “Luca Polsinelli” con un bella e appassionante rimonta.

MVP del match Mattia Rosso premiato dall’amministratore delegato signor Ruben Tribaldos, dell’azienda colombiana di Santa Maria CI LA SAMARIA, il quale sovrintende la filiera di banane biologiche ed equosolidali commercializzate con il marchio BioSí.

“E’ stata una bella partita e i ragazzi hanno risposto molto bene nonostante la formazione con il finto opposto – commenta coach Bagnoli al termine della gara -. Abbiamo attaccato bene il pallone e, nonostante qualche momento di difficoltà, abbiamo saputo reagire da vera squadra e sono molto contento. Anche nel quarto set, quando abbiamo messo in campo i ragazzi, abbiamo fatto una rimonta strepitosa perdendo il set solo per alcuni dettagli. E’ stata una bella partita e sono contento di aver finito così questa quinta settimana di preparazione. Rispetto alla scorsa settimana siamo cresciuti molto in fase offensiva, attaccando molto bene perché il palleggiatore è stato molto bravo, tanto quanto lo sono stati i suoi compagni”.

“Per noi questo era il primo sei per sei della stagione – analizza invece mister Montagnani -, e non solo la prima amichevole. Giunge un po’ in anticipo sulla nostra tabella di marcia ma va bene, tanto dobbiamo cominciare e penso che questa partita ci sia molto utile per studiarci, vedere a che punto siamo e dove e come possiamo realizzare i punti. Ora dobbiamo studiarci e migliorare. Al 28, quando sarà Sora a venire a Tuscania, penso e spero che saremo più pronti”.
Allo starting players coach Bruno Bagnoli schiera Seganov opposto a Tiozzo, Mattei e Gotsev al centro della rete, Rosso e Kalinin in posto 4 e Santucci libero.
Mister Montagnani risponde con la diagonale Pinelli-Maciel, i martelli Shavrak e Ottaviani, i centrali Sesto e Calonico, e Marchisio libero.

Il match è aperto dalla battuta di Ottaviani ma il primo punto dell’era SuperLega è messo a segno da Kalinin. Preme subito sull’acceleratore Sora con il 4-2 firmato da Tiozzo e il 7-4 di Rosso. Quando suona la sirena del technical time out la BioSì Indexa ha già imposto una distanza di +5 lunghezze ma al rientro in campo gli avversari della Tuscia con un contro break si riportano sotto 13-12. Si continua punto a punto fino al 17-16 e poi di nuovo i padroni di casa a scappare e gli ospiti a inseguire per il 21-20. Tiozzo concede ai suoi l’allungo del 23-20, ma il finale del set è tutto targato Mattei che prima beffa il muro di Maciel con una veloce e poi lo inchioda sulla rete bloccando il passaggio alla sua tesa per il 25-21.

Stesso copione per l’avvio del secondo set con Sora a condurre e Tuscania a inseguire. Allo stop obbligatorio Rosso manda tutti a bere sul 12-10 e alla ripresa del gioco Pinelli e compagni pareggiano i conti passando per la prima volta nel set e nel match, in vantaggio 13-14 e poi 16-17. Non tarda ad arrivare la reazione dei ragazzi di coach Bagnoli che con due mini break positivi fanno segnare sul tabellone prima il 20-17 e poi il 23-18. Mazzon e Ottaviani provano a far rientrare la Maury’s nel set ma Sora dal centro finalizza con Gotsev e Mattei per il 25-20.

In vantaggio per 2 set a 0 i volsci, incitati dai Guerrieri, partono subito forte con il 4-1 figlio anche dell’ace di Seganov, l’8-4 dell’altra battuta vincente di Tiozzo e il 10-5 chiuso dal muro granitico di Mattei ai danni di Maciel. Shavrak e Calonico danno un po’ di respiro al referto della Tuscia ma Kalinin ha deciso di non concedere nulla e fa segnare sul tabellone il 14-9. Gotsev e Mattei emulano il loro compagno per il +5 del 17-12 che in poche azioni, con la mattanza dei posti 3, diventa 20-13. Pinelli va al servizio e destabilizza un pochino la ricezione avversaria riuscendo a rosicchiare due punti che, uniti ai muri di Calonico e all’attacco di Buzzelli, sembrano riaprire il set sul 21-19. Sale in cattedra Gotsev che dal centro della rete e dai nove metri non lascia scampo agli avversari regalando al PalaGlobo 4 match ball. Ci pensa Mattia Rosso a mettere tutti più o meno d’accordo chiudendo il set 25-21 e la gara per 3-0 prima di essere proclamato MVP dell’incontro.

Per dovere di cronaca il quarto game ha visto festeggiare i ragazzi di Montagnani 23-25 e scendere in campo i sparring partner della BioSì Indexa Sora che hanno infuocato il PalaGlobo con un bella e appassionante rimonta.

BIOSÌ INDEXA SORA – MAURYS ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 3-0

BIOSÌ INDEXA SORA: Seganov 3, Tiozzo 16, Kalinin 10, Rosso 14, Gotsev 10, Mattei 10, Santucci (L), Marrazzo 1, Sperandio 4, Lucarelli 6, Corsetti (L), Mauti. I All. Bruno Bagnoli; II All. Maurizio Colucci. B/V 7; B/P 19; Muro 13.

MAURYS ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Pinelli 5, Maciel 12, Buzzelli 4, Ottaviani 4, Calonico 11, Sesto 2, Marchisio (L), Shavrak 6, Mazzon 6, Bondini 2, Vitangeli 2, Pieri (L), Delle Piaggi. I All. Paolo Montagnani; II All. Alfredo Martilotti. B/V 9; B/P 10; Muro 5.

ARBITRI: Alessandro Noce, Frederik Moratti.

PARZIALI: 25-21 (’26); 25-20 (’25); 25-21 (’25); 23-25 (’25).

L’Allianz S.p.A-Eughenia srl al fianco dell’Argos Volley

, ,

L’Allianz S.p.A-Eughenia srl lega il proprio nome a quello della BioSì Indexa Sora, diventando sponsor ufficiale dell’Argos Volley.

La partnership era già nell’aria dallo scorso anno quando le due realtà incrociarono i loro destini in un appuntamento straordinario nel suo genere: una full immersion focalizzata sullo sviluppo di una mentalità vincente, la stessa che caratterizza l’operato della società Eughenia Srl, agenzia di assicurazioni che segue Allianz in tutta l’area della provincia di Frosinone grazie a un organico di cinque soci che l’amministrano, coadiuvati da dieci dipendenti e venticinque subagenti con altrettanti uffici nei principali centri della provincia come Sora, Alatri, Fiuggi, Anagni, Paliano e Veroli.
Da sempre leader del settore assicurativo, grazie all’esperienza e alla professionalità dei soci Federica Di Poce, Francesca Di Poce, Tonino Colazzo, Ernesto Di Poce, Orlando Polsinelli, è la denominazione stessa a chiarire l’origine e il percorso della società in questione. Eughenia Srl, difatti, nasce (genìa) da quanto di buono (èu) chi li ha preceduti in questa attività hanno trasmesso alle generazioni successive.
Ma come mai l’agenzia che si occupa di intermediazione finanziaria e assicurativa per Allianz S.p.A. ha scelto di schierarsi al fianco della BioSì Indexa Sora per affrontare il Campionato di SuperLega?

“Nella precedente stagione sportiva – spiegano i soci del gruppo – abbiamo avuto modo di scoprire con tutta la nostra struttura organizzativa come nella pallavolo il valore del gruppo sia imprescindibile fattore di soddisfazione e via per il successo. Il risultato raggiunto dalla BioSì Indexa Sora ne è stata dimostrazione e lo stimolo positivo ha contagiato tutti noi impegnandoci giorno dopo giorno per costruire risultati professionali di eccellenza”.

Quali sono le motivazioni che hanno portato a questa Partnership?

“Le motivazioni che ci hanno portato a cercare questa Partnership sono molteplici, in primis valorizzare il nostro brand con i valori trasmessi da questo sport come il lavoro di squadra e il rispetto delle regole, l’eccellenza della Superlega, e l’opportunità di rivolgersi a una platea di tifosi e appassionati che cresce costantemente, rappresentata principalmente da famiglie, le stesse famiglie che cerchiamo di proteggere con le nostre innovative offerte assicurative”.

Quale sarà il supporto che la “Agenzia” darà alla società Argos Volley e alla squadra BioSì Indexa Sora?

“La nostra agenzia sarà sempre al fianco dei ragazzi, accompagnati dai nostri clienti vivremo le emozioni del campo per tutte le partite casalinghe. Abbiamo avuto cura di riservare diversi abbonamenti per avere la certezza di essere sempre presenti. Per le trasferte poi siamo stati piacevolmente sorpresi di ricevere telefonate dai colleghi Allianz, agenti di città con squadre storiche del panorama pallavolistico nazionale ed europeo, per scandire gli appuntamenti che partiranno già dalla prima di campionato”.

Qual è il messaggio con il quale può essere tradotta questa partnership?

“La nostra è una Agenzia Digitale, quindi anche attraverso i plus dell’innovazione tecnologica continuo, saremo ancor più vicini e attenti alle realtà e famiglie del nostro territorio; come squadra di imprenditori, professionisti, genitori anche noi giochiamo la nostra partita per accompagnare clienti, colleghi, figli verso un campionato impegnativo come la vita”.

Com’è strutturata questa partnership? Chi saranno i principali attori protagonisti?

“Non ci sono protagonisti c’è la squadra. Con la Argos Volley abbiamo strutturato una partnership con vero gioco di squadra prevedendo, oltre alla giusta visibilità in campo, anche la collaborazione per eventi e stand informativi”.

Che rapporto c’è tra voi e la società Argos Volley?

“Abbiamo avuto modo di apprezzare la passione che tutti gli esponenti della Argos Volley esprimono con un lavoro di alta professionalità. Nei confronti della proprietà ci lega una forte stima per i sacrifici svolti e per la determinazione con cui nonostante tante difficoltà hanno portato la nostra città, attraverso un cammino di molti anni, nell’Olimpo del volley nazionale. Incontrando dirigenti e atleti, assistendo alle gare e agli allenamenti, vivendo la magia del palazzetto, abbiamo potuto verificare che si può collaborare per un obiettivo comune come si fosse una famiglia”.

Che messaggio si sente di dare a chi ancora non fa parte di questa grandissima famiglia?

“In campo scenderanno in sei, ma il plurale di sei è SIAMO. Ci auguriamo, anzi siamo certi, che la voglia di fare squadra attorno a questa importante opportunità di visibilità, sia in campo che fuori, consentirà di mostrare le eccellenze presenti sul territorio da abbinare alle emozioni sportive”.

Ed è questa la filosofia che rende differente, nella propria eccellenza, il gruppo Allianz S.p.A-Eughenia, quella che riguarda il concetto di squadra come soggetto che fa della propria coesione l’arma vincente e che, dunque, non può che essere condiviso e applicato appieno dalla Biosì Indexa Sora.

Domani al PalaGlobo Sora vs Tuscania

, ,

Esordio casalingo per la BioSì Indexa Sora, domenica le porte del PalaGlobo “Luca Polsinelli” si apriranno ai primi avversari della stagione invitati dall’Argos Volley per una amichevole di sicuro interesse umano e sportivo.

A inaugurare i giochi saranno gli uomini della Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania di coach Montagnani e l’appuntamento con il fischio di inizio è fissato per le ore 18,00.

La formazione viterbese sarà il secondo banco di prova stagionale per gli atleti guidati dai coach Bruno Bagnoli e Maurizio Colucci dopo l’allenamento congiunto con la Sigma Aversa dello scorso mercoledì, ottima occasione per valutare lo stato di forma della squadra al termine della sua quinta settimana di preparazione.

SuperLega da una parte e Serie A2 dall’altra, per assicurare non solo un test di forma per entrambe le compagini, ma soprattutto un grande spettacolo di pallavolo come tradizione ha voluto ogni qualvolta i due club si siano incontrati sotto rete.

Grande debutto casalingo dunque per l’allenamento congiunto con un roster che nello scorso anno era “compagno di campionato” e che ha ben figurato durante tutta la competizione.

Terzo anno in Serie A2 per la società del Presidente Pieri e rosa ridisegnata con attenzione per interpretare al meglio la difficile formula del nuovo campionato della serie a due gironi.

“Per consolidarci è stata una precisa esigenza fare una scelta tecnica di provata esperienza – spiega il Direttore Sportivo Alessandro Cappelli -, e coach Montagnani ci offre ampie garanzie per un lavoro di attenzione e qualità.
In accordo con la nuova guida tecnica abbiamo confermato Ottaviani, Shavrak, Calonico, Vitangeli e i giovani Mazzon e Pieri, potenziando il posto 4 con il ritorno in bianco blu di Buzzelli. Abbiamo cercato di dare continuità in regia con un nome di alto livello, capace di gestire la squadra e la scelta di Pinelli ci conforta; per completare la diagonale il brasiliano Maciel ci offre quel mix di potenza, esuberanza ed esperienza, unito a una grinta da trascinatore come pochi. C’è il ritorno di Marchisio nel ruolo di libero dopo che ha ben figurato tra le nostre fila due stagioni fa. Al centro il nome di Sesto vuol significare esperienza e ricostruire quel feeling con Pinelli dimostrato a Matera. A chiudere il roster due nomi che valorizzano il vivaio del Tuscania: il giovanissimo palleggiatore Dellepiaggi ben distintosi in finali nazionali di categoria e lo schiacciatore Bondini che torna in bianco blu dopo una considerevole esperienza in serie B”.

Sora vs Aversa magnifica cornice al ricordo di coach Guido Celani

, ,

La BioSì Indexa Sora è scasa in campo per la sua prima volta nella stagione. Dall’altra parte della rete, per un allenamento congiunto, la Sigma Aversa del Direttore Sportivo Alberico Vitullo.

L’occasione è stata quella offerta dagli “Amici del Cuore”, associazione nata in memoria di Guido Celani, allenatore della provincia frusinate venuto a mancare due anni fa a causa di un attacco cardiaco.
Come gran finale della manifestazione “Pallavolando” gli organizzatori hanno invitato la BioSì Indexa Sora e la Sigma Aversa a ricordare coach Guido con la pallavolo che a lui piaceva tanto seguire e come lo scorso anno, i due club, con le rispettive formazioni, non hanno tradito le aspettative.
Il gioco infatti ha entusiasmato il numeroso pubblico presente ma a vincere, al di là del 3-2 in favore di Sora andato a referto, è stato il ricordo di Guido Celani e l’affetto messo in campo da tutti quelli che hanno avuto il piacere di conoscerlo e di quanti hanno voluto onorare la sua memoria.

“E’ stata una partita molto emozionante – commenta il General Manager Adi Lami amico della famiglia Celani -.
La prima emozione è riferita alla gara in se trattandosi della nostra prima amichevole da Superlega, le altre sono state tutte figlie di quei ricordi che sono riaffiorati su una persona importante che purtroppo ci ha lasciato due anni fa e che ha dedicato tutta la sua vita alla pallavolo.
Un ringraziamento particolare va all’associazione “Amici del cuore”, istituita due anni fa proprio in occasione della perdita del caro amico Guido, e a tutti coloro che si sono impiegati al fine di rendere questa manifestazione impeccabile. Spero ovviamente di poter in futuro organizzare ancora amichevoli del genere anche a partire dal breve periodo, ad esempio durante il campionato. La città di Alatri storicamente ha seguito il volley e continua a farlo, e questo non può che essere un bene per il movimento provinciale, regionale, e nazionale”.

“È il secondo anno consecutivo che disputiamo questa amichevole – ricorda il Direttore Sportivo di Aversa, Alberico Vitullo. Dal canto mio speravo in un 2 pari perchè, proprio lo scorso anno, siamo partiti da quel risultato conquistando entrambe la promozione, noi in A2 e Sora in Superlega.
Venire qui è sempre bello perchè incontro tanti amici e tutte quelle persone che per me hanno contato tanto negli anni pallavolistici in quanto, le mie prime stagioni da professionista le ho trascorsi proprio a Sora.
E’ stata la partita che avevo previsto, con poca tattica visto che in questo momento i ragazzi sono pieni di lavoro, la classica partita di preparazione che però ha messo in campo buoni spunti, banco di prova per vedere su cosa c’è ancora da lavorare. Una partita bella tirata con il quinto set giocato dai secondi sestetti, i così detti sparring partner della settimana, conclusosi sul 18-16. Spero che chi è venuto a vederci si sia divertito e che questo sia di nuovo un buon trampolino in occasione della prossima stagione”.

Commenti più tecnici invece quelli rilasciati dalle due guide tecniche al termine dell’incontro:

“E’ stato un allenamento molto importante che ci ha permesso di confrontarci con una buona squadra di Serie A2 – sostiene coach Bruno Bagnoli. Noi chiaramente abbiamo avuto dei problemi in attacco dovuti all’assenza dei due opposti e al fatto che ho dovuto togliere Mattia Rosso, dopo il terzo set, perchè sentiva fastidio alla schiena. Quando siamo riusciti ad attaccare bene il pallone però, abbiamo vinto. Nel primo, terzo e quinto set infatti, abbiamo attaccato abbastanza bene e questo ci ha consentito, con la buona fase punto, di arrivare alla vittoria finale. Nel secondo e quarto set invece abbiamo attaccato male e commesso troppi errori. Essendo la prima uscita però, ci sta quest’alternanza di rendimento. I ragazzi hanno comunque dimostrato buone capacità volutive ed è un dato assolutamente positivo”.

“Anche per noi, come per Sora – dice mister Pasquale Bosco, questa occasione è stata la prima uscita stagionale. Penso quindi che entrambe ce ne andremo a casa contente per la prestazione. Si sono visti errori di troppo da entrambe le parti, ma dove ci sono tanti lavori in corso è normale perchè le cose si devono affinare e ci sono meccanismi da perfezionare. Partita vera, bella ed agonistica”.

Quinto blocco e primo allenamento congiunto

, ,

Dopo il successo ottenuto durante la presentazione in occasione della Notte Bianca dello Sport e della Solidarietà, la BioSì Indexa Sora torna a sudare in palestra.

Questa mattina, la seduta di pesi ha aperto il quinto blocco di preparazione, mentre al pomeriggio i ragazzi agli ordini dei coach Bagnoli e Colucci proseguiranno al PalaGlobo “Luca Polsinelli” con la seduta tecnica a partire dalle ore 17.30, in vista del primo test stagionale questo mercoledì contro la Sigma Aversa, formazione neopromossa in A2. Alle ore 17,30 di domani infatti, i due club scenderanno sul parquet del palazzetto di Alatri per il trofeo dedicato alla memoria di Guido Celani, giocatore e allenatore ciociaro scomparso nel 2014.

Si è dunque ben avanti con il ritiro, come spiega il ministro della difesa Marco Santucci:

“Abbiamo iniziato ad allenarci con gradualità e ora siamo in una condizione di carico assoluto; questo non ci preoccupa perché sappiamo che siamo nel periodo più importante e ci servirà per affrontare una stagione lunga e dispendiosa sotto il profilo psico-fisico. In queste 4 settimane abbiamo svolto un ottimo training incentrato sulla parte atletica e fisica con lavoro in sala pesi e aerobico, non tralasciando mai la parte tecnica con esercizi per rispolverare un po’ di ruggine estiva. In questo ultimo blocco abbiamo iniziato a saltare in palestra e a mettere i primi paletti per costruire il nostro gioco, quello che ci accompagnerà per tutto l’anno.
Ho trovato un gruppo carico e unito, propenso al lavoro, e tutti ci stiamo impegnando al massimo; ovviamente dobbiamo ancora conoscerci bene e creare la giusta amalgama, ma posso dire che ci sono tutti i presupposti per creare un buon gruppo, fattore su cui anche il nostro allenatore conta tanto. Abbiamo una squadra giovane, ma con delle potenzialità buone e credo fermamente che con il duro lavoro potremmo toglierci tante soddisfazioni perché abbiamo tutti la voglia di emergere”.

E così come sta venendo fuori il roster, si sta compattando anche il gruppo:

“I nuovi compagni per me fanno già parte della mia famiglia – continua il libero –, la stessa che mi accompagnerà fino a fine stagione; con i vecchi ormai ci conosciamo a memoria, sono la mia sicurezza. Anche il coach è una persona molto disponibile, aperta al dialogo e tanto attenta alle dinamiche del gruppo: aspetti per me molto importanti; gli auguro di esprimersi al meglio qui a Sora.
Noi intanto siamo pronti e non si parla di altro che della prima partita a Modena; ci gusteremo questo palcoscenico importantissimo poiché non capita davvero tutti i giorni di essere in un club che possa permetterti di vivere tutto questo”.

E proprio a Modena, il 2 ottobre, Santucci ritroverà un ex compagno a cui è molto legato, la medaglia d’argento di Rio 2016, Salvatore Rossini che, appena qualche giorno fa, ha registrato un video di saluti e in bocca al lupo alla sua ex squadra, in particolare proprio al suo collega di reparto:

“Salvatore è stato mio compagno qui a Sora per ben due anni – spiega l’atleta molisano – conditi con altrettante promozioni. Il nostro è un rapporto che va oltre la pallavolo, fatto di stima reciproca e rispetto. Lui ora ha quello che merita, un successo conquistato con il sudore e tanta gavetta. Non è cambiato di una virgola Rossini, e questo gli fa onore. Sarà uno stimolo e un piacere giocare contro un amico e un campione. Ci siamo sentiti appena sono usciti i calendari e lui mi disse che il mio battesimo di SuperLega sarebbe avvenuto sul tricolore di Modena; io pensai solo che non vedevo l’ora di vivere un’emozione così. Gli faccio un enorme in bocca al lupo e gli auguro di ripercorrere i successi della stagione passata”.